La mia quarta volta a Londra

in viaggio con Ninni77 in Inghilterra

torna alla mappa
La mia quarta volta a Londra

NOTE DI VIAGGIO E CONSIGLI
- Anche se la casa era lontanina dal centro, mi ha permesso di vedere zone che altrimenti non avrei mai visto, come Hampton Court e Richmond.
- La comodità di avere una cucina è grande, per non parlare del bidet!
- Se potete godetevi Londra a piedi, è bellissimo!
- Andate al London Museum, è molto interessante.
- Fate la travel card dall'Italia, eviterete file (ne ho viste tantissime per questo motivo) e avrete degli sconti su ristoranti, pub e musei.
- Se avete tempo andate a Londra con il pullman invece del treno, comincerete a risparmiare un pò già dal primo giorno che arrivate!
- Assaggiate il vero fish and chips, non credevo fosse così buono! Ci sono dei negozietti, a volte nascosti, dove lo preparano davanti ai vostri occhi, potete scegliere il pezzo che vi piace di più, e contornarlo con scampi e altri frutti di mare!Ad ogni ritorno, il piacere di sempre nuove scoperteIl 19 agosto 2004 siamo partiti io e il mio ex con il primo volo della giornata (Ryanair alle 6:30 del mattino!) dall’aeroporto di Ciampino, destinazione Londra. Il viaggio è andato benissimo, a parte il fatto di aver avuto un compagno di viaggio seduto avanti a noi che ha avuto il coraggio di comprare un "minestrone", o quella poltiglia che hanno il coraggio di chiamare minestrone nel menu dell’aereo! Aveva lo stesso odore del cibo che do ai miei gatti!
Comunque, superata la nausea per il cattivo odore, ho dormito e chiacchierato per tutta la durata del volo. A proposito, ho preso altre volte l'aereo per Londra, ma mai il viaggio era durato veramente due ore! Ma forse perchè era la prima volta che atterravo a Stansted, uno degli aeroporti più lontani dalla città…
Una volta arrivati abbiamo impiegato un po' ad orientarci: Stansted non è grande, ma secondo me è un pò disorganizzato! Comunque non ci siamo persi d’animo e abbiamo trovato quasi subito la fermata per prendere il pullman. Visto che non avevamo fretta, essendo arrivati alle 9, e avevamo invece pochi soldi da spendere, abbiamo optato per il pullman invece del treno! Inoltre per noi era più comodo scendere a Victoria Station che a Liverpool St.
Guardando i prezzi abbiamo scelto Terravision (13 sterline a/r) invece della National Express (18 sterline a/r), forse più famosa. In un'ora e 45 minuti siamo arrivati a Victoria abbiamo fatto colazione in un bar italiano lì vicino (dovevo andare al bagno e mi hanno fatto entrare anche se era solo privato, gentilissimi!) e poi abbiamo preso la metro: destinazione Kew Garden, linea diretta con la District Line, quella verde. Ci impiega circa 30 minuti per arrivare lì: il posto dove abbiamo affittato la stanza è un po' fuori mano, tra la zona 2 e la 3, ma non importa, il tempo passa in fretta guardando la tanta gente che popola la metropolitana! Almeno, a me piace, poi non so!
Arrivati a casa notiamo che la zona è veramente carina: ci sono pub, pizzerie, negozietti incantevoli, villette con dei giardini curatissimi (e con i famosi cassonetti dell'immondizia nascosti dietro staccionate di legno!), e poi i bellissimi Kew Gardens! Sono uno spettacolo! Ma ne parlerò dopo...
La casa è pulita, c'è l'uso della cucina, che si rivelerà una grandiosa e utile scoperta, due bagni in comune, di cui uno con la vasca per due persone e il caro bidet, un grazioso giardinetto dove poter stendere il bucato e fumare (nelle case inglesi ormai è vietato), e tanti ragazzi italiani tutti molto simpatici e alla mano! La proprietaria è una signora genovese trasferitasi a Londra per passione! Affitta solo a italiani e a prezzi veramente vantaggiosi, soprattutto se si pensa che portandosi cibo da casa si risparmia moltissimo sul mangiare e inoltre si mangia bene!
Una volta sistemata la roba in camera fatta una doccia, partiamo alla volta dei Giardini Reali di Kew Gardens: sono a pagamento, ma con la travel card fatta in Italia avevamo lo sconto. Bellissimi e credevo solo per appassionati del genere, invece mi son piaciuti tanto! L'aria che si respira è romanticissima, ci sono fiori che è raro vedere, così come piante e alberi nella serra tropicale, dove nascono anche orchidee stupende! Ci sono numerose panchine dove riposarsi un pò in compagnia di pavoni e tante varietà di uccelli!
Dopo siamo andati con la metro, una fermata, fino a Richmond, un paesino davvero carino, con negozi carini e chiese antiche tutte da vedere. Ci sono poi delle stradine minuscole dove sembrava di stare in "Mary Poppins": c'erano le tate con i bambini piccoli, i cani a spasso con i padroni e non mancava neanche il poliziotto!

Il giorno dopo siamo partiti alla volta di Hampton Court: metro fino a Richmond e autobus, per andare a visitare uno dei più bei palazzi reali a Londra, quello di Enrico VIII. Le cucine in stile tudor, gli appartamenti della regina, del re, dello stesso Enrico VIII, i giardini, tutto veramente bello e interessante, con audioguida in italiano gratis (il biglietto d'entrata costa circa 13 sterline, ma le vale tutte!) che spiega tutto nei minimi dettagli. Anche lì molte panchine in stile Notting Hill dove abbiamo consumato i panini preparati a casa.
Nel pomeriggio siamo andati, scendendo con la metro a Barbican, al Museum of London. Non ci ero mai stata, e ho fatto male. E' la prima cosa che consiglio di andare a vedere la prima volta che si va a Londra: visitandolo si comprende e si conosce a fondo la storia di questa bellissima città e della sua gente. E' veramente un bel museo, anche divertente perchè interattivo e bisogna approfittarne: è una delle poche cose gratis a Londra!
Alle 17 appuntamento a Tower Hill con una coppia di amici del mio ex per fare il giro... di Jack lo squartatore! Partenza alle 18:30 da lì, 5 sterline per 3 ore di cammino con una guida simpaticissima che ci ha spiegato veramente tutto, facendoci vedere i luoghi dei delitti, la casa dove vivevano le prostitute uccise e raccapriccianti foto d'epoca! Praticamente abbiamo girato tutto il quartire di Whitechapel nell'East End, zona che non avrei mai visto se non fosse stato per Stefania, appassionata del personaggio!
Io, cresciuta con la Londra di Mary Poppins...che ci facevo lì??!!! Comunque a parte tutto, mi son divertita!
Cena tutti insieme in pizzeria!

Il giorno dopo mattinata al Temple Church, una delle tre chiese più antiche di Londra, fatta dai templari. Visita veramente interessante, anche la passeggiata lungo il Tamigi non è stata male! A pranzo, insalata di riso preparata da me! Mangiata con due forchette nella stessa ciotolina di plastica con tappo ermetico (ehhh...se non ci fosse mamma!), sempre su di una panchina!
Pomeriggio finalmente shopping! Piccadilly Circus, Regent e Oxford Street (ho finalmente scoperto anch'io Marks&Spencer!).
Abbiamo ripreso la metro a Marble arch per tornare a casa, dove ci aspettava una cena italiana per i nostri amici: tortiglioni Barilla al pomodoro con relativo pecorino portato sottovuoto direttamente da Roma, pollo alla romana con sughetto delizioso (non accompagnato purtroppo da pane toscano... ma da quello molliccio e colloso, tipicamente inglese!) e per finire viennetta! Ci siamo trattati benissimo!

Il giorno dopo siamo andati a Covent Garden, il mio posto preferito a Londra, dove ho comprato i regali per la mia famiglia e per me, assisitito ad un bellissimo concerto di quattro ragazzi bravissimi (abbiamo comprato anche il cd per 5 pound, una specie di musica celtica bellissima!) e pranzato in una pizzeria VERAMENTE italiana, da cui provenivano profumi mediterranei di lasagne, pomodoro e basilico...! Dopo pranzo (5 pound per pizza davvero grande e buonissima e birra) siamo andati a piedi fino a Trafalgar Square, poi White Hall, per prendere un thè a casa del primo ministro, fino al Big Ben e Westminster Abbey, bellissima anche se cara!
A cena siamo andati in un pub lì vicino veramente caratteristico, tutto fatto in legno! Aveva anche una fornitissima libreria con testi dei primi del ‘900, a disposizione di tutti!

L'ultimo giorno abbiamo trascorso la mattinata a Buckingham Palace, a St James Park, il mio parco preferito e infine da Harrods, dove non ho potuto comprare niente!
Avevamo l'aereo alle 17,30 e così ci siamo potuti godere Londra fino all'una! Come al solito, pianto durante il viaggio di ritorno, allietato solo dall'atterraggio, dove abbiamo potuto vedere Roma dall'alto tutta illuminata...uno spettacolo!

Per il resto, che dire… Londra è nel mio cuore, come tutta la gente che ho conosciuto. Non riesco a scegliere un solo aggettivo per descriverla!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook