Malta, il centro del Mare Nostrum

in viaggio con Patrizio Napolitano in Malta
torna alla mappa

 

Da non perdere

Il nostro volo, partito da Fiumicino, dura soltanto un'ora, poi l'aereo inizia il suo tuffo nel candido manto delle nubi, ed appare allo sguardo l'arcipelago Maltese, incastonato nel blu cobalto del mediterraneo.
Mentre l'aereo inizia la sua discesa verso La Valletta, ci sorprende il colore prima turchino, e poi verde smeraldo delle acque più basse in prossimità delle numerose cale dalla sabbia bianchissima che s'intarsia nel colore del mare e creano una pirotecnica tavolozza cromatica.
Soltanto la consapevolezza della breve durata del volo c'impedisce di pensare ad immagini d'isole lontane, mentre ancora una volta, si rafforza in noi il convincimento che il nostro Mediterraneo sia ineguagliabile per la bellezza delle coste, delle isole, dei fondali e per la ricchezza della sua storia.
Malta fu, fino a pochi decenni fa, di grande importanza strategica per la sua posizione al centro del canale di Sicilia.
Inoltre alcune delle sue coste, alte e frastagliate come "Fiordi", davano un ottimo riparo, anche visivo alle numerose navi da guerra, delle Marine che si contendevano il possesso dell'arcipelago, fino all'avvento delle più ricercate tecniche d'avvistamento da satellite.
Oggi l'isola, trascurata dalle strategie delle potenze navali, scopre la sua vocazione turistica e si offre opulenta di colori di profumi e di calore, a chiunque desideri vivere una vacanza dal fascino esotico, ma proprio nel centro del nostro mare.
Una vacanza durante la quale si possono anche ammirare numerose vestigia della storia più o meno antica che ha visto l'isola ed i suoi Cavalieri baluardo della civiltà occidentale e della cristianità contro l'espansionismo del mondo arabo.
Oggi, consegnato alla storia il fragore delle battaglie, restano sull'arcipelago numerose ed importanti tracce dell'incontro delle due civiltà, sia a livello artistico sia culturale e linguistico.
Il governo della Valletta sta continuamente valorizzando il patrimonio artistico ed ambientale dell'arcipelago, per offrire ai turisti che giungono sempre più numerosi strutture capaci di soddisfare qualsiasi tipo d'esigenza di chi vuole effettuare una vacanza completa, dedicata alle attività marine, ma anche a quelle culturali.
Non solamente il mondo arabo ha lasciato sull'isola il segno persistente della sua passata presenza, anche gli inglesi più recentemente hanno esteso il loro impero fino a queste isole, che sono ancora ricche anche della loro cultura.
Un fatto curioso ma indicativo a questo proposito, è costituito da schiere di "vecchietti" britannici che vengono a svernare al mite clima del mediterraneo approfittando di un cambio molto favorevole, della loro lingua che a Malta tutti parlano e d'alcune abitudini ed usanze che vengono ancora gelosamente custodite. Sintomatica è la guida delle auto che come da tradizione anglosassone è rigorosamente a sinistra.
Ma il mare è sicuramente il principale motivo d'interesse per tantissimi appassionati, che in questi luoghi possono trovare un Mediterraneo ancora intatto ed incontaminato, ricco di pesce sia stanziale sia pelagico ed un clima assolutamente mite, con inverni temperati ed estati secche e calde, ma rese gradevoli dalle brezze sempre presenti.
Tutte le attività subacquee non cruenti sono possibili in queste acque, particolarmente adatte alle necessità dei fotosub e agli amanti delle riprese video, per la costante limpidezza, anche d'inverno, e per i colori sempre saturi del mare.
Fra le tante immersioni possibili vogliamo descrivere tre itinerari subacquei, particolarmente suggestivi, ed adatti, a nostro avviso, a soddisfare tutte le esigenze, anche quelle degli appassionati più smaliziati.
· Blu Grotto a sud di Malta, è un possente arco naturale che emerge dal mare per circa 100 metri davanti all'isola di FILFLA.
L'immersione è caratterizzata da una ripida franata di grossi massi levigati, ricca di tane e di pesce bianco, dove è anche possibile l'incontro con ricciole e tonni d'ogni dimensione.
In questo luogo il particolare tipo di rocce che formano la franata, non consente un substrato particolarmente interessante dal punto di vista biologico o colorato per la gioia degli appassionati fotografi; ma la reale possibilità d'incontri entusiasmanti e la sicura presenza di pesce stanziale d'ogni dimensione, rende comunque molto interessante quest'immersione.
· MARFA POINT CIRKEWWA a nord dell'isola, è una delle più belle immersioni che Malta offre ai suoi appassionati.
La parete sommersa è resa varia ed interessante da una moltitudine di piccole grotte archi e passaggi, da cui si può entrare ed uscire giocando con i tagli di luce, con i colori accesi delle volte illuminate dalle nostre lampade, e rimanendo sempre affascinati dall'azzurro scuro del mare. Un luogo incantevole, particolarmente adatto per essere fotografato perché offre infiniti spunti d'immagini, di colori e di luce.
La parete sommersa è inoltre ricca di tutti gli organismi che rendono affascinante il coralligeno mediterraneo, questa volta le spugne la fanno da padrone in tutte le loro forme più stravaganti. Le pareti rocciose, sono completamente avvolte dal loro cromatismo, ora acceso e violento, oro tenue e soffice come un pastello.
Questo è anche il regno del pesce di passo, sempre presente, e della cernia che spadroneggia sicura nel suo habitat ideale, e che si mostra docile alla curiosità dei subacquei e agli obiettivi dei fotografi.
· ISLAND SEA a GOZO, seconda isola per grandezza dell'arcipelago, facilmente raggiungibile affittando una "DGHAJSA" caratteristica barca usata dai pescatori che la dipingono con colori vivaci, disegnando a prua due occhi a cui vengono attribuiti potenti poteri scaramantici.
Giunti sul luogo ci s'immerge all'interno di una laguna divisa dal mare da pareti scoscese che comunica con le acque esterne attraverso un canale situato all'interno di un'ampia grotta.
L'immersione consiste nell'effettuare questo passaggio verso il mare aperto.
L'esperienza è di quelle mozzafiato, perché al subacqueo, dopo un tunnel nella roccia lungo circa 50 metri percorso ad una profondità di -36, si apre lo spettacolo incomparabile del mare aperto di un blu indescrivibile, e ricco di una vita colorata e multiforme.
È difficile descrivere le emozioni di quest'immersione, e credo che la sensibilità di ognuno di noi, ne individui di proprie, personalmente ritengo che gran parte del suo fascino, sia dovuto all'improvvisa esplosione di vita, di luce e di colori in cui ci si trova avvolti quando si giunge nelle acque esterne, in netto contrasto con la luminosità irreale del passaggio nel tunnel.

Il mare in tutto l'arcipelago si può godere anche senza essere subacquei.
Una delle spiagge più belle per prendere il sole, fare bagni e per godere di una natura incredibilmente bella è LAGUNA BLU' a Comino.
Il colore del mare e della spiaggia assumono l'intensità delle lagune tropicali; un luogo veramente magico e bello, senza mezzi termini.
L'altro aspetto della costa delle isole maltesi, dopo aver descritto le pareti ripide sul mare, è costituito da una battigia rocciosa e piatta, resa aspra dal vento e dalla risacca.
Le pozze d'acqua sono state da sempre sfruttate per la raccolta del sale, il prezioso alimento si forma spontaneo in gran quantità e durante l'estate ci abbaglia con il suo candore sotto il sole implacabile.
Anche la sera, dopo un'intensa giornata di mare, Malta sa essere generosa ed ospitale con i turisti ed apre i suoi ristoranti sul mare, dove con una spesa modesta si possono gustare piatti tipici a base di pesce rigorosamente fresco e crostacei.
Inoltre per chi a notte inoltrata è in cerca d'ulteriori emozioni, alla Valletta il Casinò internazionale può offrire un ultimo brivido al tavolo della Roulette o allo Chemin-de-Fer.

Arcipelago maltese
L'arcipelago maltese, situato al centro del mediterraneo tra la Sicilia (83 miglia marine a sud/Sud-Ovest di Siracusa) e la Tunisia è composto da Malta, Gozo, Comino, Cominetto, e da altre isole minori.
Malta, l'isola più grande è lunga 27 km. E larga circa 16.
Il clima è tipico mediterraneo meridionale con inverni brevi e miti, ed estati calde ma rinfrescate dalla brezza marina. Le precipitazioni sono scarse e non esistono nebbia, gelo e neve.
Malta è stata abitata sin dall'epoca neolitica. (testimoni di questi insediamenti, sono i Templi di Gigantija e Tarxien ed i Templi sotterranei dell'Ipogeo). Il paesaggio affascinante, il clima particolarmente mite insieme alla felice posizione geografica, hanno fatto confluire sull'isola l'interesse dei popoli che si affacciavano sul mediterraneo, fra cui i Fenici ed i Romani che hanno come sempre lasciato tracce evidenti del loro passaggio fra cui le catacombe di San Paolo che si possono ammirare Ndia, detta anche la città del silenzio.
Ma il momento più espressivo della storia dell'isola è racchiuso nei tre secoli che vanno dal 1552 alla metà del 1800, in quel periodo l'isola divenne centro di propulsione dell'Ordine dei Cavalieri di S.Giovanni di Gerusalemme più noti come Cavalieri di Malta che fortificarono la Valletta che divenne Capitale e centro di una grande attività politica e religiosa.
Risalgono a quell'epoca la cattedrale di S.Giovanni con i suoi dipinti del Caravaggio, il palazzo del Gran Maestro con la notevole camera degli arazzi che conserva intatto un tesoro d'armi ed armature ed il teatro Manoel, uno dei più antichi d'Europa, che tutt'oggi presenta un ricco spettacolo d'Opere, Concerti e Balletti.
Isola di Gozo, ha una superficie di soli 67kmq. Il suo paesaggio alterna a basse colline, ripide vallate imponenti scogliere a spiagge sabbiose.
Sull'isola sono fiorite nei secoli numerose leggende, la più famosa delle quali vuole ubicare sull'isola la dimora di Calypso, la ninfa che seppe trattenere Ulisse sottraendolo sia al desiderio di viaggiare sia a quello di ritornare in Patria.
Ancora oggi è difficile sottrarsi al fascino dell'isola, ai silenziosi villaggi di pescatori, alle sue cittadine dagli stretti vicoli fra le antiche case agli imponenti palazzi ed alle Chiese.
 

 

Il fascino dell'esotico in pieno Mediterraneo

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook