Grecia: in giro da un’isola all’altra

torna alla mappa
Grecia: in giro da un’isola all’altra

In questo articolo non troverete diari di viaggio o descrizioni approfondite delle isole, dal momento che ogni buona guida turistica riporta tutte le informazioni necessarie a chi desidera scegliere una o più isole da visitare. Troverete invece tutta una serie di informazioni molto utili soprattutto a coloro che vogliono visitare le isole con tenda e sacco a pelo... in campeggio libero! Descriveremo solo le spiagge ed i luoghi che riteniamo maggiormente suggestivi, escludendo i luoghi affollati, attrezzati e troppo turistici. Lo stesso discorso vale per la sezione "pasti": fra le tante taverne, indicheremo solo quelle che ci hanno maggiormente colpito.
Una precisazione: sulle isole greche il campeggio libero è vietato ovunque, ma in pratica è ben tollerato, permesso e addirittura talvolta consigliato nel caso in cui non ci sia un campeggio ufficiale! Non fatevi perciò intimorire dagli eventuali cartelli di divieto: spesso vi troverete una tenda proprio sotto!
Le isole greche sono state il nostro primo amore, le nostre prime vacanze insieme e rappresentano ancora oggi, dopo ben nove anni, un appuntamento estivo cui non riusciamo e non vogliamo rinunciare!
Le nostre vacanze si svolgono sempre allo stesso modo: con la nostra moto da enduro, imbarco ad Ancona, sbarco a Patrasso e da qui su strada fino al Pireo (il porto di Atene) dove prendiamo un nuovo traghetto per le isole. Qui cerchiamo sempre di fare campeggio libero sulle spiagge.
I motivi di questo amore? Tempo bello tutti i giorni, caldo secco, mare splendido, spiagge per tutti i gusti, cibo squisito, economicità (facendo campeggio libero si risparmia parecchio; noi spendiamo circa 800 euro a testa, viaggio compreso, non facendoci mancare nulla e per tutto il mese di agosto!).Quelle meno conosciute sono le più suggestiveAGATHONISSI
Anno di visita: 2003
E’ una piccola isola del Dodecanneso con 112 abitanti, collinare e con vegetazione prevalentemente bassa; un vero gioiellino dal traffico inesistente. Molto rilassante!
= Campeggio libero consigliato: spiaggia di Spilia, bella caletta di ciottoli, molto riparata, con mare sempre calmo ed acque trasparenti. Accesso dalla strada sterrata di 500 metri dal porto Agios Giorgios. Ombra: 3 o 4 alberi sulla spiaggia, diversi alberi sopra e dietro alla spiaggia, a destra ed a sinistra del muretto per il bestiame. Acqua dolce: no. Servizi: nessuno.
= Spiagge suggestive: Gaidouravlakos. Accesso da Spilia tramite sentiero non segnato di 20 minuti a piedi: quando arrivate a Spilia, attraversate la spiaggia e continuate dritto in salita fino al crinale, da dove vedrete la spiaggia in basso.
= Pasti
- Seagrill ad Agios Giorgios.
- George's ad Agios Giorgios, offre un eccellente stufato di polipo.
- Cafenion Agathonissi a Megalo Horio, molto economico, rustico e gestito dalla giovanissima e brava Dimitra.
- Minimarket nella piazzetta di Megalo Horio: gestito da un simpatico vecchietto, è il più economico.

FOURNI
Anno di visita: 2002
E’ un’isola medio piccola, montuosa e con molte insenature, 1300 abitanti; turismo limitato e soprattutto greco. Uno degli ultimi angoli di vera Grecia.
= Campeggio libero consigliato in una spiaggia senza nome, bella caletta di sabbia e ciottoli, acque molto pulite. Accesso dal porto, in direzione sud, strada asfaltata. Dopo il benzinaio a destra (asfalto) poi la prima a destra (sterrata). Al bivio si tiene la destra (a sinistra si andrebbe a Elidaki). Brevissimo sentierino a piedi. Ombra: non c'è ombra per la tenda; per un paio di amache, invece, qualche metro dietro alla spiaggia ci sono alcuni alberini. Acqua dolce: no. Servizi: nessuno.
= Altro campeggio consigliato alla spiaggia di Vatsilia, bella caletta di ciottoli chiari con pareti rocciose di dietro. Accesso dal porto, in direzione sud, strada asfaltata. Dopo il benzinaio a destra (asfalto) poi dritto fino all'indicazione della spiaggia: a sinistra su una sterrata. Ombra: no. Acqua dolce: no. Servizi: nessuno
= Spiagge suggestive: Elidaki, bellissima spiaggia di ciottoli candidi ed acque turchine. Resti archeologici. Accesso dal porto, in direzione sud dopo il benzinaio a destra, poi la prima a destra (sterrata). Al bivio tenere la sinistra. Ombra: no. Servizi: nessuno.
= Pasti
- taverna di cui non ricordiamo il nome, al porto, lungo il viale che collega il lungomare alla piazzetta: è quella sempre molto frequentata da greci e turisti.
- cafenion in piazzetta: ambiente tipico, ottimi mezedes.

LIPSI
Anno di visita: 2002 e 2003
Piccola isola del Dodecanneso di 606 abitanti, con spiagge splendide; molto frequentata dai turisti italiani ma ancora incontaminata.
= Campeggio libero consigliato alla spiaggia di Platys Gialos, una piscina naturale incantevole, con mare calmo dove nuotano le papere. Un vero paradiso che non ha nulla da invidiare alle acque trasparenti dei Caraibi: provare per credere!
Accesso su strada asfaltata. Ombra: le tende si possono montare sotto i magnifici ulivi dietro alla spiaggia. Acqua dolce: pozzo a fianco della chiesina fra gli ulivi. Servizi: taverna.
= Altro campeggio consigliato: Katsadia, spiaggia di sabbia con acqua trasparente. Accesso su strada asfaltata. Ombra: bel boschetto di sempreverdi dietro alla taverna. Servizi: taverna; musica alta fino a notte fonda, campeggio ideale per gli amanti della vita notturna!
= Spiagge suggestive: Kamaris, splendida baia di ciottoli chiari ed acque trasparentissime. Ci sono diverse calette più piccole seguendo un sentierino parallelo al mare. Accesso su strada asfaltata, strada sterrata e poi sentierino a piedi di 10 minuti. Ombra: bel boschetto di sempreverdi dietro la spiaggia principale. Servizi: nessuno.
= Monodendri, splendida baia di ciottoli chiari ed acque trasparentissime. Ci sono diverse calette più piccole seguendo un sentierino parallelo al mare. Accesso su strada asfaltata, strada sterrata e poi sentierino a piedi di 10 minuti. Ombra: un solo albero... da cui il nome della spiaggia! Servizi: nessuno.
= Kohlakoura, bella spiaggia di ciottoli chiari e piatti con una spettacolare caletta sulla destra. Acqua meravigliosa. Accesso su strada asfaltata poi breve strada sterrata, sconnessa nell'ultimo tratto. Ombra: solo nell'anfratto della caletta piccola. Servizi: nessuno.
= Pasti
- La nave: specialità greche ed italiane, nella piazzetta in alto del porto

PATMOS
Anno di visita: 2002
E’ un’isola medio piccola del Dodecanneso con 2663 abitanti; piuttosto turistica ma vivibile e meta di pellegrinaggio per molti greci.
= Campeggio libero consigliato alla spiaggia di Kakoskala, due belle calette di ciottoli dalle acque pulitissime. Accesso: 500 metri prima della spiaggia di Livadi (asfalto) all'altezza di una kantina, sentierino di 5 -10 minuti a piedi. Ombra: qualche albero su entrambe le calette. Acqua dolce: pozzo nel campo del contadino dietro la seconda caletta. Servizi: la kantina sull'asfalto.
= Campeggio consigliato alla spiaggia di Psili Amos, bellissima spiaggia di sabbia con dune e muretti paravento per le tende; spesso molto affollata da bagnanti e campeggiatori. Accesso a piedi da Diakofti (30 minuti circa) dove giunge la strada asfaltata e una breve sterrata, oppure in caicco (giornaliero) da Skala. Ombra: molti alberi vicino alla taverna e alcuni alberi lungo la spiaggia. Acqua dolce: taverna. Servizi: taverna
= Pasti
- non ricordiamo il nome, taverna sulla spiaggia di Livadi, panoramica e familiare; splendida vista sul bell'isolotto di Agios Georgios.
- Lucas: taverna molto frequentata dai locali, a Skala.
- Panagos: taverna nella piazzetta di Kampos.AGATHONISSI
La festa del 15 agosto nel cortile della scuola di Megalo Horio.
La vista sulla Turchia dal posto di guardia militare, sulla strada per Katholika, dopo il campo da calcio si svolta a sinistra e poi subito a destra.
FOURNI
La lunga e panoramica sterrata che conduce a Hrysomilia, verso nord.
LIPSI
Quando arrivate alle spiagge di Monodendri, Kohlakoura, Kamaris e Katsadia, non accontentatevi di stare sulla spiaggia principale, ma camminate lungo i sentierini paralleli alla costa: scoprirete piccoli gioielli incastonati nella roccia che vi emozioneranno!
PATMOS
La visita al bellissimo monastero di S. Giovanni Teologo.
La passeggiata alla spiaggia di Psili Amos.Noi scegliamo la moto perché costa molto meno di un'automobile sui traghetti e vi trova posto molto più facilmente; inoltre si riesce meglio a superare gli ingorghi sulle autostrade, ad Atene ed al Pireo. La moto ideale è quella da enduro, con la quale si raggiungono i posti più remoti sulle strade più sconnesse, ma vanno bene anche scooter e maxiscooter, dal momento che oramai le strade sono quasi tutte asfaltate o, se sterrate, tenute bene.
= Collegamenti interni: per informazioni sulle tratte interne, consultate il sito GTP, molto affidabile! Per prenotare i traghetti, vi consigliamo l'agenzia del Pireo "Giovanti travel" in via Akti Possidonos 24, con telefono 00302104111637 e fax 00302104110038. Sono molto cordiali ed affidabili; le prenotazioni si effettuano solo via fax e chiedono un acconto del 50% tramite accredito bancario. Attenzione! Nei giorni di alta stagione, senza prenotazione, si rischia di non trovare posto a bordo delle navi che dal Pireo vanno alle isole... anche se non avete un mezzo al seguito!
= Carburante: su tutte le isole troverete uno o più distributori, fatta eccezione per quelle molto piccole (40-200 abitanti) dove non esistono proprio oppure sono momentaneamente a secco ed in attesa della nave cisterna (che può arrivare anche dopo diversi giorni!). Quindi vi consigliamo di fare il pieno al Pireo prima di imbarcarvi per le isole. Se poi prolungate a lungo la visita su isole come queste, può essere utile portarsi appresso uno o due contenitori per la benzina.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook