A Budapest con il bimbo

in viaggio con Giancarlo Catania_css in Ungheria

torna alla mappa
A Budapest con il bimbo

Eccomi appena rientrato da Budapest e a caldo vorrei scrivere alcune note che forse potranno tornare utili a quanti stessero pianificando una vacanza in questa splendida città
Per questo viaggio abbiamo scelto come compagnia aerea Lufthansa che spesso fà buone offerte rivolte alle famiglie pagando complessivamente 220 euro (per 3 persone), con Wizz air mediamente il costo del biglietto è di 40 euro a persona più i bagagli ma gli orari sono davvero scomodi e noi non ce la siamo sentiti con un bimbo tanto piccolo a levatacce nel cuore della notte.
Tramite booking poi abbiamo trovato un bell'appartamentino i All-4UApartments al costo di 219 euro per 1 settimana. Questi appartamenti si trovano in pieno centro, nel quartiere ebraico, vicino alla Sinagoga ma soprattutto vicino allo snodo principale della metro che ci è risultata utilissima per i nostri spostamenti, vicino anche un supermecato aperto 24 ore su 24 della catena match, per quanti decidano di fermarsi più di 5 giorni il transfer dall'areoporto all'andata è gratuito, al ritorno abbiamo speso 22 euro, prenotato sempre tramite la loro agenzia.
Per chi cercasse un'ottima alternativa per il transfer consiglio anche il servizio airport shuttle minibus www.airportshuttle.hu, prenotabile on line o direttamente in areoporto per i titolari di budapest card c'è uno sconto del 10%.
Vi segnalo gli sconti che potrete ottenere con la Budapest Card perchè solo così potrete decidere facendovi due conti se per voi può essere vantaggiosa o meno: noi dopo aver letto diversi forum sull'utilità o meno della card abbiamo deciso di non farla e non mi sembra di averci rimesso, ma ripeto dipende da cosa volete fare e quante cose pensate di riuscire a vedere.
Una settimana alla scoperta della capitale unghereseIl nostro viaggio ha inizio di buon ora, tramite internet abbiamo prenotato il parking alla malpensa con travel parking, un'agenzia che già conosciamo e con la quale ci siamo trovati sempre bene, pagando 30 euro totali .Lufthansa è un'ottima compagnia aerea, durante il volo ci viene servito un mini pasto e ai bambini vengono offerti album con matite colorate per ingannare il tempo durante il nostro breve viaggio (circa 1 ora e mezza).
Al nostro arrivo ci aspetta già l'autista dell'agenzia che ci accompagna al nostro appartamento, prima però sbrighiamo in segreteria le varie formalità burocratiche, ci viene chiesta anche una cauzione di 10 euro per le chiavi che ci verranno restituiti alla nostra partenza. L'appartamento, uno studio per 3 persone è un piccolino ma pulito e ben arredato, dotato di tutti i confort e scopriamo presto che proprio all'angolo c'è un bel parco giochi.
Per cambiare gli euro in fiorini abbiamo seguito i consigli di molti viaggiatori della rete servendoci dello sportello bancario della vicina banca (c'è una citybank all'uscita della metro), pagando 2,50 euro di commissione.
La guida di Budapest, un'ottima e recentissima Lonely Planet è stata gentilmente offerta dal servizio prestito dalla nostra biblioteca che abbiamo scoperto avere una fornitissima sezione viaggi.
Per quanto riguarda invece gli spostamenti a Budapest ci siamo serviti dei mezzi pubblici comprando carnet da 10 biglietti l'uno (2800 fiorini circa 11 euro), i bambini fino a 5 anni non pagano, in tutto ne abbiamo consumati 3; forse con il senno del poi avremmo potuto fare un'abbonamento settimanale ma a conti fatti la spesa è stata all'incirca la stessa. Vi consiglio prima della partenza di scaricarvi da internet la mappa della metro, a noi è stata davvero utilissima .
L'offerta turistica di Budapest è davvero molto ampia, per cui non starò a elencarvi tutto quello che potete fare e vedere perchè naturalmente dipende molto dai gusti personali, vi dirò invece quello che più ci è rimasto impresso.
Vorrei iniziare parlandovi di ristorazione, la scelta dell'appartamento con un bimbo piccolo è senza dubbio vincente anche perchè non tutti i bambini si adeguano rapidamente a una cucina internazionale così diversa dalla nostra e l'idea di farlo mangiare patatine e hamburger per una settimana intera mi faceva rabbrividire. Abbiamo selezionato tra le moltissime recensioni trovate in rete questi 2 ristoranti che mi sento di consigliarvi:
- Il primo è il sir lancelot, un ristorante in stile medioevale con musica dal vivo dove si mangia rigorosamente con le mani e dove tra una portata e l'altra viene allestito uno spettacolo in tema con il locale, le portate sono molto abbondanti e l'ambiente molto suggestivo, se siete interessati vi consiglio di dare un'occhiata al loro portale dal quale oltre farvi un'idea del posto potrete anche prenotare il vostro tavolo http://www.sirlancelot.hu/, con la budapest card dovreste ottenere lo sconto del 10%.
- il secondo locale invece è un ristorante molto conosciuto a Budapest dove potrete assaggiare un'ottima cucina locale, sto parlando di Menza in liszt ferenc ter vicino a octogon, qui abbiamo mangiato il nostro primo gulash di vitello, bel locale molto frequentato ma non caotico e tutto sommato neppure eccessivamente caro.
Vorrei segnalarvi infine i trofea restaurant con la formula all you can eat, ce n'era uno vicino al nostro appartamento in via kiraly, il prezzo è fisso e varia a seconda del giorno ad esempio dal lun al giov a pranzo il prezzo sarà di 2990 fiorini (11,30 euro circa), a cena 4499 (circa 17 euro), per i bambini sotto i 12 anni free.
A Budapest ci sono davvero dei bellissimi locali, molto eleganti e di classe per cui sono certa non troverete difficoltà a trovare qualcosa che incontri il vostro gusto. Naturalmente non mancano Mc donalds e kebab, insomma ce n'è davvero per tutti i gusti e tute le tasche!
Meta irrinunciabile della nostra vacanza a Budapest erano i bagni termali, abbiamo scelto le terme Secheny (M1 szecheny furdo) perchè a differenza delle celebri Gellert e Rudas sono miste. l'ingresso è stato circa di 12,50euro in settimana e poco di più nel week end, il bambino sopra i 2 anni paga il biglietto per intero. Contestualmente al pagamento del biglietto d'ingresso viene dato un orologio che si dovrà mostrare all'ingresso a un'operatore che ti darà un tesserino e un'attaccapanni, servirà per aprire l'armadietto, prima però si passa attraverso le cabine dove ci si potrà cambiare prima di riporre gli effetti personali nell'armadietto. Piccola parentesi negli spogliatoi c'è una guardia che controlla gli armadietti e gira in continuazione per cui potete stare relativamente tranquilli. Le terme Secheny sono molto grandi, si suddividono in una parte interna con vasche a diversa gradazione, Matteo aveva una predilezione per l'acqua tiepida ma noi abbiamo molto apprezzato anche quella a 40 gradi le saune e il bagno turco. All'esterno un'enorme vasca termale dove ci si può immergere anche nei mesi più freddi, con idromassaggi e giri in corrente. Insomma è stata una 'esperienza positiva e rilassante, anche i massaggi non sono per nulla costosi circa 10/15 euro a seconda della durata, insomma quella delle terme è una sosta che vi consiglio.
All'uscita delle terme c'è un bel parco giochi, l'ingresso dello zoo che è uno dei più belli e grandi d'europa e del circo www.zoobudapest.com. Poco distante anche Piazza degli eroi e l'ingresso di 2 musei prestigiosissimi il museo delle belle arti e il salone dell'arte.
Altra tappa della nostra vacanza era Millenaris park (M2 moszkva ter), vicino al centro commerciale Mammut, all'interno del palazzo delle meraviglie ci sono tanti giochi interattivi con cui i bambini potranno divertirsi e sperimentare, l'ingresso è stato di circa 15 euro (biglietto famiglia) e sicuramente per chi è in vacanza con bambini è una tappa da tenere in considerazione. All'esterno il parco giochi Zold Peter nel quale abbiamo trascorso tutto il pomeriggio approfittando di una splendida giornata di sole d'inizio primavera.
Una giornata intera sicuramente è da dedicare alla collina del castello, dopo aver raggiunto e attraversato il ponte delle catene, raggiungibile anche a piedi dal nostro appartamento ci siamo imbattuti nel botteghino dell'antica cremagliera che porta fino al palazzo reale, qui abbiamo comprato 3 biglietti per la sola salita; ci siamo imbattuti nel famoso labirinto la cui visita ha divertito tutta la famiglia, abbiamo non solo trovato l'uscita ma anche la fontana del vino e il piccolo Matteo ricorda quest'esperienza ancora con molta enfasi (biglietto famiglia circa 15 euro). Poco distante dall'uscita del labirinto lo spettacolare bastione dei pescatori con una vista spettacolare e la chiesa di Mattia assolutamente imperdibili.
La discesa è stata fatta dal percorso pedonale vicino all'ingresso della cremagliera che vi consiglio non solo per risparmire qualche soldino ma perchè lungo la strada troverete dei balconi panoramici dove poter scattare bellissime foto sul ponte delle Catene.
Terminiamo la nostra passeggiata con il giro in battello, scegliamo come compagnia di navigazione legenda www.legenda.hu e siamo felicissimi di questa nostra scelta, non solo perchè abbiamo navigato lungo il Danubio su motobarche nuovissime, ma perchè è stato tutto assolutamente perfetto. Il biglietto per il giro pomeridiano è stato di circa 10 euro a testa, Matteo non ha pagato, durante il viaggio ci è stato servito da bere un'aperitivo a nostra scelta tra bevande alcoliche e analcoliche, noi non potevamo che non optare per il buonissimo vino bianco locale, anche Matteo ha festeggiato la sua prima crocera sul Danubio con un succo di frutta e con il nostro bicchiere in mano e accompagnati da un'ottima selezione di musica siamo partiti. Tutto bellissimo, abbiamo oltrepassato i ponti della città visto Budapest da un'angolazione diversa da quella vista fino a quel momento, circumnavigato l'isola Margarita dove chi lo desiderava poteva fermarsi. Al ritorno ci è stato offerto un'altro aperitivo, il loro Duna Bella, un tè caldo aromatizzato con arancia che davvero non ci aspettavamo. Anche in questo caso chi ha la Budapest card ha diritto a uno sconto.
Ma si è fatto tardi e siamo stanchi e ritorniamo a casa questa volta passando da via Vaci utca la via dello shopping, davanti alla celebre pasticceria Gerbaud è stato allestito un simpatico mercatino dove facciamo un giro .
Durante la nostra breve vacanza abbiamo provato a visitare il Parlamento che dicono essere bellissimo anche dal di dentro ma senza riuscirci perchè proprio quel giorno erano in visita Carlo e Camilla d'Inghilterra per cui tutte le visite sono saltate almeno quelle non prenotate, ho letto che questo succede abbastanza spesso basta una visita ufficiale o una riunione di governo che le visite vengono annullate, per cui sebbene a malincuore consiglio a chi interessasse la visita ad affidarsi ad un'agenzia turistica locale o confidare sulla buona sorte.
All'uscita del parlamento passa il tram numero 2 che costeggia il Danubio e dal quale è possibile ammirare molte attrazioni turistiche della città, il costo è quello di un biglietto dell'autobus e se avete un po' di tempo a disposizione ve lo consiglio.
Ultimo capitolo di questa vacanza è dedicata alla musica: l'educazione musicale è molto sentita presso questo popolo. Il giorno prima della nostra partenza abbiamo assistito al Duna Palota, un piccolo ma bellissimo teatro vicino al ponte delle catene dove la sera si tengono spettacoli di balletti folcloristici per lo più per turisti a un bellissimo concerto di musica classica, il cui pubblico era costituito prevalentemente da bambini con famiglie e scolaresche a cui ci siamo uniti volentieri anche noi, il costo è stato davvero contenuto 4 euro a persona e così Matteo ha potuto vedere da vicino un direttore con la sua orchestra, violini e violoncelli che hanno destato in lui molta curiosità.
Approfittando della presenza dei nonni abbiamo potuto goderci anche noi la Budapest bye night, il Danubio la sera è splendidamente illuminato ed è possibile fare crociere notturne cenando a lume di candela a bordo di belle imbarcazioni. Vorrei segnalare un locale che ci è molto piaciuto il Budapest jazz club, dove la sera è possibile ascoltare della buona musica dal vivo (per il programma vi rimando al loro portale) e bere qualcosa in un'ambiente molto intimo e accogliente. Infine abbiamo assistito al concerto dei 100 violini zigani al Thalia, è stato davvero emozionante, ne avevo sentito parlare moltissime volte e quando sono finalmente riuscita a trovare i biglietti ero davvero felice
Durante questa bella serata ho scoperto che anche Budapest, soprannominata da molti la Parigi dell'est ha un suo Moulin Rouge e una strada di teatri tra l'altro molto vicini al nostro appartamento in cui si tengono spettacoli di vario genere.
Le nostre vacanze sono finite anche questa volta, conservo di questa città che prima a torto sottovalutavo uno splendido ricordo che accompagnerà per sempre me e la mia famiglia, spero di ritornare un giorno; per ora concludo consigliandola come meta per le vacanze di molte famiglie, non solo perchè bellissima ma perchè ha prezzi molto abbordabili il che è sicuramente un punto a suo favore soprattutto di questi tempi.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook