Esplorare la Lombardia in estate: le mete più affascinanti

La Lombardia, regione dalle mille sfaccettature, capace di incantare e offrire storia, cultura e paesaggi naturali mozzafiato in un unico contesto. Soprattutto durante l’estate è un territorio capace di offrire una vasta gamma di destinazioni, tutte estremamente appetibili: dalle città storiche ai laghi cristallini, dalle montagne imponenti ai pittoreschi borghi medievali. Con così tante possibilità è difficile sentire l’assenza del mare, anche perché gli specchi d’acqua (seppur dolce) non mancano, nel caso venisse voglia di fare un tuffo per ristorarsi. D’altro canto la natura predomina nel paesaggio lombardo: quanti sentieri, cime e rifugi da esplorare sulle catene montuose che attraversano la regione. La Lombardia è generosa anche nei confronti di chi non ha interesse verso il suo lato outdoor, proponendo una lista di capoluoghi e piccoli borghi pieni di tesori e angoli da scoprire. Un’offerta turistica davvero sorprendente, quella lombarda. 

A filo d’acqua

Punto forte della Lombardia in estate sono senza dubbio i laghi, presi d’assalto per cercare refrigerio dall’eccessiva calura. Inevitabile pensare al Lago di Como, romantico ed elegante, i cui baluardi sono soprattutto Bellagio e Varenna: la prima è famosa per le sue stradine acciottolate, le dimore storiche (Villa Melzi e Villa Serbelloni) con splendidi giardini e viste panoramiche sul lago che valgono il biglietto e le hanno consentito di ricevere l’appellativo di “Perla del Lago di Como”. Varenna invece è un pittoresco borgo che da un lato vede affacciarsi sul lago Villa Monastero e il suo ricco giardino botanico, e dall’altro, sul promontorio che la sovrasta, il Castello di Vezio. Altrettanto conosciuto è il Lago di Garda, il più grande d’Italia, noto per Sirmione che con le sue terme, le Grotte di Catullo e il Castello Scaligero lasciano impressi un’immagine da cartolina impossibile da dimenticare; e per Riva del Garda, vero e proprio paradiso per gli amanti degli sport acquatici come windsurf e kitesurf. Lago di confine, il Lago Maggiore attira per le Isole Borromeo e l’elegante Stresa, città famosa per i suoi hotel di lusso e la funivia che porta fino al Mottarone. E poi il Lago d’Iseo, meno conosciuto ma con un gioiello di tutto rispetto: Monte Isola. È possibile esplorarla a piedi o in bicicletta, godendosi gli scorci che regala in tutta tranquillità. 

Dal lago in quota verso le montagne 

Chi sceglie la Lombardia come meta estiva può “prendere due piccioni con una fava” e combinare facilmente qualche giorno al lago e in montagna, vista la prossimità che c’è tra le due bellezze naturalistiche, qualunque parte della regione si prenda in considerazione. Per esempio, soggiornando sul Lago di Como, può facilmente scapparci una gita al Monte Resegone, sopra la città di Lecco, descritto anche nei Promessi Sposi con la sua iconica silhouette a forma di sega. Un’escursione al cospetto della natura e della letteratura che culminerà con un assaggio di cucina tipica al Rifugio Azzoni, tra i “denti” del Resegone, con piatti a base di polenta, formaggi locali e salumi. Dal Lago d’Iseo si possono raggiungere altre destinazioni alpine altrettanto conosciute: le Alpi Orobie, situate nella parte nord-orientale della Lombardia, permettono di ritrovare la tranquillità in mezzo alla natura selvaggia, facendo entrare gli escursionisti in connessione con un luogo più autentico e meno affollato. Il Rifugio Coca, situato a 1.892 metri, è un punto di partenza ideale per esplorare la zona, ricca di itinerari adatti sia agli escursionisti principianti che a quelli esperti, in mezzo a prati alpini pieni di fiori selvatici che nella stagione estiva sbocciano in tutto il loro splendore. Per chi ama la fauna selvatica, le Orobie sono un habitat importante per specie come il camoscio, l'aquila reale e la marmotta. Il Parco delle Orobie Bergamasche offre percorsi naturalistici e aree di sosta, rendendo la visita piacevole e educativa.

Gli amanti del ciclismo non potranno perdersi il brivido di salire i leggendari tornanti del Passo dello Stelvio: ogni estate ciclisti da tutto il mondo affrontano le salite ripide e le discese mozzafiato di questo passo alpino.

Borghi tra paradisi naturali

Affacciati sul lago o in mezzo alle montagne, la Lombardia ha in serbo un ricco patrimonio di piccoli borghi affascinanti e talvolta poco conosciuti, dove respirare l’essenza della cultura locale.

Tra questi Biennio, nella pittoresca Valle Camonica, borgo medievale noto per la sua tradizione nella lavorazione del ferro. Questo antico mestiere è ancora vivo oggi, con numerose botteghe e laboratori che mostrano l'arte della forgeria. Durante l'estate, Bienno si anima con il Mercato Internazionale dell'Artigianato, un evento che attira artisti e artigiani da tutto il mondo. Il borgo offre un'atmosfera autentica, con stradine acciottolate, edifici storici e chiese affrescate. Per gli amanti della natura, i dintorni di Bienno offrono numerosi sentieri escursionistici al pari di Gromo, facilmente raggiungibile soggiornando in un hotel a Bergamo vicino all’aeroporto, trovandosi all’interno dell’omonima provincia, nelle Alpi Orobie, anch’esso un borgo medievale ben conservato e conosciuto per le miniere in ferro e le antiche fucine.
Soncino, situato nella provincia di Cremona, è invece un borgo fortificato famoso per la sua Rocca Sforzesca. Questa imponente fortezza, costruita nel XV secolo, è uno dei migliori esempi di architettura militare dell'epoca e offre una vista panoramica sul borgo e sulla campagna circostante. Il centro storico di Soncino è un labirinto di vicoli e piazze affascinanti, con numerose chiese e palazzi storici da esplorare.

Lascia un commento
Devi essere connesso per inviare un commento, contattaci per ottenere il tuo account

© 2024 Ci Sono Stato. All RIGHTS RESERVED. | Privacy Policy | Cookie Policy