A Capo Nord in bici - Parte II

torna alla mappa
A Capo Nord in bici - Parte II

4000 chilometri in bicicletta, da Brescia a Capo Nord a zonzo per l'Europa!Li avevamo lasciati alla partenza da Brescia: tempo e chilometri, pedalata dopo pedalata, sono trascorsi... ora i nostri ragazzi sono quasi a Praga, una tappa decisamente "off road" per l'itinerario da seguire verso Capo Nord. Ma... tant'è, certo non è qualche centinaio di chilometri in più a mettere i bastoni tra le ruote e a far tralasciare una città decisamente appetibile!
Vediamo ora un breve aggiornamento su quanto è successo fino ad oggi.
La prima tappa, Brescia-Arco, si è caratterizzata per un percorso che è filato via liscio liscio, con arrivo nella cittadina trentina già alle 15.
Il primo personaggio incontrato è stato Robert, un ciclista belga in viaggio da ben 13 anni! Una tenda, un fuoco, un'amicizia sorta subito spontanea: da Robert i nostri due ciclisti hanno appreso i segreti dei "5 tibetani", esercizi atti a mantenere la forma fisica.
I due giorni seguenti sono stati dedicati all'avvicinamento al valico del Brennero, costeggiando per lungo tratto il fiume Isarco.
Le prime pendenze hanno cominciato a farsi sentire... ed il campo base per la notte è stato fissato subito dopo Vipiteno, a pochi chilometri dal Brennero.
Il giorno seguente, dopo aver superato pendenze del 16%, l'arrivo ad Innsbruck città bellissima ma che non offriva un punto adatto per pernottare. Dopo una breve sosta, si è proseguito fino a trovare un punto abbastanza nascosto e riparato vicino al fiume.
Arriva un ospite sgradito, con cui si sapeva si sarebbero dovuti fare i conti: il maltempo, piove e fa freddo!
La tappa successiva si conclude sul lago Achensee dove un bagno (il maltempo era cessato) nelle acque fresche ed idilliache è stato più che rinfrancante! La notte è trascorsa in un bosco isolatissimo: compagni di viaggio le rane, le zanzare e... delle inquietanti urla (cinghiali?) che non hanno fatto chiudere occhio!
Per di più, l'indomani maltempo, freddo (sei gradi) e pioggia, tenda da smontare. Iniziano anche le prime discese, che con la situazione climatica non sono proprio il meglio. In compenso si arriva finalmente a Monaco: dal bosco isolato catapultati in una città frenetica! Dopo molte ricerche, un campeggio in cui farsi una doccia calda è quasi un paradiso!
Freising, Mainburg ed il bosco di St Johann dove porre un altro campo base... Capo Nord si sta avvicinando! (Oddio, non proprio ma... è bello pensarlo!)
Intanto temporali e pioggia battente non riescono a piegare l'entusiasmo di Scafo e Mele, si va avanti!
Le ultime notizie li danno a 5 km da Roding cui sono arrivati passando per Regensburg con la strada n°16, e poi passando per Wenzenbach, continuando con varie stradine secondarie. Praga è nel mirino!

Segui in diretta le avventure di Mele e Scafo su Capo Nord in bici! vai al sito
Grazie a Matteo, webmaster del sito, che ci permette di raccontare questa bella avventura.

Lascia un commento
Per inviare commenti è necessaria la registrazione
Vai alla pagina di registrazione
Seguici su Facebook