Il Mar Rosso "all inclusive" con... sorpresa!

in viaggio con Angelo Angeri in Egitto

torna alla mappa
Il Mar Rosso

Premetto che non vado al mare, per quanto bello, per fare vere e proprie immersioni: problemi personali mi impediscono di osare più di tanto.
Scelgo le vacanze in ambiente marino sia per fare lunghi e rinfrescanti bagni in acque cristalline e per ammirare con maschera e boccaglio la splendida fauna e flora sottostante, dedicandomi ad un tranquillo snorkeling.
Una recente esperienza ad Hurgada mi aveva entusiasmato e , leggendo di questo nuovo posto incontaminato, ancora più a sud e con fondale sabbioso e digradante (dicitura da “Catalogo Viaggi del Ventaglio” 2002 a pag. 145) non ho avuto più alcun dubbio: Marsa – Alam era la mia destinazione ideale. Una sorpresa però mi attendeva… (vedi “Note Dolenti”)
Avventure e disavventure nel Mar RossoLa meta del nostro viaggio è stata il Villaggio Venta Club Marsa – Alam, sito a circa 50 Km. dall’omonimo aeroporto, a 250 Km. circa da Hurgada, a 250 Km. da Luxor ed a circa 300 Km. dal Sudan.
Dato che in questi luoghi si viene esclusivamente per il mare, mi ha fatto specie dover optare per una spiaggia posta circa a dieci Km. dal Villaggio. (vedi le Note Dolenti)
Comunque il mare qui è splendido, con una laguna sita fra due collinette che riparano dal vento: la limpidezza delle acque non è descrivibile tanto i colori cristallini giocano e cambiano con le rispettive profondità.
La cosa straordinaria è poter vedere già a profondità bassissime (da 1 a 6 m.) varie tipologie di corallo ed una varietà di pesci che sembrano usciti dalle migliori riprese di “Geo and Geo”: polipi tentacolari, murene dalle fauci spalancate, gli spinosi pesce leone, pesci chirurgo, pesci pappagallo, i simpaticissimi ed affusolati pesi trombetta.
A detta di chi si è inoltrato in profondità più concrete si possono avvistare anche barracuda e tartarughe.
Ma c’è persino di meglio: camminando vicino alla barriera quando c’è bassa marea si possono vedere dei grossi e simpaticissimi granchi rossi, colonie di paguri di ogni dimensione che migrano a frotte, stupende tridacne bivalvi dai colori incredibili, stelle marine, oloturie e conchiglie di varie fogge e dimensioni.
Insomma: dopo aver rinfrescato per ore le mie stanche ossa scricchiolanti (da siderurgico) in questo luogo incantevole,dopo aver visto cose che in vita mia avevo visto solo in televisione, mi sono sentito ritornare un po’ bambino; forse nelle semplici cose di madre natura si ritrovano aspetti in noi sopiti da tempo, che il mondo moderno ci ha “soffocato” dentro…
Andate sul pontile prospiciente al Villaggio alle 5-5,30 del Mattino (il nostro viaggio è stato effettuato nel giugno 2002): non dimenticherete più lo spettacolo del sole che sorge e se avrete un pizzico di fortuna, come abbiamo avuto noi, potrete vedere i delfini danzare nel mare.Il Villaggio comprende 2 ristoranti, 1 pizzeria, 1 snack bar sulla spiaggia: è dotato di un teatro per l’animazione e di 1 piscina di notevoli dimensioni. Il servizio è di tipo “all inclusive”, compreso gli alcolici locali. Esiste un servizio Medico a richiesta ed a pagamento (35 U.S.D) , un servizio per le escursioni, 7-8 piccoli negozi fuori dal villaggio dove si possono acquistare souvenirs.
Non esiste un ufficio cambiavalute, ma vengono comunemente accettati dollari ed euro.
Le stanze sono ben arredate con un ottimo impianto di climatizzazione.
La qualità dei cibi è varia e notevole; ottimi i vini “arabesque”; l’unico alcolico locale è la “zibiba” da gustare con ghiaccio.
Voglio spendere due righe per i ragazzi dell’animazione: semplicemente superlativi nel saper, con tatto e naturalezza, coinvolgere le persone in modo intelligente e costruttivo.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook