Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 48

Discussione: La "prima" Grecia

  1. #1
    Senior Member L'avatar di ERAORA3
    Data Registrazione
    03-12-2010
    Località
    Bari
    Messaggi
    2,116

    La "prima" Grecia

    Visto che siamo quasi tutti rientrati alla base, che ci separano alcuni mesi dal ritorno in Terra Ellenica, che tante novità potrebbero essere prossime, e che magari alcuni nuovi CSS potrebbero essere curiosi, provo a lanciare una pietra nello stagno...
    Sempre più frequentemente capita che persone a noi care (il topic vale solo per queste) incuriosite dalle foto e dai racconti, ci chiedano di disegnare (ed organizzare) per loro, la "prima" Grecia (o anche no se ci sono stati diversi anni fa) insieme a noi.
    Questa circostanza ci carica di una tremenda responsabilità ovvero quella di provare a pensare con la loro testa, di immaginare cosa si aspettano e cosa gradirebbero.
    Mi sto misurando con questa idea, invero con generosa carta bianca, e davvero, comunque si pensi, non è facile.
    La Grecia delle Isole è tutta bella ma ciascuna isola a suo modo. Sporadi, Cicladi, Nord Egeo, Dodecanneso, Creta e Rodi, chi più ne ha....Mica uno Scherzo!
    La Grecia da cartolina e la Grecia ancora un po rustica e vera
    Spiagge libere o organizzate
    Solo mare o nonsolomare

    Questa è la pietra nello stagno: dove portereste una persona a voi cara che si affidasse completamente a voi?
    Un solo itinerario che altrimenti è troppo facile.....

    Tempo: due settimane

    Parto io: Patmos-Marathi-Samos-Fourni (e mi gioco credibilità e futuro....)
    Ultima modifica di ERAORA3; 21-09-2017 alle 20:37:58
    Dedicato a tutti coloro che sono troppo occupati ad ascoltare sè stessi per poter udire la voce degli altri


    RODI-PATMOS-LIPSI-LEROS-AGATHONISI-ARKI-MARATHI-SAMOS-IKARIA-FOURNI-MIKONOS-FOLEGANDROS-MILOS-NAXOS-AMORGOS-SANTORINI-ALONISSOS-SKOPELOS-SKIATOS-CORFU'-PAXOS-MEGANISI-LEFKAS-OTHONI-WEST CRETE-EAST CRETE-CHRISSI

  2. #2
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373
    Citazione Originariamente Scritto da ERAORA3 Visualizza Messaggio

    Questa è la pietra nello stagno: dove portereste una persona a voi cara che si affidasse completamente a voi?
    Un solo itinerario che altrimenti è troppo facile.....

    Tempo: due settimane

    Parto io: Patmos-Marathi-Samos-Fourni (e mi gioco credibilità e futuro....)
    Io invece sceglierei la mia isola preferita: Karpathos in giugno

  3. #3
    Member L'avatar di pietrina
    Data Registrazione
    25-01-2011
    Località
    Fvg
    Messaggi
    40
    Fino a poche settimane fa avrei risposto senza alcun dubbio quella che è stata la mia Prima Grecia ( è che ha fatto scattare da subito la Grecite acuta) e cioè la mitica Rodi....però. ..ora... appena tornata da Karpathos non ho dubbi su quella che potrebbe essere la Prima Grecia. Karphatos isola stupefacente! E concordo con la bassa stagione, anche se io ci sono stata in settembre ed ho trovato, oltre che poco vento, anche un mare meravigliosamente caldo!
    Buona Grecia a tutti!

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Phormula
    Data Registrazione
    24-06-2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    886
    La mia prima Grecia ... me l'ha fatta odiare.
    Tant'è che non ci ho messo piede per 10 anni.
    Fine Agosto 1995, due settimane a Creta in quello che era il villaggio di punta del secondo tour operator italiano (oggi fallito).
    Vacanza da oltre 5000 Euro in due (mai spesi così tanti soldi).
    Da dimenticare. Villaggio tanta scena in una bella baia ma sotto la facciata tutto da cancellare.

    Spiaggia ricoperta di catrame (buttate le scarpe), impianti elettrici fatiscenti, elementari procedure di igiene e sicurezza ignorate... due episodi su tutti. La vasca di trattamento acque reflue era sotto il palco del teatro all'aperto utilizzato per gli spettacoli serali di animazione. Ovviamente gli animatori e il pubblico si sono lamentati dell'odore che saliva, per cui hanno ben pensato di sigillare i tombini. Una mattina eravamo a bordo piscina, sentiamo un gran botto e vediamo una fiammata che dal palco sale per una decina di metri. Sigillando i tombini, si era formata una sacca di gas che era esplosa per una scintilla. Se invece che la mattina fosse successo alle nove di sera, con gli animatori che ci ballavano sopra e le gradinate piene di gente, avremmo contato i morti. Il coperchio di ghisa del tombino è stato scaraventato in alto e lanciato per qualche metro, atterrando sulla prima fila, dove la sera sedevano i bambini. Secondo episodio. Una sera ho notato che l'acqua che ci davano da bere era acqua di rubinetto che veniva gasata o trasformata nelle note bibite aggiungendo il concentrato, aveva un sapore strano. Sono andato a comprare una bottiglia di acqua minerale al negozietto e ci siamo bevuti quella. Il giorno dopo c'era la coda in bagno di gente che stava male per l'intossicazione alimentare. Avrei altri episodi da raccontare, ma mi fermo qui.

    L'altro motivo è stato l'incidente occorso a mia moglie. Caduta e lussazione, ridotta grazie all'intervento di una turista con noi in escursione, che era un medico. Ambulanza, scaricati all'ospedale di Heraklion e dimenticata svenuta su una barella. Ho scoperto che in Grecia al pronto soccorso la priorità non dipende dal codice, ma dalle bustarelle. Venti euro ad una infermiera e si sono aperte le porte. Ingessatura alla bell'e meglio, senza nemmeno pulire il braccio pieno di sassi e terra. Visita di controllo ai limiti del ridicolo, ricordo le pantegane nel seminterrato e gli spintoni per entrare nella stanza del medico. Assistenza del tour operator vicina allo zero, sono dovuto andare io al consolato a far tradurre i documenti, pagare il medico per fare la dichiarazione per poter salire in aereo con l'ingessatura. Hanno detto che loro semplicemente allo scadere dei 15 giorni ci avrebbero lasciati lì, se volevamo tornare in aereo, dovevamo fare noi.

    Vacanza (e Grecia) da dimenticare.

    Quindi preferisco ricordare la nostra seconda Grecia, una vacanza a Corfù capitata praticamente per caso.
    Quest'anno siamo tornati per la quarta volta e la settimana è volata anche solo facendo il giro degli amici.
    A Corfù ho trovato esattamente l'opposto di quel che ho trovato a Creta (anche se la sanità non l'ho sperimentata e spero di non doverla mai fare), anche e soprattutto in termini di persone.
    Gli eventi possono capitare, ma le persone fanno la differenza.
    Le opinioni altrui sono come i pareri sulle mutande.
    Puoi sentirne quanti ne vuoi, ma è quando ci infili dentro le chiappe che scopri se ti vanno bene o no.

  5. #5
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373
    Se ho ben capito, però, ERAORA non ha chiesto di raccontare la nostra prima esperienza in terra ellenica, positiva o negativa che sia stata, bensì quale isola consigliare a un amico per la SUA PRIMA GRECIA.
    "Questa è la pietra nello stagno: dove portereste una persona a voi cara che si affidasse completamente a voi?" A Corfù, Phormula?

  6. #6
    Senior Member L'avatar di Phormula
    Data Registrazione
    24-06-2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    886
    Hai ragione. Corfù può essere una buona "prima Grecia" per chi non vuole affrontare un distacco troppo brusco con l'Italia.

    Se dovessi definire Corfù con il nome di un piatto, parlerei di "Grecia in salsa italiana". E' la più italiana delle isole greche, tantissime persone hanno studiato in Italia e prarlano italiano con accenti del sud, nei supermercati molti prodotti arrivano dall'Italia (non sto parlando del cibo ma dei prodotti in genere), quindi non hai il problema della lingua. L'architettura degli edifici storici, e non delle case in costruzione con i ferri che spuntano dal tetto per farci un altro piano, è più veneziana che greca. Se ci vai per fare la foto da cartolina della chiesetta con il tetto blu, è il posto sbagliato e ci resti male perchè non la trovi.
    Però la gente, quella si, è squisitamente greca (escludendo la Lega corfiota, che spinge per l'indipendenza). Elogio della lentezza (sigà-sigà), gentile e disponibile. In pratica puoi sperimentare quello che in misura maggiore troverai (o meglio io penso troverai, io su altre isole non ci sono mai stato e Creta l'ho cancellata dalla carta geografica) su altre isole potendo contare su una "rete di sicurezza" dettata dai legami con l'Italia più forti di altre isolee una barriera linguistica praticamente inesistente. Puoi sperimentare la ristorazione greca e se non ti va ripiegare su ottima cucina italiana. Poi, se questo modo di far vacanza, di intendere la vita, di gestire i rapporti umani, per cui scambi due parole con una persona e dopo un'ora sei ancora lì a parlare e incominci a pensare di conoscerla da una vita, è coerenete con il tuo spirito di vacanza, allora si può alzare il tiro.

    Il rischio è appunto che questi legami diventino forti, al punto che non alzi il tiro perchè tra andare in un altro posto o andare a salutare le persone che conosci (domanda che ci siamo fatti a fine primavera scorsa), la risposta è stata "no, dai, torniamo lì che andiamo a trovare Tizio, salutiamo Caio che non era stato troppo bene, portiamo un regalo al figlio di Sempronio..." e te ne vai con il groppo in gola con gli amici che ti abbracciano forte. confesso che se avessi 20 anni di meno, una casetta da quelle parti la prenderei in considerazione.
    Le opinioni altrui sono come i pareri sulle mutande.
    Puoi sentirne quanti ne vuoi, ma è quando ci infili dentro le chiappe che scopri se ti vanno bene o no.

  7. #7
    Senior Member L'avatar di zuppalatte
    Data Registrazione
    23-07-2009
    Località
    cava de' tirreni (Sa)
    Messaggi
    624
    Citazione Originariamente Scritto da Myria Visualizza Messaggio
    Io invece sceglierei la mia isola preferita: Karpathos in giugno
    Concordo com Myria: Karpathos (a giugno o a settembre è sempre meravigliosa!)... e credo che l'anno prossimo ci riandrò con una coppia di amici (con i quali siamo già stati a Creta) e con cui condivideremo, ad ottobre, l'esperienza del Marocco (il mio terzo, per loro il primo).
    Ultima modifica di zuppalatte; 22-09-2017 alle 15:52:47
    Ci vorrebbe ...un amore, qualcuno… lui saprebbe inventarla una strada … una strada clemente e bella… una strada da qui al mare (A. Baricco)

    Mariarosaria

    Il mio sito http://www.porticandonuovo.eu/

  8. #8
    Senior Member L'avatar di SILVANA711
    Data Registrazione
    23-05-2007
    Località
    TORINO
    Messaggi
    1,030
    Forse il giro Kithnos, Serifos, Sifnos
    ------------------------------------------------
    foto:
    http://picasaweb.google.com/103328723346951597268

  9. #9
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Mhh che domanda difficile Seba! Ci sto pensando da giorni da quando hai sottoposto la sfida perche' di questo si tratta quando non conosci i gusti di chi ti sottopone questa domanda. In generale chi chiede qualche informazione sulle isole greche ha sempre in mente un'immaginario che e' il "bel" mare. Non sanno nulla dell'atmosfera che noi viviamo in quella terra e magari la volta successiva capiranno meglio perche' l'hanno vissuta in prima persona. Sempre che l'abbiano compresa... Allora penso che consiglerei Naxos. Un buon mix tra mare e atmosfera che pero' va cercata al suo interno.
    Poi da "veterana" di isole greche, non mi fermerei a questa, ma Seba ha chiesto una sola scelta

  10. #10
    Senior Member L'avatar di Phormula
    Data Registrazione
    24-06-2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    886
    Tieni presente che la Grecia è un mondo a parte e l'impatto può essere un po' drammatico, per chi viene da anni di vacanze nei villagi, ma anche solo negli hotel. Secondo me prima di proporre un'isola bisogna capire qual'è il modello di vacanza a cui uno è abituato e quanto è disposto a cambiarlo. Ho conosciuto persone che sono andate in Grecia dopo anni non dico di Club Med ma di resort all inclusive sul Mar Rosso, con il loro contorno di finta abbondanza, i buffet al ristorante che ti metti sei chili di roba sul piatto, assaggi una forchettata e il resto lo butti, i lettini e la piscina, le escursioni programmate, gli animatori e il personale del villaggio che (fingono) di farti sentire importante in cambio di una mancia, e sono tornati delusissimi. Devono prima andare in Grecia nelle isole più turistiche e poi allargare la loro visione, prima di spingersi in una isoletta di studio, pensioncine e in giro in due sul motorino. Viceversa se uno era già abituato alle vacanze fai da te in appartamento, a girare, a chiacchierare con la gente per strada, ad accettare una scarpinata sotto il sole per arrivare ad una spiaggia, allora lo si può spedire nella più sperduta delle isole senza paura che resti deluso.
    Le opinioni altrui sono come i pareri sulle mutande.
    Puoi sentirne quanti ne vuoi, ma è quando ci infili dentro le chiappe che scopri se ti vanno bene o no.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato