Pagina 179 di 349 PrimaPrima ... 79129169177178179180181189229279 ... UltimaUltima
Risultati da 1,781 a 1,790 di 3482

Discussione: KARPATHOS

  1. #1781
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805

    Re: KARPATHOS

    Sì, ma ragazzi... e comprarvi una cartina noo?

    Comunque: arrivando all'areoporto proveniendo da Pigadia ed Amoopi, circa 300 m prima dell'ingresso all'areostazione, c'è una strada a destra con la freccia Arkessia.
    Prendere quella strada (asfaltata) e percorrerla per circa 300 m. Poi girare a sinistra. Ci dovrebbe essere una freccia per la spiaggia di Pounta, quella dei Kaytisti, ma in Grecia coi cartelli non si può mai dire...; percorrere questa strada.Adesso dovrebbe essere asfaltata anche questa; praticamente costeggia la recinzione dell'areoporto seguendo il lato "lungo" nord; dopo circa 600m c'è una curva a destra, poi, dopo altri 900 m c'è una curva a sinistra; a quel punto siete lungo il lato "corto" dell' areoporto. A metà del lato corto dell'areoporto la strada asfaltata piega a destra. Voi in quel punto andate dritti su una sterrata, che dopo poche decine di metri piega a sinistra.
    In quella curva, se ci si affaccia sul mare, c'è una bella spiaggia verso ovest, che si raggiunge anche da una carrareccia che si stacca dalla strada asfaltata un po' oltre la curva dove voi avete preso lo sterrato. Quelle sono le spiagge di Psorari e Kipos, che sono molto belle ma non le più belle.
    Torniamo allo sterrato.
    Finito il lato "corto" dell'areoporto si piega sinistra e si prosegue. In questo tratto le tracce si suddividono, con un po' di pratica si segue la principale (ma non succede niente di grave se si prende una deviazione).
    Si prosegue quindi costeggiando il lato "lungo" a sud dell'areoporto per circa 2 km, poi c'è una leggera curva a destra. Altri 700 m e si trova un bivio: lì si gira a sinistra. Dopo 300m ci si affaccia sul mare e si prosegue fino alla fine della strada. A quel punto la spiaggia di Diakofti (la mitica spiaggia dell'areoporto) appare in tutta la sua bellezza.
    Attenzione. Se per caso all'ultimo bivio proseguite diritto vi accorgete che siete sulla strada sbagliata perchè dopo un po' trovate un lunghissimo muro che chiude da est ad ovest l'ultima parte dell 'isola. Lo hanno fatto gli Italiani quando all'estremità sud dell'isola c'era un campo trincerato della Regia Marina.
    Di lì in poi non ci sono spiagge ma solo splendidi panorami e scogliere. Se avete un fuoristrada salite fino all'osservatorio in cima al promontorio. Io cercando fra i sassi ho trovato anche una scheggia di una granata, probabilmente tedesca, sparata dopo l'8 settembre '43.

    Spero di essere stato preciso ed esauriente.
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  2. #1782

    Re: KARPATHOS

    Soch... ma vai a memoria o ci sei in questo momento?

    Io il muro non l'ho visto, si vede che non mi sono perso, ma se lo avessi saputo lo sarei andato a vedere apposta.
    Il bello di Karpathos è parlare con la gente del posto, soprattutto i vecchi che si ricordano di quando gli facevano imparare l'italiano a scuola e appena vedono che siete italiani non perdono l'occasione di farvi vedere che lo hanno imparato da piccoli, farsi raccontare le storie della guerra, oppure vi racconteranno dell'America, perchè la maggior parte dei Karpathiani sono emigrati in America e poi sono tornati.
    Andate a Menetes, un bel paesino con tutte le case rimesse a nuovo dagli emigrati che sono tornati, andate nella chiesa, lì c'è una signora che fà da cicerone, anche se non parla molto bene l'italiano ma ci prova, se gli fate solo qualche domanda, finirete per essere invitati a casa sua e vi mostrerà con orgoglio la tipica camera da letto in legno Karpathiana.

  3. #1783
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805

    Re: KARPATHOS

    Vado a memoria... con l'aiuto della funzione "righello" di google heart per le distanze.
    Comunque i posti li ho stampati in mente.
    Ed è vero che gli anziani del posto raccontano tanti aneddoti di quando erano italiani. Mi ricordo il custode del museo dell' "antica casa Karpatiana" ad Othos che mi raccontò una lunga storia di quando da ragazzo non aveva la licenza per fare, mi pare, il barbiere di strada, ed un maresciallo dei Reali Carabinieri dal cuore d'oro che quando passava faceva finta di non vederlo perchè sapeva che aveva una famiglia con tanti fratellini da aiutare.
    E di aneddoti potrei raccontarne anche altri...
    Come direbbe Bea, Karpathos è l'isola che mi è rimasta di più nel cuore.
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  4. #1784

    Re: KARPATHOS

    Una fazza, una razza, come dicono loro e non ho mai capito da dove deriva, a Karpathos è molto sentito questo concetto. E' il posto della Grecia dove più ho sentito il calore della gente verso gli italiani. E dire che la mia prima esperienza in Grecia, nel 91, è cominciata in tutt'altro modo, rimasto a piedi con la macchina nel peloponneso, cercai aiuto tra la gente del posto, era impossibile telefonare perchè telefoni pubblici in quel posto non ce n'erano e se c'erano non funzionavano, chiesi aiuto ad una ragazza italiana che indossava una maglietta con scritto "artisti italiani", capito che eravamo italiani sembrava molto contenta di poterci aiutare, ci portò a casa sua, entrò e poi cominciò a litigare con il padre, il quale a quanto pare ce l'aveva con gli italiani e non voleva che usassimo il telefono, non ci fecero entrare, ma lei riuscì comunque a chiamarci aiuto, non il carro attrezzi, ma il tassista del posto che a quanto pare fungeva anche da meccanico. Dopo quell'esperienza cominciai ad interessarmi della cosa e imparai del fatto che noi italiani andammo là durante la seconda guerra mondiale a fare i conquistatori.
    Nel Dodecaneso è un po' diverso perchè ci siamo annessi qualche isola già negli anni 20, o forse prima, molti sono nati che c'erano già gli italiani e a noi sono dovute molte opere, vedi Rodi, che infatti a me sembra troppo italiana e non mi piace per questo.
    Quando poi sono arrivati i tedeschi durante la seconda guerra mondiale, hanno potuto fare un confronto tra noi e loro e ci abbiamo guadagnato parecchi punti.
    Film come Mediterraneo e il Mandolino del Capitano Corelli a me sono piaciuti molto, quest'anno tra le 3 opzioni che avevo c'era appunto Cefalonia, che a parte le bellissime spiagge, è l'isola che più di tutte vorrei visitare per raccogliere testimonianze di quel periodo e vedere quei luoghi che sono stati teatro di un così incredibile atto disumano.
    Io sono stato a Karpathos l'anno scorso, se devo fare una classifica, per ora, non la mettevo in cima, però è vero che poi mi vengono in mente tutti questi aneddoti con la gente del luogo e certamente, sotto questo aspetto, guadagna molti punti, anche pensando poi ad Olymbos, un paese che rimasto così tanto tempo in isolamento, ha poca modernità e tanta tradizione e sono sviluppate delle particolarità come ad esempio le donne che mandano avanti tutte le attività, bisogna sbrigarsi però ad andarci perchè la superstrada che collega il paese al resto dell'isola è oramai quasi tutta asfaltata... è anche per questo poi che il loro debito pubblico è finito fuori controllo, il voler costruire strade ovunque su tutte le isolette dove prima non c'erano, ma ce n'era bisogno?
    Quest'anno ho optato per le Sporadi, tra 10 anni quando avrò visto l'80 % delle isole, farò la mia classifica.

  5. #1785
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805

    Re: KARPATHOS

    Quello che dici è molto giusto.
    E ti dico anche perchè sono particolarmente filoitaliani nel Dodecanneso.
    Nel 1912 durante la guerra italo-turca (la guerra di Libia, per intenderci) li abbiamo liberati dal plurisecolare dominio turco e dalle loro persecuzioni.
    Addirittura da Castelrosso venne fortunosamente una piccola delegazione su un battello e chiese udienza al generale Ameglio che comandava il Presidio di Rodi scongiurandolo di "liberare" anche la loro isola. Cosa che in effetti fu fatta.
    Quanto alla guerra italo-greca del 40-41 e alla successiva occupazione, è vero che quella è stata un'aggressione proditoria di cui vergognarsi, ma diciamo che quando in Grecia imperversava una vera e propria carestia con la gente che emoriva di fame per le strade, gli Italiani - che non se la passavano molto meglio col razionamento in patria - fecero quel che poterono per mandare qualche aiuto alimentare, cosa che i Tedeschi si guardarono bene dal fare.
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  6. #1786

    Re: KARPATHOS

    Castelrosso sarebbe Castelorizo? l'isola dove hanno girato mediterraneo?
    Comunque la storia che gli abbiamo liberati dai Turchi la sapevo, certo che è come passare dalla brace alla padella
    L'anno scorso mentre ero a Rodi ho approfondito questa storia ed ho letto delle varie opere fatte dagli italiani in quel periodo, ne avevo viste un tot, soprattutto il nostro intervento nel voler cercare di ricostruire con il cemento armato le rovine dell'Acropoli, cosa che trovo molto discutibile, così come quello fatto a knosso dagli inglesi. Ma poi a Rodi ci sono molte case in stile fascista, cosa che deturpa il paesaggio architettonico...
    Interessante il fatto che la conquista del Dodecaneso e la Libia dovevano essere strategiche per avere il controllo del traffico marittimo per le navi che dovevano passare per il canale di Suez. Non ho capito bene lo scopo, se era per "chiedere il pizzo" alle navi che transitavano di lì, oppure per poter fronteggiare un'avanzata marittima da chi poteva penetrare da lì (Indiani, Cinesi, Arabi? boh)

  7. #1787
    Junior Member
    Data Registrazione
    27-07-2012
    Messaggi
    2

    Re: KARPATHOS

    ciao a tutti...
    io e la mia ragazza siamo in partenza per Karpathos, martedi alle 10.30 saremo la e nn stiamo piu nella pelleeee...
    Abbiamo prenotato all'Hotel Possirama Bay, appena fuori Pigadia sulla strada principale credo, qualcuno di voi lo conosce?
    Poi abbiamo noleggiato per 4gg la Jimny e per l'ultimo un quad 250/300cc..tutti i vari rent ci hanno risposto che si può guidare il quad con la sola patente B,
    a voi risulta così?..solo Francesca Gatoulis ci ha detto che in realtà la legge lo vieta, ma poi molti noleggiatori se ne fregano e te lo danno lo stesso...

    Dopo essermi letto un bel po di pagine qua e la nel forum, mi sono stilato una classifica mangereccia, ditemi se ci ho azzeccato
    Dimitri x pesce (Finiki), Esperida x tutto (Amoopi), Milos caratteristico (Olympos), Perdika x serata karpatiana (Menetes), la taverna original greca a Voulada (è la klimataria?) e infine Meltemi x pesce (Lefkos)........che ne dite??? ....poi ho letto della taverna da Tanassis a Lastos dove insegnano a ballare il sirtaki e il proprietario è un tipo molto particolare, la conoscete?


    ciaoooo

  8. #1788
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: KARPATHOS

    Citazione Originariamente Scritto da riccardomodena
    Castelrosso sarebbe Castelorizo? l'isola dove hanno girato mediterraneo?
    Esatto!
    Anche se precedentemente l'isola era nota con il nome di Megisti, tanto è vero che nella scena iniziale di Mediterraneo, il tenente Montini (Claudio Bigagli) mentre dalla nave scende nella scialuppa che porterà sull'isola i soldati, pensa (più o meno): "stiamo sbarcando a Megisti...". E' l'unica citazione del nome dell'isola in tutto il film, Kastelòrizo non viene mai nominata.

    Citazione Originariamente Scritto da riccardomodena
    L'hanno scorso mentre ero a Rodi ho approfondito questa storia ed ho letto delle varie opere fatte dagli italiani in quel periodo
    Se sei interessato a questo aspetto della Storia del secolo scorso (e se non ci sei già stato), ti consiglierei Leros, un'isola ricchissima di vestigia italiane. Io ci sono stato nel giugno 2009 e ne sono rimasto affascinato, ne ho anche scritto un resoconto: http://www.cisonostato.it/grecia/0/3,9, ... 187/1.html

    Fine O.T., torniamo a Karpathos.

  9. #1789
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805

    Re: KARPATHOS

    @ Nicres82: mi sembra ottimo, beati voi che state per partire.
    Il tuo programma mi pare perfetto. Non conosco l'albergo, ma mi permetto di aggiungere la taverna Poseidon, sul mare, fra Ammopi e l'areoporto sulla sinistra. Assaggiate il loro pane fatto in casa nel forno a legna.

    @ Riccardomodena: bisogna mettersi nell'ottica del 1912: allora il "nemico", ma sarebbe meglio dire il rivale, dell'Italia nel Mediterraneo era l'Inghilterra, che controllava la rotta di Suez con Gibilterra, Malta, Cipro ecc.
    E non dimentichiamo che nel disfacimento della potenza Turca c'era sempre in agguato la Russia che allora come oggi cercava uno sbocco ai mari caldi ed al Mediterraneo. Certi dicono che ancora oggi, se mai la Grecia non verrà abbandonata al suo destino, sarà perchè gli Americani non vogliono che subentri la Russia come stato di appoggio dando petrolio e soldi in cambio di qualche megabase come quella di Souda Bay a Creta, da dove solo l'anno scorso, per fare un esempio decollarono gli F16 per attaccare la Libia...
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  10. #1790

    Re: KARPATHOS

    Citazione Originariamente Scritto da nicres82
    ciao a tutti...
    io e la mia ragazza siamo in partenza per Karpathos, martedi alle 10.30 saremo la e nn stiamo piu nella pelleeee...
    Abbiamo prenotato all'Hotel Possirama Bay, appena fuori Pigadia sulla strada principale credo, qualcuno di voi lo conosce?
    Poi abbiamo noleggiato per 4gg la Jimny e per l'ultimo un quad 250/300cc..tutti i vari rent ci hanno risposto che si può guidare il quad con la sola patente B,
    a voi risulta così?..solo Francesca Gatoulis ci ha detto che in realtà la legge lo vieta, ma poi molti noleggiatori se ne fregano e te lo danno lo stesso...

    Dopo essermi letto un bel po di pagine qua e la nel forum, mi sono stilato una classifica mangereccia, ditemi se ci ho azzeccato
    Dimitri x pesce (Finiki), Esperida x tutto (Amoopi), Milos caratteristico (Olympos), Perdika x serata karpatiana (Menetes), la taverna original greca a Voulada (è la klimataria?) e infine Meltemi x pesce (Lefkos)........che ne dite??? ....poi ho letto della taverna da Tanassis a Lastos dove insegnano a ballare il sirtaki e il proprietario è un tipo molto particolare, la conoscete?


    ciaoooo
    Per quanto riguarda la sistemazione, io sono stato ad Amoopi, secondo me meglio di Pigadia, paese che non dice un gran chè. X la jeep, buona scelta, approfittatene x andare nelle spiagge di Kato Lakko e ad Olymbos. X il quad mi sembra strano che non basti la patente b e poi comunque non mi sembra di aver visto dei vigili sull'isola...
    Se andate da Gatullis, chiedetegli della storiella del nonno Gatulli (leggi qualche pagina indietro)
    Per quello che riguarda il mangiare, se devo dire la verità, dopo essere stati due anni di fila nel centro sud e sud ovest di Creta, abbiamo rimarcato la grossa differenza. Karpathos non ha l'agricoltura che ha Creta, anzi penso che molte cose vengano importate e la differenza si sente, noi siamo vegetariani e per noi la Grecia è un paradiso, quando le materie prime sono coltivate sul posto, colte e mangiate la differenza si sente. La prova del 9 è l'insalata greca, quella mangiata a karpathos non ha le verdure che si sciolgono in bocca come a Creta, anche i vari mezes non sono della stessa qualità e varietà. Le salse come Hummus e Melidzanosalata che abbiamo mangiato a Creta o nelle cicladi non le abbiamo trovate altrettanto buone, lo stesso dicasi per le patate fritte che sono una delle prerogative della grecia.
    Poi non posso esprimermi per il pesce e la carne. Siamo stati da Dimitri A finiki, molto carino per la posizione, una terrazza con vista sul promontorio con tramonto sul mare, il locale è molto incentrato sul pesce.
    To Milos ad Olymbos senz'altro da non perdere, i Makarounes, il piatto tipico di Karpathos mangiato qua è più buono e più tipico di quello che ho mangiato ad amoopi, devo dire che il piatto in sè stesso, pieno di burro, non è che mi faccia impazzire, naturalmente abbiamo dovuto comprarne un sacchetto, si è quasi obbligati, che poi quando togli dalla valigia all'arrivo in Italia te li ritrovi in briciole.
    Perdika, non lo conoscevo, ma appenasi arriva a menetes non si può fare a meno di notarlo e dire voglio andare a mangiare lì, e un cafè con i vecchietti che stanno lì tutto il giorno e alla sera apparecchiano qualche tavolo, troppo pochi e si fà fatica trovare posto, a Menetes stesso ci sono un paio di taverne che forse meritano ma non sono riuscito ad andarci, anche perchè hanno pochi posti e bisogna prenotare.
    Esperida era di fianco a dove dormivo io ma non mi ha mai ispirato per niente, quelli sono locali turistici, x me quelle sono le Taverne da evitare, di fronte c'è il Four season locale che gode di molti feedback positivi su tripadvisor e lo abbiamo provato, anche questo non è un locale tipico greco, però ha la particolarità di offrirti prima della cena il pane caldo appena sfornato dal forno della pizza, la pizza naturalmente l'ho evitata, ma visto il forno a legna, questo è un locale molto gettonato dai turisti, soprattutto italiani, quelli che quando vanno in Grecia si preoccupano di mangiare quello che mangiano in Italia...
    Ho mangiato poi una sera in un locale ad Aperi, che mi ha colpito perchè c'era un bar che aveva la televisione fuori e la gente, credo tutti gli uomini del paese, erano seduti e occupavano quasi tutta la strada, per guardare una partita di calcio greco e io mi sono unito a loro. Il locale si chiama the View, aveva uno stupendo giardino su una collina ed era vuoto (più tardi sono cominciate ad arrivare le donne da sole... deve essere una consuetudine della domenica, gli uomini guardano la partita e le donne vanno fuori a mangiare) eravamo solo noi e il gestore che ci ha raccontato di avere vissuto in America, facendo il bassista poi è ritornato al suo paese per aprire questo locale, non era certo un locale tipico, non aveva una gran varietà e visto che il cuoco era lui, non credo che avesse una gran esperienza di cucina greca.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato