Pagina 5 di 5 PrimaPrima ... 345
Risultati da 41 a 44 di 44

Discussione: Visitare l'Oman?

  1. #41
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    489
    Dopo ave lasciato Ras Hilf ci dirigiamo verso l'altro lato dell'isola, attraversandola nel punto più stretto (circa 5 km). Dopo essere passati a fianco dell'unico resort di Masirah giungiamo sulla sua costa Est, quella che si affaccia sull'Oceano Indiano. Dopo qualche km ci fermiamo a fare pic nic in un gazebo su una grande spiaggia, non lontano da un'insenatura con alcune barche di pescatori e con gli immancabili numerosissimi uccelli

    681.jpg

    682.jpg

    683.jpg

    Riprendiamo il viaggio e dopo una decina di km lasciamo la strada principale...

    686a.jpg

    ...per andare a farci un bagno in una bellissima spiaggia solitaria (Biyad Beach), con le belle onde dell'oceano. Ssarà uno dei bagni più belli della vacanza.

    687.jpg

    688.jpg

    694.jpg

    696.jpg

    Dopo meno di due ore rimontiamo in macchina e continuiamo a seguire la strada principale, che costeggia il mare. Contiamo di vedere qualche pezzo di relitto di barche o navi che qui si sono incagliate (questo tratto di mare vicino alla costa è stato molto pericoloso alla navigazione in passato per gli scogli ed il basso fondale che non si vedono con l'alta marea) ma non ne vediamo neppure uno.

    Incontriamo invece ancora i nostri amici a quattro zampe

    704.jpg

    705.jpg

    Ad un certo punto vediamo una piccola laguna con un colore stranissimo dell'acqua ed una sosta fotografica è obbligatoria

    710.jpg

    708.jpg

    709.jpg

    Dopo una ventina di km doppiamo la punta più meridionale dell'isola e cominciamo a salire verso Nord, lungo la costa Ovest. L'ambiente continua ad essere solitario e selvaggio, decisamente affascinante

    711.jpg

    712.jpg

    Nel tardo pomeriggio, a circa un'ora dal tramonto arriviamo in un tratto di costa con una serie di spiagge e belle baie e dove dovrebbe esserci la "Snorkel Beach", per fare finalmente una bella "snorkelata". Purtroppo però la spiaggia è molto sporca (soprattutto bottiglie restituite dal mare) e allora facciamo ancora qualche km e andiamo in quella successiva, decisamente più pulita

    713.jpg

    715.jpg

    Tentiamo lo snorkeling, ma c'è la bassa marea per un centinaio di metri ci sono 30-40 cm di acqua. Niente da fare, rinunciamo a malincuore. Ci consoliamo con un bel tramonto...

    717.jpg

    718.jpg

    719.jpg

    Ormai è buio quando rientriamo nel nostro "accampamento" colorato. La cena è un bis di quella della sera precedente: pesce alla griglia, una specie di peperonata piccante con patate e un'insalata mista. Siamo anche stasera i soli ospiti e ci godiamo questa situazione. Andiamo poi a farci quattro passi nell'immensa spiaggia, ad ammirare uno stupendo cielo stellato, approfittando che la luna piena deve ancora nascere. Anche stasera, alle 21, andiamo a nanna.
    Ultima modifica di Zebulon; 14-12-2017 alle 00:31:53

  2. #42
    Senior Member L'avatar di zuppalatte
    Data Registrazione
    23-07-2009
    Località
    cava de' tirreni (Sa)
    Messaggi
    615
    Molte emozionanti atmosfere e colori mi ricordano il Marocco. Che meraviglia!
    Ci vorrebbe ...un amore, qualcuno… lui saprebbe inventarla una strada … una strada clemente e bella… una strada da qui al mare (A. Baricco)

    Mariarosaria

    Il mio sito http://www.porticandonuovo.eu/

  3. #43
    Queste ultime foto sono davvero fantastiche, infondono un senso di pace totale! I complimenti è impossibile non rinnovarli ogni volta

  4. #44
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    489
    E' vero, in certi posti il senso di pace totale e l'emozione, mista a soddisfazione per averli raggiunti, sono stati notevoli.

    Eccoci dunque all'8° giorno di vacanza, quando le sensazioni di cui sopra hanno raggiunto il massimo.
    In mattinata raggiungeremo (o tenteremo di raggiungere) il deserto bianco di Khaluf, con le sue dune che arrivano in mare, poi lunghissimo, massacrante trasferimento ad Al Hamra (quasi 500 km), dove dormiremo tre notti.

    Lasciamo il Masirah Beach Camp senza poter fare colazione (il traghetto partiva alle 9 e non potevano prepararcela alle 7.30, visto che avevamo mezz'ora di strada e bisognava essere all'imbarco alle 8.30). Un vero peccato.
    Decidiamo di farla in paese e dopo aver scartato alcune opzioni scegliamo un coffee-shop che non sembrava male...Peccato che non avevano il coffee e niente di dolce! Ci adattiamo a mangiare un panino con pollo e verdure , accompagnato con un buonissimo succo di frutta (in una vaschetta simile a quella delle granite da noi, nei bar) la cui composizione era sconosciuta anche ai gestori del locale

    Alle 8.30 in punto inizia l'imbarco

    726.jpg

    Dopo essere attraccati in terraferma, cominciamo la lungo percorso verso la baia di Ras Bintawt (180 km). Iniziamo a percorrere gli interminabili desolati rettilinei

    728.jpg

    Una breve sosta nella cittadina di Mahoot, ultimo avamposto prima di un tratto di "nulla assoluto", per comprarci qualcosa da mangiare per il pranzo al sacco odierno e poi via per altri 80 km di rettilinei, interrotti da qualche semicurva

    732.jpg

    Finalmente arriviamo al punto dove bisognava abbandonare la strada e girare a sx, per imboccare una pista. Qui inizia il tratto di circa 30 km che porta alle dune bianche di Khaluf, inizialmente una pista battuta e abbastanza larga, poi solo una traccia su sabbia a tratti abbastanza compatta, a tratti molle ed insidiosa. Il tragitto l'ho studiato per settimane, per capire dove cominciava, se era fattibile anche da gente non esperta nella guida su sabbia e soprattutto se era il caso di farla da soli, senza un secondo mezzo (in caso di "insabbiamento" uno dei due può tirar fuori l'altro). Grazie anche alle indicazioni di Michael, il contatto omanita, dal cui blog mi ero scaricato la traccia gpx del percorso, da caricare nel mio navigatore da trekking, mi sentivo in grado di tentare questa avventura, sperando che nel tratto si sabbia soffice il vento non avesse ammucchiato sabbia.

    Qui i tratti iniziale e centrale di pista battuta...

    733.jpg

    734.jpg

    ...e qui il punto in cui abbandoniamo questa pista per imboccare la traccia su sabbia e dove spompiamo un po' le gomme

    735.jpg

    Ok, partiamo, inserisco le 4 ruote motrici, trazione lenta, con marcia ridotta

    737.jpg

    Dopo circa 5 km cominciamo ad intravedere le dune del deserto bianco

    738.jpg

    Man mano che avanziamo la sabbia è sempre più soffice ma per fortuna qualche altro mezzo è passato prima di noi (chissà quando...) e nelle biforcazioni della traccia il tragitto gpx di Michael ci viene in aiuto. A tratti abbiamo la sensazione che se ci fermiamo non ripartiamo più...o forse si... ma non ho nessuna intenzione di fare la prova

    Dopo qualche altro km cominciamo a vedere il mare e la soddisfazione di essere arrivati fin lì, ad Hadow (il nome in arabo del luogo) è grandissima. Ce l'abbiamo fatta!

    739.jpg

    740.jpg

    Rimaniamo qui poco più di un'ora, sono le 13 e la strada per Al Hamra è lunghissima. Saliamo sulla duna e lo spettacolo dietro di essa è affascinante. La sabbia è davvero bianca (più di quello che si vede nelle foto) e finissima e quasi fresca. E' una cosa di cui avevo letto, ma è comunque stranissimo e finché non si prova a camminarci sopra non ci si crede.

    743.jpg

    742.jpg

    745.jpg

    746.jpg

    Il sole picchia duro o e proviamo a farci un bagno, ma notiamo tante piccole meduse ed inoltre la spiaggia non è proprio pulita...Peccato il posto è da favola.

    748.jpg

    749.jpg

    In realtà siamo solo a metà del percorso a rischio, perché dobbiamo farci tutta questa lunga costa, sempre su sabbia, con una deviazione sull'interno

    747.jpg

    Bene, si riparte...

    751.jpg

    Qui siamo nel tratto dove abbandoniamo temporaneamente la pista ed entriamo per qualche km nell'interno, attraversando posti a dir poco affascinanti

    753.jpg

    754.jpg

    Ed è qui che decidiamo di "pranzare", all'ombra di una casupola abbandonata, circondati da un ambiente solitario e meraviglioso

    758.jpg

    762.jpg

    Poi torniamo sulla costa dove lo spiaggione continua ancora per un paio di km

    763.jpg

    Ad un certo punto incontriamo un fuoristrada che corre a 60 km/h sul bagnasciuga (con la bassa marea), stupiti che non affondi. In realtà durante l'alta marea questo tratto di spiaggia viene sommerso e la sabbia è compatta, per cui abbandoniamo anche noi la pista (anche perché stufi del su e giù e di schiacciare bottiglie di plastica ) e andiamo a correre anche noi sulla pista di...sabbia umida e battuta. Una figata!

    764a.jpg

    765.jpg

    766.jpg

    767.jpg

    Poco prima di un grosso scoglio giriamo a sx e puntiamo verso l'interno e poco dopo appaiono le prima case di Khaluf, un villaggio di pescatori, dove c'è anche un distributore di benzina, un'officina e un Coffee Shop/Restaurant, dove chiediamo dove possiamo ripompare le gomme del fuoristrada

    768.jpg

    769.jpg

    Ci dicono di andare all'officina del paese e l'addetto, che stava mangiando, esce subito e per 300 baisa (meno di mezzo Rial, cioè 70 centesimi di euro) ci pompa di nuovo le gomme. Gli lascio 1 Rial ed il suo ringraziamento e il suo sorriso mi rimarranno nel cuore.

    770.jpg

    772.jpg

    Verso le 15 lasciamo Khaluf, ci aspetta un viaggio di soli 470 km...

    774.jpg

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato