Costa Rica, pura vida! - Un’introduzione in immagini

in viaggio con leander in Costa Rica

torna alla mappa
Costa Rica, pura vida! - Un’introduzione in immagini

 

“Pura vida” è il motto che, già al primo impatto con il Paese, si sente e si legge un po’ dovunque.

Al di là del significato letterale (che, come si intuisce, è traducibile in italiano con “pura vita”) interpreta il modo di essere di una terra che come poche altre incarna il trionfo della natura.

Succede quindi di scambiarsi un “pura vida!” nelle presentazioni, nei saluti, negli apprezzamenti, nel commentare uno scenario di particolare bellezza.

In effetti il Costa Rica costituisce un “unicum” nel Centroamerica e nell’America Latina in generale: un Paese che già dal 1948 ha sciolto l’esercito, un Paese che ha puntato su un ecoturismo sempre più sostenibile trasformando in risorsa economica una quantità di diversità territoriali difficilmente immaginabili su un’estensione di appena 50.900 kmq (come dire, Piemonte e Lombardia messe insieme), un Paese che proprio in virtù di queste scelte gode di un buon livello di stabilità politica e di benessere.

Non tutti lo sanno, il Costa Rica è il Paese al mondo con la maggiore percentuale di territorio protetto. Infatti quasi il 30% è costituito da Parchi Nazionali (in numero di 34), riserve biologiche, rifugi naturalistici, aree di conservazione, parchi marini.

Un territorio, quindi, quanto mai variegato: si va dalle lunghissime spiagge atlantiche e pacifiche alla catena montuosa centrale, dalle grandi pianure del nord alla dorsale vulcanica formata da sette vulcani attivi che hanno il culmine ai 3432 metri dell’Irazu, ai fenomeni geotermici da essi prodotti.

Tale diversità dà luogo a una grande quantità di specie botaniche: piantagioni di caffè, cacao, banane, ananas, frutta tropicale, ma anche fittissime foreste pluviali che ospitano alberi monumentali e rigogliose fioriture. Ambienti naturali talmente differenziati non possono non ospitare una fauna altrettanto diversificata. Il visitatore si imbatterà in una varietà di mammiferi, uccelli, rettili, anfibi, fauna marina difficilmente riscontrabile altrove.

E’ proprio botanica e zoologica l’impronta che ho voluto evidenziare - prevalentemente per immagini - in questa parte introduttiva, limitandomi a un breve testo di presentazione e lasciando che sia più eloquente l’allegata galleria fotografica. Seguirà poi il resoconto di viaggio vero e proprio con il dettaglio della logistica, delle notizie pratiche, del nostro itinerario e delle zone visitate.

E allora… pura vida a tutti!

 

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook