Djerba e le bellezze tunisine

in viaggio con Manuela_css in Tunisia

torna alla mappa
Djerba e le bellezze tunisine

Clima
Il clima tunisino è decisamente caldo in estate con temperature anche fino a 35° ma sempre ventilato ed asciutto.

Come spostarsi
Per arrivare a Djerba il mezzo di trasporto più comodo e valido è certamente l'aereo.
Noi abbiamo scelto di volare con la Tunisair partendo da Malpensa; il volo dura circa 2 ore e mezzo.
Dove alloggiare
Club Med "La fidele", villaggio solo adulti (a dir la verità potrei dire "solo giovani") Sistemazione in bungalows (carinissimi) per due persone con letti singoli.
Questi cosiddetti bungalows non son altro che vere e proprie capanne in legno e muratura con tetto in paglia,non certo consigliabili a chi ha "problemi" con gli insetti dato che le finestre non hanno i vetri! Nonostante questo aspetto selvaggio hanno i servizi ed il ventilatore a pala.
I bungalows sono circa 550 (tutti uguali!) e bisogna avere quindi un buon senso dell'orientamento per ritrovare il proprio… Io,Ilaria,Genny e Cri la prima sera abbiamo vagato per circa tre quarti d'ora!!
Fuori dalle capanne non c'è null'altro se non sabbia, palme e mare. Qui si vive a piedi nudi tutto il giorno e si fa festa fino all'alba! E' perfettamente inutile quindi portare, come abbiamo fatto noi, scarpe con tacco e vestiti eleganti perché abbiamo usato solo pareo e costume da bagno.
In cucina
La vivace isola offre una scelta di economici ristorantini per una scorpacciata di pesce fresco, cucinato in modo semplice ma gustoso.
Non esistono piatti tipicamente di Djerba, ma si possono gustare specialità tunisine come il cous-cous di pesce o di carne, gli spiedini di montone, l'ottima pasticceria a base di miele e mandorle ed i datteri, sia freschi che ripieni.
Da non perdere
Abbiamo fatto una vacanza tutta "vita da spiaggia ed animazione".
Fin dal primo giorno abbiamo fatto moltissime amicizie e ci siamo divertite un mondo.Dalla mattina alla sera si ballava con Max (l'animatore più carino che insegnava aerobica ed i balletti in gruppo tipici del villaggio) e si rideva con gli scherzi di Arnaud e La Suas che immancabilmente riuscivano a sorprenderci. Il nostro animatore più affezionato era però Eli che ci portava spesso al largo con il suo catamarano a fare il bagno con i delfini.
La notte si ballava a piedi scalzi in piscina (che diventava une discoteca all'aperto) e si andava a fare il bagno in mare a mezzanotte; l'acqua era sempre caldissima, calma e rischiarata da un meraviglioso cielo stellato.
Il giorno più bello è sicuramente stato quello di Ferragosto perché abbiamo partecipato ad una mega caccia al tesoro durata dalla mattina fino alla sera. La nostra squadra, capitanata ovviamente da Eli, è arrivata nona su quindici, ma siamo state ugualmente contente delle nostre prestazioni!
A parte la vita da villaggio Djerba offre molti motivi di interesse. Ad Homt souk si possono ammirare le moschee dei Turchi e la Zaouia di Sidi Brahim, oltre al museo delle arti e delle tradizioni popolari.Vicino al capoluogo si possono visitare i caratteristici villaggi di Hara Srira ed Hara Kbira.
Il monumento di maggior interesse è la sinagoga La Ghriba dov'è conservata una delle più antiche thorà del mondo; al suo interno si possono ammirare i preziosi cilindri d'argento.
E' importante ricordarsi che non è permesso scattare fotografie ai poliziotti, ai soldati ed agli edifici militari.
Inoltre per poter fotografare o riprendere l'interno di musei e siti archeologici si dovrà pagare all'entrata il cosiddetto diritto fotografico, pari ad un dinaro circa.

Shopping
E' sempre piacevole trascorrere una giornata ad Homt souk il capoluogo dell'isola, con le sue piazzette contornate da alberi di ibisco,la rue de Bizerte con le botteghe dei gioiellieri ebrei, il souk colorato dove effettuare acquisti.
Belli ed economici i tappeti, fra cui spiccano i kilim dai colori vivacissimi ed i disegni geometrici, non di grande pregio ma molto piacevoli ed adattabili a qualsiasi tipo d'arredamento. Il prezzo è normalmente abbastanza contenuto ed i più fortunati potranno trovare anche kilim antichi, appartenenti spesso ai corredi delle spose berbere.
Nei mercatini si trovano anche numerosi gioielli d'argento e pietre dure, ma un immancabile souvenir sono le ceramiche di Guellala. Benché si trovino in tutta l'isola è meglio comprarle nel luogo di produzione, così da poter assistere anche alla lavorazione artigianale al tornio. Sulla spiaggia inoltre si possono acquistare le famose "rose del deserto": la parola d'ordine è contrattare sempre e comunque il prezzo!!
Curiosità 
Una mattina abbiamo avuto la brillante idea di fare la "passeggiata a cavallo sulla spiaggia": esperienza meravigliosa ed indimenticabile soprattutto perché abbiamo voluto fare il primo turno cioè quello per ammirare il sorgere del sole; bellissimo ma...sveglia all'alba!!
Sport
Djerba è soprattutto famosa per la particolarità della sua natura e sembra fatta apposta per il relax: tuttavia per i più attivi dispone di ottime attrezzature che consentono di praticare tennis, tiro con l'arco, ping-pong, bocce, diversi tipi di ginnastica, calcio, beach volley, wind surf, vela, paracadute ascensionale e chi più ne ha più ne metta.L'isola più bella della Tunisia

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook