Pagina 115 di 138 PrimaPrima ... 1565105113114115116117125 ... UltimaUltima
Risultati da 1,141 a 1,150 di 1380

Discussione: Un bacio dalla Patagonia

  1. #1141
    Senior Member L'avatar di Sailing
    Data Registrazione
    08-01-2009
    Località
    terre del prosecco
    Messaggi
    3,596

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Citazione Originariamente Scritto da daiana
    Ah ecco, Daniel è Sailing?
    Non l'avevo capito. Stavo giusto per commentare che Sailing avrebbe apprezzato tutti quei volatili
    Sorry, quando sono entrato in cisonostato.it non ho pensato a questa complicazione, con il nick che non corrispondeva al nome che uso...
    Chi viaggia vede, chi sta a casa non ci crede (antico proverbio)

    Next:

    24 - 30 agosto: penisola di Sithonia (Grecia)
    22 settembre 27 settembre: Santorini
    14 ottobre - 29 ottobre: Botswana

  2. #1142
    Senior Member L'avatar di Sailing
    Data Registrazione
    08-01-2009
    Località
    terre del prosecco
    Messaggi
    3,596

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Citazione Originariamente Scritto da danibi
    Annullo la mia richiesta di spedizione del diario.

    Con un lavoro certosino sono riuscita a copiare/incollare ciascuna pagina (in totale 17) del diario in un documento word, a stamparlo ed a leggerlo, assaporando lo stile "documentario" utilizzato da Sailing.
    Bellissimo reportage che ho gustato con maggior partecipazione rispetto ad altri, non perchè gli altri resoconti di viaggio siano di minor valore, ma semplicemente perchè conosco la Patagonia e la maggior parte dei luoghi descritti, persino il ristorante Casimiro Biguà abbiamo in comune.
    Sailing si conferma, ancora una volta, un intrigante e abile narratore ed ogni volta mi sorprendo di quanto sia elevata la sua conoscenza degli uccelli. Mi rammarico di non conoscerne che poche specie e di dover spesso generalizzare chiamandoli appunto uccelli o volatili.
    Troppo buona Danibi! Quanto agli uccelli, ti assicuro che non è facile neanche per me, spesso devo andare a controllare dai miei libri, soprattutto quando si parla di rapaci: già si somigliano tutti, in più a volte succede che la femmina di una specie somiglia al maschio di un altra o al giovane di un' altra ancora, quindi vai in confusione totale o quasi. Comunque 15 anni fa non distinguevo un passero da un falco (o quasi): poi, mi sono appassionato e la passione riesce a smuovere le montagne!
    Chi viaggia vede, chi sta a casa non ci crede (antico proverbio)

    Next:

    24 - 30 agosto: penisola di Sithonia (Grecia)
    22 settembre 27 settembre: Santorini
    14 ottobre - 29 ottobre: Botswana

  3. #1143
    Senior Member L'avatar di danibi
    Data Registrazione
    03-01-2006
    Messaggi
    26,483

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Anni fa ho dato la precendeza agli animali, le prime volte è naturale che un felino, un elefante, una giraffa, un guanaco, un lama, etc. catturino la tua totale attenzione, poi però, con il passare del tempo, si aprono gli occhi anche su ciò che prima non vedevamo o reputavamo di poca importanza, gli uccelli appunto.
    In effetti - prestando attenzione - se ne possono vedere molti, ed è anche interessante/gratificante osservarne i comportamenti.
    In futuro spero, visto che mi sto appassionando, di poterli chiamare anch'io con il loro esatto nome.

  4. #1144
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Copia-incolliamo da altro topic, essendo informazioni che possono essere utili a chi sia interessato a questa meta.

    MarcoSPH
    Ciao a tutti vi devo chiedere un'informazion/parere/consiglio...
    A Dicembre/gennaio andrò in Argentina prevalentemente nel sud e tra le varie tappe farò i vari trekking (Parco nazionale terra del fuego - Perito Moreno etc.) ora l'altro giorno mi sono recato in qualche negozio per vedere/acquistare una giacca da trekking e dei pantaloni in modo da essere più comodo possibile (escluderei jeans simili) quindi giunto nei negozi ho chiesto consigli e i pareri datomi erano alquanto diversi; uno che mi consigliava giacca e pantaloni leggerissimi perchè la è estate, uno che mi diceva che invece servono pantaloni e giacche pesanti (con piumino interno) perchè fa sempre freddissimo...
    Quindi qua mi è sorto il dubbio e ho pesanto di chiedere prima a voi esperti che ci siete già stati..
    Cosa consigliate come abbigliamento??
    Ciao a tutti Marcos

    Leander
    Chi dice che in quella stagione (la nostra estate appunto) "fa sempre freddissimo" evidentemente non c'è stato. Capi tipo piumini mi sembrano eccessivi. Può essere utile una giacca a vento leggera in goretex (meglio se antipioggia e antivento) nella Tierra del Fuego, soprattutto se si fa la navigazione nel canale di Beagle, dove comunque a bordo forniscono capi cerati (giacca e soprapantaloni) per via degli spruzzi.
    Il Perito Moreno è già più a nord come latitudine (quindi più caldo): io ricordo di essere sempre stato in camicia, al massimo la solita giacchetta a vento leggera.
    Se vai a El Chaltèn per i trekking alla base del Cerro Torre e del Fitz Roy e/o in Cile alla base delle Torres del Paine, puoi trovare molto vento e quindi la giacchetta è bene che sia anche wind-stopper
    In linea generale, è più utile essere attrezzati contro la pioggia e il vento che non contro il freddo. L'abbigliamento "a cipolla" (cioè a strati) preserva da ogni evenienza: pile e giacca nello zainetto, pronti ad essere indossati in caso di necessità. Poi chiaramente dipende dall'essere freddolosi o meno.

    Sailing
    Confermo anche io quanto detto da Leander, così hai la doppia informazione, valida per lo stesso periodo.
    Immagina un pò di essere come in montagna da noi d'estate: se le condizioni metereologiche girano al peggio, fa freddo: questo non significa che devi essere vestito come fosse inverno, ma neppure che devi sottovalutare le condizioni climatiche. Io mi sono trovato a Capodanno a fare Il trekking sotto al Cerro Torre con il brutto tempo: ad un certo punto bisognava aggrapparsi alle roccie perchè il vento ci portava via. E non era certo scirocco! Avevamo due felpe e l'antivento, che ovviamente toglievamo in momenti in cui camminavi ed eri magari più riparato dal bosco! Ecco, concentrati semmai sull'antivento, io avevo una felpa apposta che teneva forse meno caldo ma era fantastica contro il vento. Un K-way pesante o una giacca in Goretex è un must.

  5. #1145
    Junior Member
    Data Registrazione
    14-09-2011
    Messaggi
    1

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Ciao,
    sono nuova del sito e desidero innanzitutto farvi i complimenti. L'ho scoperto per caso, cercando informazioni su Patmos e Lipsi, e poi ho visto molte altre cose interessanti, tra cui le foche di DonnaNook che andrò a vedere il mese prossimo.
    Ora la mia domanda: mi sarebbe piaciuto andare in Patagonia e Terra del fuoco a gennaio-febbraio 2012, ma ho visto che ci sono possibili problemi sui voli a causa della nube vulcanica, eruttata dal vulcano cileno. Inoltre vedendo alcune immagini di paesaggi coperti dalla cenere, sto pensando che forse sia meglio aspettare un anno o due. Il viaggio è bello, ma lungo e impegnativo e non vorrei andare lì proprio nel momento peggiore: Voi cosa ne pensate?
    Grazie mille!

    Stella da Genova

  6. #1146
    Senior Member
    Data Registrazione
    25-08-2011
    Località
    Salerno
    Messaggi
    471

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Ciao Stella,
    benvenuta nel sito/forum, sono sicuro che ti troverai bene C'è una folta presenza zenese (spero si dica così ^^')
    Non posso esserti utile ma ho appena visto che l'eruzione del vulcano è stata in giugno, dà ancora problemi per i voli? Ciao e alla prossima

  7. #1147
    Senior Member L'avatar di Sailing
    Data Registrazione
    08-01-2009
    Località
    terre del prosecco
    Messaggi
    3,596

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Ti riferisci al Puyehue? Ti diro', io ci andrei proprio per il vulcano! Pero' magari io non faccio testo. Secondo me con vulcani di questo tipo non puoi fare i conti: e' possibile che smetta e ricominci tra due anni quando decidi di tornare. La cenere alla prima pioggia viene dilavata, e comunque il paesaggio patagonico potrebbe anche guadagnarci con la cenere, immagina il ghiaccio ricoperto di cenere.... Io non mi farei condizionRe potresti vedere paesaggi diversi da come li abbiamo visti noi. Infine: l'eyjafjalla in Islanda ha eruttato a fine aprile ricoprendo l' islanda di cenere: a giugno io non ho visto quasi piu' nessun segno, chi e' andato ad agosto non ha visto nulla... Io mi farei i programmi previsti. Buona Donna nook
    Chi viaggia vede, chi sta a casa non ci crede (antico proverbio)

    Next:

    24 - 30 agosto: penisola di Sithonia (Grecia)
    22 settembre 27 settembre: Santorini
    14 ottobre - 29 ottobre: Botswana

  8. #1148
    Senior Member L'avatar di Daiana
    Data Registrazione
    19-09-2005
    Località
    Roma
    Messaggi
    32,079

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Ho sentito che un brutto incendio ha minacciato Torre del Paine in Cile
    Siamo un esercito di sognatori, è per questo che siamo invincibili! ????

  9. #1149
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Più che minacciato, c'è stato... Nel Parco nazionale Torres del Paine
    http://video.repubblica.it/mondo/cile-g ... 4776/83165

  10. #1150
    Senior Member L'avatar di danibi
    Data Registrazione
    03-01-2006
    Messaggi
    26,483

    Re: Un bacio dalla Patagonia

    Provo un grande dispiacere nell'apprendere una simile notizia.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato