Pagina 1 di 18 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 177

Discussione: La Grecia che non ti aspetti: Chios questa (quasi) sconosciuta

  1. #1
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528

    La Grecia che non ti aspetti: Chios questa (quasi) sconosciuta

    Apro questo thread per condividere la nostra consueta vacanza estiva in un'isola greca.

    Da anni avevo nel "mirino" quest'isola ai confini delle isole greche, piu' vicina alla Turchia come geografia, ma da un passato che ha visto passare da qui Macedoni, Romani, Bizantini, Veneziani, Genovesi e dalla metà del '500 fino al 1912 una lunga dominazione ottomana.

    Copio dal web questa descrizione che descrive molto bene quest'isola del Nord Est Egeo
    ... "Chios è famosa per le sue architetture medieovali, costruite durante la dominazione dei Genovesi dal XIII fino al 1566 che gli conferiscono un fascino particolare, con le strette viuzze dei villaggi medievali in pietra bianca e nera ricordano i "caruggi" di Genova, a Pyrgi, le pareti dei vicoli sono abbellite con una rarissima tecnica decorativa, costituita da disegni grigi raschiati sul fondo bianco.In tutta l’isola sono presenti tracce di dimore patrizie e di torri fortificate. I Genovesi chiamarono Chios per la sua bellezza “Paradiso dell’Est”.
    Nonostante la varietà paesaggistica e i motivi di interesse, Chios rimane ancora fuori dall'attenzione del turismo e dei viaggi organizzati, soprattutto dall’Italia. Nessun tour operator Italiano offre pacchetti completi per questa meta.
    Le strutture turistiche sono quasi tutte di piccola dimensione, circa 2500 posti letto nei pochi alberghi e altrettanti della ricettività familiare, rendono problematica l'accoglienza di grandi numeri di invasori stagionali, che comunque a Chios, per fortuna, non arrivano. Ma gli intenditori ritornano anno dopo anno, trasportati da memorie vive, che hanno i nomi delle persone e dei luoghi di Chios.
    Chios offre una gran varietà di situazioni paesaggistico-ambientali e architettoniche la cui originalità è rinomata in tutta la Grecia. A Chios, in effetti, si sposano oriente e occidente in modo unico e irripetibile: impronte bizantine, genovesi e veneziane si mescolano a tracce arabesche dando vita a paesaggi urbani estremamente suggestivi.
    Grande ben 848km2 (pari a circa 8 volte l’isola d’Elba), con 213 km. di coste la quinta più grande di tutta la Grecia. E’ a poche miglia nautiche dalla Turchia. Capo Pounda sulla penisola di Erythraia (Tsesme) distano solo 3,5 miglia nautiche. La sua popolazione è di circa di 50.000 abitanti, la maggior parte concentrati nel capoluogo dove sono concentrate le grandi strutture alberghiere e a Karfas poco distante sulla costa orientale dove sono situate le spiagge più attrezzate, poche centinaia e a volte poche decine di abitanti nei restanti negli altri 64 villaggi. Qui il clima è sempre mite, raramente supera i 30 gradi d'estate e scende sotto i 10 d'inverno.
    Per una visita complessiva è praticamente indispensabile noleggiare una macchina o una moto. Chios capoluogo è un ottima base di partenza per le escurisioni, ben collegate a Karfas ci sono spiagge più tranquille ancora più a sud, come quella di Megas Limnionas, Agia Fotini, Komi, e Mavra Volia (di sabbia nera) che si trova nell'angolo meridionale dell'isola tra i coni di 2 vulcani inattivi. A nord dell'isola molto meno turistica si trova la spiaggia di Nagos, a qualche chilometro da Kardamyla, immersa in una lussureggiante vegetazione. A ovest la sona dei castelli del Mastice a partire da Volissos (per il mare la spiaggia ciottolosa di Giosonas).
    ...

    Di Chios mi aveva colpito un'immagine di un villaggio del suo interno ed il suo Monastero sito inserito tra i patrimoni dell'Umanita' Unesco, ma rimandata ogni volta per il costo del volo interno.
    Quest'anno avevo gia' programmato altra meta, ma un giorno ricevendo una newsletter con le promozioni Aegean, vedo il costo del volo interno accessibile et voila', si cambia e il 2 Giugno 2017 ci siamo !
    Ultima modifica di ANTONELLA59; 14-08-2017 alle 17:19:52

  2. #2
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    In realta' il nostro viaggio inizia il 1 giugno con il volo del pomeriggio su Atene dove arriviamo in serata.
    Il volo e' il mattino successivo alle 5.30 cosi' decidiamo di "soggiornare" in aeroporto e per una volta si puo' anche fare.

    Il 2 mattina si atterra a Chios ma non prima di avere potuto osservare dagli oblo' dei finestrini un'alba grandiosa

    Allegato 28165
    Ultima modifica di ANTONELLA59; 14-08-2017 alle 17:26:29

  3. #3
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    L'aeroporto di Chios e' come tutti quelli delle isole greche, quindi in pochissimo tempo siamo in possesso del nostro bagaglio e pronti ad esplorare quest'isola ai margini del turismo convenzionale.
    Il noleggiatore dell'auto e' gia' fuori ad attenderci e smarcate le poche formalita' di rito, possiamo incamminarci verso lo Studio che abbiamo scelto di cui elogero' pregi e qualche difettuccio, ma nulla di insormontabile.
    La Voulamandis House (http://www.chioshotel.gr/voulamandis-house.html) e' una delle "mansion" nell'intricato labirinto di Kambos che e' una zona agricola fondata dai genovesi, e che ai tempi era votata a dimora estiva degli stessi. Le case sono costruite con la pietra caratteristica di questa zona che ha i toni del giallo e del rosso. Qui gli agrumeti la fanno da padrone. Arance, mandarini, limoni, pompelmi si stendono a vista d'occhio nelle tenute private e la nostra dimora sorge ovviamente in un agrumeto. La zona l'avevo scelta perche' abbastanza baricentrica per poter raggiungere da un lato Chios Town e dall'altra crocevia per le strade che portano sia a sud che a nord dell'isola. Sebbene vicinissima all'aeroporto, la zona e' tranquillissima tranne quando atterrano i voli che fortunamente pero' sono al mattino o la sera.

  4. #4
    Senior Member L'avatar di zuppalatte
    Data Registrazione
    23-07-2009
    Località
    cava de' tirreni (Sa)
    Messaggi
    624
    Già ti sei fermata? Aspetto impaziente!!!
    Ci vorrebbe ...un amore, qualcuno… lui saprebbe inventarla una strada … una strada clemente e bella… una strada da qui al mare (A. Baricco)

    Mariarosaria

    Il mio sito http://www.porticandonuovo.eu/

  5. #5
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Ci accoglie Mr. Michali, padre di Stratos che insieme al figlio e nuora gestisce l'azienda agricola e l'alloggio.
    Non si ricordava che saremmo arrivati cosi' presto (!!) e ci accompagna in quella che avrebbe dovuto essere il nostro studio ma che al momento e' occupato da altra coppia e cosi' con la capacita' greca di rimediare a tutto, ci accompagna in un altro libero che ci dice essere anche piu' grande dell'altro. Poco male, siamo stanchi dopo la notte quasi in bianco in aeroporto e abbiamo solo voglia di una doccia e di un pisolino rigeneratore anche solo per poco tempo.
    In effetti riposiamo giusto quel poco per non essere del tutto rimbambiti e pronti con la fedele mappa Skai Terrain a prendere conoscenza con il territorio. Intanto un'occhiata di massima alla nostra struttura che ci accogliera' durante la vacanza.

    Il vecchio pozzo da dove attingevano l'acqua di irrigazione dove al mattino si fa colazione

    Allegato 28166

    Un tavolino della colazione

    Allegato 28167

  6. #6
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Citazione Originariamente Scritto da zuppalatte Visualizza Messaggio
    Già ti sei fermata? Aspetto impaziente!!!
    volevo vedere se c'era qualcuno attento

  7. #7
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Iniziamo il nostro tour che inevitabilmente ci porta nel luogo che ha ispirato per primo questa vacanza: il Monastero di Nea Moni.
    Percorriamo la strada a ritroso verso l'aeroporto in direzione nord. Lasciamo Chios Town e iniziamo a percorrere la strada verso il Monastero. Chios ci mostra un lato verdissimo costituito da pini e rigogliosa macchia mediterranea che si staglia verso un cielo azzurro come solo le isole greche sanno regalare. Il "nostro" cielo blu greco

    Allegato 28168

    Allegato 28169

  8. #8
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Prima di arrivare al Monastero, un cartello attrae la mia attenzione. Laddove c'e' scritto Panagia io ne vengo attratta come una calamita Arriviamo al piccolo Monastero di Agios Markos che non e' nulla di che ma ha un bel panorama sulla citta' che si stende ai suoi piedi.

    Allegato 28170

    Allegato 28171

  9. #9
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Ripreso il percorso in pochi minuti siamo a destinazione. Il monastero e' circondato da una natura rigogliosa in cui svettano alti cipressi. Come scritto precedentemente inserito nei patrimoni Unesco, non mi soffermo a descrivere la sua storia ma chi avesse voglia di approfondire qui alcune informazioni
    https://it.wikipedia.org/wiki/Monastero_di_Nea_Moni
    All'interno ci sono delle restauratrici che stanno riparando il pavimento in marmo di diversi colori, ma riusciamo comunque a effettuare la visita.

    Allegato 28176

    Allegato 28177

    Allegato 28172

    Allegato 28173

    Allegato 28174

    Allegato 28175

  10. #10
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Scattiamo veramente molte foto e ci gustiamo il silenzio rotto solo dal frinire delle cicale.
    Terminata la visita del Monastero che ci ha dato grandi soddisfazioni, proseguiamo nel nostro giro esplorativo.
    La strada prosegue verso la costa occidentale e viene facile pensare di raggiungere un altro luogo che avevo "sbirciato" con interesse nello studiare Chios. Continuiamo ad essere avvolti da magnifiche pinete di un verde quasi accecante. Le strade a Chios sono in ottime condizioni e guidare non e' affatto faticoso.
    Svoltiamo una curva e lassu', quasi a confondersi con le rocce sottostanti eccolo: Anavatos.
    Un villaggio abbandonato in seguito ad una storia cruenta fatta di sterminio della popolazione e di prigionia dei pochi scampati da parte dei Turchi e poi in seguito ad un disastroso terremoto. Viene anche chiamata la "Mystras" dell'Egeo data la sua impronta bizantina. Qui qualche maggiore dettaglio per chi volesse approfondire
    http://www.chios.com/it/villages/cen...lages/anavatos

    Anavatos arrocata in cima ad uno sperone

    Allegato 28178

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato