Viaggio nel Peloponneso

in viaggio con Daniela Ismeli_css in Grecia

torna alla mappa
Viaggio nel Peloponneso

Breve nota introduttiva, fra riflessioni e rimpianti
Ho capito dopo questo viaggio perché molti italiani vanno da oltre vent’anni in Grecia, anziché in Sicilia e in Sardegna. L’ospitalità, i prezzi e le strutture fornite di ogni comfort, anche quando sono modeste e un po’ attempate, sono realtà sconosciute in alcune località italiane, dove il turista è sempre e comunque soltanto uno da spennare.
Tornando indietro non farei l’errore di pensare di poter dedicare un solo giorno a Maratona e Capo Sounion. Meglio lasciare un pomeriggio di quelli destinati a vedere Atene per la prima. E un’intera giornata per la seconda meta (scegliendo la strada che dal Pireo va verso Glyfada e non la costa opposta).
Il Tempio di Basses forse andava raggiunto da un’altra strada e non da Olimpia. Elafonissos e Voidokilia meritano, se siete amanti della spiaggia, del mare e dell’abbronzatura, almeno un paio di giorni ciascuna.E’ veramente il caso di dire "mare, ma non solo": un esauriente reportage ricco di notizie utili per i viaggiatoriLunedì 21 Giugno 2010
Partenza da Ancona h.17,00 Minoan Lines. Bellissima la nave e comodissima la cabina con oblò esterno. Un po' cari i servizi a bordo: meglio provvedersi un po' di tutto.

Martedì 22
Arrivo a Patrasso alle h.16,30 e proseguimento fino all'hotel Lido a Melissi Korinthias, frazione di Xilokastro, paesino sul mare a metà strada tra Patrasso e Corinto, ancora disabitato, poichè la stagione turistica inizia molto più tardi qui. Pulito, con piscina e sdraio su una terrazza rocciosa da cui ci si può tuffare in mare. Stanza grande, accogliente con balcone e aria condizionata (ma ogni albergo in cui abbiamo sostato ci ha sempre offerto connessione wi-fi, frigo, e non frigo bar, ma un frigo dove puoi mettere quello che vuoi, sempre con acqua fresca a disposizione non appena arrivi, aria condizionata). Cena da "Foinikes" a Sikia Korinthias (tzaziki, greek salad, souvlakì, acqua e vino per tre persone 28€). La benzina costa più che in Italia (il diesel circa 1,30 al litro).

Mercoledi 23
Sulla strada per raggiungere Atene, poco prima di Corinto, ci affacciamo sul suggestivo Canale di Corinto (segnaletica non molto chiara, ma alla fine ci arriviamo!). Poi visita di Corinto (la città romana), Acrocorinto (riscaldare i muscoli e prepararsi ad una salita fino alla cima della fortezza, da cui si gode uno splendido panorama di tutta la costa) e Micene, scavi e museo. Ritorno all'hotel Lido e cena sempre da "Foinikes".

Giovedì 24
Ci dirigiamo verso Atene, ma ci fermiamo poco prima a visitare gli scavi di Eleusi, importantissimi per la celebrazione dei Misteri Eleusini, ai quali accorreva gente da tutta la Grecia. Pochi chilometri prima di Atene visitiamo anche il Monastero di Dafni, di età bizantina, con meravigliosi affreschi all'interno, purtroppo completamente ingabbiato per i complicati lavori di restauro. A metà pomeriggio arriviamo all'hotel Euripides ad Atene, dove rimarremo per cinque giorni. Gentilissimi ci riservano un parcheggio di fronte all'ingresso e ci raccomandano di non percorrere di notte la strada, uscendo a destra, per la forte presenza di comunità di immigrati, che in passato hanno dato dei problemi, ma di girare subito a sinistra, da dove si accede ad un bel quartierino di locali, dove molti giovani trascorrono la sera. La strada conduce alla centralissima Piazza Monastiraki, che è la nostra prima tappa. Ceniamo in Odos Aeschilon, 14-16 (un posto un po' da turisti, ma molto economico, buono e con camerieri gentilissimi e simpaticissimi).

Venerdì 25
Visita dell'Acropoli (fortunatamente il tempo è fresco) con tutte le sue meraviglie (Eretteo, Partenone, tempio di Erode Attico, Propilei. Una folla incredibile di turisti da ogni parte del mondo! Dalla parte dei Propilei si vede la collina dell'Areopago. Emozionante!). Pranzo nel quartiere caratteristico della Plaka. Arco di Adriano e Tempio di Zeus Olimpio.

Sabato 26
Prendiamo il treno da Piazza Monastiraki per Victoria Station e visitiamo il Museo Archeologico Nazionale (ingresso 7€). Sulla piazza dove c'è l'uscita della metro ci sono parecchi ristoranti e scegliamo il "Palmie Bistrot" (anche questo buono ed economico con una vasta scelta di insalate). Nel pomeriggio visita all' Agorà Antica e all'Agorà Romana. Cena in una delle trattorie che si affacciano sul viale che costeggia l'Agorà Antica.

Domenica 27
Alle 11,00 siamo sulla Piazza Syntagma per assistere al cambio della guardia. Bellissime le divise degli Euzones e il particolare passo, con cui svolgono il loro compito di avvicendamento. Un gruppo di cani randagi sembra conoscere benissimo la cerimonia e accompagna la sfilata della banda militare quasi aiutando i poliziotti a tenere a bada la folla dei turisti. Pranzo da "Dyogenes" dentro la Plaka (il più caro di tutti quelli in cui mangeremo in questo viaggio!). Visita al Museo dell'Acropoli.

Lunedì 28
E' nostra intenzione visitare il sito di Maratona. La strada è molto trafficata e ci perdiamo più volte all'interno dell'insediamento moderno, che invece va superato per ritrovare le indicazione verso Atene e Rafina. Poi si incontrano le indicazioni turistiche per il museo e il monumento, la necropoli e il tempio di Iside. Non bisogna assolutamente prendere invece la strada verso Skynias e non chiedere informazioni, perchè gli stessi abitanti sembrano abbastanza digiuni rispetto alle collocazioni dei singoli monumenti, dei quali c'è una mappa proprio fuori il museo. Purtroppo il lunedì è giorno di chiusura settimanale e quindi ci dirigiamo a Rafina per un ottimo pranzo a base di pesce fresco in una trattoria sul porto. Avremmo intenzione di arrivare a Capo Sounion, ma veniamo a sapere che ci sono ancora molti chilometri da percorrere e allora rinunciamo. Probabilmente per arrivarvi è preferibile scendere dal Pireo, poichè la strada da lì è molto più breve ed agevole. Torniamo ad Atene e visitiamo il Ceramico, la necropoli dove fu sepolto lo stesso Pericle e tanti altri importanti personaggi della storia di Atene, la Biblioteca di Adriano (bellissima la Torre dei Venti). Ceniamo di nuovo in Odos Aeschilon come la prima sera e, poichè ci riconoscono, ci offrono l'ouzo e il dolce.

Martedì 29
Epidauro, Teatro e area archeologica (interessantissima l'area in cui si credeva si potessero sanare molti mali e quindi prevedeva luoghi di cura per la presenza di acque curative, medici, luoghi di accoglienza e ricovero per i malati). Arrivo a Nauplio nel pomeriggio (hotel Isioni: carino, pulito, accogliente. Purtroppo i soffitti in legno rendevano i passi degli ospiti al piano di sopra un po' fastidiosi). Visita alla fortezza in cima alla città, Acronauplio.

Mercoledì 30
Mercato settimanale della cittadina. Colazione in una gelateria italiana (finalmente un vero cappuccino!). Sosta a Kalatrona beach: spiaggia attrezzata, ombrelloni e sdraie gratis, basta consumare qualsiasi cosa al bar).

Giovedì 1Luglio
Partenza da Nauplio e arrivo a Porto Cheli (hotel Long Wiev: 40€ a notte per un villino con quattro posti letto, balcone e camino. Piscina con bellissima vista sul mare, dove si può anche mangiare carne alla brace e insalata greca preparate dal padre del proprietario, che ascolata musica greca, balla e ci parla in italiano: “Italiani una faccia, una razza!” Non fa che ripeterci). Spiaggia di Hinitsa Bay (metà dell'albergo, metà libera. Qui i lettini a 5€ l'uno per tutto il giorno).

Venerdì 2 Luglio
Da Ermioni prendiamo l'aliscafo per Hydra (più breve la tratta e più conveniente). Passeggiata lungomare e sosta a Castle Beach (spiaggia attrezzata con lettini a 5€ l'uno per tutto il giorno). Ciottoli. Al ritorno leggiamo che dal porticciolo una serie di imbarcazioni portano alla spiaggia di St. Nikolaos, che sembrerebbe molto bella, ma è tardi e dobbiamo riprendere il traghetto.

Sabato 3
Partenza da Porto Cheli per Monemvassia. L'albergatore ci consiglia di ripassare per Nauplio, Tirinto, Argos e poi prendere la E65 (Corinto-Tripoli) e di uscire per Sparta, dove ci fermiamo per un panino, ma fa troppo caldo per visitare l'antica città (alla quale poi rinunceremo del tutto su suggerimento di altri turisti che ce ne raccontano le condizioni deludenti). Arrivo a Monemvassia e sosta all'Hotel Filoxenia (l'unico del tour a darci un qualche problema, poichè ci caricherà sulla carta di credito due volte il costo della stanza. Anche se vecchio, funzionale, pulito e tranquillo. 70€ a notte).

Domenica 4
Colazione sul porticciolo con bellissima tartarugona marina, che nuota fra le barchette dei pescatori. Il cameriere ci dice che viene a Monemvassia tutti gli anni per quattro mesi da Maggio in poi. Salita fino alla parte superiore della città e visita di Aghia Sofia. Al ritorno bagno nell'hammam (scogliera sotto la città).

Lunedì 5
Escursione ad Elafonissos, anche detta le Maldive della Grecia (strada impervia attraverso paesini piccolissimi). Imbarchiamo l'auto sul traghetto che fa un breve tragitto fino all’isolotto di fronte alla costa (più noi tre €13,50). In dieci minuti siamo portati su questo isolotto di sabbia bianca e ci dirigiamo verso Simos Beach (attrezzata con bar, docce, lettini e ombrellone 8€ tutti e tre, tutto il giorno. Parcheggio sotto tettoie accanto al bar completamente gratuito). Ritorno a Monemvassia.

Martedì 6
Mystras (città bizantina vicino Sparta). Hotel Bizantio (molto bello con piscina. 60€ la tripla con colazione con prodotti tipici). Visita della città (5€). Conviene parcheggiare nella parte alta e poi scendere a quello nella parte bassa. Necessaria mezza giornata e clima fresco.

Mercoledì 7
Arrivo a Methoni (Hotel Achilles, un po’ vecchiotto, ma pulito.150€ per tre notti. No Carta di credito). Spiaggia e visita al Bourtzì (Castello veneziano sul mare).

Giovedì 8
Alla ricerca della famosa spiaggia di Voidokilia. Da Pylos superare Gialova, dopo qualche chilometro indicazioni a sinistra per il Voidokilia market per Petrochori. Non seguire le indicazioni per Le Dune, perché portano ad un grande resort (Romanos). Assolutamente Non attrezzata (market e bar circa 1 km.prima del parcheggio. Quindi portarsi ombrellone e acqua). E’ il luogo citato nell’Odissea, in cui Telemaco arrivò alla ricerca del padre e incontrò Nestore, re di Pilo. Per risiedere più di Methoni è carina nei pressi Foinikounda. Koroni (che insieme a Methoni erano dette “gli occhi di Venezia”) ha un bel castello, un piccolo borgo di pescatori e una passeggiata sul lungomare. Ritorno a Methoni e cena da “Klymataria” (bellissimo giardino interno con vista sul castello. Ricette tipiche).

Venerdì 9
Giornata sulla spiaggia attrezzata “Terra mare” di Foinikounda (lettini e ombrelloni gratis basta consumare al bar). Cena di nuovo da Klymataria.

Sabato 10
Partenza per Olympia e visita sul percorso del Palazzo di Nestore a Pylos (3€. Subito dopo Gialova). Arrivo all’hotel Kronio di Olimpia (76€ a notte con colazione. Comodo e pulito). Visita agli scavi e al museo (ingresso 9€). Cena alla “Taverna Bacchus” a Miraka (antica Pissa): vista meravigliosa sulla vallata al tramonto (35€ in tre: vino gratis, tzaziki, souvlakì, bacchus salad. Per chi vuole soggiornarvi la tripla a 85€ con colazione e piscina).

Domenica 11
Alla ricerca del Tempio di Basses (mai arrivati, strada impervia e interminabile). Ripieghiamo sulla spiaggia “Arya de Cuba” dopo Zacharo (Terrazza con ristorantino con megaporzioni di pesce, vino e acqua. 35€ in tre. Postazioni internet libere).

Lunedì 12
Arrivo a Klitoria, hotel Mont Helmos (70€ quadrupla con colazione, piscina con vista sui monti. Molto carino). Visita alle Cave Lakes di Kastria (lunghe grotte con laghi sotterranei) a 9km.da Klitoria. Pranzo in un allevamento di trote a Planeterios sulla riva del fiume (l’unico posto dove abbiamo veramente problemi di comprensione con gli abitanti del luogo).

Martedì 13
Trenino a scartamento ridotto Kalavrita- Diakoftò ( partenza 12.27. Andata e ritorno 19€ per adulti e 15,80 sotto i 16 anni). Non preoccupatevi se si ferma in cima ai burroni in mezzo alle montagne, perché poi viene un altro trenino a recuperarlo!

Mercoledì 14
Ritorno a Patrasso. Sosta per mangiare di nuovo da Foinikes a Sykia. . H.19,00 Partenza con Olympia Cruise della Minoan Lines da Patrasso per Ancona.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook