Marocco in breve

in viaggio con sebastian86 in Marocco

torna alla mappa
Marocco in breve

Itinerario

1° Giorno: Marrakech/Gole del Dades
Appena giunti all’aereoporto di Marrakech abbiamo trovato ad attenderci la nostra guida della Morocco Key Travel, Youssef, che ci aspettava col suo 4x4.
Dopo un pomeriggio passato a Marrakech siamo partiti in direzione dell’Alto Atlante attraversando il passo del Tizi-n-Tichka, salendo attraverso una strada che si arrampica dalla pianura fino a 2260 m sul livello del mare, incontrando piccoli villaggi, piccole cascate e vedendo cambiare il paesaggio e i colori delle montagne in modo molto suggestivo.
Abbiamo fatto una breve sosta sul passo per bere un bicchiere di the alla menta e ammirare il paesaggio prima di prendere la strada per la kasba di Ait Benhaddou, dove siamo arrivati in tempo per il pranzo. Qui abbiamo visitato questa famosa kasba, dichiarata patrimonio mondiale dall’UNESCO e che è stata scenario delle riprese di film come Il Gladiatore, Lawrence d’Arabia e molti altri.
Passando poi attraverso Ouarzazate (assolutamente da vedere), la valle delle rose e la valle del Dades, siamo arrivati alle gole del Dades in tempo per il tramonto, dove ci siamo fermati in un albergo molto tipico e romantico per la cena e il pernottamento; con nostra delizia abbiamo scoperto che il proprietario dell’albergo era un musicista e a cena ha suonato per noi.

2° Giorno: Gole del Dades/Deserto di Merzouga
Al mattino, dopo la colazione, abbiamo fatto una passeggiata attraverso le gole del Dades, per poi prendere la jeep per percorrere la strada delle 1000 kasba, attraversare il villaggio di Tineghier e la kasba ebraica, arrivando alle gole del Todra in tempo per il pranzo; molto piacevole è stato fare una passeggiata dentro le gole prima di prendere la strada per il deserto di Merzouga attraverso Erfoud e Rissani e arrivare prima del tramonto.
Appena arrivati abbiamo lasciato la jeep in un albergo e siamo partiti a dorso di cammello verso le dune dell’Erg Chebbi per passare un’indimenticabile notte in una tenda berbera con una cena tipica al ritmo dei tamburi e delle canzoni berbere, Touareg e delle popolazioni del sud del Marocco sotto milioni di stelle.
Il giorno seguente il cammelliere ci ha svegliato in tempo per raggiungere la grande duna di 300 metri e, dopo una estenuante salita, abbiamo ammirato l’aurora verso il confine con l’Algeria. Successivamente siamo tornati con il cammello all’hotel dopo aver fatto colazione nel bivacco berbero.

3° giorno: Erg Chebbi - Tafilalet - Regione
Dopo un bagno rinfrescante in piscina abbiamo ripreso il nostro 4x4 per visitare le caverne dove si trovano i fossili naturali del deserto.
Abbiamo proseguito poi per il piccolo ed antico villagio di Tissrdmin dove sono stati girati molti film, prendendo la strada dove passa anche il rally della Parigi Dakar passando per il deserto nero con le sue pietre vulcaniche dove abbiamo preso il the con una famiglia touareg.
Siamo arrivati poi al villaggio di Kamlia, famoso per i suoi abitanti provenienti dall’Africa nera e per la loro musica; questo villaggio è molto famoso anche per il festival di musica e danze che vi si svolge ogni anno durante la prima settimana di agosto; da qui siamo andati a vedere il lago Dayet Srji con i suoi fenicotteri rosa.
Successivamente ci siamo diretti a Rissani per mangiare la pizza berbera con le sue 44 spezie con una famiglia touareg, con la quale abbiamo conosciuto tradizioni, usi e costumi e ci sono stati mostrati gli oggetti che qui arrivano con le carovane, scoprendo che Rissani era un tempo la capitale economica del Marocco e il centro delle carovane in partenza per il deserto. Abbiamo visitato poi le antiche Kasba di questa cittadina molto particolare e ricca di palme.
Dopo Rissani siamo tornati all’hotel per rilassarsi prima di prendere i quad con la guida che ci aspettava ed addentrarci nelle dune. Dopo una mezzora davvero divertente saltando tra le dune siamo arrivati alle tende berbere per vedere il tramonto e lì abbiamo passato la notte: uno spettacolo davvero affascinanti!

4° giorno: Merzouga- Midelt- Fez (480km)
Tornati all’albergo, ci siamo rimessi in viaggio, direzione Midelt, città di montagna con un'antica kasbah di fronte situata a 1500m d'altezza, é la principale città di sosta tra l'Alto e il Medio Atlas.
Dopo avere fatto alcune foto di questo splendido paesaggio e avere bevuto un the alla menta ci siamo rimessi in viaggio per Fez passando per i villaggi di Azrou e Ifrane (quest’ultimo con case e paesaggi stranamente somiglianti alla Svizzera) nel Medio Atlas.
Arrivati piuttosto stanchi a Fes abbiamo pernottato in uno splendido albergo e, il giorno seguente, dopo avere fatto un breve giro della medina di Fes, ci siamo diretti all’aereoporto per il nostro ritorno in Italia.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook