La Riserva naturale della Laguna di Orbetello

in viaggio con yberf in Italia

torna alla mappa
La Riserva naturale della Laguna di Orbetello

Da non perdere

L'Oasi WWF di Orbetello è la più importante laguna del Tirreno: qui è possibile avvistare il cavaliere d'Italia (foto) che ispirò, nel 1964, l'intervento di Fulco Pratesi e Hardy Reichelt per creare una delle prime Oasi WWF. L'Oasi di Orbetello, quindi, è un'oasi storica per il WWF e una delle più importanti e famose.

DOV'È, COME RAGGIUNGERLA
L’Oasi della Laguna di Orbetello si trova in Toscana, lungo la costa tirrenica nel comune di Orbetello (GR). Ingresso al Km 148 della s.s. 1 Aurelia. Stazione ferroviaria di Albinia od Orbetello. Per il Casale della Giannella (Centro Educazione Ambientale “A. Peccei”) usciti dalla s.s. 1 Aurelia, indicazioni per P.S. Stefano- Orbetello, si percorre la Giannella fino al Km 4.

LA STORIA
Dalla scoperta della nidificazione in laguna del raro Cavaliere d'Italia agli allargamenti grazie alle donazioni dei soci e sostenitori:
- nel 1965 Fulco Pratesi e Hardy Reichelt scoprirono che il raro Cavaliere d’Italia era tornato a nidificare nella Laguna e lanciarono una campagna in sua difesa che…
- nel 1971 portò all’istituzione dell’Oasi da parte del Ministero dell’Agricoltura e Foreste.
- nel 1977 l’area fu dichiarata d’importanza internazionale secondo la convenzione di Ramsar.
- nel 1980, per la presenza di oltre 10.000 anatre svernanti, fu creata una Riserva Naturale dello Stato.
- nel 1988 venne istituita la riserva naturale provinciale.
- nel frattempo il WWF è riuscito ad acquistare prima il Bosco di Patanella, poi un piccolo stagno con prato semiarido.
- nel 2000 con la campagna foreste sono stati acquistati ulteriori 100 ettari.

L’AMBIENTE
Zona umida di importanza internazionale (convenzione di Ramsar). L’Oasi di Orbetello protegge 300 ettari di laguna salmastra dove a tratti affiorano isolotti di limo ricoperti da vegetazione palustre. Il Tombolo della Giannella lungo la costa è ricoperto da una lussureggiante macchia mediterranea mentre nella riva interna della Laguna troviamo un esteso tappeto di salicornia. Più all’interno boschetti isolati di pioppi, sughere, frassini ed olmi. Scendendo ancora più a sud troviamo il Bosco di Patanella caratterizzato da grandi estensioni di brugo. Estensione 850 ettari.

FLORA E FAUNA
Questo ambiente è caratterizzato da piante della macchia mediterranea quali lentisco, fillirea, mirto, corbezzolo; da vegetazione dunale a gramigna delle spiagge, santolina delle spiagge, sparto pungente, erba medica marina, calcatreppola marina, giglio di mare; da una zona lagunare dove troviamo un esteso tappeto di salicornia.
La qualità di questo ambiente, e la sua posizione lungo le rotte migratorie, consentono la concentrazione di migliaia di uccelli, specialmente nel periodo invernale, come fenicotteri, cavaliere d’italia, airone bianco maggiore, airone cenerino, falco pescatore, mestoloni, spatole, avocette. L'oasi di Orbetello rappresenta anche l'unico sito riproduttivo della costa tirrenica per la sterna comune e il fraticello.
Anche tra gli insetti c'è una rarità: si tratta di una cicindela endemica, un coleottero predatore che oltre ad Orbetello, si trova solo nella simile Camargue (delta del Rodano, Francia).
Tra i mammiferi la volpe, il tasso e l’istrice di cui è facilissimo trovare le tracce.

VISITE
L’oasi di Orbetello comprende tre itinerari:
- il primo è quello classico più attrezzato, il Sentiero Ornitologico, percorribile da settembre ad aprile, sia liberamente che con visita guidata; permette l’osservazione dell’avifauna attraverso un percorso con 9 osservatori; la lunghezza totale è di circa 1,2 km.
- il secondo è il Sentiero del Bosco di Patanella, dove è allestito un percorso botanico, e sono presenti alcuni osservatori, visitabile tutto l'anno liberamente o con visita guidata su prenotazione; è lungo circa 1 km.
- il terzo è il Sentiero escursionistico, che collega il centro visite del Ceriolo con il Bosco di Patanella: è un sentiero più lungo (circa 3 km) che attraversa vari ambienti e si può percorrerre tutto l'anno, solo con visita guidata su prenotazione.
Inoltre vi è un piccolo sentiero natura presso il Casale Giannella dove è possibile visitare la mostra sulle zone umide e il giardino delle farfalle.
Lungo i Sentieri sono presenti pannelli didattici che aiutano il visitatore nella comprensione del territorio e nel riconoscimento delle specie presenti.
Gestione a cura del WWF Italia, in convezione con il Ministero dell'Ambiente; parte dell'area è di proprietà dell'Associazione.

STRUTTURE
Presso il casale Spagnolo della Giannella, ha sede il Centro di Educazione Ambientale "Aurelio Peccei", dotato di alloggi, sala riunioni, Aule e laboratorio didattici, mostre tematiche.
Presso il CEA è possibile organizzare anche settimane verdi e attività stanziali per le scolaresche, inoltre, nel perido estivo, si organizzano campi estivi e vacanze per famiglie e ragazzi. Per informazioni e prenotazione, Panda Avventure, tel 06.44.29.15.87 - 06.44.36.26.15 fax: 06.44.29.16.03 e-mail cea_peccei@pandaavventure.com
Attivi anche, sempre presso il Casale della Giannella, un servizio di ristorazione e una foresteria, con disponibilità di circa 60 posti, che permette alle scolaresche di svolgere attività stanziali.
La Foresteria ospita in estate Campi e settimane verdi.
Il servizio foresteria è attivo per gruppi su prenotazione o in concomitanza ad eventi organizzati dall'Oasi.
Dopo la visita all'oasi, prenotando presso il Centro Visite, è possibile pranzare, presentando il tagliando di ingresso in Oasi, presso il Casale WWF della Giannella, Strada provinciale della Giannella Km 4.
Parte dell'energia utilizzata dalla struttura proviene dall'impianto a pannelli fotovoltaici.

PER LE SCUOLE
Si organizzano visite tematiche su vari argomenti, che possono prevedere anche interventi in classe. Queste le varie proposte:
- Il variopinto mondo degli uccelli: mini corso di birdwatching - Consigliato da 9 a 19 anni.
- I fiori della sabbia:corso sulla vegetazione dunale e mediterranea - Consigliato da 9 a 19 anni.
- L’Albegna: i mille colori del fiume bianco - Consigliato da 11 a 19 anni.
- Adottiamo un bosco - Consigliato da 3 a 10 anni.
- La Maremma tra storia e natura - Consigliato da 9 a 19 anni
- La natura nei cinque sensi – Consigliato da 3 a 13 anni
- La Biomappa - Consigliato da 9 a 19 anni
- L’avventura del Popolo migratore 1 - Consigliato da 6 a 13 anni.
- L’avventura del Popolo migratore 2 - Consigliato da 6 a 13 anni.
- Ritorno dall’arca di Noè: conosciamo da vicino l’Ibis eremita - Consigliato da 6 a 13 anni.
- Quanto siamo cambiati? Un laboratorio tra storia e natura
Ogni proposta didattica può essere prolungata in base all’interesse ed alle esigenze dei docenti e dei ragazzi, fino a proporre un vero progetto della durata di 1- 3 anni.
E’ inoltre possibile predisporre programmi suggeriti dagli insegnanti per approfondire argomenti già trattati in classe.
Per informazioni e prenotazioni: telefono 0564/870198 e-mail oasiorbetello@wwf.it
- Mini stages residenziali presso il CEA "Aurelio Peccei", che vogliono far acquisire agli alunni gli strumenti necessari per gustare e godere di ciò che li circonda. La nozione sarà lo strumento e il pretesto per scoprire e rendere consapevole l’alunno di atteggiamenti e luoghi comuni non sempre rispettosi dell’ambiente in cui si vive.
Per informazioni e prenotazione:
Panda Avventure, tel 06.44.29.15.87 - 06.44.36.26.15 fax: 06.44.29.16.03; e-mail cea_peccei@pandaavventure.com

STUDI E RICERCHE
Studio della vegetazione della Macchia mediterranea, studio dell’avifauna.
Recentemente è stato realizzato uno studio sugli assioli, i cui risultati sono disponibili su internet www.infoassioli.info

CONTATTI E ORARI
L' Oasi di Orbetello è aperta dal 1° Settembre al 30 Aprile.
Le visite sono libere, con partenza da Loc. Ceriolo, sabato e domenica dalle ore 9,30 alle 13,30. Chiusura 15,30.
Il Bosco di Patanella, parte dell' Oasi, è visitabile tutti i giorni liberamente, oppure con visita guidata, su prenotazione.
Visite guidate per gruppi e scolaresche, tutti i giorni su prenotazione.
Telefono Oasi WWF Orbetello: 0564/870198
E-mail Oasi WWF Orbetello: oasiorbetello@wwf.it

NEI DINTORNI
Le altre oasi WWF del grossetano, il Lago di Burano e il Bosco Rocconi, l'acquario di Biologia marina di Porto S. Stefano, la Riserva Naturale del Tombolo della Feniglia, il Parco Regionale della Maremma, il Museo Archeologico della Città di Cosa, la Tagliata Etrusca, l’Isola del Giglio.

MANGIARE E DORMIRE
Ristorante e albergo “La rosa dei Venti”, Via Aurelia Sud Km 108 Albinia, tel. 0564 870191.

Fin dal 1964 tutelata dal WWF, fu una delle prime oasi naturalistiche d’Italia

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook