A Vienna e Salisburgo in camper

in viaggio con Raffaella Bosco in Austria

torna alla mappa
A Vienna e Salisburgo in camper

Ciao! Siamo Raffy e Gianlu che con due nostri amici Erika e Andrea, abbiamo deciso di organizzare un bel week-end lungo nella maestosa Vienna con sosta anche nell'affascinante Salisburgo approfittando del ponte dell'Immacolata.

Il totale della spesa a persona è di circa 300/350 euro.

CONSIGLI:
E' utile sfruttare la giornata fin dalle prime ore di luce del mattino visto che a metà pomeriggio diventa velocemente buio.
Copritevi bene, infatti il freddo è molto pungente.
Assaggiate la gastronomia del posto (questa regola vale per ogni viaggio che si fa)
Utilizzate tranquillamente la metro che è molto comoda.
Buon viaggio!

Itinerario

Venerdì 3 dicembre 2004
Partenza da Bergamo alle ore 21 e sosta in autogrill nei pressi di Udine per pernottamento alle ore 24.

Sabato 4
Ore 8: partenza per Vienna nella quale arriviamo alle ore 13 e approfittiamo subito per visitare la bellissima residenza di Schonbrunn. In questo bellissimo palazzo, fresco di restauro, abbiamo visitato tutte le lussuose stanze con l'aiuto delle cuffie-guida (euro 10,50) e l'immenso girdino (gratuito) dovendo immaginare la straordinaria bellezza nella sua fioritura in primavera-estate, d'inverno infatti si viene colpiti dalla sua grandezza. Abbiamo fatto una bella passeggiata fino alla "Gloriette" dalla quale si può godere di un bel panorama di tutta la residenza e anche della città.
Visto che alle 16,30 ormai è buio pesto abbiamo deciso di visitare uno dei numerosi mercatini di Natale che si trova proprio davanti alla residenza. Abbiamo così approfittato per scaldarci bevendo un punch caldo e mangiando i "maroni" abbrustoliti.
Rifocillati ma stanchi, ci dirigiamo verso il parcheggio di fronte alla residenza per riprenderci il camper e abbiamo avuto una "bella" sorpresa: costo del parcheggio per tre ore euro 40,00! Cominciamo bene!
Per il pernottamento ci siamo diretti in un parcheggio della zona del Prater da dove dopo cena ci siamo incamminati verso il centro per la visita delle numerose e lussuose vetrine. Andata e ritorno tre ore di camminata (ci piace soffrire!)

Domenica 5
Nel programma era prevista la visita del centro storico, ma visto che il camper aveva bisogno di un'area sosta abbiamo deciso di cercare un campeggio. Impresa durata un'intera mattinata: due campeggi su tre erano chiusi. Alla fine siamo giunti al "camping west" (4 adulti per due notti euro 65,00) ben servito da mezzi pubblici: infatti proprio fuori vi è la fermata del bus che fa da navetta dal campeggio alla stazione della metro "Hutteldorf" circa ogni 15 minuti fino a mezzanotte.
Dopo pranzo, visto il tempo limitato per una visita a tutto il centro città, decidiamo di visitare la Donauturm. Scesi alla stazione della metro"Alte Donau" ormai al buio anche se era metà pomeriggio iniziamo a chiedere informazioni e nessuno sa niente. Mah!
Attraversiamo il parco Donaupark davanti a noi infestato da numerosi corvi che lasciano un bel regalino sui nostri giubbetti e all'improvviso vediamo delle luci sospese nel cielo ed eccola là famosa torre alta ben 252 metri! Decidiamo di prendere l'ascensore (euro 8,50) e in pochi secondi siamo in cima. Visitiamo la terrazza all'aperto dove vi è un bel nebbione (dalla pianura padana ci ha inseguito fino a qui!). Non si vede nulla e andiamo nel bar al primo piano dove ci prendiamo una bella cioccolata calda (euro 4,00, prezzi accessibili). Nel frattempo la nebbia sparisce e il bar/ristorante inizia a girare facendoci ammirare il panorama mozzafiato e molto romantico di Vienna by night.

Lunedì 6
E' l'ultimo giorno a Vienna e dobbiamo sfruttarlo tutto! Arriviamo nella piazza principale Stephansplatz, dove visitiamo il duomo di Santo Stefano, un po' cupo! Proprio fuori vi è una lunga fila di carrozze e decidiamo di fare un giro della città facendo un salto nel passato (euro 65), molto romantico. Tornati al punto di partenza inizia una lunga camminata che ci porta:
- Figarohaus: una delle tredici residenze di Mozart, molto importante in quanto qui compose le sue opere più importanti, come le "Nozze di Figaro". Non ci sono indicazioni per trovarla ma è proprio dietro la chiesa di Santo Stefano.Una volta trovata però era chiusa per restauro. Pazienza, sarà per la prossima volta.
- Graben: piazza pedonale con lussuosi negozi ed al centro vi è la "Pestsaule", ovvero una colonna eretta a ringraziamento della fine della peste.
- Hoher Markt: piazza con il famoso orologio "Ankeruhr" che allo scoccare di ogni ora mostra un diverso personaggio della storia dell'Austria, mentre allo scoccare di mezzogiorno mostra tutti i personaggi che compongono l'ingranaggio.
- Rathaus: sede del municipio nella cui piazza vi è un ricco mercatino di Natale dove decidiamo di fare un break gastronomico: gli uomini scelgono un "leggero" panino e wurster mentre le donne optano per una porzione di patata abbrustolite. Tutto buono! Qui facciamo anche acquisti per rinforzare il nostro equipaggiamento contro il freddo pungente, infatti oggi c'è anche il vento, acquistando cappellini e fasce.
- Parlamento: struttura molto imponente che purtroppo era in restauro, in stile romano con numerose colonne, peccato che non abbiamo potuto visitarlo.
- Hofburg: appartamenti imperiali con un immenso giardino.
Ora decidiamo per il pranzo di dirigerci verso il "Belvedere" che visiteremo nel pomeriggio.
Giunti sul posto sempre con la metro entriamo in un ristorante tipico (è stato difficile trovarlo visto che ci sono numerosi ristoranti italiani). Assaggiamo il gulasch, spezzatino stufato di manzo con verdure servito su riso bollito, la wiener schnitzel, cotoletta alla milanese senza osso e agnello, strudel caldo (buonissimo! Qui i dolci sono tutti buoni compresa la Sacher Torte), caffè espresso e sniaps (grappa offerta dalla casa) (euro 31)
Visto che ci siamo appesantiti per bene, entriamo al belvedere (gratuito) e visitiamo l'immenso giardino che collega i due imponenti palazzi.

Martedì 7
Partenza per Salisburgo (tre ore di viaggio). Arrivati, troviamo subito un parcheggio dove lasciare il camper con tariffe più oneste (euro 21,80 per un giorno). Lasciato il mezzo ci incamminiamo verso il centro passando per la caratteristica Gestreidestrasse, via con numerose insegne in ferro battuto e negozi di ogni tipo.
Arrivati nella piazza principale, visitiamo la cattedrale e le tre piazze adiacenti: in una vi è allestita una pista di pattinaggio sul ghiaccio, in quella centrale vi è l'ennesimo mercatino di Natale e nella terza una scacchiera gigante nella quale si sta giocando.
Ci dirigiamo verso la funicolare (euro 8,50) per visitare la fortezza, da qui infatti si può godere di un bellissimo panorama (nebbia permettendo). A mezzogiorno la fame si fa sentire e decidiamo di entrare nel ristorante della fortezza con tanto di cameriere vestito da castellano (si mangia benissimo, ovviamente tipico e i prezzi sono accessibili, noi abbiamo speso se non ricordo male euro 18 a testa ).

Mercoledì 08.12.2004
Putroppo è giunta l'ora di tornare a casa. Partenza ore 9,00 e arrivo alle ore 15,30.

Sempre gradite dagli Italiani le città austriache!

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook