Vienna d’estate: un viaggio nel regno di Sissi

in viaggio con gigi87 in Austria

torna alla mappa
Vienna d’estate: un viaggio nel regno di Sissi

“C'è una grossa differenza tra una vacanza e un viaggio: in vacanza ti riposi sotto l'ombrellone dopo un faticoso anno di lavoro, sei come anestetizzato dal relax, e passi il tempo a ripeterti che devi assolutamente divertirti. Fai cose inutili come le parole crociate e il sudoku, mangi enormi fette di anguria, ti cospargi di creme abbronzanti...
durante un viaggio invece non te ne frega niente di riposarti, ti nutri di quello che vedi, impari nuove lingue, ti interessi alla vita di persone che forse non rivedrai mai più, in una parola sola... vivi!”
TUTTO L’AMORE DEL MONDO


Grüß Gott!
Sono tornato pochi giorni fa dal mio viaggio a Vienna (dal 27 Luglio al 3 Agosto 2010). Io e la mia dolce metà abbiamo scelto questa meta per le tantissime recensioni positive riscontrate sulla rete e per l’offerta della compagnia aerea Austrian Airlines (volo A/R Roma-Vienna per 58 €/persona tutto compreso).
Siamo partiti il 27/7 alle 10:30 da Roma Fiumicino e siamo atterrati nella capitale austriaca alle 12:20. Il volo è stato tranquillo. Dopo aver ritirate le valigie, prendiamo il treno suburbano dall’aeroporto (non fatevi fregare prendendo il CAT che costa 10 volte tanto) e raggiungiamo la città. Con qualche piccola difficoltà troviamo l’albergo. Abbiamo alloggiato all’Hotel Hadrigan che consiglio vivamente per il prezzo (318 € per la doppia per 7 notti), la pulizia e la vicinanza con la metro e la fermata del tram (giusto di fronte). Uniche note negative: pavimento cigolante, ascensore rotto per i primi 5 giorni, la porta del bagno non si chiudeva bene. Tutti problemi poco rilevanti.
Per spostarci nella città abbiamo acquistato l’abbonamento settimanale (wochenkarte) che per 14 € ti consente di viaggiare quanto vuoi su tutti i mezzi pubblici di Vienna.
Dato che parliamo di trasporti vorrei farvi presente che a Vienna non esistono tornelli nella metro o controlli sui tram e questo la dice lunga sul grado di civiltà degli austriaci.
Immaginate in Italia l’ingresso alla metro senza tornelli: chi pagherebbe ?????
Per farvi capire cosa abbiamo visitato vi faccio una panoramica dei posti con una breve descrizione e delle opinioni personali.
In cucina
Per il cibo posso consigliarvi di assaggiare il kaserkrainer (hot dog con wurstel ripieno al formaggio), il kebab, il gulash e la torta sacher (noi l’abbiamo mangiata all’hotel sacher).
I ristoranti dove siamo stati:
SALM BRAU: si trova all’uscita del Belvedere inferiore. E’ una birreria dove producono la propria birra (da provare è ottima). Per mangiare abbiamo ordinato la specialità della casa ovvero il garretto alla griglia per 2 persone e devo dire che era davvero squisito. I prezzi sono accettabili. VOTO: 7
TRZESNIEWSKI: qui si mangiano delle tartine favolose al costo di 1 € l’una. E’ uno dei posti più frequentati della città e vale davvero la pena assaggiare qualche tartina. VOTO: 7
MQDAILY: ristorante al quartiere dei musei. Ottimo per un spuntino ad ora di pranzo. Noi abbiamo preso le tagliatelle al sugo ma consiglio di assaggiare qualche specialità locale. VOTO: 6
ZUM MARTIN SEPP: heuriger a Grinzing dove si mangia da Dio e si beve dell’ottimo vino della stagione. Io ho assaggiato il gulash con gnocchetti di patate ed era ottimo. VOTO: 8
Specialità culinarie al Vienna Film Festival: se capitate d’Estate vi consiglio, come abbiamo fatto noi, di andare a mangiare spesso al Vienna Film Festival dove c’è tantissima gente e si possono assaggiare specialità da tutte le parti del mondo. Noi abbiamo testato la cucina messicana, australiana e viennese. VOTO: 7,5
Per la colazione, se non è compresa con il prezzo dell’hotel, vi consiglio di recarvi in una delle numerosi filiali dell’Anker Snack & Coffee.

Da non perdere
CENTRO STORICO: ogni visita di Vienna dovrebbe iniziare da qui. In particolare, dalla visita dello Stephansdome (Duomo di Santo Stefano). Peccato che era in ristrutturazione. Poi c’è il Graben con la colonna della peste, la Peterskirche, la Judenplatz con l’Holocaust Memorial, Freyung con la Scottenkirche, Piazza Am Hof con la Chiesa Maria am Gestade (Santa Maria sulla Riva), l’Hoher Markt con l’orologio dell’Anker, la Ruprechtskirche (chiesa più antica di Vienna), il Fleischmarkt dove sorge il Triangolo delle Bermude (insieme di pub dove la sera si radunano tantissimo giovani) e la Chiesa Greek Orthodox, la Jesuitenkirche, lo storico Café Diglas, la Casa di Mozart, la Franziskanerkirche, l’American Bar, il Café Hawelka, Trzesniewski, la Kartner Strasse, il Neuer Markt con la Chiesa dei Cappuccini (dov’è possibile visitare la cripta), Minoritenkirche, Café Central, la Michaelerplatz con la Michaelerkirche, Josefsplatz, Augustinekirche. VOTO: 9

HAUS DER MUSIK (Casa della Musica): il biglietto dopo le 18 costa la metà (4,25€/persona) e vale davvero la pena. Il museo (se tale si può definire) è aperto fino alle 22. L’esperienza sonora in cui sarete immersi è unica. Il percorso museale è multimediale e ci sono numerosi giochi sonori. VOTO: 8

HOFBURG (museo di Sissi, camera della argenterie di corte, appartamenti imperiali): per conoscere la storia di Sissi la visita è fondamentale. In tutto il percorso sarete accompagnati da una comoda audio guida in italiano che vi aiuterà a capire ciò che state osservando. VOTO: 8

SCHMETTERLINGHAUS (serra delle farfalle): si tratta di una serra dove è riprodotto l’ambiente tipico per la vita delle farfalle. Ottimo per osservare e fotografare da vicino degli esemplari unici di farfalle. L’unico neo è il prezzo del biglietto (4,50 il ridotto per studenti) troppo alto se si considerano le dimensioni piccole della serra. VOTO: 6,5

ALBERTINA: la collezione permanente dell’Albertina è davvero molto interessante (Monet, Degas, Renoir ecc…) e le mostre temporanee erano carine. La visita è consigliata. VOTO: 7,5

NATURHISTORISCHES MUSEUM (museo di storia naturale): il museo è uno dei più forniti al mondo in materia di storia naturale. Il reperto più importante conservato è la Venere di Willendorf. La sala dei dinosauri è davvero molto interessante e ben curata. Per il resto il museo è davvero molto dettagliato e per specialisti e amanti del genere risulta un vero paradiso. VOTO: 7,5

COLLEZIONI NEUE BURG (museo di Efeso, collezioni di antichi strumenti musicali, collezioni di armi antiche): la visita è compresa nel biglietto del Kunsthistorisches Museum. Le collezioni sono carine ma se non si è appassionati di armi antiche o strumenti musicali alla lunga stanca. I reperti archeologici di Efeso sono interessanti. La visita è accompagnata da un audio guida gratuita. VOTO: 5,5

KUNSTHISTORISCHES MUSEUM (museo di Belle Arti): il museo è il più importante di Vienna. In esso sono contenuti tantissimi capolavori di artisti come Raffaello, Tiziano, Tintoretto, Rubens, Velazquez, Rembrandt e tanti altri. La visita di questo museo da sola giustifica un viaggio a Vienna. Inoltre, vi sono anche interessanti reperti dell’antico Egitto e Romani. VOTO: 10 e lode

PARLAMENTO: la visita guidata al Parlamento di Vienna vi permette di capire meglio il sistema democratico austriaco e consente di osservare le sale del potere dove si prendono decisioni fondamentali per la nazione. Io l’ho trovato affascinante. VOTO: 7,5

KUNSTHAUS: il museo ripercorre la produzione artistica del pittore, scultore, architetto e ecologista Friedensreich Hundertwasser. Un vero genio. Le opere misteriose sono davvero affascinanti. VOTO: 8

HUNDERTWASSERHAUS: è una casa progettata dello stesso artista ed è un vero capolavoro. Una visita è d’obbligo. VOTO: 7,5

MUSEO DI ARTE MODERNA: il museo si trova all’interno del Quartiere dei musei. Consiglio la visita agli appassionati di arte moderna. Per gli altri, come me, risulta davvero difficile capire il significato delle opere esposte. VOTO: 6

MUSEO LEOPOLD: il museo Leopold si trova sempre nel quartiere dei musei. Il museo ospita la più grande raccolta di opere di Schiele al mondo. Inoltre, troviamo opere di Klimt, Moser, Hofmann, ecc… VOTO: 8

OPERA DI STATO: in estate non si svolgono spettacoli ma una visita guidata in uno dei teatri più importanti al mondo risulta molto affascinante. VOTO: 7,5

HEERESGESCHICHTLICHES MUSEUM: il museo dell’esercito (visita gratuita la prima domenica del mese) è un percorso affascinante nella storia militare austriaca dall’antichità fino ai giorni nostri. Le armi e i reperti conservati permettono di osservare l’evoluzione storica delle attività militari. VOTO: 7,5

BELVEDERE: il Belvedere è una delle residenze estive imperiali. La visita del Belvedere Superiore permette di osservare da vicino uno dei quadri più famosi che è “il bacio” di Klimt. Inoltre, vi sono altri capolavori dello stesso Klimt, di Schiele, Kokoschka, ecc… La visita dei giardini lascia senza fiato. VOTO: 8,5

SCHONBRUNN: la residenza estiva di Schonbrunn è davvero mastodontica. Si tratta di un complesso enorme che comprende il palazzo, i giardini, il labirinto, la torretta panoramica della Gloriette e lo zoo. Le sale del palazzo sono maestose e grazie all’audioguida in italiano il percorso risulta davvero piacevole. Perdersi in un vero labirinto è un’esperienza unica. Il panorama dalla Gloriette mozza il fiato. VOTO: 10

ZOO: lo zoo di Schonbrunn è enorme e per questo, all’ingresso, viene fornita una mappa per orientarsi. Abbiamo trascorso qui l’intero pomeriggio. E’ possibile osservare da vicino tantissimi animali sia terrestri che marini (dal panda all’orso bianco, dall’orso nero ai pinguini, ecc…). VOTO: 9

Inoltre, abbiamo visitato il Rathaus (voto 9), la Karlskirche (voto 9), la zona del Gasometer dove sorge la Gasometer City (uno centro commerciale molto esteso), la Secessione (voto 8), il Nashmarkt (il mercato fisso più importante di Vienna), la Votivkirche (voto 8), l’Università, la Postsparkasse, l’Osservatorio Urania, l’Isola del Danubio (in estate molto frequentato Copa Kagrana), l’Alto Danubio (dove abbiamo noleggiato una barca e fatto un bel giro panoramico), la Donau City che ospita la città dell’ONU, il Prater (con la ruota panoramica più antica d’Europa), Kahlenberg (una zona panoramica un po’ fuori Vienna da dove è possibile ammirare il panorama più bello e suggestivo della città), Grinzing (famosa per gli Heuriger dove si mangia e beve davvero bene).
Tutto questo e altro ancora offre questa splendida città e lascio immaginare a voi se ci siamo potuti annoiare un momento nel nostro soggiorno o se 7 giorni sono troppi!

Per quanto riguarda la vita notturna noi siamo stati quasi tutte le sere al Vienna Film Festival dove è possibile assistere gratuitamente a proiezioni di opere liriche registrate nella stagione invernale.
Questo perché dopo un intensa giornata di cammino e visite varie, alla sera la stanchezza si faceva sentire e non avevamo voglia di girare molto. Detto questo, la vita notturna viennese offre tanto altro ancora.

BRATISLAVA (voto 7)
Un giorno l’abbiamo trascorso nella capitale slovacca e devo dire che il tempo è risultato sufficiente. Il centro storico è molto piccolo ma caratteristico. Le diverse statue divertenti sparse nella città sono una vera chicca. Per il resto voglio segnalarvi il Palazzo Primaziale, il Castello, il Duomo di San Martino, il Teatro Nazionale Slovacco, la torre di San Michele (ospita il museo delle armi), il Palazzo Presidenziale e la Chiesetta Blu (che non abbiamo visitato perché un po’ fuori mano). Per il pranzo consiglio vivamente il ristorante Prasna Basta dove si può assaggiare il piatto tipico slovacco ovvero gnocchi al formaggio slovacco con pancetta (300g 4,90 €). Una vera delizia.
Se soggiornate a Vienna vi consiglio di fare un salto in questa città in cui forse non avreste altra occasione o voglia di tornare.

CONSIDERAZIONI FINALI
La capitale austriaca è una città davvero unica. Molti preferiscono visitarla d’inverno per il fascino della neve e dei mercatini di Natale. Io consiglio di visitarla d’estate per ammirare gli innumerevoli giardini fioriti. Uno spettacolo unico di colori e profumi. Un “orgasmo” dei sensi. Inoltre, l’estate la città offre un numero elevato di attività ricreative davvero per tutti i gusti.
La civiltà di questo popolo merita un capitolo a parte. Passeggiare per le strade e non vedere un carta, un mozzicone di sigaretta o altro è un’esperienza unica per noi italiani. Non vedere ingorghi nel traffico, tornelli nella metro e poter camminare tranquillamente a tutte le ore del giorno e della notte sembra davvero utopico. Invece tutto questo a Vienna è possibile e non è un caso se per il secondo anno consecutivo è stata riconosciuta come città più vivibile del Mondo davanti a realtà come Zurigo e Ginevra.Diamo i voti alle infinite attrattive della capitale austriaca!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook