Pagina 103 di 170 PrimaPrima ... 35393101102103104105113153 ... UltimaUltima
Risultati da 1,021 a 1,030 di 1696

Discussione: TUTTOSICILIA!

  1. #1021
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: TUTTOSICILIA!

    Citazione Originariamente Scritto da Hakon
    ...Per domenica vi prometto qualcosa che ha a che fare con una Sicilia montana sconosciuta ai più.
    Madonie? Nebrodi? Peloritani?
    Non vediamo l'ora!

  2. #1022
    Senior Member
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    vicenza
    Messaggi
    7,968

    Re: TUTTOSICILIA!

    Nessun giro. Per ora è prenotata una vacanza di una settimana alla Tonnara di Bonagia(TP9. Attendo per la sistemazione per una seconda settimana. Poi, come sempre, mattinata balneare e pomeriggio in giro per le meraviglie dei dintorni. E per quello mi devo ancora studiare bene le carte e le guide. Anche se un'idea di massima ce l'ho già.
    Di una città non apprezzi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.
    Italo Calvino.

  3. #1023
    Senior Member L'avatar di danibi
    Data Registrazione
    03-01-2006
    Messaggi
    26,483

    Re: TUTTOSICILIA!

    Che tempismo, Sangio, non si può dire che perdi tempo.

  4. #1024
    Senior Member L'avatar di valya
    Data Registrazione
    22-01-2006
    Località
    Genova Genoa Zena
    Messaggi
    22,889

    Re: TUTTOSICILIA!

    vi metto delle mappe molto dettagliate che ho trovato online:

    SICILIA OVEST

    SICILIA CENTRALE

    SICILIA EST
    Il mio SITI DI VIAGGIO I VIAGGI DI MKVALE

    La pagina de I VIAGGI DI MKVALE su FACEBOOK! Metti "Mi piace" !

    tutte le mie FOTOGRAFIE DI VIAGGIO su Flickr

  5. #1025
    Senior Member L'avatar di Elysapaola
    Data Registrazione
    11-07-2006
    Località
    Busto Arsizio
    Messaggi
    14,452

    Re: TUTTOSICILIA!

    sangio tu si che sei troppo avanti!

  6. #1026
    Senior Member
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    vicenza
    Messaggi
    7,968

    Re: TUTTOSICILIA!

    La mia situazione "lavorativa" attuale e la scelta che ho fatto anni fa per quanto riguarda le mie vacanze mi permettono una programmazione così anticipata. Come, al contrario, di partire anche domani, se volessi.
    Di una città non apprezzi le sette o settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda.
    Italo Calvino.

  7. #1027
    Senior Member L'avatar di Hakon
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,347

    Madonie in autunno

    Mi piacciono particolarmente le Madonie in novembre. Non sarà il foliage del New England o del Québec, ma qualcosa che ci si avvicina e ben più a portata di mano!
    Un anno fa, proprio per San Martino, sono salito a Castelbuono, sul versante nord, ed ho compiuto la classica escursione da Piano Sempria (Rif. Francesco Crispi del CAS) a Piano Pomo.

    Si sale (sentiero 1-15) attraverso il bosco di lecci, castagni, faggi e con begli esemplari di querce, fino a raggiungere un alpeggio con tanto di "pagliaro", la ricompensa finale è costituita dal gruppo di agrifogli giganti.



    In inverno, con la neve, è possibile effettuare con le racchette la traversata Piano Sempria-Piano Battaglia.
    La settimana scorsa invece ho avuto la possibilità di fermarmi tre giorni, facendo base alla Baita del faggio. La marcia in più a questo soggiorno è stata data dalla presenza del naturalista Antonio Mirabella, che nel Parco vive, lavora e svolge le sue ricerche. E' stato lui ad evidenziare per l'abies nebrodensis il pericolo di ibridazione con gli esemplari di Abete bianco o di Abete di Cefalonia piantati, in seguito a progetti di rimboschimento, nelle zone limitrofe all'areale dell'ormai rarissima conifera, il caso certamente più noto d'endemismo madonita. Con la sua dedizione e ostinazione è riuscito a portare avanti un progetto accurato di conservazione in situ, così l'abies ha ricominciato a produrre strobili con semi fertili, e ciò fa ben sperare per la sua conservazione a lungo termine. L'abete dei Nebrodi (Abies nebrodensis) deve il nome al fatto che anticamente per Nebrodi s'intendevano le Madonie; per lo stesso motivo molte specie di piante ed animali descritti di questo complesso montuoso portano il nome “nebrodensis”, che oggi può condurre ad equivoci. Ne sono stati censiti ormai meno di una trentina di esemplari, concentrati nel Vallone Madonna degli Angeli ad una
    quota compresa fra i 1400 ed i 1650 metri e di questi soltanto una coppia è uscita miracolosamente dallo stato di sterilità. Martedì abbiamo compiuto l'ascensione verso questo areale impervio, ci siamo fermati in un punto d'osservazione, con binocolo e teleobiettivo ho potuto identificare cinque dei 29 sopravvissuti, segnalati da paletti, non ci siamo avvicinati di più per via delle raffiche di vento.

    vista verso la Valle dell'Imera

    vista verso il massiccio del Monte Cervi
    Al ritorno ci siamo soffermati all'anfiteatro della Quacella, un ambiente dolomitico unico in Sicilia! C'è da dire che l'aspetto geologico è un altro dei punti forti del Parco (istituito nel 1989) tant'è che fa parte della rete degli European Geopark. Essenzialmente, nel loro settore centrale, le Madonie sono separate in due unità geologiche: una di esse è rappresentata dal massiccio del Carbonara, di natura calcarea e dolomitica, mentre l'altro è il Monte Cervi, anch'esso di natura calcarea e dolomitica. Le due unità sono separate da una grande vallata e si ricongiungono a Portella Colla, dove s'osserva un importante contatto tettonico fra esse.


    Il Piccolo Cervino

    Dalla Quacella verso il Pizzo Antenna

    Anfiteatro della Quacella


    Le Piccole Dolomiti Siciliane
    Successivamente ci siamo spostati in auto nella zona di Piano Battaglia, qui abbiamo potuto osservare gli esacoralli impressi nelle rocce. Infatti nelle Madonie sono molto rappresentati i fossili, consentendo di fare ipotesi sull'originario ambiente dei luoghi. Sono stati in tal modo ricostruiti i paesaggi oceanici con grandi barriere coralline dell'era secondaria, poi coperti nel Terziario durante l'avvicinamento tra Africa ed Europa, da sedimenti di varia natura. Ad esempio a Cozzo Rosolocollo si rivengono foraminiferi (le fusuline), molluschi bivalvi, ed ancora poriferi (spugne) ed alghe d'età approssimativamente risalente ai 250 milioni di anni. L'attraversamento del pianoro, dominato dal Monte Mùfara con le sue due piste da sci, nella usa colorata veste autunnale è stato molto godibile, mentre Antonio ci illustrava la forma di carsismo che interessa questa zona che con la Battaglietta è peraltro una delle più conosciute della Sicilia. Le due depressioni, dotate d'inghiottitoi sul fondo, rappresentano il più esteso e suggestivo paesaggio carsico del complesso della Carbonara che, con le innumerevoli doline, valli cieche ed inghiottitoi, costituisce un'area di studio, dal punto di vista scientifico, tra le più importanti d'Italia. Il carsismo ipogeo è rappresentato da grotte a sviluppo orizzontale e da abissi e pozzi a sviluppo verticale, corrispondenti i primi a processi verificatisi durante fasi di lento sollevamento della regione, i secondi a processi verificatisi in coincidenza di fasi di rapido sollevamento. Nei pressi d'Isnello sono le formazioni più spettacolari, come l'Abisso del Vento, la Grotta delle Zanzare e la Grotta della Paglia. A me ha colpito in particolare il fatto che le acque che si inabissano dall'inghiottitoio che abbiamo visto da vicino sgorgano tutte - è stato provato - soltanto nei pressi di Cefalù, quindi addirittura in prossimità della costa!


    Piano Battaglia
    Nel pomeriggio una passeggiata nel bosco, ai piedi del Carbonara, ci ha regalato l'avvistamento, in una radura ancora più in basso, di un gruppo di camosci e di un cervo albino. Queste specie, così come il daino, sono state reintrodotte di recente e prosperano senza problemi. Un problema è invece quello del cinghia-maiale, l'animale, frutto di un incrocio per il quale non sono state chiarite le cause, tra il cinghiale (razza autoctona del Parco) ed una popolazione di maiali domestici ha dato vita a questa specie ibridata. Rispetto ad un cinghiale comune il cinghia - maiale o suido, come è stato battezzato, presenta dimensioni notevolmente accresciute (alcuni esemplari arrivano a pesare 80 chili). La sua presenza ha già contribuito ad alterare alcuni importanti equilibri ecologici. Gli esperti hanno, infatti, rilevato una riduzione di esemplari di animali che sono preda del cinghiale come conigli e vipere. I problemi dettati dalla presenza dei suidi si sono manifestati anche per le colture di privati ed aziende agricole, devastate a seguito dell'assalto dei branchi di suini. Mirabella imputa il problema anche alla mancanza di una specie antagonista e d'altra parte, secondo lui, il lupo non può essere reintrodotto, perché quello disponibile, l'appenninico, è differente dal siculo, ormai estinto, quindi costituirebbe un'alterazione.

    Carsismo sul Carbonara

    Pizzo Carbonara m 1979
    Il giorno precedente, da Portella Colla, abbiamo percorso un tratto del Sentiero Italia, tenendoci alla destra del massiccio del Cervi; il bosco qui è misto, latifoglie indigene: lecci, aceri campestri, faggi e conifere esotiche: cedri del Libano, abeti greci, pini austriaci. La nostra guida d'eccezione - che collabora anche col giardino botanico alpinino Chanousia - mi ha spiegato che il Parco delle Madonie può vantare una biodiversità dieci volte superiore a quella del Gran Paradiso e ben duecento endemismi!

    Nell'ultimo pomeriggio a disposizione ci siamo recati a Petralia Sottana, qui abbiamo visitato la sede del Geopark, davvero ben allestita e con interessanti reperti archeologici oltre che geologici. Una passeggiata tra le stradine medievali, con archi, passaggi e piccole scalinate, ha confermato la mia idea che i borghi madoniti, sicuramente meno afflitti da abusuvismo ed incuria, rispetto ad altri comprensori siciliani, conservano caratteri urbani di notevole dignità ed eleganza, non privi di motivi di interesse architettonico ed artistico. Non ho parlato della gastronomia, ma sono pronto a rispondere anche in proposito!
    Last: July 29-August 29 J A P A N

    Il vento non soffia mai dalla parte giusta per chi non sa dove andare!

    LE MIE FOTO

  8. #1028
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: TUTTOSICILIA!

    Molto, ma molto ma molto interessante. Questa Sicilia offre veramente attrattive inesauribili.
    Hakon, ne hai materiale bastante per assemblare un video o uno slide show su quelle zone?

  9. #1029
    Senior Member L'avatar di Hakon
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,347

    Re: TUTTOSICILIA!

    Grazie! Penso di sì...quantomeno ci proverò.
    Last: July 29-August 29 J A P A N

    Il vento non soffia mai dalla parte giusta per chi non sa dove andare!

    LE MIE FOTO

  10. #1030
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: TUTTOSICILIA!

    Grazie a te!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato