In crociera!

in viaggio con Simona ed Italo in Egitto

torna alla mappa
In crociera!

Una romantica avventura sulle acque Nilo, il vero cuore dell'EgittoNonostante il viaggio si sia svolto a Settembre, il caldo è stato il grande nemico da combattere. Ci avevano detto che le temperature sarebbero state alte ma comunque tollerabilissime grazie al basso tasso di umidità ... non ci credete!!! In Egitto fa davvero tanto caldo(med. 45° con punte di 50°) e proprio per sopportare al meglio questo tipo di clima è necessario adottare un giusto abbigliamento.
Esso si divide in due generi:
per le escursioni pantaloni comodi meglio se con le tasche, magliette non troppo aderenti tutto rigorosamente di cotone. Colori chiari, almeno un cappello fornito di visiera per proteggersi dal sole, sandali aperti (evitate micidiali scarpe da ginnastica e scarpette "trendy") ed importantissima, ricordate di portare una sacca capiente dove riporre scorte d'acqua, macchine fotografiche e souvenir ;
per le sere in nave tenete sempre presente che anche se il clima a bordo è piuttosto informale, non è affatto gradito che si vada a tavola in ciabatte, bermuda e "canotta". Portate qualche capo classico-elegante, costume da bagno e qualcosa da mettere sulle spalle durante le serate all'aperto.
Un ultima raccomandazione: l'Egitto è un paese moderno ma è pur sempre un paese arabo quindi, per le signore, evitate gonne "ascellari "e scollature "inguinali", sarebbe una mancanza di rispetto e delicatezza per la cultura di quel paese.In tot. 4 giorni di navigazione e 3 al cairo.
1°g. Partenza dall'Italia ed arrivo a Luxor, imbarco sulla motonave;
2°g. Luxor- Esna;
3°g. Esna- Edfu- Kom Ombo;
4°g. Kom Ombo- Aswan;
5°g. Aswan- Abu Simbel- Il Cairo;
6°g. Il Cairo;
7°g. Il Cairo;
8°g. Il Cairo- Italia. Fare un viaggio lungo il Nilo è un'esperienza unica e meravigliosa che presuppone però un grande interesse e forti motivazioni. Il viaggio in se, molto bello ma un po' stancante , comprende levatacce mattutine, lunghe camminate sotto un sole "cattivo", lunghe code all'ingresso dei monumenti e una certa resistenza sia fisica che mentale . Se però le piramidi vi girano per la testa da quando avevate 10 anni quello della crociera è , forse, il modo migliore per riuscire a vedere un po' di tutto ciò che conta in breve tempo e senza troppe avventure.
La crociera sul Nilo rappresenta sicuramente un momento di confronto con il passato e con la storia, ma l'Egitto, a noi occidentali, non saprà offrire solo archeologia e arte, ma anche un momento di conoscenza di una cultura antica e l'approccio ad un mondo di suoni, odori e sapori nuovi ed affascinanti.
Certo trovarsi davanti ad Abu Simbel oppure nel tempio di Karnak è una sensazione fortissima ed emozionante, ma non neghiamo di esserci commossi nel vedere i bambini in barca , ad Aswan, che cantavano canzoni italiane per ricevere offerte e doni. Non potremo mai dimenticare i bellissimi ed arcaici paesaggi che sfilavano sotto i nostri occhi durante la navigazione e neanche l'emozione di essere svegliati all'alba dal canto di un muezzin sulla sua moschea: lì abbiamo capito realmente di essere finalmente in Egitto e di aver realizzato un sogno!Siamo rimasti molto contenti per la scelta sia del tour operator che dall'itinerario. Gli accompagnatori e le guide locali sono molto disponibili, esperti del luogo e preparatissimi.
La motonave MissEgypt è un vero gioiellino, di recente costruzione, ben arredata,ottima igiene, ottima cucina, internazionale con un abbondantissimo buffet, e personale di bordo cortese e disponibile. Non c'è paragone con tante altre "carrette del Nilo "che abbiamo potuto vedere con i nostri occhi!
Ci ha invece un po' deluso il Sofitel al Cairo il quale, per essere un cinque stelle, ha carenze sia igieniche che come cucina, scarsa e poco varia, ma per un paio di giorni si può sopportare benissimo!
In generale comunque il cibo è piuttosto buono e sulla nave si può mangiare di tutto senza timore alcuno. Di solito sono previste una serata "italiana" ed una "Egiziana" con specialità tipiche.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook