Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27

Discussione: Isla Saona (Repubblica Dominicana)

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    443

    Isla Saona (Repubblica Dominicana)

    Ho scoperto quasi per caso la Isla Saona, che si trova a pochissima distanza dalla costa Sud-Est della Repubblica Dominicana, non distante dalla cittadina di La Romana. Attratto dalla possibilità del volo diretto Verona-La Romana con Neos Air (abbastanza economico – ora però hanno tolto quella tratta, bisogna partire da un altro aeroporto, sempre con volo diretto), sono andato a vedermi le spiagge di Bayahibe, a mezz’ora di strada dall’aeroporto della città, molto belle ma “rovinate” dai numerosi resort.

    A dire il vero a Bayahibe ci sono anche dei piccoli hotel e qualche alloggio b&b e stavo per prenotare qualcosa ed “accontentarmi” di andare a vedere con una delle tante gite organizzate e “superturistiche” le paradisiache spiagge della vicina isola di Catalina e soprattutto di quelle dell’isola di Saona, quest’ultima inserita in un parco nazionale (Parque Nacional Del Este).

    Poi, ancora quasi per caso, vengo a scoprire che, nei pressi dell’unico villaggio di pescatori della Isla Saona (Mano Juan) c’è la “Casa Rural el Paraiso de Saona” che inizialmente pensavo fosse un resort esclusivo, stile Maldive o Polinesia.

    Invece ecco com’è
    PA308-44.jpg

    37818312.jpg

    Si tratta di una dozzina di casette sulla spiaggia e sotto le palme, con sistemazione molto spartana (c’è solo una camera con bagno, peraltro molto puliti) ma con il vantaggio di potersi godere le fantastiche vicine spiagge, che dopo prima e dopo l’arrivo dei turisti portati dalle tante gite in barca, cioè fino a metà mattinata e dal tardo pomeriggio in poi diventano quasi deserte. Le tariffe sono molto buone, considerata la location fantastica (attorno a 60 euro al giorno, con pezza pensione). C’è una cuoca che prepara pranzo e cena per tutti i 20-25 ospiti.

    Questa ad esempio è la spiaggia denominata “El Canto de la Playa” (si trova a circa 5 km dal villaggio)
    isola-saona.jpg

    Più che chiedervi dei consigli (ho già prenotato con largo anticipo e ho già chiesto e raccolto informazioni dalla struttura e sul web) volevo chiedere se qualcuno la conosceva già e comunque volevo consigliarla a chi si “adatta” e vuole vivere una vacanza diversa, a contatto con gente locale, in un posto da favola. Chi è abituato alle comodità e ai lussi di un resort è meglio che lasci perdere questo posto. Ho letto che molta gente, alloggiata nei vicini resort di Bayahibe, va ad alloggiare a Mano Juan per un paio di giorni, giusto per fare questa esperienza particolare.

  2. #2
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,003
    Se ci vai, al ritorno facci sapere!

  3. #3
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    443
    Citazione Originariamente Scritto da leander Visualizza Messaggio
    Se ci vai, al ritorno facci sapere!
    Già prenotata da una ventina di giorni una di quelle casette per fine aprile...vi farò sicuramente sapere

  4. #4
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    443
    Correggo l'informazione riportata all'inizio del mio primi post (basata su quanto mi ha detto la ragazza del call center )

    I voli per La Romana continuano ad esserci anche da Verona!

    Breve considerazione OT: Haiti e la Repubblica Dominicana stanno sulla stessa "lunga" isola, Haiti nella metà occidentale, la Rep. Dominicana in quella orientale. Il recente uragano Matthew, che come tutti gli uragani del Golfo del Messico proveniva dall'Oceano Atlantico, è passato poco a Sud della Repubblica Dominicana (di fatto solo sfiorandola) e poi, giunto sotto la metà occidentale dell'isola, ha virato improvvisamente di 90° verso destra e ha investito Haiti, devastandola.
    Che sfortuna Haiti! O che fortuna per la Rep. Dominicana!
    Ma un paio di settimane fa Haiti è stata colpita anche da un alluvione, mentre la Rep. Dominicana si è generalmente salvata...
    E il terremoto del 2010 con magnitudo 7.0 che ha devastato Haiti e ha risparmiato ancora la Rep. Dominicana?

    Ma cosa ha fatto di così terribile il popolo di Haiti, già di per sè uno dei più poveri al mondo, per meritarsi tutto questo?
    Che abbiano fatto anche loro una legge sulle unioni civili?

  5. #5
    Senior Member L'avatar di BEA
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    monza
    Messaggi
    30,459
    Bellissimo posto. E la popolazione è fantastica. Ci sono stata che stavo studiando spagnolo e passavo le ore a chiacchierare con la gente. Alloggiavo verso Samanà quindi non posso darti nessuna indicazione.

    Per quanto riguarda Haiti, ha anche una storia politica disastrosa, povera gente.

    Vediamo se riesci a rientrare senza comprare uno dei loro stupendi quadri.

  6. #6
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    443
    Tornato ieri sera da una settimana di vacanza passata in gran parte su quest’isoletta (il resto nella vicina, più conosciuta Bayahibe). Faccio fatica a descrivere le sensazioni che ho provato e provo tuttora, nel ricordare. Terra di forti contrasti, in cui convivono i Caraibi da cartolina (per le decine lance, motoscafi e catamarani che portano i turisti nelle sue spiagge più belle e pulite da metà mattinata a metà pomeriggio, nelle escursioni giornaliere all’isola) e i Caraibi della gente locale, con la sua povertà dignitosa, con le spiagge e coste non proprio pulite e dei tanti, troppi mosquitoes (qui non viene fatta la sistematica disinfestazione, come nelle zone turistiche) . Nonostante la quotidiana invasione dei turisti, che a piccoli gruppi vengono anche a visitare l’unico villaggio di pescatori dell’isola (Mano Juan), la sensazione è quella di stare in un posto fuori dal mondo e soprattutto fuori dal tempo, anche se poi vai nel baretto del villaggio e vedi una tv led da 48 pollici che trasmette una partita di baseball (non erano poche la “baracche” del paese ad avere una parabola sul tetto). Nelle più vicine località turistiche (soprattutto da Bayahibe-Dominicus e da Punta Cana) il giro d’affari delle tante agenzie che propongono l’escursione alla Isla Saona è impressionante, mentre il pueblo di Mano Juan, dimenticato dallo stato, non ha acqua potabile, non ha lo smaltimento rifiuti e non ha un servizio pubblico di trasporto su barca per il collegamento con Bayahibe (circa 1 ora di tragitto).

    Di(quasi) tutto questo ero informato e sapevo a cosa andavo incontro. Volevo vedere i Caraibi autentici, a contatto con la gente locale, cordiale, gentile, sempre sorridente. E non sono stato deluso, è stata un’esperienza fantastica durata 5 giorni (molti si fermano nell’unico alloggio per turisti dell’isola per 1-2 notti, non di più), anche perché per due giorni siamo stati, io e mio figlio, gli unici due turisti sull’isola.
    Per chi ci va senza informarsi o è abituato ai normali standard turistici (anche come alloggio) può essere una grossa delusione.

    Nei prossimi giorni posterò alcune foto, con altre impressioni e curiosità.


    Citazione Originariamente Scritto da BEA Visualizza Messaggio
    Vediamo se riesci a rientrare senza comprare uno dei loro stupendi quadri.
    No Bea, non ci sono proprio riuscito (e non sono per niente un tipo da souvenir...)

  7. #7
    Attendiamo con trepidazione! Grazie Zebulon

  8. #8
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    443
    Eccomi…Comincio oggi a raccontarvi i Caraibi insoliti che ho vissuto nell’Isla Saona.

    Alloggio sull’isola (5 notti) prenotato con Booking ancora ad inizio agosto (vedi mio primo post) pensando che andasse a ruba, vedendo il posto paradisiaco, il tipo di sistemazione “genuina” e i prezzi (poco più di 60 euro al giorno, mezza pensione per due persone). Le prime due notti però le passeremo a Bayahibe (ottima Villa Iguana, un b&b consigliatissimo, gestito da un ragazzo italiano ed una ragazza olandese).
    Voli comprati il 27 gennaio con Neos Air (780 euro a testa). All’andata il volo doveva essere diretto Verona-La Romana, mentre al ritorno si doveva fare scalo nella “vicina” Montego Bay, in Jamaica.
    Dico “doveva” perché qualche giorno prima della partenza la compagnia mi avvisa che il volo partirà con 4 ore e mezza di anticipo (mi è parso subito chiaro che si avrebbe fatto scalo anche all’andata e così fu). Giunti all’aeroporto di Verona veniamo a sapere che l’aereo partirà con due ore di ritardo. Ma con Neos tutto questo è normale, voli anticipati o posticipati frequentemente di qualche ora, qualche scalo non previsto, qualche episodio di mancato avviso di variazione al cliente…a parte questo la compagnia non è male, tanto più che per molte destinazioni “tropicali” c’è il volo diretto da diversi aeroporti italiani (prezzi direi medi).

    Finalmente alle 16 si decolla, sorvoliamo, uno ad uno, tutti i laghi lombardi (vi risparmio le foto, peraltro carine). A seguire Alpi svizzere, pianura francese, Bretagna e l’infinito Oceano Atlantico dove il giorno non finiva mai. Finalmente, verso l’una di notte (ora italiana) comincia a far buio…

    013 Tramonto sull'Atlantico.jpg

    Dopo aver fatto sorvolato la Repubblica Dominicana, facciamo scalo a Montego Bay (Jamaica) e dopo quesi un’ora ripartiamo e torniamo inidetro, atterrando a La Romana alle 6 del mattino (ora italiana), cioè a mezzanotte ora locale, dopo un viaggio 14 ore esatte.

    014 La Romana.jpg

    Il tassista che ci porta al b&b di Bayahibe, quando gli diciamo che passeremo quasi 5 giorni all’Isla Saona ci dice “Ma siete pazzi? Cosa ci fate lì tutto quel tempo? Li si va al massimo per due giorni!”
    Altra conferma di quanto letto nelle varie recensioni, ma a questo punto la cosa mi incuriosisce e comincio ad andar fiero della mia decisione

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Zebulon
    Data Registrazione
    07-05-2015
    Località
    Belluno
    Messaggi
    443
    Il primo giorno lo passiamo a Bayahibe, da dove partono le imbarcazioni per l’Isla Saona, comprese quelle delle numerose escursioni giornaliere organizzate da hotel e resort di Bayahibe, della vicina area resort Dominicus, de La Romana e della rinomata Punta Cana.
    Facciamo colazione sul bel terrazzo di Villa Iguana, che ospita anche una mini-piscina

    069.jpg

    017.jpg

    Ecco Villa Iguana, di nome e di fatto

    IMG_3021.jpg

    020.jpg

    Bayahibe fino a 10-15 anni fa era solo un villaggio di pescatori, poi ha avuto un notevole sviluppo turistico grazie (o a causa?) alla “colonizzazione” di molti italiani che hanno preso in gestione ristoranti, pizzerie, piadinerie e non solo. L’atmosfera che si respira, tuttavia, è per fortuna ancora tipicamente dominicana.
    Al mattino facciamo un giro per il paesino e osserviamo i due volti di Bayahibe che convivono, il nuovo

    026.jpg

    e il vecchio

    044.jpg

    030.jpg

    042.jpg

    Cambio un po’ di euro in pesos dominicani e cerco invano una sim telefonica di un operatore locale (Orange o Claro) ma vengo a sapere che si trova solo nella città più vicina (La Romana). Prima di tornare al b&b compriamo alcune bottiglie di acqua per portarcele nell’isola, avendo letto che lì l’acqua costa molto (in realtà non è vero).

    A pranzo vorrei andare in uno dei tanti “comedor” (locale molto spartano, dove si mangiano piatti tipici, spesso all’aperto) ma finiamo in una buona piadineria (Piadineria Amarcord) gestita da meno di un anno da una simpatica famiglia di romagnoli. Mio figlio infatti è un po’ restio a mangiare cibi esotici…

    Nel pomeriggio il cielo si è rannuvolato parecchio ed il mare è mosso, proviamo ad andare in una piccola baia a 500 m dal paese, dove una mappa riportava la presenza di un buon reef per snorkeling, ma viste le onde, rinunciamo

    037.jpg

    Ci spostiamo quindi nella zona del porto e della Playa Publica di Bayahibe, dove rimaniamo per un paio d’ore. Fa caldo ma il tempo minaccia e sul mare le nuvole sono sempre più nere

    047.jpg

    050.jpg

    051.jpg

    057.jpg

    Ad un certo punto comincia a piovere (il meteo del mio primo giorno nei Caraibi è senz’altro deludente) e torniamo al b&b. Per cena andiamo da D’Manuel, un ristorantino/pizzeria dove un dominicano fa una pizza davvero ottima (io però prendo un piatto di calamari pescati in giornata)

    Poi facciamo quattro passi. Proprio quella sera inizia la festa annuale del paese, che durerà 8 giorni

    065.jpg

    Ma i dominicani non hanno certo bisogno di feste per divertirsi e ballare. Tornando verso il b&b, in una piazzetta della Bayahibe meno turistica, una coppia scende da un auto con musica a palla e al ritmo di una bachata comincia a ballare in mezzo alla strada

    067.jpg

  10. #10
    Senior Member L'avatar di zuppalatte
    Data Registrazione
    23-07-2009
    Località
    cava de' tirreni (Sa)
    Messaggi
    579
    Ti prego, continua il fotoracconto: è stupendo, come una favola!
    Grazie.
    Ci vorrebbe ...un amore, qualcuno… lui saprebbe inventarla una strada … una strada clemente e bella… una strada da qui al mare (A. Baricco)

    Mariarosaria

    Il mio sito http://www.porticandonuovo.eu/

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato