PDA

Visualizza Versione Completa :

Breve vacanza in Danimarca, fra favole e storia



Zebulon
29-09-2017, 23:35:27
Attorno al 10 settembre ho passato una breve vacanza in Danimarca. In due giorni e mezzo abbiamo visto Odense, la città del famoso scrittore Hans Christian Andersen, il parco di Legoland, dove rimangono a bocca aperta anche gli adulti, Roskilde, l'antica capitale della Danimarca, nella cui imponente cattedrale sono sepolti tutti i regnanti, Helsingor, con il suo castello di Kronborg, dove Shakespeare ha ambientato l'Amleto, e Copenaghen, con le sue tante cose da vedere.
La Danimarca è stata proprio una sorpresa...e ne abbiamo visto solo una parte. Non solo favole e storia, ovviamente. La Danimarca è un paese moderno, giovane e funzionale, oltre ad essere stato insignito, anche nel 2016, del titolo di paese più felice del mondo.

Ecco il mio foto racconto.
Volo Venezia-Copenaghen e si atterra verso le 18. Si prende una macchina a noleggio e ci si avvia verso il b&b vicino al paesino di Havdrup, 10 km a Sud di Roskilde. Dopo una giornata di pioggia arriviamo noi e portiamo le prime schiarite, proprio nel momento del tramonto

28734

Dopo 40 minuti di autostrada arriviamo a destinazione: una bella casetta con tetto di canne e paglia in mezzo alla campagna danese, fra prati e campi (Bulbrovejs Bed & Breakfast). Gestore gentilissimo e molto disponibile.

28735

Fatto il check-in andiamo a mangiare qualcosa ma nel paesino di Havdrup c'è solo una pizzeria da asporto/kebab ed un fast food di cibo thailandese. Optiamo per quest'ultimo e l'esperienza devo dire si rivela interessante (per me era la prima volta con la cucina thai)

Zebulon
30-09-2017, 23:12:20
Il giorno dopo partiamo alla volta di Odense (un'ora e un quarto in autostrada). Abbandoniamo quindi l'isola di Siaelland (dove sta Copenaghen) ed approdiamo nell'isola di Fyn, isole collegate dal Storebaeltbroen, uno dei ponti sospesi più lunghi d'Europa (quasi 7 km) con una campata centrale di 1,6 km, la seconda più lunga al mondo, dopo una giapponese. A metà ci si trova 50 m sopra il mare. Il pedaggio è alquanto salato (35 euro solo andata) ma non come quello del ponte Oresundsbron che collega la Danimarca alla Svezia (50 euro).

28736

Prima di entrare in centro ad Odense andiamo a vedere il Funen Village (il nome originale in danese è Den Fynke Landsby) appena fuori la città. Si tratta di un villaggio ricostruito con case e fattorie provenienti dalle varie parti della Danimarca, che riproduce il mondo contadino e rurale del XIX secolo che ha ispirato Andersen per le sue fiabe.

28737

28738

28739

Poi andiamo in centro ad Odense e vicina al parcheggio dove ci fermiamo c'è la casa dove Andersen ha vissuto da giovane (si può entrare, c'è un piccolo museo, ma decidiamo di andare a vedere Odense).

28740

E' l'ora di pranzo della domenica, in giro non c'è tanta gente.
Questa è la cattedrale, Sant Knuds Kirke

28741

Questa invece è la chiesa cattolica, Sct Albani Kirke

28742

Il Municipio

28743

Qualche scorcio della cittadina

28745

28744

28746

Infine arriviamo nel quartiere dove Andersen è vissuto da adulto

28747

28748

Zebulon
30-09-2017, 23:46:41
Dopo aver pranzato in un ottimo ristorantino (Den Grimme Aelling - il servizio a buffet della domenica ci ha permesso di fare molti assaggi) riprendiamo la macchina e dopo un'altra ora e un quarto arriviamo a Billund, per visitare Legoland. Il costo dell'ingresso è poco meno di 50 euro a testa (!) ma arriviamo alle 16.30 e, chiudendo alle 18, si può entrare senza pagare.

28749

Il parco è molto grande e c'è molto da vedere, ma il tempo non è molto e dobbiamo andare un po' di fretta. Peccato, perché le varie "opere" (perché di opere bisogna parlare) erano costruite con tale dettaglio da rimanere sbigottiti.

28750

28751

28752

28753

C'è anche lo zoo...

28754

28755

28756

Sulla strada del ritorno (2 ore e mezza di autostrada) vediamo a lato della strada un tranquillo laghetto con cigni bianchi

28757

zuppalatte
01-10-2017, 14:02:39
.... e poi? Sto aspettando il seguito di questo bel fotoracconto!

Lo Staff di Ci Sono Stato
02-10-2017, 15:44:11
.... e poi? Sto aspettando il seguito di questo bel fotoracconto!

Anche noi! Come al solito Zebulon sfoggia delle doti invidiabili come fotografo

Zebulon
03-10-2017, 00:29:56
Rieccomi...grazie per avermi aspettato :)

Il secondo giorno salutiamo Michael, il simpatico proprietario del b&b, e ci dirigiamo verso la vicina cittadina di Roskilde, che fino al 1443 fu la capitale della Danimarca. Data la giornata (domenica), l'ora (9.30) ed il meteo (debole pioggia) troviamo posto senza problemi nel parcheggio della piazza principale della città.
Diamo subito un'occhiata ad un bel edificio, sede di un museo d'arte

28758

...e poi andiamo a vedere la grande cattedrale, che dal 1995 è Patrimonio UNESCO. Questa chiesa gotica, ma con accenni di stile romanico, è stata la prima ad essere costruita in mattoni, fra il 1170 ed il XIV secolo. Qui sono sepolti tutti i 38 regnanti danesi, a partire da Margherita I, e per questo motivo l'edificio ha subito nel corso dei secoli continue modifiche, con ampliamenti e costruzioni di nuove cappelle.
Per approfondimenti: https://it.wikipedia.org/wiki/Cattedrale_di_Roskilde

28760

28761

Appena entrati, sopra l'ingresso, c'è il famoso orologio di San Giorgio, che ad ogni ora uccide il drago con la spada

28759

Girando per la chiesa si incontrano ovunque le tantissime tombe dei re e delle regine.

28762

28763

Questo è il sarcofago in marmo bianco della regina Margherita I

28764

28765

28766

Infine una menzione particolare alla stupenda pala d'altare dorata

28767

Ma è già tempo di ripartire, destinazione Helsingor, sull'estremo Nord dell'isola Sjaelland, per visitare il castello di Kronborg.

Zebulon
04-10-2017, 00:43:16
Dopo tre quarti d'ora di strada scorrevole (superstrada) giungiamo ad Helsingor, che un braccio di mare di 4 km scarsi la separa dalla sua quasi omonima svedese Helsinborg. Questa cittadina ospita il famoso castello di Kronborg, dal 2000 patrimonio Unesco, uno dei castelli più belli del Nord-Europa, dove Shakespeare ambientò la sua opera più famosa, l'Amleto.
http://www.lastampa.it/2013/01/09/societa/viaggi/destinazioni/danimarca/kronborg-e-il-castello-di-amleto-g0fScZPzhxMSMhwyUwNW8H/pagina.html
E' lunedì e per fortuna non c'è molta gente.

28768

Il castello è molto grande, come è molto grande il suo cortile interno, perfettamente quadrato

28769

Fra le varie cose viste ci colpisce soprattutto la casamatta, una specie di labirinto sotterraneo, composto da moltissime stanze e corridoi, che ospitarono soldati e carcerati. Si percorre praticamente al buio (consigliabile una piccola torcia) e la tenue illuminazione offerta da torce elettriche attaccate sui muri consente a malapena di individuare le frecce che indicano il percorso.

28770

Eccolo, il guerriero Holger Danske...(la luce dal basso che lo illumina lentamente, facendolo comparire nel buio pesto, è di grande effetto scenico)

28771

In realtà, per i danesi, questo è il castello del leggendario Holger e non tanto il castello di Amleto...

Alla fine visitiamo le adiacenze del castello (quella in fondo, oltre il braccio di mare, è la costa svedese)

28772

28773

28774

Andando verso il parcheggio esce un bel sole (e te pareva...) e allora approfitto per un paio di altri scatti

28775

28776

E' ormai mezzogiorno, mangiamo qualcosa all'ottimo bar-ristorante Kulturværftets Spisehus ApS, nel vicino complesso museale e partiamo in direzione Sud, verso Copenaghen, che i danesi scrivono Kobenavn e pronunciano Cobenaun.

Zebulon
05-10-2017, 18:38:25
A metà pomeriggio arriviamo a Copenaghen e troviamo un parcheggio vicino alla Fontana di Gefion (Gefionspringvandet) e ad una bella chiesa anglicana (St. Alban's Church)

28782

Poi entriamo nella cittadella fortificata del Kastellet, circondata da un bel parco dall'originale forma a stella.
Questa un'immagine trovata in Internet, che dà meglio l'idea...

28783

L'atmosfera che vi si respira è di tranquillità e silenzio, ma non è sempre stato così. Nel corso dei secoli infatti la cittadella è stata sempre utilizzata con scopi militari e durante l'occupazione nazista i tedeschi vi stabilirono il loro quartier generale. All'interno delle mura ci sono anche una chiesa ed un mulino a vento. lungo il perimetro del parco, in cima ai terrapieni, c'è una bella e panoramica stradina sterrata che passa per i 5 bastioni (molti la percorrono facendo footing).

28784

28785

28786

28787

28788

Usciamo dal Kastellet e andiamo a vedere la famosa Sirenetta, non distante da questo parco. Fra una comitiva e l'altra di giapponesi, che si riversano correndo e gridando ai piedi della scultura, riesco a scattare qualche foto decente

28789

28790

Poi andiamo a vedere il palazzo di Amelienborg, la residenza ufficiale dei regnanti di Danimarca

28791

28792

Poi ci dirigiamo verso la residenza estiva dei regnanti, il castello di Kronborg, ma prima passiamo verso la Frederiks Kirken, chamata anche Marmorkirken. Questa chiesa ha la più grande cupola di tutta la Scandinavia e l'architetto che la progettata si è ispirato evidentemente alla nostra cupola di San Pietro

28793

28794

Infine, prima di andare a cenare (benissimo) in un bel ristorantino (Nyboders Kokken), andiamo a vedere la residenza estiva dei regnanti, il Castello di Kronborg, circondato dal bel parco Kogenshave (che significa il giardino dei re)

28796

28795

28797

Zebulon
06-10-2017, 01:02:43
E veniamo all'ultima mezza giornata di questa vacanza, cioè la mattinata di martedì 12 settembre (nel pomeriggio avevamo il volo di ritorno).
Andando verso il centro è impossibile non notare la quantità di gente che usa la bicicletta, seguendo i tracciati cittadini a loro riservati. Se si è in macchina girare a dx ad un grosso incrocio può non essere facile, devi stare attento che non arrivi un bus alla tua destra e poi devi dare la precedenza al fiume di biciclette che sfrecciano e che ti superano sulla dx. Alla fine ti conviene attendere che venga il rosso per le bici e allora il flusso si interrompe e puoi girare...

28804

28805

Prima di tutto andiamo a vedere da fuori il palazzo reale di Christiansborg, sede del Parlamento, degli uffici del Primo Ministro e della Corte Suprema. In questa palazzo vengono ricevuti gli ospiti della regina in visita ufficiale.

28803

Poi facciamo un salto a Nyhavn, l'antico porticciolo con le case colorate, diventato un'icona di Copenaghen

28806

28807

Qui troviamo anche questa triste "mostra", un vero e proprio pugno nello stomaco

28808

28809

Poi imbocchiamo la Stroget, una delle via pedonali più lunghe d'Europa. A metà della via sbuchiamo in una piazza

28810

e poi facciamo una deviazione per andare a vedere la Rundetaarn, la "torre rotonda". Si può salire fino in cima tramite una rampa a spirale ed una sessantina di scalini poco prima di arrivare sulla terrazza panoramica. Ovviamente non ci facciamo scappare l'occasione di vedere la città dall'alto, seppur con tempo non ideale (debole pioggia e venticello)

28811

28812

28813

Tornati in strada notiamo un'originale scultura in cima ad un palazzo ed una classe di bimbi "in gita", con le maestre per nulla preoccupate della pioggerella che cade

28814

28815

Puntualmente dopo la pioggia ritorna il sole ed imbocchiamo di nuovo la Stroget

28816

28817

Infine andiamo a riprenderci l'auto, facendo poi rotta verso l'aeroporto. La vacanza è finita. La Danimarca è stata davvero una piacevole sorpresa!

Lo Staff di Ci Sono Stato
06-10-2017, 15:13:03
Bel racconto Zebulon! Grazie davvero

zuppalatte
06-10-2017, 16:42:49
Veramente una "sorprendente" sorpresa, grazie alle tue foto!

Zebulon
07-10-2017, 00:37:43
Grazie a voi per i complimenti!