In Normandia!

in viaggio con Sabrina Pifferi in Francia

torna alla mappa
In Normandia!

Siamo partiti io e il mio ragazzo alla conquista delle spiagge del D-day... lui felicissimo, io anche. La promessa prima della partenza è stata: tre giorni interamente dedicati alla storia della seconda guerra mondiale e il resto a zonzo per la Normandia.
Ci siamo documentati tantissimo su questo sito, e proprio per questo abbiamo deciso di raccontare il nostro itinerario.Otto giorni fra storia, centri storici e bellezze naturali26 Settembre - 4 ottobre 2006
Partenza Il 26 settembre da Roma Ciampino alla volta di Parigi Beauvais con volo Rynair prenotato con netto anticipo. due biglietti andata e ritorno: spesa 140 euro.
Arrivati all'aereoporto di Beauvais ci siamo diretti verso la Hertz per ritirare la macchina che avevamo prenotato anticipatamente su internet. E qui abbiamo avuto una sorpresina: su internet avevamo pagato 189 euro per 8 giorni... ma non era compresa l'assicurazione completa per cui alla fine abbiamo speso 366 euro!

26 settembre: ROMA CIAMPINO - BEAUVAIS - MARTAINVILLE EPREVILLERaggiungiamo subito il luogo dove abbiamo pernottato per tre notti: "Sweet Home" (http://jy.aucreterre.free.fr), un posto incantevole, accogliente, pulito. I proprietari sono simpaticissimi e molto molto gentili!
Le colazioni di Marie sono state la fine del mondo e la parola d'ordine dei proprietari era: "Relax: you are in holiday". Costo 48 euro per notte per camera.
Cena a Ry (paese che ha dato i natali a Emma Bovary)nell'unico ristorante del paesino: 18 euro a persona: menù turistico buonissimo e molto abbondante! (Nei ristoranti sotto consiglio della nostra guida abbiamo sempre scelto i menù turistici, con l'accortezza di bere acqua del rubinetto, è potabile, visto che nella bottiglia se la fanno pagare un bel pò).

27 Settembre: GIVERNY - CHATEAU GAILLARD - COTE DE LES DEUX AMANTES - ROUEN
Siamo partiti la mattina presto alla volta di Giverny.
Lì non si può assolutamente non visitare la casa e i Giardini di Monet(costo 5,50 euro a persona). Pieni di colori e di odori a Settembre non oso immaginare cosa siano in primavera!
Abbiamo costeggiato poi i paesini lungo la Senna fino ad arrivare allo Chateau Gaillard, castello fatto costruire da Riccardo Cuor di Leone. Il panorama che si vede dal castello è bellissimo! Vi è anche la possibilità di visitare l'interno dei resti del castello con una guida: costo 3 euro.
Abbiamo poi proseguito per la Cote de les deux amantes che ci ha un pò deluso: ci immaginavamo un panorama mozzafiato e invece era meno bello di quello che abbiamo visto dallo chateau.
La sera siamo arrivati a Rouen, giro classico per la città e poi ci siamo fermati a mangiare sulla piazza dove è stata arsa viva Giovanna D'Arco. Posto decisamente più turistico di Ry e cena meno entusiasmante: costo 34,00 in due! Abbiamo però provato la tarte normande che è buonissima!

28 Settembre: HONFLEUR - ETRETAT - FECAMP
Abbiamo preso l'autostrada da Rouen(costo 4,10) fino ad Honfleur.
E' una cittadina che ci ha incantato, sembrerà banale ma sembra di stare in uno dei quadri di Monet.
Ci siamo addentrati per le vie del paesino e poi ci siamo rilassati alla vista del vecchio porticciolo.
Cavalcando poi il ponte di Normandia (costo 5 euro.un po' caro) siamo arrivati fino a Fecamp, dove abbiamo visitato il Palazzo Benedettino. Interessante la parte che riguarda il processo di distillazione del liquore e la degustazione, un po' meno tutto il resto.
Da Fecamp ci siamo diretti ad Etretat dove siamo rimasti incantati dalla bellezza delle falesie.
Vale la pena di fare una passeggiata fino ad arrivare sulla collina sopra la falesia più grande e rimanere per un bel po' ad ammirare il panorama. Noi siamo capitati in un periodo in cui non è visibile l'effetto delle maree, ma immagino che con la marea sarebbe stato molto più affascinante.
La vicinanza del mare ha esaltato Andrea che ha iniziato ha pensare ai suoi tre giorni del D-day ed io mi stavo preparando psicologicamente a mantenere la promessa

29 Settembre: CAEN: MEMORIAL MUSEUM - JUNO BEACH
Giornatona. Abbiamo lasciato a malincuore la Sweet Home per dirigerci alla scoperta dei luoghi del D-day, e per calarci subito nell'atmosfera della seconda guerra mondiale siamo andati a visitare il Memorial Museum di Caen (13,80 euro a persona grazie ad uno sconto particolare che ci avevano fornito alla Sweet Home, abbiamo poi fatto una tessere per visitare gli altri musei dello sbarco).
Il museo è grandissimo con tanti supporti audio e video. Noi l'abbiamo visitato in 4 ore!Ma Andrea ama i particolari.io alla fine ciondolavo a destra e sinistra come i ragazzini quando si annoiano!
Appena siamo riusciti ad uscire dal museo ci siamo messi alla ricerca del secondo gite de France che avevamo prenotato da internet: Les 4 Saisons(www.4saisons.biz) a pochi metri da Juno Beach(Gray sur Mer), prezzo 48 euro a camera per notte.
Il B&B non è accogliente al livello della Sweet Home ma decisamente familiare e la colazione buonissima anche qui!
Ci siamo fatti una passeggiata per Juno Beach e per quanto io sia stata poco compenetrata nell'atmosfera, il ricordo dei giorni del D-day è ancora tanto vivo.

30 Settembre: JUNO BEACH - GOLD BEACH (Ver sur Mer) - ARROMANCHES - OMAHA BEACH
È stata la giornata dei musei di Guerra:
Juno Center: è praticamente il memorial di Caen in piccolo, si vede la guerra dal punto di vista dei Canadesi. Costo 6,50 a persona.
Museo America a Ver sur Mer, io non sono entrata, ma Andrea dice che non è stato bello, costo 3 euro a persona.
Arromanches: museo dello sbarco, da vedere, soprattutto perché spiega come fu costruito il porto artificiale. Costo 5 euro a persona.
Siamo poi andati a Long sur Mer a vedere i resti di una batteria tedesca, impressionante!
Da lì ci siamo diretti al più grande cimitero americano della Normandia, nei pressi di Omaha beach. Più di 9800 croci bianche... agghiacciante.
Siamo arrivati al momento dell'ammaina bandiera (il cimitero chiude tassativamente alle 17:00) è stato un momento molto suggestivo e patriottico.almeno per gli americani.

1 Ottobre: PONT DU HOC, ST. MERE EGLISE
Ultimo dei tre giorni dedicato al D-day.
La mattina ci siamo spostati verso nord a Pont du Hoc, luogo dell'assalto dei Rangers. Tutto è rimasto come allora.compresi i solchi delle granate.
La tappa successiva è stata St. Mere Elise, famosa per il fantoccio "paracadutista" appeso al campanile della chiesa, a memoria di un soldato americano che vi rimase appeso.
Abbiamo fatto un giro per la cittadina poiché il museo Airborne era ancora chiuso, cittadina piccola in cui si respira l'influenza americana.
Abbiamo poi visitato il museo Airbone (costo 5 euro a persona), dove abbiamo visto l'ennesimo filmato sullo sbarco.alla fine questi musei sono tutti uguali, ma la mia testimonianza è quella di una poco appassionata di guerra.
Nel pomeriggio ci siamo diretti verso la Bretagna.
Dopo una bella traversata ci siamo messi alla ricerca del Gite de France (http://membres.lycos.fr/simonemousson/), ed è stata una vera e propria impresa. Era vicino a Dol de la Bretagne in un paesino piccolissimo, ma per niente segnalato! Chiedendo a destra e sinistra abbiamo trovato il proprietario nello spogliatoio di un campo di calcio (giuro che è vero) comunque tutta sta fatica e poi il posto non era meraviglioso. Sembrava carino, ma poi abbiamo scoperto che pulizia e servizio lasciavano un po' a desiderare.
La sera ci siamo rifocillati in una creperie deliziosa nella piazza principale del paese e poi a nanna!

2 Ottobre: MONT ST MICHEL - CANCALE - ST MALO - DINAN
Siamo partiti la mattina presto per evitare la calca a Mont st Michel .e abbiamo fatto bene!
Abbiamo visitato in lungo e in largo il monte, è sicuramente il luogo più turistico che abbiamo visto .ma ne vale veramente la pena!
A pranzo ci siamo diretti a Cancale affascinati dal fatto che abbiamo letto si mangiano delle buone ostriche. E così è stato: al ristorante "La Mère Champlain" abbiamo mangiato molto bene ad un prezzo modico (45 euro in due). E' possibile mangiare le ostriche anche lungo le bancarelle che si trovano sul lungomare a prezzi stracciati.
Facendo la litoranea da Cancale ci siamo spostati verso St. Malo, abbiamo percorso tutte le mura e ci siamo fatti una bella passeggiata sulla spiaggia.
La sera abbiamo visitato Dinan, ma abbiamo fatto tutto un po' di corsa, sicuramente sarebbe stato meglio fermarci un po' di più, la cittadina merita!

3 ottobre: QUISTREAM - FORGES LES EAUX
Abbiamo lasciato la Bretagna per riavvicinarci all'aeroporto per la partenza.
Prima di partire però ci siamo fatti l'ultimo museo di guerra.a Quistream. Andrea ha visitato le Grand Bunker, io mi sono fatta una bella passeggiata sulla spiaggia, di lì ci siamo diretti vicino Caen al Pegasus Bridge, un po' di spese al supermercato per portarci a casa dei prodotti tipici e la sera abbiamo raggiunto Forges les Eaux.
Lì abbiamo dormito alla Ferme de Bray (http://ferme.de.bray.free.fr/) una camera per due 44 euro. Il postoè molto bello e merita una visita, si tratta di una vecchia fabbrica di formaggio, c'è un vecchio mulino, un laghetto per la pesca e tante tante tante tante mosche!
La sera abbiamo mangiato molto molto bene al Relais du Bec fin, lungo la strada per Forges les eaux, 41 euro in due.

3 ottobre: rientro a casa
La mattina ci siamo fatti una passeggiata per Forges les eaux, e con una bella scorta di formaggi siamo ritornati a roma!

Abbiamo percorso 1738 km, ci siamo stancati ma ne è valsa veramente la pena: tutto magico e meraviglioso, anche i musei di guerra eh eh eh.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook