Pagina 3 di 4 PrimaPrima 1234 UltimaUltima
Risultati da 21 a 30 di 40

Discussione: Paraguay: perchè no?

  1. #21
    Allegato 19855Allegato 19856

    Vi lascio un po' in standby, la prossima volta vi posterò le foto di Trinidad. A onor del vero vi dirò che queste foto le scattate quasi tutte mio marito.

  2. #22
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078
    Citazione Originariamente Scritto da Ortensia_css Visualizza Messaggio
    Non dirmelo Leander! Ho rinunciato al parco degli uccelli a favore della diga di Itapù proprio perchè non volevamo vedere gli uccelli in gabbia
    ...e si possono anche intrattenere interessanti conversazioni con i nativi!

    Allegato 19857

  3. #23
    Ma daiiii!!! Che meraviglia! Vuoi vedere che mi toccherà tornare ad Iguassù? In effetti sarebbe stato molto più saggio scegliere il parco rispetto alla diga la cui visita è stata interessante ma fino ad un certo punto.
    Ultima modifica di Ortensia_css; 07-11-2014 alle 23:05:19

  4. #24
    Trinidad, ovvero la missione gesuitica meglio conservata del sudamerica

    Allegato 19868

    Allegato 19869

    Allegato 19870

  5. #25

  6. #26

  7. #27
    Senior Member L'avatar di Sailing
    Data Registrazione
    08-01-2009
    Località
    terre del prosecco
    Messaggi
    3,596
    Certo Leander, ho visto anche io il parco degli uccelli e non ha neanche lontanamente l'atmosfera di oppressione dei giardini zoologici. E' ovvio che sarebbe meglio non fare nessun parco zoologico, ma io dico, senza essere talebani o puristi, esistono dei modi per tenere gli animali perlomeno in una condizione dignitosa che non li faccia soffrire fisicamente. Che perlomeno siano "addomesticati" ma non sofferenti!
    Certo che per tornare al topic, non è proprio vero che non ci sia niente in Paraguay!! (ma non avevo dubbi)
    Chi viaggia vede, chi sta a casa non ci crede (antico proverbio)

    Next:

    24 - 30 agosto: penisola di Sithonia (Grecia)
    22 settembre 27 settembre: Santorini
    14 ottobre - 29 ottobre: Botswana

  8. #28
    Ho visitato anche Sant'Ignacio Minì in Argentina. Sicuramente è meno conservato di questo del Paraguay poichè i danni causati da spagnoli e porteghesi sono stati ingenti però vi è un piccolissimo museo estremante interessante. Vi sono conservati rarissimi pezzi di scultura lignea che adornavano l'interno delle chiese gesuitiche. Sono le testimonianze del bellissimo barocco guaranì, cioè di quello stile artistico che imperava anche in Europa al tempo ma declinato sul gusto locale: ecco che come decorazioni abbiamo frutta, foglie, fiori dall'aspetto tipicamente della selva. Se vogliamo fare un paragone potremmo accostarlo al barocco di Lecce. E' incredibile osservare colonne, pulpiti, statue intagliate dall'altra parte dell'oceano che sembrano essere state trasportate via mare e non create sul posto da indios. Le chiese che venivano erette all'interno delle missioni avevano dal punto di vista architettonico l'esterno molto sobrio ed erano costruite in mattoni. Al loro interno però erano adornate riccamente. Avevano solitamente una navata centrale grande e due laterali: una a dx e una a sx, più piccole. Di solito erano chiese molto alte e capaci di ospitare moltissimi cristiani. I guaranì infatti ( in realtà erano tante tribù diverse) si raccoglievano in queste missioni a migliaia, dai 2-3000 fino ai 6-7000 individui.
    La planimetria era uguale per tutte le missioni: grandissime piazze quadrate centrali racchiuse da costruzioni sempre in mattoni , grande chiesa, ospedale per i malati, case degli indios che non abitavano sparsi sul territorio ma in costruzioni raccolte, scuola, ampia biblioteca, prigione ecc. Non c'era il denaro e si utilizzava lo scambio. Molti beni erano di proprietà comune così come alcune coltivazioni ma in aggiunta ogni famiglia disponeva di un pezzo di terra di proprietà. Gli indios erano naturalmente inclini alle arti: musica, pittura, scultura fiorirono ovunque. Le missioni gesuitiche nacquero a fine 1500 e tra varie vicissitudini prosperarono fino agli inizi del 1700. Erano a decine e furono istituite tra Argentina, Paraguay (soprattutto), Brasile, Bolivia e ho letto anche Cile anche se mi sembra un po' improbabile. Molte ad un certo punto furono abbandonate poichè i portoghesi dal nord del Brasile , soprattutto San Paolo, scendevano verso sud come orde barbariche per saccheggiare ma soprattutto per fornire schiavi alle nascenti colonie schiaviste del sudamerica e non solo. A migliaia furono deportati gli indios, di indole spesso pacifica e privi di mezzi di difesa. Nonostante l'interessamento di papa Urbano ottavo che cercò di limitare l'impunità dei portoghesi, le missioni al nord del fiume Paranà furono abbandonate (cioè quelle brasiliane) e ne furono costruite altre più a sud. I gesuiti chiedevano dei comportamenti abbastanza standardizzati: sveglia, pasti, attività ricreative, ore di sonno, di lavoro e studio uguali per tutta la comunità ma nello stesso tempo proteggevano le popolazioni dai pericoli dei portoghesi ed altri che iniziavano a commerciare esseri umani, insegnavano il loro sapere nel campo della medicina, delle arti e della cultura in genere.La prima macchina per stampare in sudamerica per esempio fu costruita e operò in una missione gesuitica.
    Ma i gesuiti lasciarono altresì ampia libertà di amministrazione agli indio. Le missioni gesuitiche furono un esempio di società organizzata priva o quasi di corruzione e delinquenza. Una società votata alla pace, al giusto lavoro e all'arte e cultura.
    Troppo bello, troppo bravi. Talmente bravi che cominciarono a essere mal guardati dall'Europa. Un Europa triste, nel pieno della controriforma, delle guerre tra regni vicini, odi, vendette, rivalità tra potere temporale e statale. Il sudamerica era un'oasi felice a cui si sarebbe potuto attingere a piene mani se non fosse stato per quel potere sociale/religioso che diventava ogni giorno più forte e più amato dai locali.
    Come tutte le cose belle le missioni gesuitiche all'improvviso videro la loro fine.

  9. #29

  10. #30
    Leander ho visto il tuo picchio dalla testa rossa, bellissimo!
    Sailing, sono sicura che troveresti tanti motivi di interesse in Paraguay.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato