Sotto il sole dell’Andalusia

torna alla mappa
Sotto il sole dell’Andalusia

Per organizzare le nostre vacanze facciamo grande uso dei diari di viaggio che si trovano in rete, ma questa è la prima volta che decidiamo di lasciare a tutti i viaggiatori le nostre impressioni.
Il nostro però non vuole essere un vero e proprio racconto di viaggio, quanto piuttosto una serie di consigli e dritte (la maggior parte oggettive, alcune dettate dai nostri gusti personali). Speriamo sia utile a tutti coloro che stanno per pianificare il loro viaggio in Andalusia!
Periodo: 16/07/07 - 22/07/07
Non è uno dei periodi migliori per andarci, fa piuttosto caldo e le visite possono risultare più faticose di quanto si pensi. Se si riesce luglio ed agosto sarebbero i mesi da evitare, comunque noi siamo sopravvissute.
Occorre non dimenticare creme e cappellini per il sole.
Itinerario: Malaga, Ronda, Granada, Cordoba, Siviglia.
Pernottamenti: tutti prenotati dall’Italia.Un resoconto essenzile, ma ricco di informazioni e consigli per pianificare il viaggioDIARIO DI VIAGGIO

1 giorno: Torino - Siviglia - Malaga
Pur essendo arrivate all’aeroporto di Siviglia la nostra prima meta era Malaga e l’abbiamo raggiunta con un treno (durata 2ore; €16.65) preso dalla stazione ferroviaria Santa Justa di Siviglia (raggiungibile con bus dall’aeroporto al costo di €2).
A Malaga abbiamo pernottato per due notti all’Hotel Don Paco*** comodo per gli spostamenti essendo a due passi dalla stazione dei treni e degli autobus, molto meno comodo se si vuole stare fermi a Malaga in quanto piuttosto distante dal centro (20minuti a piedi).

2 giorno: Malaga - Ronda
Partite per la cittadina di Ronda in autobus (€17 andata e ritorno), visita alla Plaza de Toros (ingresso €6), Puente Nuevo, il ponte sul dirupo che collega la città vecchia alla nuova, Palacio de Mondragon (€1 esibendo tessera studenti altrimenti 3), Chiesa di Sta. Maria La Mayor (2€); ritorno a Malaga dove, essendo lunedì, (giorno di chiusura di tutti i monumenti) abbiamo potuto ammirare solamente gli esterni di cattedrale e della fortezza dell’Alcazaba.

3 giorno: Malaga - Granada
Partenza con il primo autobus della mattina alle 7 per Granada (tempo di percorrenza circa 2ore; €9,11) per riuscire ad arrivare in tempo a visitare l’incantevole Alhambra.
Consigliamo di prenotare il biglietto per l’ Alhambra già dall’Italia (www.alhambraticket.com, costo €10,88).
Al primo sguardo del sito la visita sembrerà una cosa complicatissima, ma in realtà è molto semplice. Nel periodo che va da marzo ad ottobre le visite diurne sono divise in due turni: mattina (8:30-14) pomeriggio (14-20); al momento della prenotazione vi chiederanno di fissare giorno e orario, ma attenzione la mezzora indicata corrisponde al tempo che avrete a disposizione per entrare nei palazzi Nasridi, una volta entrati potrete starci tutto il tempo che vorrete. Altra precisazione: se la vostra mezzora di prenotazione rientra nell’orario della mattinata potrete vedere il resto dell’Alhambra solo dalle 8 alle 14, se rientra nel pomeriggio solo dalle 14 alle 20. Vi facciamo il nostro esempio per essere piu’ chiare: noi avevamo la prenotazione per le 13:30-14, cosi abbiamo potuto e dovuto visitare il Generalife e l’Alcazaba prima delle 13:30.
Se siete proprio con l’acqua alla gola potete lasciarvi indietro il palazzo di CarloV, i Bagni e la chiesa di Santa Maria de la Alhambra, in questi non vi verra’ chiesto il biglietto.
Per raggiungere l’Alhambra se non siete amanti delle “passeggiate in salita” potrete prendere l’autobus 30 o 32 con partenza da Plaza Nueva o Plaza de Isabel la Catolica (€1).
Il resto della giornata l’abbiamo dedicato alla visita della Cattedrale (€3,50), della Cappella Reale (€3,50) e dei vicoli di Granada con i suoi deliziosi negozietti arabi e le teterie…
Pernottamento Hotel Carlo V* ottima posizione, sia per la visita dell’Alhambra che per la città.
Consiglio:
Cattedrale e Cappella Reale a nostro parere sono stati deludenti, quindi se avete tempo e volete entrare, almeno sceglietene solo una, 7€ per i due posti sono veramente soldi buttati.

4 giorno: Granada - Cordoba
Abbiamo raggiunto Cordoba via bus, viaggio abbastanza lungo, più di 2:30 ore (€11,71).
Visita alla Mezquita Catedral (€8), alla Sinagoga (gratis, ma non merita), al Museo Archeologico (gratis se si fa parte della Comunita’ Europea), ad un improbabile bagno arabo (non cascateci, è una fregatura anche se vi chiedono solo 1€ per l’ingresso!), bellissimi negozietti di argenti e pelletteria (se dovete fare acquisti è il posto migliore!).
Pernottamento Hotel NH La Califa*** buona posizione e struttura accettabile.
Consigli: Per avere la tipica foto di Corboba con le case bianche e la torre della Mezquita sullo sfondo andate a C.ja Flores.
È obbligo un pasto in uno dei vari ristoranti con patio interno.
Se avete affittato una macchina non osate nemmeno pensare ad inoltrarvi nel cuore della città vecchia.

5 giorno: Cordoba - Siviglia
Termine della visita di Cordoba: Palacio de Viana (solo cortili, €3), Alcazar de los Rejes Cristianos (€4).
OCCHIO: parecchi monumenti in questa zona hanno orari che si limitano solo al mattino ed è il caso dell’Alcazar de los Rejes Cristianos.
Partenza per Siviglia tramite autobus (€7 perché essendo in tre abbiamo sfruttato la promozione su quella tratta del 3x2!).
Pernottamento all’hotel Derby*** buona posizione centrale e comodo per visitare la città.
Cena in uno dei tanti ristoranti al Barrio di Santa Cruz.(se avete fretta è un quartiere che potete evitare).

6 giorno: Siviglia
Quartiere Macarena, Archivio generale delle Indie (gratis), Real Alcazar (€7) i cui giardini e parco sono utili per rinfrescarsi nelle giornate afose.
Cena al quartiere di Triana (ristorante il Faro de Triana, un po’ più caro rispetto alla media, ma pesce eccezionale).
Consigli: Presso il Monastero delle Suore di clausura di Santa Ines potrete acquistare i dolcetti fatti da loro, sperimentando così la ruota.
Se avete interesse ad andare a vedere una chiesa in particolare, di quelle meno importanti, informatevi sugli orari della messa, sarà l’unico modo per poterla visitare.

7 giorno: Siviglia
Visita alla Cattedrale e Giralda (7€), Plaza De Espana, parco di Maria Luisa, Torre dell’Oro, quartiere di Triana.
Consiglio: se siete di fretta o non avete voglia di camminare esistono autobus a due piani con audio guide in tutte le lingue che vi faranno fare il tour della città, se siete più romantici c’è la possibilità di fare il giro in carrozza.

8 giorno: Siviglia - Torino
Preso autobus per aeroporto e ritorno a casa via Madrid.

ULTIME RACCOMANDAZIONI:
Se siete superstiziosi state lontani da quelle che noi abbiamo denominato “le rosmarine”; in quasi tutti i punti di interesse turistico e soprattutto attorno alle chiese ci sono delle gitane con rametti di rosmarino in mano: tenteranno di darvi il rametto, leggervi la mano e spillarvi dei soldi.
Controllate sempre in loco gli orari di apertura dei monumenti, musei, chiese perché spesso possono variare da quanto indicato nelle guide turistiche o sui siti internet e ricordatevi che di lunedì potreste trovare tutto chiuso.
A Siviglia nei mesi di luglio e agosto i negozi hanno orario ridotto, sono chiusi tendenzialmente il sabato pomeriggio e tutta la domenica.Volo: Iberia da Torino a Siviglia via Madrid (esistono voli da Orio al Serio della Ryanair diretti a Siviglia, ma conviene prenotare per tempo).
Spostamenti locali effettuati con mezzi pubblici spagnoli (autobus o treni), la zona è decisamente ben servita. Si possono trovare gli orari e prezzi dei treni e degli autobus sui siti delle Ferrovie Spagnole e del turismo in Andalusia (vedi in calce).

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook