Non solo Carnevale!!!

in viaggio con Ricky in Italia

torna alla mappa
Non solo Carnevale!!!

Dove alloggiare

Noi abbiamo soggiornato in un appartamento ed abbiamo avuto l'opportunità di verificare che , da questo punto di vista, l'offerta è abbastanza uniforme, onesta e livellata "verso l'alto": generalmente troverete appartamenti ben tenuti, dotati del minimo indispensabile e spesso anche di più, puliti e confortevoli.
Non abbiamo esperienza diretta di soggiorno presso hotel, alberghi e/o pensioni; tutte le informazioni necessarie tuttavia le trovate presso l'APT (a Sappada in Borgata Bach, Tel. 0435/469131 Fax 0435/66233).
In internet utilizzate l'e-mail infosappada@apt-dolomiti-cortina.it oppure visitate i siti www.apt-dolomiti-cortina.it e www.sappadaweb.com

In cucina

La cucina di questa zona è cucina "di montagna" e, come già accennato, risente della confluenza di etnie e genti diverse: ecco quindi il trionfo di burro e formaggi di malga, affettati vari, gli immancabili canederli, i funghi, la selvaggina.
La vicinanza del Friuli si sente, eccome; qui potete gustare il famoso "frico", piatto tipico friulano a base di formaggio solitamente accompagnato da polenta.
A questo proposito vi segnaliamo un indirizzo: lasciata Sappada, dirigetevi presso Cima Sappada e poi sconfinate in Friuli; appena prima del paese di Forni d'Avoltri trovate, su un tornante, il ristorante "Al Fogolar" : al di là dell'aspetto piuttosto anonimo vale la pena di provare alcuni piatti della tradizione carnica oltre al sopra citato frico.
Un altro indirizzo che ci sentiamo di segnalare è quello dell'Agriturimo Zaine, in via Soravia 32 a Sappada (tel. 0435/66057); provate i gustosi antipasti a base di salumi locali, i gustosissimi gnocchi alle erbette, le carni (tutte da allevamenti biologici locali),
un indimenticabile cotechino, i dolci fatti in casa e la selezione di grappe ed amari tipici. Il tutto viene offerto con cordialità e gentilezza a prezzi più che onesti.

Da non perdere

Sappada: Carnevale, certo, ma non solo.
Questo è anche il regno della Natura incontaminata, luogo magico per gli amanti dello sci alpino e nordico, luogo caro alla storia della Patria ( poco distante da qui prende vita il fiume Piave) e soprattutto luogo di confluenza di gente alpina proveniente da valli diverse (Comelico, Carnia e Cadore) che tuttavia nel tempo ha mantenuto una propria identità al di là dei puri confini regionali.
Leggete, se siete appassionati di queste cose, il libro di Bianca Agarinis Magrini "Caro amico pregiatissimo. Un epistolario dell'800 tra Carnia Cadore e Comelico" (Ed. Forum)
Troverete la descrizione, oltre che dei rapporti personali di tre amici dell'alta borghesia montana di Sappada, Candide e Luint, di un vero e proprio mondo trasversale che si sviluppava nell'area alpina orientale ed anche la certezza che le tre valli citate, pur appartenendo a regioni diverse, costituivano un tutt'uno in cui confluivano legami familiari, rapporti di lavoro, amicizie e tutto il comune "sentire".
Ecco perchè qui si fondono antiche tradizioni culturali e gastronomiche, ecco perchè ancora oggi viene parlata una lingua, il dialetto Sappadino, che manifesta profonde influenze di origine tedesca, ecco la particolarità dell'architettura: motivi tutti che si ritrovano incastonati, quali gemme, in uno scenario naturale per certi versi incomparabile.
Naturalmente oggi Sappada è famosa soprattutto come stazione turistica dove praticare al meglio gli sport invernali e come amena località per trascorrere le ferie estive.
Nella stagione invernale, grazie all'innevamento artificiale, la sciabilità è garantita dall'inizio di dicembre fino a primavera inoltrata e può contare su piste di ogni difficoltà e lunghezza. Anche lo sci nordico (basti pensare a nomi mitici come quelli di Maurilio De Zolt, Silvio Fauner e Pietro Piller Cottrer) trova qui una delle zone d'elezione, tanto che nel 2001 sono stati organizzati a Sappada i Campionati Italiani di sci da fondo. Da segnalare, a questo proposito, lo splendido impianto del Centro fondo di Sappada, dotato anche di un moderno stadio.
I maestri della Scuola di sci di Sappada (Borgata Palù, 19 - Tel. 0435 469288) saranno a vostra disposizione anche per lezioni di Telemark, la classica tecnica di sciata all'antica, di Carving e di Snowboard.
Non manca naturalmente la possibilità di praticare il pattinaggio, dato che si può disporre di ben tre impianti con annesso noleggio nelle località Palù (Puicher, tel. 0435 66118) , Bach ( Fontana, tel.0435 62542) e Soravia (Piller Hoffer 0435 469515).
Se a tutto questo aggiungiamo la possibilità di praticare affascinanti escursioni in motoslitta (sempre però con un occhio di riguardo al rispetto dell'ambiente, cosa che costituisce uno dei fiori all'occhiello di questa località dolomitica) si capisce bene come l'offerta sia davvero completa.
Caratteristica principale di Sappada è, come avrete capito scorrendo queste note, l'essere divisa in "borgate": ognuna di queste ha una sua precisa identità ed una sorta di orgoglio e distinzione caratterizza ciascuna di esse.
Sicuramente un posto di riguardo spetta a "Sappada vecchia" : qui il tempo sembra essersi fermato ed ogni casa, ogni balcone, ogni finestra meritano attenzione; passeggiare per questa borgata significa trovarsi nell'incanto di un antico villaggio montano perfettamente conservato.
D'altra parte il Museo etnografico (località Bach 0435 469126) e la splendida Casa Museo della Civiltà contadina (0435 469126) sono anch'essi un esempio di come , da queste parti, si guardi con occhio di riguardo alla conservazione delle antiche tradizioni ed usanze.

Curiosità 

*A Forni d'Avoltri, poco oltre Sappada in direzione Friuli, esiste un meraviglioso stadio del biathlon, la disciplina sportiva invernale che abbina lo sci nordico all'esercizio del tiro. Questa regione, unitamente alla zona di Anterselva in Val Pusteria, fornisce all'Italia i più grossi campioni di questo sport.
*Dirigendovi invece da Sappada verso l'Alto Adige percorrendo la strada che porta al passo Monte Croce di Comelico, attraverserete una zona, il Comelico appunto, famosa per la sua vocazione all'antiquariato: son innumerevoli i negozi presso i quali (aprendo sempre bene gli occhi....) potrete trovare qualche occasione davvero pregevole.
*Nei pressi di Sappada, come abbiamo già detto, si trovano le sorgenti del Piave, che sono raggiungibili attraverso una comoda passeggiata da Cima Sappada.

Per i più piccoli

Niente da dire: come tutta l'area dolomitica anche questa zona, a nostro avviso, si presta in maniera ottimale alle vacanze con i bambini; l'accoglienza per i vostri piccoli è garantita, sia negli hotel che nei ristoranti, per non parlare poi delle molteplici occasioni per fare avvicinare i vostri figli al mondo della montagna e degli sports invernali.

Note dolenti

No, davvero, non ce ne sono proprio; ci siamo trovati veramente bene!

Le meraviglie di Sappada

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook