Tour estivo in Finlandia

in viaggio con danimax in Finlandia

torna alla mappa
Tour estivo in Finlandia

Concordiamo con voi che la Finlandia sia una meta insolita per una vacanza estiva. Non è certo una destinazione presa di mira dal turismo di massa. Ma noi non rappresentiamo "la massa" e poi, abbiamo viaggiato tanto in Europa e desideriamo visitare quelle località che non abbiamo ancora toccato nei nostri precedenti viaggi.
Inoltre la Finlandia ci affascinava per il suo ambiente naturale ed in particolare la regione dei laghi. Amiamo i laghi e volevamo trovarci in un ambiente completamente circondato dalla acque. E così è stato.
Ovviamente lo studio dell'itinerario comincia quasi un anno prima della partenza. Subito dopo le precedenti vacanze estive. Studiamo la guida verde Touring (perchè non esistono molte guide turistiche per la Finlandia) e leggiamo qualche itinerario di viaggio on line, proprio come questo.
Ecco, siamo quasi pronti e partiamo con le prenotazioni.
- prenotazione aereo con Ryan Air, con partenza da Bergamo (Circa 530,00 euro per 3 biglietti, con tutti gli assurdi costi aggiuntivi Ryan Air inclusi);
- prenotazione auto con Scandia Rent (circa € 580,00, pagamento alla consegna auto);
- prenotazione hotel appoggiandoci al sito www.lodging-world.com
- prenotazione Parkingo Orio al Serio (€ 48,00 complessivi - parcheggio scoperto).

Itinerario

10.8.2012 TAMPERE
Ci rechiamo di buon mattino all'aeroporto di Bergamo/Orio al Serio per il nostro volo Ryan Air. Prima, lasciamo l'auto al Parkingo di Orio al Serio. Il servizio è molto efficiente e nel giro di pochi minuti ci portano con la navetta in aeroporto. Abbiamo già effettuato il check-in online obbligatorio di Ryan Air, se pur con qualche difficoltà, così le formalità per l'imbarco sono velocissime e senza complicazioni. Abbiamo anche rispettato il peso di 20 Kg. per le nostre valigie spedite a peso d'oro (Euro 60,00 per ogni valigia da 20 Kg. imbarcata) Consegniamo le nostre belle carte d'imbarco stampate a casa ed il volo è puntualissimo e precisissimo.
L'aeroporto di Tampere è una delusione: è piccolissimo, sembra un aeroporto da terzo Mondo mentre invece siamo atterrati in uno dei paesi più ricchi ed avanzati d'Europa. Almeno così non perdiamo tempo in lunghe ricerche e velocemente troviamo il banco Scandia Rent dove abbiamo affittato la nostra auto. Abbiamo confrontato le tariffe delle maggiori società di Noleggio. Poi, seguendo anche i consigli di un itinerario di viaggio trovato on line, ci siamo resi conto che effettivamente Scandia Rent aveva le tariffe più basse in assoluto, senza nemmeno richiedere pagamenti anticipati o acconti.
Ci consegnano velocemente una Renault Modus. Forse ci aspettavamo una macchina un po' più grossa avendo riservato un'auto dalla categoria "familiare", tuttavia per noi 3 basta. Inoltre l'auto non ha dato il minimo problema e si è comportata benissimo per tutto il viaggio. Le modalità di consegna e riconsegna sono state molto "easy" senza inutili perdite di tempo e senza costi aggiuntivi inventati al momento come avvenuto in passato con molte e rinomate società di noleggio auto.
Con il nostro navigatore, portato da casa, raggiungiamo velocemente il nostro Hotel a Tampere: Sokos Hotel Ilves.
Nel corso del nostro viaggio soggiorneremo in ben 3 hotel Sokos. Si tratta di una catena molto famosa in Finlandia. Sono hotel moderni a 4 stelle dove non manca assolutamente niente. Sono tutti caratterizzati dall'avere camere con ampie vetrate in cui la vista dalla camera ha un ruolo importante.
Il Sokos Hotel Ilves di Tampere (come del resto tutti gli hotel Sokos da noi visitati) ha anche un comodo parcheggio pubblico, a prezzo convenzionato, proprio davanti all'ingresso dell'hotel,veloci ascensori, piscine e saune, postazioni internet gratuite (e senza registrazione) nella hall ed abbondanti colazioni a buffet.
Tampere non è una città bellissima. Tuttavia l'hotel si trova, forse, nella zona migliore, in quanto affacciato sul fiume. Ovviamente la nostra camera, con le sue ampie vetrate, offre una splendida vista sul fiume e sul bacino d'acqua da esso creato.
Usciamo subito a fare una visita del vicino centro cittadino. Visitiamo la piazza principale, il Keskustori, dove si affacciano gli edifici più importanti. Tuttavia la cosa non ci colpisce particolarmente. Decidiamo invece di recarci, anche per interessi personali legati alla mia professione, alla famosa Biblioteca di rame alla quale la nostra Guida Verde Touring dedica ampio spazio. Si tratta di una modernissima biblioteca con coperture in rame, progettata dai famosi Architetti R. e R. Pietilà nel 1986. Visto che, in quel momento è aperta, decidiamo di entrare per visionarne il funzionamento. Diciamo che la loro concezione di Biblioteche è molto diversa, ahimè, dalla nostra; dove, ovviamente, noi poveri italiani ne usciamo perdenti. Bisognerebbe venire qui (e mandarci i miei vari Assessori/Sindaci e vari) per capire come deve essere una vera biblioteca e come devono essere forniti i servizi base. Più che una biblioteca sembra un supermercato con le moderne casse automatiche (tipo quelle presenti ad Auchan). Qui, ognuno, sceglie il proprio materiale autonomamente tra i numerosissimi scaffali e poi se li registra da solo nelle varie postazioni automatiche, poste vicino all'uscita della biblioteca. Da noi non potrà mai funzionare così!
Alle 16 apre la piscina e le saune dell'hotel (separate per uomini e donne). Ovviamente approfittiamo, soprattutto della bella e calda vasca idromassaggio posta accanto alle piscine. Nella sauna rimaniamo pochi minuti in quanto qui è obbligatorio farsi la sauna completamente nudi e la cosa mi mette a disagio (anche se noi teniamo ostinatamente il nostro costume addosso).
Ceniamo da Mc Donald, vicino alle Keskustori. Passeggiata romantica sul lungofiume per tornare in hotel e poi nanna.

11.8.2012 LAHTI
Colazione eccezionale al nostro hotel Sokos. C'erano persino dei mini pancakes che abbiamo apprezzato molto. La colazione in Finlandia, però, è quasi esclusivamente salata. A questo dovremmo farci l'abitudine ma giungiamo preparati in quanto ciò accade in quasi tutti i paesi del nord Europa.
Lasciamo Tampere e ci dirigiamo ad Hattula. Facciamo una breve sosta al piccolo porto turistico e poi cerchiamo la chiesa segnalata dalla nostra guida: chiesa di S. Croce (Vanhakirkko). Si tratta di una chiesa veramente antica: una vera rarità in Finlandia.
Proseguiamo poi per Hameenlinna. Da quel poco di Finlandese che riusciamo ad apprendere, impariamo che "linna" significa castello o fortezza. Pertanto, tutte le città che terminano in "linna" hanno un castello o meglio una fortezza.
Ad Hameenlinna visitiamo prima la piazza principale (Kauppatori) ma non ci piace. Ci spostiamo quindi verso il lago dove troviamo un ambiente decisamente più piacevole. Infine raggiungiamo la fortezza affacciata sul lago che, però, non visitiamo all'interno (non c'è niente d'interessante dentro), limitandoci a passeggiare all'esterno.
Andiamo infine a Lahti dover pernotteremo. Il nostro hotel, Kauppahotelli Grand, Lahti, non è proprio bello. Decisamente un po' triste. Tuttavia si trova in posizione centrale, vicino alla piazza principale e dispone di parcheggio privato compreso nel prezzo. La parte bella di Lahti è la zona vicino al porto. Rimaniamo colpiti dal bellissimo parco con laghetto, vicino al porto. Ci sono persino delle belle fontane e, in certi orari, si può assistere agli spettacoli di fontane musicali. Passeggiando per il bel parco si raggiunge a piedi il porto turistico.
Per cena decidiamo di mangiare una pizza al ristorante Italiano "Mamma Maria" situato nel Kauppatori (ristorante è "ravintola" in Finlandese". Qui la pizza non è per niente male anche se il servizio è un po' lento.

12.8.2012 SAVONLINNA
Prima tappa della giornata è Mikkeli. Qui visitiamo il porto turistico sul lago Saimaa (il più grande lago d'Europa) e poi visitiamo una bella chiesa in legno, Maaseurakunnan Kirkoo, una delle più grandi chiese in legno della Finlandia. L'esterno non ci colpisce perchè tutto impalcato per ristrutturazione ma, l'interno, ci lascia senza fiato. Non è certo una chiesa tradizionale. E' tutta di legno bianco con piacevoli balconcini dove si può tranquillamente salire per ammirare la chiesa dall'alto.
Sempre a Mikkeli, poi, decidiamo di visitare Kenkavero. Si tratta del vecchio Vicariato: un complesso del 19^ secolo con costruzioni tipiche di legno che ospitano botteghe di artigiano e con giardini fioriti digradanti verso il lago Saimaa. Qui facciamo qualche acquisto nel bel negozio di souvenir e acquistiamo dei dolci nella tipica pasticceria che gustiamo in un tavolino affacciato sul lago Saimaa.
Tappa successiva è Savonlinna dove ci attende la scenografica fortezza medievale. Max visita la fortezza all'interno mentre noi attendiamo all'esterno assistendo all'apertura del ponte rotante per il passaggio di una nave.
Ma la sorpresa della giornata è il nostro alloggio: Guest House LOMAMOKKILA una bella fattoria nel verde, a pochi km. da Savonlinna.
Scopriamo l'esistenza di questa bella Guest House, leggendo un itinerario di viaggio, proprio come questo, che ne decantava i pregi.
Infatti non rimaniamo affatto delusi. La nostra sistemazione è un bungalow giallo in mezzo al verde, piacevolmente arredato con mobili Ikea. Percorrendo una stradina della lunghezza di 1 Km (in macchina) si raggiunge il vicino lago. Qui, l'hotel, dispone di private spiaggette, con barbecue e barchette a remi a disposizione degli ospiti. Non ce lo facciamo dire 2 volte e ci dirigiamo verso il lago, cercando la nostra barchetta. La troviamo e dopo molto peripezie per riuscire a salire a bordo senza ribaltarci, navighiamo bucolicamente nel laghetto. Questa sarò un'immagine che rimarrà impressa nei nostri ricordi per lungo tempo. Ricorderemo la nostra Finlandia così. Riusciamo a raggiungere terra senza bagnarci più di tanto (il lago è balneabile ma un po' freddo, anche se fa' piuttosto caldo).
Una parentesi è doverosa per parlarvi del tempo in Finlandia. Probabilmente siamo stati particolarmente fortunata oppure, questa del 2012, è la più calda estate di tutti i tempi anche in Finlandia. In ogni modo, di giorno, la temperatura in quei giorni di agosto, può raggiungere anche la temperatura di 30^. Tuttavia, dopo le 16, la temperatura cala, fino a raggiungere una temperatura serale di circa 20^. Non ha mai piovuto, tranne l'ultimo giorno, mentre ci recavamo in aeroporto.

13.8.2012 LAPPEERANTA
La colazione è servita nelle bellissime sale del corpo centrale della Guest House. Noi, particolarmente fortunati, ci accomodiamo in una bella veranda. La colazione però è un po' deludente; del tipo biologico con cose strane. Insomma: non mangiamo gran che ma apprezziamo la location. Qui, incontriamo anche un simpatico ragazzo di Ancona che viaggia da solo per la Finlandia, in completa solitudine e senz'auto. Mah... forse lui ha capito tutto di come si viaggia veramente. Comunque lo salutiamo e partiamo per la nostra tabella di marcia della giornata.
La prima tappa è Imatra, cittadina a soli 17 Km. dalla frontiera russa.
Purtroppo, poco prima di raggiungere Imatra, ci ferma la polizia contestandoci un eccesso di velocità. Dovete sapere che in Finlandia ci sono limiti di velocità molto restrittivi, anche se le strade sono molto ampie e praticamente deserte. Comunque i limiti di velocità cambiano in continuazione e bisogna sempre prestare attenzione alle variazioni. Tra l'altro le strade sono disseminate di apparecchi fotografici per rilevare la velocita; quindi non si scherza.
Insomma: i 2 poliziotti caricano Max sul loro furgone per trascrivere i dati. La poliziotta lo interroga mentre io cerco di distrarre il poliziotto con inutili chiacchiere sull'Italia e sui luoghi da visitare in Finlandia. Insomma: ce la facciamo e rimediamo solo una "Notice", vale a dire una specie di ammonizione senza dover pagare niente. Da quel momento però dobbiamo stare attenti ai limiti in quanto siamo già stati ammoniti (andavamo a 75 mentre il limite era 60 km/h anche se ci trovavamo in uno stradone in aperta campagna).
Raggiungiamo Imatra dove la particolarità è costituita dalle chiuse che, alle ore 18 come ha detto il poliziotto, aprono e creano delle scenografiche cascate.
Purtroppo le ore 18 sono molto lontane e non possiamo aspettare così ci accontentiamo di vedere le chiuse, completamente chiuse e di fare una passeggiata nel centro pedonale dove approfittiamo per pranzare.
Raggiungiamo poi la città di Lappeeranta dove pernotteremo.
L'hotel di Lappeerante è forse il peggiore del nostro viaggio: Summer hotel karelia-park. E' praticamente un grande residence che assomiglia ad un ospedale. E' anche quasi completamente vuoto trattandosi di bassa stagione. Inoltre è posizionato fuori dal centro e così dobbiamo recarci ogni volta in auto.
Visitiamo dapprima la Linnoitus: la collina con la fortezza. Qui visitiamo il famoso Caffè Majurska segnalato dalla guida come luogo tipico. Era anticamente la sede del circolo ufficiali: ora è elegantemente arredato con tante belle salette e vasta scelta di torte. Ovviamente facciamo merenda.
Scesi dalla collina, passeggiamo piacevolmente al porto.
Avremmo anche voluto visitare la grande Chiesa in legno, ma, era inspiegabilmente chiusa.
Cena da Subway, dove si sceglie autonomamente come imbottire i nostri mega panini.

14.8.2012 PORVOO
Oggi andiamo a Porvoo, una delle cittadine più antiche della Finlandia.
Qui visitiamo la città vecchia (Vahna Porvoo), con piacevoli stradine con colorate casette in legno, ora tutte adibite a negozi tipici, ristoranti e bar.
L'attrattiva principale di Porvoo sono però le caratteristiche casette rosse lungo il fiume. Originariamente erano gli antichi magazzini. Qui le foto si sprecano e pranziamo in un particolare Pub con tavolini sopra un'imbarcazione, collocata proprio davanti alle belle casette rosse.
In un negozio compro anche una miniatura delle casette rosse, per la mia collezione di casette in miniatura.
Visitiamo anche un'antica casa di un mercante, con arredi tipici, collocata proprio accanto al vecchio municipio, nonchè il municipio stesso.
Il nostro hotel a Porvoo, hotel sparre porvoo è collocato in posizione abbastanza comoda e centrale. Ovviamente ha anche il proprio parcheggio privato a pagamento (altrimenti non l'avremmo scelto). L'hotel è di qualità media. La sorpresa è dovuta dal fatto che ci danno 2 camere doppie comunicanti, anzichè la solita camera tripla. Tuttavia dobbiamo richiedere per ben 3 volte, aiuto alla reception perchè nelle camere sembra non funzionare niente: la luce nei bagni non funziona, la porta comunicante non si apre, la serratura di una delle porte d'ingresso è difettosa.
Insomma: è un po' troppo. Ne avremmo fatto anche a meno. L'hotel, tra l'altro, non costa nemmeno poco!

15.8.2012 HELSINKY
Oggi si va nella capitale. Prima però una piacevole tradizione: una sosta alle concessionaria Harley collocata alla periferia di Helsinky.
Qui, facciamo diversi acquisti (alcuni per noi, altri su commissione) e facciamo la conoscenza di una simpatica commessa che parla benissimo l'italiana in quanto fidanzata con un italiano. Qui i prezzi degli articoli Harley sono molto più alti rispetto all'Italia o ad altri paesi visitati. La commessa ci spiega che in Finlandia, su determinati articoli come le moto e le auto, grava la tassa sul lusso. Questo fa lievitare i prezzi di un buon 25% o forse più.
Compriamo comunque diverse magliette e la commessa ci farà anche un po' di sconto.
Ad Helsinky, tutto ciò che vale la pena visitare, si trova nella zona Kauppatori affacciata sul porto. Parcheggiamo al porto (euro 4,00 all'ora) e visitiamo il famoso mercato. Qui troviamo alimentari e non e vi consigliamo di pranzare ai tavolini del mercato con pesce, carne o quello che vi va.
Visitiamo anche la monumentale Senaatintori (piazza del Senato); la cattedrale ortodossa e la cattedrale luterana (costruzione bianca ed azzurra con grande scalinata).
Nel pomeriggio, andiamo verso il nostro hotel in Helsinky: Sokos Hotel Presidentti. Il nome Sokos è una garanzia quindi qui troviamo tutto quello che ci serve. L'hotel è veramente enorme: circa 500 stanze. Mi ricordava gli hotel di Las Vegas per la sua grandezza.
La piscina coperta apre solo alle 18 di pomeriggio. Ma l'acqua è troppo fredda, come in tutte le piscine coperte della Finlandia. Non siamo abituati a queste temperature! Così facciamo un passaggio veloce in sauna e poi torniamo in camera.
Proprio nella piazza dell'hotel c'è un mastodontico centro commerciale. Decidiamo di cenare qui scegliendo uno dei tanti ristoranti fast food presenti. Mangiamo una pizza margherita per niente male. Max invece sceglie la pizza Berlusconi e, come dice il nome stesso, vi lascio immaginare le porcate che vi sono sopra. Ma a lui piace (la pizza, intendo).
La nostra camera ha bellissime ed ampie finestre affacciate sull'animata piazza sottostante. Ci divertiamo ad ammirare le luci notturne e l'animazione della piazza, prima di coricarci.

16.8.2012 HELSINKY
Colazione pantagruelica all'hotel. Qui c'è veramente di tutto e Max e Clarissa, che amano la colazione salata, ne approfittano di brutto. Io mi accontento dei pochi dolci presenti in quanto non ce la faccio proprio a mangiare i wurstel a colazione.
Prendiamo poi un taxi per raggiungere il porto (circa 10 euro anche se il tragitto è piuttosto breve ma non abbiamo voglia di capire la logistica dei tram).
Oggi prenderemo il battello per Suomenlinna. Dal Kauppatori partono i traghetti per le isolette di Suomenlinna. Il tragitto dura circa 20 minuti. Si tratta di un gruppo d'isolette collegate tra loro da ponti dove si trova una fortezza militare. Qui troviamo un insieme di edifici militari che ospitano vari musei. Decidiamo di visitare l'antica abitazione del 1^ capitano dell'isola. Max si spinge fino all'estremità opposta dell'isola per scattare delle foto.
Tappa al caratteristico Cafè Vanille ospitato in una graziosa casetta di legno.
Al ritorno ad Helsinky, passeggiamo per l'Esplanadi, cioè due grandi viali paralleli con i negozio dei marchi più importanti, separati da aree verdi.
E' una zona senz'altro molto animata e molto allegra. Riprendiamo poi il taxi per rientrare in hotel. Questa volta il tassista ci frega e fa un giro un po' più lungo (12 euro). Pazienza.

17.8.2012 TURKU ARCIPELAGO
Oggi abbiamo programmato di visitare le isolette dell'arcipelago di Turku. Alcune sono raggiungibili in auto attraverso ponti; altre prevedono il traghettamento dell'auto su grosse imbarcazioni apposite.
Prima sosta al porto turistico di Pargas (o Parainen). Qui visitiamo anche la bella chiesa gotica.
Dopo Parainen ci rechiamo col traghetto per l'isola di Nagu.
I traghetti per le auto sono completamente gratuiti in quanto sostituiscono i ponti, là dove non esiste. Le corse dei traghetti sono piuttosto frequenti in quanto il tratto da attraversare è sempre molto breve. Abbiamo notato però che le corse sono più diradate nei week end. Tuttavia le attese non sono mai troppo lunghe
Nagu ha un paesaggio bucolico con foreste, ponti e laghetti. Sostiamo per pranzo nel porticciolo turistico di Nagu e poi ci dirigiamo al punto d'imbarco per l'isola di Korpo dove pernotteremo.
Facciamo quindi la nostra seconda traversata in traghetto (è possibile anche scendere dall'auto per ammirare il paesaggio anche se la traversata dura pochi minuti) ed arriviamo a Korpo.
A Korpo passeggiamo sui pontili di un piccolo porticciolo turistico e poi, il nostro navigatore, ci condurrà al nostro Hotel/Bed & breakfast dove abbiamo prenotato: Hotel Nestor.
A mio parere questo è il miglior hotel del nostro viaggio. L'hotel è ospitato in una tipica casetta rossa finlandese. Ci assegnano per errore, una camera più grande di quella prenotata. Ma quando arrivano i legittimi destinatari è troppo tardi per attuare il trasferimento e così noi rimaniamo nella camera grande al prezzo della piccola, grazie alla confusione dei proprietari (è proprio vero: chi tardi arriva male alloggia). Con una passeggiata di 500 mt, attraverso i campi si raggiunge il pontile dell'hotel. Qui ci aspetta la nostra barchetta a remi e, ancora una volta, facciamo una piacevole gita in barca, questa volta nel mare.
Anche gli esterni dell'hotel sono fantastici: girasoli, pecore, casette rosse, bei mobili da giardino. Insomma: tutto invita alla calma ed alla tranquillità.
Consultando la documentazione presente in hotel, decidiamo di recarci per cena la porticciolo davanti al ristorante Buffalo. Ceniamo sulle panchine del porto turistico e passeggiamo al tramonto sui bei pontili: che bello!

18.8.2012 TURKU
Facciamo una piacevole colazione all'hotel Nestor e poi torniamo a traghettare l'auto per recarci a Turku.
Turku è la seconda città della Finlandia; era la vecchia capitale della Finlandia.
La troviamo addirittura più carina e molto più interessante di Helsinky. Senz'altro ci sono più luoghi da visitare. E poi la zona del canale è molto allegra, animata e vivace.
Visitiamo inizialmente il castello di Turku, collocato all'estremità della città. Consigliamo una visita solo esterna del castello perchè la parte interessante è costituita dal cortile interno che è visitabile gratuitamente. Il resto è poco interessante ed il prezzo del biglietto piuttosto altro.
Molto più interessante e piacevole è la visita dell'antica farmacia (Apotekmuseet) collegata alla casa Qwensel con tipici arredi di un'antica famiglia borghese.
Visitiamo anche il piacevole museo di civiltà contadina. Si tratta di un intero quartiere con case in legno tutte visitabili internamente, che ospitano laboratori di antichi mestieri. Non si tratta di volgari ricostruzioni ma di villaggio originale dell'epoca, proprio nel centro di Turku.
Avendo tempo a disposizione, Turku ha molti altri musei ed edifici da visitare. Ma il nostro tempo è limitato e poi siamo piuttosto stanchi.
Passeggiamo sul canale di Turku dove sono presenti tantissimi battelli adibiti a ristoranti. I prezzi però sono piuttosto alti, così decidiamo di cenare in un Heisburger, nel kauppatori, vicino al nostro hotel.
Il nostro hotel è il Sokos Hotel Hamburger Börs & City Börs.
Abbiamo scelto questo hotel perchè è costituito da una parte moderna affiancata ad una parte più antica. Nella parte più antica è ospitato il ristorante per la colazione in stile.

19.8.2012 RITORNO
Buona ed abbondante colazione, tipica degli hotel Sokos, nella bella sala colazioni del nostro hotel.
E' l'ultimo giorno; ci aspetta il rientro a casa in serata.
Prima però abbiamo ancora alcune importanti tappe. Purtroppo però, il tempo, che ci è stato favorevole per tutto il nostro viaggio (a volte persino troppo caldo) oggi non è più così buono. Oggi piove e quindi dobbiamo rivedere un po' il nostro itinerario.
La prima tappa è la cittadina di Nanntali, bella località termale e balneare. E' domenica mattina presto, piove e la cittadina di Naantali, che dovrebbe essere molto frequentata, è praticamente deserta.
Questo però non diminuisce il suo fascino. Vista con un'altra luce sarebbe stupenda: belle case colorate in legno; piacevole la zona del porto con moli e passerelle verniciate di bianco; bei locali, hotel e ristoranti (tutti chiusi però).
Considerata la pioggia decidiamo di visitare un castello, così rimaniamo al coperto. Visitiamo così il maniero di Askaine, Louhisaari Manor. Il maniero è bello; tante sono le stanze arredate visitabili. Peccato però che le visite siano solo guidate e noi ci aggreghiamo ad una guida Finlandese, in quanto non vi era coincidenza con la visita guidata in inglese. Non capiamo niente ma non importa; ci accontentiamo di ciò che vediamo. Al termine della visita ci accorgiamo che è giunta l'ora di avviarci verso l'aeroporto di Tampere.
Arriviamo a destinazione con ampio anticipo. Restituiamo facilmente l'auto a Scandia Rent ed abbiamo persino il tempo di fare acquisti nell'unico negozio del minuscolo e spartano aeroporto.
Rientro in Italia in preciso orario: Ryan Air è stata molto precisa.
A conclusione di questo viaggio, possiamo dire che abbiamo visto paesaggi lacustri che difficilmente dimenticheremo. Il contatto con la natura qui è molto forte.
Le città Finlandesi invece, a parte Turku, ci hanno deluso un po' ma, dopotutto, lo scopo del nostro viaggio non erano queste bensì gli splendidi laghi di cui la Finlandia ha il primato assoluto.
Tutte le foto del viaggio qui: http://digilander.libero.it/danidisa2/finlandia.htm

Dieci giorni in giro per la terra dei laghi, delle foreste, delle isole e delle saune

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook