Pagina 25 di 39 PrimaPrima ... 15232425262735 ... UltimaUltima
Risultati da 241 a 250 di 387

Discussione: La Namibia, una tavolozza di colori

  1. #241
    Senior Member L'avatar di sari
    Data Registrazione
    18-01-2010
    Messaggi
    129

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Ancora emozionati per questi incontri ravvicinati, ci mettiamo in marcia verso Opuwo, principale centro abitato del Kaokoveld, descritto da molti come ultima vera wilderness e ultimo baluardo delle tradizioni di alcune delle popolazioni indigene africane.
    Quando giungiamo a destinazione, abbiamo davvero la sensazione di essere d'un tratto catapultati nella vera Africa. Definire Opuwo una cittadina nel senso che comunemente attribuiamo a questo termine, ne falserebbe l'essenza. Siamo piuttosto di fronte ad un piccolo spaccato di multicolore caos africano: ci sono le donne Herero con i loro ampi ed ingombranti abiti multicolore, le sinuose donne himba ricoperte di ocra rossa e vestite con pelli di animali, persone vestite come noi, capre e mucche in mezzo alla strada; bambini con la divisa da scuola accanto ad altri che lavorano o vendono piccoli oggetti di artigianato locale.
    Ci troviamo nel mezzo di un melting pot tutto africano, che ci confonde e allo stesso tempo ci incuriosisce. Sulle prime veniamo assaliti dalla strana sensazione di essere per una volta noi, gli stranieri, quelli diversi, i simboli dell'alterità. Questo rende un po' difficoltoso mischiarsi alla gente del posto e mimetizzarsi nella folla: qui il colore della nostra pelle attira l'attenzione, e fa sì che - anche a causa delle distorsioni provocate dal turismo in questa regione - una persona bianca equivalga ad una possibile fonte di denaro, a cui vendere qualcosa o chiedere l'elemosina.
    Ci sentiamo osservati, a volte con la semplice curiosità di vedere una persona con la pelle diversa dalla propria ed uno strano aggeggio appeso al collo - Altre con lo sguardo di chi probabilmente guadagna in un mese la cifra che a noi serve per fare il pieno dell'auto.
    Il colorato e vivace viale principale di questo crogiuolo di razze africano mi appare come il simbolo delle antiche tradizioni che convivono - o più spesso cozzano - con la prepotenza della modernità e del modello occidentale, che scardina con eccessiva rapidità equilibri ancestrali.
    Questo posto non può che sollevare degli interrogativi, specialmente in chi vive nel cosiddetto "primo mondo": ci si interroga sulla monetarizzazione introdotta dal turismo, che se da una parte rappresenta una salvezza per questo paese, dall'altra porta al disgregamento di alcuni meccanismi e tradizioni - Ad esempio, gli himba che fino a qualche anno fa avrebbero trascorso la giornata al villaggio, dedicandosi alla pastorizia, si trovano ora in questa cittadina a vendere pezzi di artigianato, e con il ricavato vanno a fare la spesa al supermercato. Modernizzazione e sviluppo? Oppure perdita di tradizioni e smarrimento di un patrimonio che non tornerà più?
    «L'unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi.»

  2. #242
    Senior Member L'avatar di sari
    Data Registrazione
    18-01-2010
    Messaggi
    129

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    19/08/2010

    Purtroppo le condizioni ci impediscono di visitare le Epupa Falls: la macchina che abbiamo non arriverebbe intera a destinazione, dato che la strada è particolarmente impegnativa.
    E il lodge propone un'escursione organizzata, che però ha un prezzo veramente esagerato che ci rifiutiamo di pagare.
    Decidiamo quindi di anticipare la partenza e cerchiamo una sistemazione alternativa per la notte. Il Vingerklip Lodge ci conferma di avere disponibilità, il che ci da la possibilità di aggiungere al viaggio una tappa inizialmente non prevista (nonchè di alloggiare in uno dei lodge più spettacolari che ci sia mai capitato di vedere...).
    Quindi, pronti via! ci rimettiamo in marcia, vedendo scorrere lungo la strada (lunga, ma fortunatamente asfaltata) piccoli agglomerati di capanne costruite in fango e lamiera, e sorpassando alcuni carri trainati da asini, un mezzo di locomozione assai più diffuso rispetto alle automobili in dotazione a noi fortunati turisti.
    Dopo alcune ore di guida raggiungiamo finalmente quella che viene definita "l'Arizona della Namibia": ci ritroviamo in una vallata che effettivamente ricorda parecchio i paesaggi del far west americano, per noi è un dejà-vu che ci permette di confermare che il soprannome è davvero azzeccato. Sembra il set di un film western, solo che qui al posto dei cavalli ci sono le antilopi. E purtroppo in passato vi si è svolta una battaglia di civiltà tristemente simile a quella tra indigeni americani e colonizzatori bianchi.
    La savana che predomina nel nord del paese qui lascia il posto ad un panorama arido, con alcuni cespugli spinosi (lo stratagemma a cui sono costrette le piante per difendersi dalla dura sopravvivenza nel deserto) e gli speroni di roccia modellati dal vento e dalla durezza di questo ambiente arido. Il risultato è un'affascinante piana interrotta da massicci rocciosi, tra cui il famoso Vingerklip, o Rock Finger, un pilastro di roccia così chiamato perchè ricorda proprio un dito che si erge nel mezzo della vallata, indomito e solitario. Ci si chiede come riesca a stare in piedi!
    Il Vingerklip Lodge gode di una posizione particolarmente privilegiata in questo ambiente selvaggio. Addirittura, un ristorante mobile si trova sulla cima di una di queste mesa: ci si inerpica lungo uno di questi speroni rocciosi, e quando si arriva in cima la vista è impareggiabile, e il panorama fa quasi (e dico quasi!) dimenticare la fame...
    Da qui ammiro l'ennesimo tramonto mozzafiato, con il sole che pian piano cala dietro all'altopiano, colorando le rocce di rosa e di rosso e dando vita ad uno scenario quasi marziano.
    «L'unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi.»

  3. #243
    Senior Member L'avatar di Daiana
    Data Registrazione
    19-09-2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    32,079

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Che bello quel segnale di pericolo!
    Siamo un esercito di sognatori, è per questo che siamo invincibili! ????

  4. #244
    Senior Member L'avatar di sari
    Data Registrazione
    18-01-2010
    Messaggi
    129

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Citazione Originariamente Scritto da daiana
    Che bello quel segnale di pericolo!
    guarda questo!
    «L'unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi.»

  5. #245
    Senior Member L'avatar di Daiana
    Data Registrazione
    19-09-2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    32,079

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Simpaticissimi!
    Siamo un esercito di sognatori, è per questo che siamo invincibili! ????

  6. #246
    Senior Member L'avatar di danibi
    Data Registrazione
    03-01-2006
    Messaggi
    26,483

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Leggendo il tuo racconto e le tue impressioni non trovo molti cambiamenti rispetto a qualche anno fa e la cosa mi fa molto piacere. Ti seguo sulle strade deserte e polverose con molta nostalgia.

  7. #247
    Member
    Data Registrazione
    15-04-2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    55

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Ciao, vorremmo tanto riuscire a portare Erica a vedere gli animali della savana nel loro abitat e pure il deserto, a noi è rimasto nel cuore quello libico. I prezzi dei viaggi organizzati sono proibitivi col fly & drive siamo un po titubanti. Noi avevamo fatto il Su Africa e non avevamo avuto problemi, ma ora con Erica vorremmo essere un po più cauti. Qualcuno è stato con dei bambini, avete suggerimenti? buona giornata

  8. #248
    Senior Member L'avatar di sari
    Data Registrazione
    18-01-2010
    Messaggi
    129

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Citazione Originariamente Scritto da erica/ornella
    Ciao, vorremmo tanto riuscire a portare Erica a vedere gli animali della savana nel loro abitat e pure il deserto, a noi è rimasto nel cuore quello libico. I prezzi dei viaggi organizzati sono proibitivi col fly & drive siamo un po titubanti. Noi avevamo fatto il Su Africa e non avevamo avuto problemi, ma ora con Erica vorremmo essere un po più cauti. Qualcuno è stato con dei bambini, avete suggerimenti? buona giornata
    ciao, io ti posso dire che in Namibia ho visto davvero parecchie famiglie con bambini, anche piccoli - non solo famiglie tedesche/inglesi ecc (cosa abbastanza comune), ma anche italiane (cosa già più rara a trovarsi...).
    un viaggio in namibia si organizza facilmente in autonomia, senza bisogno di pagare un'agenzia per un fly&drive.
    si tratta di un paese sicuro e facile da girare, vai tranquilla e con la certezza che sarà un viaggio adatto alla tua bimba, emozionante sia per lei che per voi!
    «L'unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi.»

  9. #249
    Senior Member L'avatar di danibi
    Data Registrazione
    03-01-2006
    Messaggi
    26,483

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    A quanto scritto da Sari aggiungo che non è a rischio malattie, quindi - se la Namibia ti interessa veramente - non esitare, perchè non ha nessuna controindicazione.
    L'unico grosso guaio è costituito dal fatto che ci innamora perdutamente dei suoi paesaggi e colori e quando si torna si sente una nostalgia così grande da provare sofferenza.

  10. #250
    Member
    Data Registrazione
    15-04-2008
    Località
    Torino
    Messaggi
    55

    Re: La Namibia, una tavolozza di colori

    Vi ringrazio per le vostre informazioni, per ora sto leggendo qua e la per avere più notizie possibili. Non so se voi ne avete già sentito parlare ma io ho chiesto delucidazioni ad un'agenzia che si trova a Windhoeck. La Namibiaselftour, i commenti di coloro che si sono appoggiati a loro sono positivi. Vediamo. Noi dell'Africa abbiamo visto pochissimo ma già ne siamo innamorati ed è proprio per questo che ci vogliamo tornare con Erica.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato