Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Lago di Garda, Maggio 2009

  1. #1

    Lago di Garda, Maggio 2009

    Ciao ragazzi, eccovi il resoconto del mio viaggio nelle vicinanze del Lago di Garda georeferenziata con Google Maps Foto Informazioni, Percorsi, Link Utili e Consigli.

    Un mio ricordo fermato nel tempo e (spero) un' Utilità per chi vorrebbe andarci

    --> Itinerario su Google Maps
    --> Elenco totale di Foto

    Itinerario percorso dal 29 (Ven) Maggio al 3 (Mer) Giugno 2009
    - Rivoltella
    - Gardaland (Castelnuovo Del Garda )
    - Vittoriale (Gardone Riviera)
    - Desenzano del Garda
    - Sirmione (Città, Grotte di Catullo, Rocca Scaligera)
    - Lazise



    Rivoltella


    Gardaland (Castelnuovo Del Garda )



    Vittoriale (Gardone Riviera)



    Sirmione Città



    Sirmione - Grotte di Catullo



    Sirmione - Rocca Scaligera



    Lazise



    Ecco la nota spese del viaggio
    5 Giorni x 3 persone: B&B: 60 Eur a notte
    Viaggio: 200 Eur A/R
    Spese Vitto: media 70 euro al giorno
    Tot: in media 60 eur a persona al giorno: 60*3*5 = 900 euro

  2. #2

    Re: Lago di Garda, Maggio 2009

    Il lago di garda è sempre stupendo!!!

  3. #3

    Re: Lago di Garda, Maggio 2009

    ----- L'albergo la Quiete

    L'albergo la Quiete risponde chiaramente al nome che porta, un posto tranquillo dopo il paese di Rivoltella, nascosto in fondo ad una traversa (incroco Via F.sco Agello/ Via martiri italiani delle Foibe) assieme ad altre ville a schiera. La struttura ricettiva sviluppata su due piani accoglie i suoi ospiti tra rigogliosa vegetazione e il colore acceso di bellissimi fiori. Al piano terra l'accesso alla pizzeria dove la sera dalle 19.00 alle 22.30 è possibile gustare una grande varietà di ottime pizze preparate con un forno a legna ma anche due tipi diversi di primi quali le lasagne e tortellini con panna e prosciutto. Più avanti si trova la reception il cui accesso soprattutto nelle ore notturne viene consentito in modo del tutto autonomo ai clienti con una chiave che può essere lasciata prima di partire nell'apposita cassetta esterna. Il clima e la familiarità dell'albergo a gestione familiare è disteso e cordialissimo come quello di tutti gli abitanti del luogo, gentili e disponibili in ogni momento.
    Bagni pulitissimi, tv in camera e ventilatore, ma è sufficiente la corrente d'aria che si crea tra una finestra e l'altra a rendere fresco l'ambiente. L'albergo ha una sola stella ma in realtà è in grado di erogare servizi maggiori. Dispone di poche stanze, quindi se si decide, occorre prenotarlo con largo anticipo, soprattutto nei periodi particolari o di alta concentrazione turistica. Nel prezzo di 60 EUR per una tripla è compresa anche la prima colazione a base di caffè,latte, the', burro, marmellata, pane e fette biscottate, succhi di frutta, brioche in confezione. Dietro nel recinto della stessa struttura è disponibile uno spazio riservato al parcheggio da condividere qualche ora sul tardi con le auto dei clienti di fuori che la sera cenano in albergo.
    Anche se la struttura non dispone di servizio di ristorazione per il pranzo, nelle vicinanze ci sono diverse trattorie e comunque a pochi metri più avanti si trova un maxisupermercato che è in grado di offire tramezzini, panini, bibite e ogni altro tipo di necessità. Accanto allo stesso è disponibile un piccolo parco giochi per bambini costruito probabilmente per i vari condomini adiacenti.
    Difronte alla strada principale si trova un'oasi ricreata ad opera di alcuni volontari per ripristinare la flora e la fauna che altrimenti sarebbe scomparsa, si tratta del Monumento naturale della Zona Umida. Dal nome di un particolare volatile, il nome dell'associazione che lo ha preso in gestione, Arione Rosso appunto. (Località San Francesco - Tel 320-8896370 - email: sanfrancescooasi@yahoo.it).

    ----- Rivoltella

    Tutta la zona si estende in larghezza, anche i palazzi hanno al massimo due piani, diversi sono i complessi residenziali, molti dei quali dispongono di piscina. Fanno eccezione alcuni hotel che devono recuperare spazio anche in altezza ma poi non di molto, qualcuno è costruito a tema, roccambolesco o orientale. La circolazione stradale si snoda con diverse rotonde che consentono il facile accesso dagli incroci. Alle strade corrono paralleli viali e controviali, adibiti sia per il passeggio in bici, davvero frequente, che per quello pedonale.
    All'incrocio successivo a sinistra si può raggiungere il campeggio di San Francesco, una struttura ricettiva ben attrezzata per gli amanti del settore e completa di tutti i servizi. Più avanti l'accesso al lago in una spiaggia dal nome "Brema" con tanto di bar dove rifornirsi di bibite, granite e panini, c'è persino un campo da pallavolo. Per chi è abituato al mare, è strano, seppur al sole, straiarsi su uno folto tappeto di verde, in compagnia di canne, fogliame, vegetazione e qualche papera che transita qua e la, senza contare poi il particolare odore dell'acqua dolce. Presenti Pedalò, motori sull'acqua, canoe e windsurf, per il resto tutto uguale a quello che si può fare con l'acqua salata.
    Il percorso dall'Hotel a piedi è di circa una mezz'ora, quindi se vi stancate potete raggiungere il lago con l'auto, almeno qui, il posto c''è ed è anche gratuito.
    Infatti il parcheggio auto in prossimità del centro urbano è un vero problema. Il costo ad ora per l'auto è di ben EUR 2.20, quindi un salasso per chi ha intenzione di visitare Sirmione che si trova ad appena a due rotonde più avanti, svoltando poi a sinistra. Ma il centro storico del paesino è localizzato 2 Km più avanti ed è proprio difronte al castello, che si pone il problema. Quindi ecco la soluzione per non rischiare di pagare inutilmente una ventina di euro in un solo giorno.
    Lasciate l'auto in zona Colombare, a Piazza Mercato (lo fanno ogni martedi mattina) dove ci sono dei parcheggi gratuiti e senza limite di tempo e prendete l'autobus poco più dietro, in corrispondenza della fermata, dove si trova la Banca. Si tratta dell'incrocio di prima rispetto alla strada principale che da Desenzano porta a Peschiera. Il servizio pubblico urbano che arriva fino a Rovizza, costa per una corsa a persona 0,80 EUR, se comprate i biglietti dal tabacchino. Due euro se li acquistate sul mezzo. L'autobus da Via Colombare al centro parte ogni mezz'ora circa, dalle ore 6.25 a 19.15. Gli ultimi tre: 20.15, 21.25 e 21.50. L'ultimo (fermata Posta Centro Storico) in direzione opposta fa capolinea alle 22.10. Gli orari (non puntuali, lo scostamento è di 7 minuti). Per maggiori dettagli consultate il sito web del comune di Sirmione. E' comunque disponibile anche un servizio privato che copre una distanza maggiore nella provincia di Brescia. Ovviamente costa un pò di più ma è anche più comodo. Dal Sito web di Trasporti Brescia potete scaricarvi gli orari in formato PDF.
    Da Sirmione e' possibile raggiungere altre località del lago tramite il traghetto ma ad una frequenza ridotta e a degli orari non comodissimi. Ad esempio per raggiungere Lazise, l'unica corsa della giornata parte alle ore 9.15 e arriva alle 9.53. Per arrivare alle 9.15 a prendere il battello è necessario trovarsi alla fermata dell'autobus alle 8.30, questo significa alzarsi alle 7.00 e tra bambini e colazione in vacanza, non è facilissimo. Tuttavia sono disponibili anche altri servizi privati a costi maggiori, come quello che con 30 euro permette di fare un giro panoramico di Sirmione dall'acqua. Altro problema è il traffico fortemente concentrato (si circola a passo d'uomo) in giornate come quelle dei ponti e in strade cosi' ristrette nonostante siano di collegamento importante. Nel periodo fine maggio inizio giugno, il tempo è stato davvero bello, anche se all'improvviso potreste trovarvi nel bel mezzo di una grandinata. La mattina è frizzantina e la sera ritorna ad essere un pò freddina, fastidiosissimo il vento se decide di intervenire. Portarsi sempre un maglioncino e l'inseparabile Kway per ogni evenienza.

    ------ Sirmione, Rocca Scaligera -- da qui


    La Rocca Scaligera localizzata all'ingresso di Sirmione è un magnifico castello bagnato dalla acque del lago. Il ponte levatoio sovrasta il fossato dove delle paperelle si divertono a punzecchiarsi, Il costo è di 4 euro a persona, ma una visita la merita tutta. Davvero stupefacenti i panorami che si possono godere dell'alto. All'interno, diverse illustrazioni raccontano delle diverse fasi nel tempo che sono state necessarie per costruirlo. Attenzione, come per il Vittoriale, chiude il lunedi, quindi organizzare bene gli itinerari, nel caso il vostro soggiorno duri poche giornate. La città è un tipico centro storico con panorami sul lago mozzafiato, il percorso panoramico vi condurrà lungo la riva dello specchio d'acqua e in una zona a verde attrezzata per il divertimento dei più piccoli. I ristoranti offrono le pietanza più disparate, con costi in alcuni casi esorbitanti ma in parte compensati da porzioni che sfamerebbero anche chi non si accontenta mai.

    Una delle maggiori attrazioni di Sirmione sono le Grotte di Catullo (costo di ingresso 4 euro). Si chiamano cosi' ma in realtà di grotte non hanno nulla visto che si tratta di un'antico insediamento romano con sopraelevazioni. I resti tra percorsi e ambienti all'aperto dimostrano come vivevano un tempo gli antichi personaggi di un villae romana. Bello il panorama che sporge dalla penisola Sirmionana e che in questo punto si allunga sul lago ancora di più. Un museo disposto all'ingresso descrive la formazione del lago in quel punto dalle origini e riporta attrezzi da lavoro e da cucina che risalgono all'età del bronzo. Per arrivare alle grotte è possibile prendere un piccolo trenino privato al costo di 1 euro a corsa per persona. Da una parte conviene, visto che nel percorso a piedi non c'è molto da vedere, soprattutto se siete stanchi e se volete far divertire i bambini.

    ------ Lazise e Gardaland

    Lazise è un paesino davvero particolare, non molto grande, caratterizzata da diverse portali che dall'esterno confluiscono tutti al centro. Davvero riposante la vista del lungolago, strano però che non ci siano degli ostacoli che impediscano di finire per errore o distrazione in acqua. I bambini dovrebbero giocarci lontano.

    Gardaland è un parco divertimento davvero divertente per i bambini e gli adulti. E' possibile prendere dei mezzi pubblici gratuiti nelle vicinanze dell'Hotel ma che putroppo non hanno una così grande frequenza, motivo per cui, si può essere costretti a prendere l'auto e parcheggiare nelle zone predisposte al costo di 5 euro per tutto il giorno, il bello è che il parcheggio non è custodito. Per questo motivo è consigliato vivamente di non lasciare in auto apparecchiature costose come cellulari e satellitari.
    Tuttavia è tutto scorrevole ed organizzato. Dopo l'accesso, consegnano mappa e deplian illustrativo. Grandi lettere per ricordare la zona, un sottopassaggio pedonale porta al parco. I bambini meno alti di 1 mt, non pagano. Quelli con un altezza inferiore ad 1.20 non sempre possono usufruire di tutte le giostre o devono essere accompagnati. A Maggio Giugno c'era una promozione che consentiva di risparmiare su una terza persona, piccolo o adulto. Probabilmente perchè in questo periodo il parco chiude alle ore 18.00 e non alle 22.00. Le Ore 18.00 sono davvero precise, 10 minuti dopo quasi tutte le attrazioni smaltiscono le code. Il problema infatti è il tempo. Con 36 euro a persona è possibile usufruire illimitatamente di tutte le attrazioni, ad eccezione dello spettacolo dei Delfini (al costo di 5 euro in più) e di quelle nella zona Far West per sparare con i fucili o tirare le palle per far cadere i barattoli. Ma con apertura alle ore 10.00, dipende tutto da quanta gente si trova a far la coda. Senza contare alcuni spettacoli a cui si può assistere a degli orari prestabiliti e che spesso non si ripetono. Il menù fisso in tutti i locali (anche nel saloon) e non è molto variegato. Attenzione all'albero di Prezzemolo (il personaggio chiave di Gardaland) e alla barca dei pirati per i bambini sensibili che potrebbero spaventarsi. Bellissimo e' invece il brucomela con cui provare anche se al minimo l'ebbrezza di una piccola montagna russa. Il Transexpress è fondamentale per godere di una visita panoramica, poi approfondita nella zona dei più piccini dal volo aereo di un piccolo biplano a scorrimento dall'alto. Belle le ricostruzioni di Antlantide, quelle di Mille e una Notte e delle antiche case inglesi, entusiasmante il lasciarsi cadere in picchiata da una cascata ricostruita, divertente l'acqua nebolizzata e spruzzata da alberi speciali. Strabilianti i fiotti d'acqua che si passano alcune statue tra loro, senza contare gli spruzzi casuali che fuoriescono dal terreno all'improvviso. Tra tutti gli spettacoli davvero impressionante è quello del viaggio nel tempo presso il Palaghiaccio: l'esibizione e l'abilità degli artisti sul ghiaccio è davvero notevole, una sorta di rivisitazione in diverse epoche con costumi storici a tema. Peccato che il buio, nonostante gli effetti straboscopici e i colpi di ghiaccio secco, concilia e si fa fatica in un momento di pausa a tenere gli occhi completamente aperti.

    ------ Il Vittoriale degli Italiani

    Il Vittoriale è un giardino in cui Gabriele d'Annunzio visse gli ultimi anni della sua vita, dopo aver intrapreso avventure straordinariamente eccezionali: il poeta soldato è stato un combattente in guerra, ha volato con un aereo su Vienna, ha partecipato alla Beffa di Buccari con un antisommergibile che all'epoca era un mezzo all'avanguardia, è stato anche un parlamentare, ha condotto una competizione con un auto da corsa. Dopo la separazione dalla moglie da cui ha avuto 3 figli (2 pronipoti oggi vivono ancora in Costa Rica e Milano) ha sempre vissuto in compagnia di diverse amanti e una in particolare ufficiale gli faceva compagnia nella casa in cui ha trascorso gli ultimi momenti della sua esistenza. Sembra che negli ultimi vent'anni abbia fatto un uso spropositato di cocaina ed è anche per questo che era sempre attivo e che morì all'improvviso di emoraggia celebrale. Il suocapo nel cadere ruppe gli occhiali che oggi sono rimasti nello stesso posto. Due gli ingressi: uno per gli ospiti non graditi, come il Duce che fece aspettare per ben 2 ore (eppure la storia ufficiale parla di un'amicizia, in realtà Mussolini non potendolo estirpare lo rivestì d'oro, pur di allontanarlo da Roma) e l'altro per gli ospiti graditi come le belle donne, sue amanti. Gli ambienti sono fondamentalemente bui e le finestre hanno delle protezioni scorrevoli di color alabastro per evitare che la luce oltrepassi le mura, D'annunzio, infatti a causa del ferimento ad un occhio non riusciva più a vedere bene e il sole lo infastidiva. Anche alcuni denti gli mancavano, ed è per questo motivo che non si intratteneva mai con i suoi ospiti a pranzo, visto che era molto attento alla sua immagine e non voleva farsi vedere così. Al capo tavola è presente un animale che poi morì per aver mangiato troppo, un monito per coloro che potrebbero esagerare. D'annunzio aveva sempre dei malori continui e immaginari, tanto da aver a portata di mano una sua personale farmacia in frigo ricavata in un angoletto della casa. Spesso faceva intervenire inutilmente in piena notte i medici nelle vicinanze. Tantissimi sono i libri della sua biblioteca, si contano in trentamila e ai quali si può accedere con una richiesta formale, alcuni tesisti oggi li prendono provvisoriamente in custodia per le loro ricerche. Davvero inquietante il luogo dove aveva localizzato metà nascita e metà morte (una specie di culla da una parte e bara dall'altra) e dove passava alcuni momenti tragici come ovviamente la sua morte. Divertentissima la sala lettura il cui accesso aveva fatto appositamente abbassare per obbligare chi entrava a chinarsi difronte ad un'arte come quella della letteratura e della poesia. D'annunzio era conscio delle sue grandi capacità linguistiche e per questo sentiva di essere parente a Michelangelo a cui era unito dalla convergenza delle due arti: visiva e letterale. Lo ispirava spesso il volto dell'attrice Duse che spesso era costretto a coprire per non distrarsi troppo.
    L'unico ambiente lasciato a se stesse e senza alcuna nota di colore se non il verdino è la cucina dove non accedeva mai perchè il pranzo se lo faceva servire nella sua dimora principale, coinvolgendo spesso e volentieri le cameriere in arti diverse da quelle a cui erano per così dire normalmente abituate. Il bagno ha qualcosa di davvero inverosibile, visto che costruito alla francese, era diviso da un ambiente dove si trovava la vasca e uno a parte dove erano dislocati gli altri apparecchi idrosanitari. Tutti arricchiti da uno sfarzo incredibile e da oggettini di ogni genere, così come aveva fatto nel resto della casa. In uno dei saloni fece attaccare alla volta un'elica di un'aeroplano con cui un suo amico pilota compì una trasvolata che a quei tempi aveva dell'incredibile. Su ciascun lato sono riportate le tappe toccate e le date di riferimento.
    Il Vittoriale cimelio di tanti ricordi lasciati all'Italia come diritti di guerra, fu preso originariamente in affitto da D'annunzio che poi pensò di acquistarlo e ristrutturarlo con l'aiuto dell'architetto Maroni, per farne poi un posto in cui lasciare un segno tangibile della sua esistenza.
    Le code (al sole e alle intemperie) per entrare possono anche durare due ore (chi arriva in mattina aspetta meno), ma vale la pena aspettare per vivere in prima persona gli ambienti e sentire raccontare dalla guida interessanti aneddoti sulla sua vita privata difficilmente rintracciabili sui libri di storia.
    E' possibile abbinare la visita de il Vittoriale, alla Casa o al Museo della Guerra, o scegliere di vistare tutte e tre.
    Solo il Vittoriale comprende già il Teatro all'aperto (ultimato dopo la morte di D'Annunzio), l'Audiotorium, le Automobili Isotta e Fraschini, l'Area Sva, le proiezioni che riprendono l'interno casa e l'esterno, i giardini privati, il MAS (macchina AntiSommergibile ma acronimo anche di una frase in latino che dice di ardire sempre), il Mausoleo e la Nave Puglia (che a fine maggio inizio giugno non si poteva visitare per dei lavori di restauro).
    Presso l'auditorium è possibile dare uno sguardo generale alla galleria fotografica e vedere il video per rivivere alcuni dei momenti salienti della sua vita.

    Tra code e cose da visitare, una giornata si trascorre facilmente, considerando anche il pranzo che si può consumare dalla trattoria da Mario, localizzata difronte, al modico costo di 13 euro di un menù turistico composto da primo, secondo, contorno e bibita. Si mangia bene. Strano chiamare brasciola una bistecca di maiale. I bar accanto offrono gelati artigianali ma anche bruschette.

    Link e Indirizzi utili

    - Gardaboatrent
    - Associazione Albergatori e Ristoratori Sirmione
    - Terme di Sirmione
    - Adventure Sprint per noleggio auto, bici e moto (Sirmione Piazza Virgilio. 31 Tel/Fax 030.91.9000. Email: adventuresprint@tin.it")

    - Rocca Scaligera
    - Sirmione Castello
    - South Garda Karting
    - Meteogarda
    - Cascata Varone

    - Parchi Divertimento di Verona
    - Sealife Europe Gardaland
    - Canevaworld Movieland
    - Jungle Adventure

    - Villa dei Cedri
    - Museo Nicolis
    - Parco Natura Viva
    - Funivie del Bbaldo
    - Sigurta
    - Heller Garden
    - Isola del Garda
    - Agec
    - Museo Mille Miglia

  4. #4
    Administrator L'avatar di Ricky
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,670

    Re: Lago di Garda, Maggio 2009

    Guido, perchè non ne ricaviamo un diario di viaggio da pubblicare su CSS? E' praticamente già fatto!

  5. #5

    Re: Lago di Garda, Maggio 2009

    Ciao Richy ottima idea.. solo che dovremo trovare una soluzione per evitare di pubblicare contenuti duplicati (e penalizzati da google) visto che ormai sono già qui

  6. #6
    Junior Member L'avatar di bugiolli
    Data Registrazione
    29-04-2005
    Messaggi
    24

    Re: Lago di Garda, Maggio 2009

    vorrei andare una settimana ad agosto sul garda.
    Indicativamente avrei deciso o per Peschiera o per Riva

    chi mi può indicare un buon residence? ( cerco un appartamento per 6 persone)

  7. #7

    Re: Lago di Garda, Maggio 2009

    Dai uno sguardo all'hotel dove sono andato io qualche mese fa.. in un 15 minuti tri trovi vicino alle maggiori località e costa poco

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato