Il tesoro d'Oriente!

in viaggio con Riccardo Guarino in Thailandia

torna alla mappa
Il tesoro d'Oriente!

Uno dei più bei tesori d'Oriente!Il clima, che soprattutto nel periodo estivo è particolarmente caldo-umido. Arrivare a Bangkok nei mesi estivi può essere un'esperienza particolarmente "dura". Per il resto non mi sento di segnalare nient'altro di negativo. Ma forse non sono la persona più indicata per trovare "note dolenti", essendo profondamente innamorato di questo paese meraviglioso! Vestiti comodi e leggeri. Raramente e solo durante i mesi invernali le temperature minime raggiungono i 20 gradi nel sud del paese, mentre è necessario un abbigliamento più pesante nel nord. Le piogge, molto abbondanti nei mesi estivi, sono sempre possibili, anche se sporadicamente, anche nei mesi invernali. Un viaggio in Thailandia può essere una buona occasione per acquistare capi di abbigliamento di buona qualità a prezzi molto convenienti, dalle t-shirt agli abiti completi confezionati a mano su misura nel giro di 24-48 ore. Non è necessario portare con sè un bagaglio ingombrante, anche considerando che le lavanderie sono diffusissime e molto economiche (20 Baht per un paio di calzoni lunghi, 10 Baht per gli shorts!). Sebbene sia buona norma avere sempre con sè i medicinali di uso comune, le farmacie e i "drug-stores" sono molto diffusi e forniti di tutto il necessario - soprattutto nelle aree sviluppate turisticamente. Sempre meglio prevedere un po' di spazio in più in valigia per l'acquisto di oggetti di artigianato locale, che oltre a rappresentare un simpatico ricordo aiuta anche a perfezionare l'arte della contrattazione! La "tipica" vacanza di due settimane si adatta perfettamente ad un viaggio in Thailandia. Punto di arrivo obbligato è Bangkok, dove vale la pena passare tre o quattro giorni per poter visitare con calma le attrazioni principali.
Il clima in Thailandia è spesso caldo-umido, per cui è bene evitare un'attività frenetica durante il giorno.
Da Bangkok è possibile raggiungere il nord del paese che è collegato da comodi voli interni operati dalla compagnia aerea Thai, dotata di una modernissima ed efficiente flotta che offre servizi di bordo di elevata qualità. Un'escursione di alcuni giorni nella zona di Chaing Mai, Chiang Rai e il Triangolo d'Oro è consigliabile per conoscere le tradizioni più antiche del paese. Noleggiare una macchina con una guida locale non è eccessivamente dispendioso ed è un'esperienza consigliabile per immergersi nella cultura thai. È preferibile organizzarsi in tal senso già dall'Italia presso i principali Tour Operators. Dopo la parte più "culturale" del viaggio è possibile rilassarsi per alcuni giorni in una delle tante località di mare: tra le più famose le isole di Phuket e Koh Samui (più "piena di vita" la prima, più "tranquilla" la seconda), oppure la spiaggia di Pattaya facilmente raggiungibile in un paio d'ore da Bangkok. Il contatto personale con i thai. Approfittate il più possibile delle guide locali, dalle quali non apprenderete solo le notizie relative ai posti che state visitando, ma anche e soprattutto uno stile e una filosofia di vita.
I thai sono molto amichevoli e aperti verso gli ospiti stranieri, quindi è molto facile instaurare rapporti umani molto piacevoli. E, per chi ama i sapori nuovi, esperienze da non perdere sono le cene nei ristoranti tipici locali. Chi crede di conoscere il significato di "piccante" non ha ancora mangiato cibo thai!
I posti da non perdere quando visitate la Thailandia sono i templi. Potete vedere la bellezza dei templi ovunque in Thailandia, ma molti dei più belli sono a Bangkok. Qui ce ne sono nove principali, che sono stati costruiti per ordine dei nove re Chakri. Da non perdere quando siete a Bangkok una visita al Palazzo Reale e al mercato galleggiante, dove sarete stupiti dal traffico di barche contenti merci di ogni tipo e vegetali coloratissimi. Caratteristiche e interessanti sono le visite ai campi dove vengono addestrati gli elefanti. Lo spettacolo è sempre divertente e soprattutto nel nord è possibile fare escursioni "a bordo" di questi simpatici animali. Si possono trovare sistemazioni per tutte le tasche, ma un viaggio in Thailandia può anche essere una buona occasione per permettersi un albergo di lusso a prezzi particolarmente moderati. La località più dispendiosa (quasi su standard europei) è Phuket, soprattutto nel periodo di alta stagione (metà dicembre - metà febbraio), quando i prezzi degli alberghi possono essere più che doppi rispetto agli altri periodi dell'anno. Il cibo locale è sempre parte fondamentale di un viaggio in un paese geograficamente e culturalmente lontano, e in particolare assaporare la cucina thai è un'esperienza particolarmente significativa. La gastronomia thai risente di molte diverse influenze (soprattutto di provenienza araba e cinese), che ne fanno una cucina particolarmente varia e ricca.
I diversi sapori vengono sempre miscelati tra loro con grande sapienza, dando all'ospite sensazioni sempre nuove. Contrariamente alla nostra cultura in cui ciascuno consuma il "proprio" pasto, nella tradizione thai (così come in quella cinese) tutti i cibi vengono serviti al centro delle tavola e condivisi tra tutti i commensali. Quindi ogni pasto è molto vario e ricco di sapori.
Va segnalata la mancanza del pane, che viene normalmente sostituito dal riso - anch'esso servito in molti diversi modi. I mezzi di trasporto sono comodi e diffusi. Le compagnie aeree locali coprono tutte le destinazioni principali, e anche viaggiare in treno o in pullman è semplice e confortevole. A Bangkok potete viaggiare sui tradizionali "tuk-tuk" (i moderni risciò a motore.
Non dimenticate di contrattare il prezzo prima di salire a bordo!) oppure sui "taxi-meter" (taxi dotati di tassametro), che sono particolarmente economici. Localmente si possono trovare i mezzi di trasporto più vari, come ad esempio i "taxi" collettivi di Pattaya (che sono dei pick-up attrezzati per il trasporto di persone) che coprono le direttrici principali e si fermano ovunque a semplice richiesta.
Per 10 Baht potete andare in qualunque posto della città. Sconsigliabile noleggiare un'auto, soprattutto a Bangkok, dato il traffico caotico e lo stile di guida dei thai - particolarmente "avventuroso". Da tenere anche presente che si guida tenendo la sinistra. Non mi sento di segnalare niente di particolare riguardo ai più piccoli.
Non c'e sicuramente nessuna controindicazione (se non forse il clima nei mesi estivi, soprattutto a Bangkok), ma non credo di poter segnalare nessuna attrattiva particolare per loro se non una vacanza al mare "fuori stagione" durante i mesi invernali.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook