Castrocaro s'infiamma con "La Fugarena"!

in viaggio con Ci Sono Stato in Italia

torna alla mappa
Castrocaro s'infiamma con

Nella "Terra del Sole" si rinnova come ogni anno una delle sagre più animateCome ogni anno a novembre si svolge a Castrocaro Terme (FC) una festa popolare che accomuna sport, cultura, folclore, tradizioni e buona cucina.
Di certo La Fugarena è una delle sagre più autentiche e antiche: un grande falò al centro della vasta Piazza d’Armi attorniato da una grande folla che si riscalda al suo riverbero illumina gli edifici monumentali che delimitano il centro di questa città-fortezza rinascimentale.
Legando le tradizioni pagane con quelle cristiane, l’Associazione Pro Loco nel 1970 organizzò la prima edizione che fu un vero e proprio successo.
Di anno in anno, il programma è stato continuamente arricchito e perfezionato raccogliendo sempre più i favori del pubblico, che partecipa numerosissimo dal mattino fino a sera.
Durante l’intera giornata si susseguono:
* una gara podistica per i viottoli della campagna circostante;
* Art’infanzia, la rassegna di arti creative dell’infanzia;
* esibizioni musicali del Corpo Bandistico Comunale;
* il tradizionale dono da parte dei coloni dei prodotti agricoli, che vengono prima benedetti nella chiesa di Santa Reparata e poi devoluti per scopi benefici;
* giochi popolari (pentolaccia, corsa nei sacchi, il gioco del coniglio, la pittura di gruppo dove bambini grandi e piccoli, dipingono un pannello di 20 mq. sotto l’abile guida di qualificati insegnanti);
* infine la possibilità di acquistare specialità romagnole e vino novello agli stand gastronomici e poi degustarle comodamente seduti all’interno del Palazzo dei Commissari Granducali nell’ampio porticato che delimita il cortile.
Fra le specialità preparate per l’occasione troviamo la polenta con ragù, la piadina alla lastra, la piadina fritta, la bruschetta all’aglio, salsicce, pancetta e castrato in graticola, il tutto annaffiato da ottimi vini, dal carattere deciso come il rosso sangiovese, o i bianchi trebbiano ed albana in una straordinaria sensazione di sapori che si congiungono e si fondono alle bellezze naturali ed artistiche della città fortezza di Terra del Sole
“Al fugarén” sono riti agresti legati strettamente a credenze pagane che però furono continuate anche nell’epoca cristiana sia per solennizzare la festività religiosa sia per ringraziare Dio per l’abbondanza delle messi.
Questi fuochi sono un' usanza molto antica che si collega al calendario romano, secondo il quale l’anno iniziava col mese di marzo, dedicato a marte, Dio della giovinezza e dell’agricoltura, oltre che della guerra. Per salutare il nuovo anno agricolo, quindi, verso sera i contadini accendevano nei loro campi, grandi falò di sterpi per cercare di ottenere un buon raccolto. Bambini ragazzi e giovanette, quando il fuoco si levava alto nel cielo, si prendevano per mano e cantavano una filastrocca, facendo un girotondo attorno alla fiamma, mentre i più arditi prendevano la rincorsa e saltavano attraverso di essa. Poi quando le fiamme erano spente, tutti saltavano la brace ardente, in segno di purificazione e rientravano a casa.
Anche la sagra de “La Fugarena” costituisce un rito agreste ribattezzato: essa è liturgicamente legata alla Festa della Presentazione al Tempio (21 novembre), ma si riallaccia ad ancestrali usanze pagane al termine dell’annata agraria.
Con i “sarmenti” (cioè i rami potati degli alberi) si accende dunque “La Fugarena” per ringraziare la divinità al termine dei raccolti (tra gli ultimi quello dell’uva e delle olive) e per propiziare la benevolenza al momento della semina.
Novembre è infatti, per il colono, un mese cruciale in cui si tirano le somme dell’annata e si imposta il futuro raccolto.

Per questo 2006 la festa avrà luogo il 19 novembre occupando con le varie attività l'intera giornata dalle 8 fino a notte.
L'organizzazione è a cura della Associazione Pro Loco di Terra del Sole, Piazza d'Armi n. 2 - 47010 Terra del Sole (FC).
Tel. / Fax 0543766766. E-mail proloco@terradelsole.org
Sito Web: http://www.terradelsole.org
Come arrivare: da Forlì Km 8 prendere la S.S. 67 Tosco Romagnola (Ravenna - Forlì - TERRA DEL SOLE - Castrocaro Terme - San Benedetto - Passo del Muraglione - Pontassieve - Firenze - Livorno). Servizio autobus continuo da Forlì ATR (linea 91).

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook