Short London

in viaggio con Milena75 in Inghilterra

torna alla mappa
Short London

Itinerario
15 settembre 2007
Partenza alle 06.40 dall’aeroporto di Orio al Serio con Ryan Air, destinazione aeroporto di Stansted. Il decollo è avvenuto in orario e il viaggio è stato tranquillo.
Dopo aver ritirato i bagagli prendiamo il pullman Terravision davanti all’aeroporto. I biglietti li abbiamo acquistati a Orio al Serio 8 Sterline a testa solo andata (al ritorno partiremo da Luton). In 55 minuti siamo alla stazione di Liverpool Street. All’arrivo in stazione acquistiamo la Travel Card per 3 giorni al costo di 16,40 Sterline, valida per le zone 1 e 2. Prendiamo la Tube e in circa 15 minuti arriviamo a King Cross e facciamo tappa in albergo per lasciare i bagagli e ripartire subito.
Una piccola parentesi per l’albergo Montana Excel prenotato su booking.com: discreto come rapporto qualità prezzo, stanze nella media inglese ma pulite, colazione discreta, e ottima posizione, in quanto vicinissimo alla stazione di King Cross.
Prima tappa Buckingham Palace. Incuriositi dai caratteristici pullman rossi a due piani, decidiamo di prenderne uno per raggiungere la meta, ma la scelta si rivela pessima perché rimaniamo subito imbottigliati nel traffico e dopo un ventina di minuti praticamente fermi, scendiamo e ci dirigiamo a piedi alla fermata della metropolitana più vicina. Per colpa di questo imprevisto arriviamo al palazzo a mezzogiorno e purtroppo non facciamo in tempo a vedere il cambio della guardia. Facciamo qualche foto e poi passeggiamo nel St James’s Park dove troviamo anche scoiattoli, anatre e pellicani.
Usciamo dal parco e ci dirigiamo verso Whitehall, passando davanti alle Horse Guards, dove riusciamo a vedere il cambio della guardia anche se in versione ridotta rispetto a quello del palazzo... Ci dirigiamo verso Trafalgar Square, dove decidiamo di pranzare.
Dopo pranzo visitiamo il Big Ben, Westminster Abbey, la gigantesca ruota panoramica London Eye (altezza 135 metri), il mercato di Portobello Road e il quartiere di Notting Hill.
Verso le sette decidiamo di andare al Tower Bridge per scattare qualche foto con i colori del tramonto.
Ritorniamo in hotel per una doccia veloce e alle nove usciamo nuovamente per andare a Piccadilly Circus a cenare. Dopo cena decidiamo di passeggiare per le vie di China Town e Soho, il quartiere a luci rosse. Ad un certo punto ci troviamo di fronte alla vetrina di un locale dove due maschioni in slip ballano la lap dance intorno a due pali piantati sul bancone. In quel momento capisco che è il momento di tornarcene in hotel e trascino via mia moglie.

16 settembre 2007
Domenica mattina usciamo dall’hotel alle 8.30. Decidiamo di andare alla Cattedrale di St Paul che visitiamo gratuitamente perché stava per iniziare la messa. Usciamo dalla Cattedrale e ci dirigiamo verso Temple Church. Purtroppo non riusciamo a visitarla perché, guarda caso, il custode in quel giorno si è ammalato...
Allora andiamo verso il Tamigi, attraversiamo il Blackfriars Bridge e saliamo all’ultimo piano della Oxo Tower da dove si vede un bel panorama sulla città. Successivamente facciamo un giro veloce al Museo Tate Moderm: all’ultimo piano c’è il bar con un’altra vista panoramica su Millennium Bridge e Cupola di San Paul.
Usciamo dal museo e passeggiamo sulla Queen’s Walk, dove vediamo lo Shakespeare Globe Theatre. Successivamente attraversiamo la galleria e ci dirigiamo verso la Southwark Cathedral che visitiamo.
Appena fuori dalla cattedrale troviamo un ristorante dove ci fermiamo a pranzare: prendiamo una paella niente male!
Dopo pranzo ci spostiamo a piedi verso il Tower Bridge. Passiamo dalla galleria Hay’s Warf di fronte alla nave incrociatore HMS Belfast per arrivare fino al caratteristico palazzo in vetro della London City Hall che visitiamo. All’ultimo piano c’è una bella vista su Tower Bridge e Tower of London. Scendiamo dal City Hall per attraversare il Tower Bridge: proprio in quel momento bloccano la circolazione per sollevare il ponte e consentire il passaggio di una nave, così assistiamo allo spettacolo dell’imponente ponte sollevato.
Successivamente attraversiamo il ponte e andiamo a visitare il borgo medievale di Tower of London. Appena entrati incontriamo le tipiche guardie vestite in stile Tudor poi visitiamo il museo dove troviamo una collezione di armi, armature, quadri e suppellettili d'epoca. L'esposizione si conclude con il pezzo forte: i Gioielli della Corona.
Fuori dal museo giriamo per il borgo dove incontriamo personaggi con i vestiti d'epoca che recitano le loro parti poi in un prato vediamo i famosi corvi giganti. Secondo la leggenda quando i corvi abbandoneranno la Torre, Londra cadrà.
All’uscita da Tower of London decidiamo di andare a visitare Camden Town. Si tratta di una zona molto pittoresca frequentata da punk e piena di negozi un po' alternativi. Arrivati in fondo ad una via piena di negozi raggiungiamo la zona di Little Venice caratterizzata da canali ponti, locali e barchette caratteristiche che richiamano un po' Venezia (ma non troppo...).
Dopo aver fatto una passeggiata lungo il fiume, ci dirigiamo verso la collina Primrose Hill per vedere la parte ovest di Londra al tramonto. Usciamo da Primrose Hill e ci dirigiamo in albergo per una doccia veloce.
Verso le 22 usciamo per cenare in zona Covent Garden e dopo una breve passeggiata, decidiamo di visitare i principali monumenti by night: prima tappa la London Eye, poi il Big Ben e infine il Tower Bridge. Alle 23.30 decidiamo di tornare in hotel.

17 settembre 2007
Lunedì mattina, ultimo giorno, usciamo dall’hotel alle otto e mezza. Decidiamo di passare dalla stazione di Thameslink per acquistare i biglietti per Luton Airport, costo 22 sterline. Usciti dalla stazione decidiamo di visitare nuovamente la zona del Big Ben per scattare le ultime foto.
Alle 10.30 andiamo a visitare Kensington Palace e poi ci spostiamo verso Buckingham Palace nella speranza di vedere il cambio della guardia. Arriviamo alle 11.30 e dopo un po' di attesa espongono un cartello per avvisare che non ci sarà il cambio della guardia probabilmente a causa del rischio di pioggia, così lasceremo Londra senza averlo visto.
Decidiamo di sfruttare le ultime ore a nostra disposizione per visitare velocemente qualche museo. Entriamo nel National History Museum, nello Science Museum e nel British Musem. Nel primo di questi in particolare c'è una sezione dedicata ai dinosauri con gli scheletri di diversi esemplari ed alcuni dinosauri robot in movimento tra cui il più impressionante è sicuramente il Tirannosaurus Rex!
Prima di tornare in hotel a prendere i bagagli decidiamo di mangiare in un Pub. Alle 16 torniamo in hotel per recuperare i bagagli, per poi prendere il treno che ci porterà a Luton Airport. Alle 19.40 in ritardo di 20 minuti decolliamo ma atterriamo in orario all'aeroporto di Orio al Serio.
Londra ci è piaciuta molto: non pensavamo fosse così bella. Purtroppo tre giorni sono pochi e l’abbiamo visitata un po’ di fretta per cui ci siamo ripromessi di tornarci se possibile.Breve vacanza nella capitale britannica, per un primo contatto con le principali attrazioni

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook