Pagina 127 di 127 PrimaPrima ... 2777117125126127
Risultati da 1,261 a 1,265 di 1265

Discussione: Poesie da ricordare

  1. #1261
    Senior Member L'avatar di anto19_70
    Data Registrazione
    21-01-2007
    LocalitÓ
    Romagna ---> Abruzzo
    Messaggi
    8,106

    Re: Poesie da ricordare

    Vorrei di Francesco Guccini

    Vorrei conoscer l'odore del tuo paese,
    camminare di casa nel tuo giardino,
    respirare nell' aria sale e maggese,
    gli aromi della tua salvia e del rosmarino.
    Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero
    parlando con me del tempo e dei giorni andati,
    vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,
    come se amici fossimo sempre stati.
    Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci
    e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,
    le strisce delle lumache nei loro gusci,
    capire tutti gli sguardi dietro agli scuri

    e lo vorrei
    perchŔ non sono quando non ci sei
    e resto solo coi pensieri miei ed io...

    Vorrei con te da solo sempre viaggiare,
    scoprire quello che intorno c'Ŕ da scoprire
    per raccontarti e poi farmi raccontare
    il senso d' un rabbuiarsi e del tuo gioire;
    vorrei tornare nei posti dove son stato,
    spiegarti di quanto tutto sia poi diverso
    e per farmi da te spiegare cos'Ŕ cambiato
    e quale sapore nuovo abbia l' universo.
    Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona
    o il mare di una remota spiaggia cubana
    o un greppe dell' Appennino dove risuona
    fra gli alberi un' usata e semplice tramontana

    e lo vorrei
    perchŔ non sono quando non ci sei
    e resto solo coi pensieri miei ed io...

    Vorrei restare per sempre in un posto solo
    per ascoltare il suono del tuo parlare
    e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo
    impliciti dentro al semplice tuo camminare
    e restare in silenzio al suono della tua voce
    o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso
    dimenticando il tempo troppo veloce
    o nascondere in due sciocchezze che son commosso.
    Vorrei cantare il canto delle tue mani,
    giocare con te un eterno gioco proibito
    che l' oggi restasse oggi senza domani
    o domani potesse tendere all' infinito

    e lo vorrei
    perchŔ non sono quando non ci sei
    e resto solo coi pensieri miei ed io...
    Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi - Marcel Proust

  2. #1262
    Senior Member L'avatar di anto19_70
    Data Registrazione
    21-01-2007
    LocalitÓ
    Romagna ---> Abruzzo
    Messaggi
    8,106

    Re: Poesie da ricordare

    Rainer Maria Rilke

    A Lou Andreas-SalomÚ

    Non posso ricordare. Ma quei momenti
    puri dureranno in me come
    in fondo a un vaso troppo pieno.
    Non penso a te, ma sono per amore tuo
    e questo mi dÓ forza.
    Non ti invento nei luoghi
    che adesso senza te non hanno senso.
    Il tuo non esserci
    Ŕ giÓ caldo di te, ed Ŕ pi˙ vero,
    pi˙ del tuo mancarmi. La nostalgia
    spesso non distingue. PerchÚ
    cercare allora se il tuo influsso
    giÓ sento su di me lieve
    come un raggio di luna alla finestra.
    Il vero viaggio di scoperta non consiste nel trovare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi - Marcel Proust

  3. #1263
    Senior Member L'avatar di ramonvr
    Data Registrazione
    17-03-2006
    LocalitÓ
    prov. Milano
    Messaggi
    17,333

    Re: Poesie da ricordare

    E' la solitudine
    che ci fa commettere
    tante sciocchezze
    La solitudine nella quale viviamo
    ogni giorno
    dentro le nostre vite
    A volte
    basta un cenno
    un sorriso
    per farci credere
    per farci trascinare
    nella dipendenza
    prima
    e nella sofferenza
    poi
    Si puo' stare liberamente
    con qualcuno
    solamente imparando
    ad essere "soli"

    V.R.
    ...e se si girano gli eserciti, e spariscono gli eroi, se la guerra poi adesso cominciamo a farla noi, non sorridete, gli spari sopra, sono per voi... Vasco

    UHIE'...IL DUCA

    SPICH ENS STRAISS

  4. #1264

    Re: Poesie da ricordare

    Il pirla

    Prima di chiudere gli occhi mi hai detto pirla,
    una parola gergale non traducibile.
    Da allora me la porto addosso come un marchio
    che resiste alla pomice. Ci sono anche altri
    pirla nel mondo ma come riconoscerli?
    I pirla non sanno di esserlo. Se pure
    ne fossero informati tenterebbero
    di scollarsi con le unghie quello stigma.

    Eugenio Montale


  5. #1265
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    LocalitÓ
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Poesie da ricordare

    Un pensiero

    Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
    e fui contento, perchŔ rubacchiavano.
    Poi vennero a prendere gli ebrei
    e stetti zitto, perchŔ mi stavano antipatici.
    Poi vennero a prendere gli omosessuali,
    e fui sollevato, perchŔ mi erano fastidiosi.
    Poi vennero a prendere i comunisti,
    e io non dissi niente, perchŔ non ero comunista.
    Un giorno vennero a prendere me,
    e non c'era rimasto nessuno a protestare.

    Bertolt Brecht - Berlino, 1932

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB Ŕ Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] Ŕ Attivato
  • Il codice [VIDEO] Ŕ Disattivato
  • Il codice HTML Ŕ Disattivato