Delhi: sulle tracce di Gandhi

in viaggio con leander in India

torna alla mappa
Delhi: sulle tracce di Gandhi

Non si può pensare all’India moderna prescindendo dalla figura dal Mahatma Gandhi. Assertore del rifiuto della violenza opponendole la disobbedienza civile e la non violenza, è unanimemente riconosciuto come Padre della Nazione indiana.
Il suo ricordo è ben vivo in ogni angolo del “Indian subcontinent” e una visita della capitale Delhi, per quando sommaria, non può non comprendere un itinerario che tocchi i luoghi salienti della sua vita, della sua attività e della sua tragica morte per mano di un fanatico il 30 gennaio 1948.
Frequentatissimo è il Rai Ghat, il luogo in cui il Mahatma fu cremato: si tratta di una sobria piattaforma quadrata in marmo coperta di fiori inserita in un vasto prato erboso immerso nella vegetazione, meta ininterrotta di Indiani, scolaresche e visitatori stranieri che in rispettoso silenzio vi si recano per rendere omaggio a uno dei personaggi più straordinari della storia nel Novecento.
Ideale completamento dell’itinerario è il Gandhi Smriti, un cippo (Colonna del Martirio) coperto da un semplice colonnato quadrato eretto nel luogo dell’assassinio. Nelle immediate vicinanze sorge la casa in cui Gandhi visse gli ultimi cinque mesi di vita: oggi è un piccolo ma interessante museo in cui sono esposti i suoi pochi averi, arricchito anche da documenti, fotografie e un coinvolgente percorso interattivo.
Partecipiamo a un emozionante tour virtuale nella memoria del Mahatma con questo suggestivo video!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook