Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 24

Discussione: Da Seattle a Los Angeles, il passo è breve!

  1. #1
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736

    Da Seattle a Los Angeles, il passo è breve!

    Eccomi finalmente sulle mie care pagine di CSS. Mi son detta 'Un viaggio del genere deve essere raccontato qui! E non altrove.'. Diamo inizio allora a questa storia, che ci porterà, per chi vorrà, negli USA, nel Nord America, e più precisamente in quella zona comunemente chiamata 'Pacific Northwest', formata da città non enormi, vive, vivibili, moderne, giovani. E da Parchi Nazionali lontani dai più famosi Grand Canyon, Yosemite o Yellowstone, ma comunque da vedere, da godere e da 'innamorarsene'.

    L'idea del viaggio è nata circa 24 anni fa, per quanto mi riguarda. Precisamente il 9 gennaio 1991, data in cui in Italia è andata in onda la prima puntata del serial che ha cambiato il modo di fare TV: 'Twin Peaks'. Ambientato in una cittadina ai confini col Canada, è stato interamente girato a Snoqualmie e North Bend, due piccoli centri a circa un'ora d'auto da Seattle. Così, all'età di 13 anni, sapevo esattamente dove fosse Seattle, e anche quei minuscoli centri a pochi km da essa. Sapevo dello Space Needle, dei Nirvana e del caffè, 'inventato' praticamente là, presso quella catena ultra famosa chiamata Starbucks (di cui abbiamo visitato il primo store).
    Desideravo visitare quelle zone dagli anni 90, sì, ma recentemente il desiderio è potuto diventare realtà, grazie anche all'appoggio di mia sorella e mia madre, sempre favorevole a viaggiare con le figliole.
    Dato che la sottoscritta non aveva mai visto San Francisco e Los Angeles, abbiamo deciso di includerle nell'itinerario e di dedicare loro diversi giorni, che alla fine si riveleranno pochi, per la quantità di cose da fare e visitare. Ma sarà per la prossima volta.

    Il viaggio è iniziato il 31 luglio 2014, da Roma Fiumicino, scalo ad Amsterdam e diretto a Seattle, dove arriveremo verso le 16 ora locale.
    Staremo in città 4 notti, poi ci sposteremo in aereo a Medford, in Oregon, dove andremo a trovare un caro amico di famiglia, che vive sulla costa, a Brookings. Ci ospiterà nella sua casa meravigliosa sull'oceano per 4 notti, e da lì andremo a San Francisco, in macchina. Sette ore circa di viaggio, tra paesaggi costieri e parchi nazionali di sequoie. Il clima cambierà radicalmente avvicinandoci alla California, così come i paesaggi.
    Dormiremo a Frisco 4 notti e da lì l'ultima tappa sarà Los Angeles, da cui ripartiremo per Roma il 17 agosto.

    Il tour sarà questo, ma vi descriverò meglio il tutto con le foto e i miei racconti. A presto!
    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

  2. #2
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Eccomi pronta a seguirti Ninni nel tuo meraviglioso viaggio

  3. #3
    Senior Member L'avatar di reietto
    Data Registrazione
    29-07-2007
    Località
    Prov. di Cagliari
    Messaggi
    8,091
    Prontissimo!

  4. #4
    Senior Member L'avatar di manumanu
    Data Registrazione
    20-03-2006
    Messaggi
    3,963
    ci sono anch'io, interessatissima al vostro viaggio!
    KEEP CALM AND VISIT GREECE
    A frequentare un gatto si rischia di diventare migliori (Colette)
    Finirai per trovare la via... se prima hai il coraggio di perderti (T. Terzani)
    I libri che leggo

  5. #5
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736
    Arriviamo il 31 luglio nel primo pomeriggio a Seattle, al Tacoma Airport, dopo un ottimo volo con Delta Airlines. Sorvoleremo l'Islanda, ma non si vedrà nulla a causa delle nubi, la Groenlandia, di cui ho ancora in mente meravigliose immagini, e infine il Canada, con i suoi laghi, che spero di vedere presto.



    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

  6. #6
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736





    E ci siamo quasi!

    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

  7. #7
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736
    Tra i tanti modi per raggiungere il centro città, ci affidiamo alle navette da 6-8 posti, che portano direttamente davanti al proprio hotel. Ci chiedono il nome (non vi dico come storpieranno il nostro... ancora rido!) e aspettiamo... tanto... troppo! Veramente troppo. Alla fine, dopo quasi un'ora di attesa, partiamo. Il traffico è un po' intenso, dato l'orario, ma questo ci permetterà di gustarci la città e il panorama, bellissimo, con tutti quegli alberi! Scrivo un sms a Jon, il nostro amico che vive là: 'Jon we are here! And Seattle is really the Emerald City!'. 'Emerald' infatti è l'appellativo dato alla città: è verdissima, uno splendore. Come ha detto mia sorella, c'è tutto. La montagna, il mare, i laghi, i divertimenti. Non ci stupiamo di quanto sia viva e piena di giovani. Credo facciano una bella vita, tra cultura e divertimento.

    Il nostro hotel sarà il Crown Plaza Seattle, in dowtown, sulla 6a. Ottimo hotel, camera enorme, composta da una matrimoniale, bagno con tutti i servizi e un'ulteriore camera dove dormivo io, con divano letto matrimoniale, molto comodo. Ah! Vista sullo Space Needle, simbolo della città
    http://www.ihg.com/crowneplaza/hotel...dt/hoteldetail

    La colazione, come in molti hotel americani, non era compresa nel prezzo, ma con 17 dollari a testa l'ultima mattina ci siamo date alla pazza gioia con un buffet di tutto rispetto: pancake, frutta, affettati, waffle, toast, uova, bacon, ecc. ecc. Buonissima e di ottima qualità, preparata al momento dai cuochi.

    Dopo esserci date una rinfrescatina, usciamo per fare un giro di perlustrazione della zona. Sapevate che Seattle è costruita su 7 colli come Roma?! Beh, noi no. E la cosa ci stupisce. L'oceano è lì, vicinissimo al nostro hotel. In realtà ci arriveremo dopo un bel po': le discese infatti ingannano la vista, come a San Francisco.
    Decidiamo di andare subito verso il Pike Place Market, mercato icona della città, che però troveremo praticamente chiuso, data l'ora. Faremo un giro nei dintorni, dando un'occhiata alle tipiche costruzioni a mattoncini rossi e alla gente, un po' hippy, un po' marinaia... C'è una bella atmosfera.




    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

  8. #8
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736
    Passiamo davanti al SAM (Seattle Art Museum), o meglio, ad uno dei musei facenti parte del SAM (gli altri due sono quello di arti orientali e l'Olympic Sculpture Park, che visiteremo). All'esterno c'è un'istallazione moderna che si muove: rappresenta un uomo che lavora il ferro. Bello vederla con la luce del tramonto.




    Ci avviamo quindi, come dicevo, al Pike Place Market.



    Mercato coperto costruito nel 1907, è suddiviso in tante piccole parti, conseguenti l'una all'altra: fiori, cibo, antiquariato. Lo visiteremo meglio il giorno dopo, negli orari di apertura, ma approfitteremo comunque per fare una sosta doverosa al 1° Starbucks del mondo, nato a Seattle, e precisamente al Pike Place Market. Un'emozione entrare: il pavimento in legno, i banconi e gli scaffali, tutto scricchiolante. E tanti tipi di caffè, gadget, tutti in religioso silenzio, come fossimo in un tempio.




    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

  9. #9
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736
    Prima di lasciare il mercato, scatto la classica foto che ognuno scatta se si trova lì a quell'ora:



    L'insegna più fotografata di Seattle!
    http://www.pikeplacemarket.org/

    Per cenare arriviamo fino all'angolo con la Western Av, dove mangeremo senza infamia e senza lode presso un locale un po' turistico e caro. Buono il granchio, ma niente di che.
    La piazza antistante invece, era molto carina e piena di gente a godersi la piacevole temperatura serale.




    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

  10. #10
    Senior Member L'avatar di Ninni77
    Data Registrazione
    13-10-2004
    Località
    Ridente cittadina del viterbese
    Messaggi
    25,736
    Il mio primo totem!






    Bello vedere la baia di Seattle sotto di noi. Interessante la struttura della città: è una città di mare, non c'è dubbio. Si respira aria di mare camminando e facendo su e già per le avenue, ma il mare in effetti si vede poco. Però, facendo la passeggiata giusta, quella lungo la 1st Avenue, la 'parallela' all'oceano, si hanno tante viste sui moli, tanti affacci e piazzette dove prendere il sole, un caffè, tra fontane e panchine, mangiando un sandwich e chiacchierando con le amiche e i colleghi.
    La parte 'nuova' della città è in alto, spostata verso l'interno, e i passaggi per scendere a livello dell'acqua non sono molti, ma ci sono. Tra la parte vecchia e la nuova c'è il viadotto dell'Alaskan Way, molto trafficato, e per risolvere il problema hanno creato degli ascensori, gratuiti, che scendono a vari livelli, fino alla spiaggia. Da lì basta attraversare e si è arrivati.
    Ovviamente ci sono anche le scale, ma in pochi le usavano: il dislivello è davvero tanto, e tra passeggini, biciclette, borse della spesa e quant'altro, gli ascensori sono stati davvero un'ottima idea.

    Per tornare in hotel chiamiamo un taxi. I taxi sono economici, soprattutto se la cifra è da dividere almeno in tre. Però non ce ne sono moltissimi, soprattutto se si fa il paragone con NYC. Paragone azzardato, ma che comunque viene in testa.
    Andiamo a dormire soddisfatte di questo primo impatto con la città, una città tutta da scoprire ancora e che ci riserverà non poche sorprese. Notte, Seattle.
    Cleo, Toni e Ninni: grazie per aver fatto parte della mia vita per così tanti anni! Sarete sempre nel mio cuore! Sicuramente vorrò bene ad altri gatti e ad atri cani, ma NESSUNO occuperà mai il vostro posto!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato