Magie del Rajasthan: Samode, il sogno dei maharaja che diventa realtà

in viaggio con leander in India

torna alla mappa
Magie del Rajasthan: Samode, il sogno dei maharaja che diventa realtà

Samode era una meta del nostro viaggio alla quale, in fase di preparazione dell'itinerario, tenevamo particolarmente. Ma non, come nella maggior parte dei T.O. (peraltro pochi) che l'hanno in catalogo, la visita guidata di un paio d'ore del fastoso palazzo (si vedono foto di gruppi di 40-50 persone con l'indice e il medio atteggiato a V in posa sulla scalinata di accesso), bensì volevamo pernottarci. La meta è esclusiva, le camere appena 25, il "nostro" Kush ha contrattato parecchi mesi per ottenere una quotazione abbordabile, ma alla fine ci è riuscito!
La cittadina di Samode (circa 8000 abitanti dediti all'agricoltura, all'allevamento e a un po' di artigianato) è situata 42 Km a nord-ovest di Jaipur ai piedi delle basse colline che introducono allo Shekhawati, piccola regione in cui l'antica rotta carovaniera proveniente dalle coste del Gujarat si univa con la celebre via della seta: ciò diede luogo a partire dal XVII secolo a una casta di commercianti, i Marwari, i cui traffici in stoffe, spezie e oppio produssero notevoli ricchezze con cui costruirono magnifiche residenze affrescate, le già citate haveli, oggi purtroppo in forte degrado.
Il motivo per cui si effettua la deviazione verso Samode è un magnifico palazzo costruito nel 1600, cinto da mura, con cortili e fontane interne, padiglioni, sale da ricevimento su più livelli, il tutto in raffinatissimo stile Rajput-Moghul.
A differenza di altre residenze visitate nel nostro viaggio, il fondatore non era un sovrano ma un rawal (titolo nobiliare); ancora oggi l'edificio è proprietà dei discendenti della famiglia ed è stato riconvertito in albergo di lusso appartenente agli “Heritage Hotels of India”. Ciascuna delle 25 camere (oltre 18 suite ancora più fastose) è arredata e decorata con gusto differente.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook