Incantevole Praga

in viaggio con giulianaroberta in Repubblica Ceca

torna alla mappa
Incantevole Praga

Il 1 Maggio 2003 siamo partiti dall’aeroporto di Malpensa direzione Praga per un breve viaggio nella capitale della Repubblica Ceca. Cominciamo a fare alcune precisazioni: la città è suddivisa in tre parti:
Nove Mesto (Città nuova)
Stare Mesto (Città vecchia)
Mala Strana (Città piccola)
Dove alloggiare
Hotel Julis Appartament, Vaclavske namesti 22, Praha 1 (Nove Mesto)
In cucina
Per assaporare la cucina tipica di un buon livello segnaliamo:
- Novomestsky Pivovar, Vodickova 20, Praha 1 (Nove Mesto) (anatra, stinco di maiale, goulash e tanta buona birra); per trovare un tavolo libero in questo locale è bene pensare di mangiare intorno alle 19, massimo 19,30, oltre tale orario dovrete fare i conti con code interminabili.
- Restaurace U Radnice, U Radnice 2/10, Praha 1 (Stare Mesto)
- Per bere un buon caffè, troverete “parcheggiato” il Cafe Tramvaj in Piazza Venceslao (Nove Mesto), mi raccomando specificate sempre short espresso altrimenti vi serviranno un caffè annacquato in tazza grande.
Itinerario
Partiamo da Nove Mesto; di particolare rilievo è Piazza Venceslao, lungo vialone fiancheggiato su entrambi i lati da negozi, alberghi, casinò, ristorantini adatti ai turisti e banche; grazie ai numerosi sportelli non è difficile cambiare la valuta (non fidatevi dei tanti uffici di cambio anche di quelli che vi propongono cambi senza commissioni).
E’ proprio su questa piazza che abbiamo scelto di soggiornare e sinceramente parlando, tutto ci aspettavamo tranne che una sistemazione così confortevole e in una zona così “strategica”; da qui infatti partono le nostre camminate alla scoperta di questa meravigliosa città.
La città nuova è forse la più ricca e la più moderna; da vedere, la statua eretta in onore di Venceslao e il Museo Nazionale alle sue spalle.
Lungo la via Na Prikope che incrocia Piazza Venceslao, avrete la possibilità di prenotare ai numerosi botteghini che fiancheggiano la via, escursioni guidate in lingua italiana presso i luoghi di maggiore interesse, spendendo poco più di 10 €.
Continua la nostra camminata verso Stare Mesto; ancora qualche passo a piedi e sembrerà di essere catapultati in un’altra epoca, cavalli, carrozze, cocchieri in divisa per non parlare dei palazzi e delle chiese… tutto in una sola piazza.
Non perdete l’occasione di fare un giro in carrozza, con sole 700 corone (20 €) infatti, potrete ammirare la città comodamente seduti; assolutamente da non perdere la cattedrale di Tyn e il famosissimo orologio astronomico che allo scoccare di ogni ora vi riserverà una meravigliosa sorpresa. Percorrendo ancora le viuzze della città vecchia si raggiunge il famoso Ponte Carlo particolarmente affollato in qualsiasi periodo dell’anno, diviso dalle torri di Stare Mesto e di Mala Strana, sulle quali è possibile salire per ammirare dall’alto alcuni indimenticabili scorci. Non dimenticatevi di affacciarvi dal ponte per dare un’occhiata alla Moldava (che nell’ Agosto del 2002 è straripata danneggiando per fortuna non irrimediabilmente gran parte del patrimonio culturale della città).
Lungo il ponte potrete soffermarvi ad ascoltare le musiche e le canzoni degli artisti di strada e acquistare souvenirs e fotografie di Praga.
All’estremità opposta della città vecchia sorge Mala Strana, piccolo ma organizzatissimo quartiere ai piedi del castello. Da non perdere il castello con il cambio della guardia che avviene ogni ora il palazzo imperiale, il Duomo di San Vito, e il Vicolo d’oro che secondo la leggenda era la via degli alchimisti e di quanti praticavano la magia.
Tornando alla città vecchia non è da tralasciare la visita al Ghetto, il quartiere ebraico di Praga; qui ricchezza e sfarzo, come noto, non mancheranno e mi raccomando se siete interessati alla visita del cimitero e all’interno delle sinagoghe ricordate che gli ebrei “fanno festa” di sabato (giorno nel quale oltre al cimitero e alle sinagoghe troverete chiusi anche gran parte dei negozi e ristoranti della zona…).
Mi raccomando, acquistate almeno una delle migliaia di Matrioske, souvenir tipico praghese (mai viste tante e così belle tutte insieme).
Un consiglio: bevete tanta birra, è buona, di bassa gradazione alcolica e costa veramente poco.
Assaggiate e magari acquistate la Becherova, grappa del posto (è possibile gustarla in qualsiasi locale e acquistarla al supermercato).
Curiosità 
Grazie ai numerosi sportelli non è difficile cambiare la valuta (non fidatevi dei tanti uffici di cambio anche di quelli che vi propongono cambi senza commissioni).
Mi raccomando: acquistate almeno una delle migliaia di Matrioske, souvenir tipico praghese (mai viste tante e così belle tutte insieme).
Assaggiate e magari acquistate la Becherova, l’acquavite locale (è possibile gustarla in qualsiasi locale e acquistarla al supermercato).Tre giorni alla scoperta di una delle capitali più belle

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook