Pagina 2 di 12 PrimaPrima 1234 ... UltimaUltima
Risultati da 11 a 20 di 115

Discussione: Italians around the world: gli italiani che non vogliamo essere

  1. #11
    Senior Member L'avatar di Phormula
    Data Registrazione
    24-06-2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    886
    Per me la leggenda resta la signora romana a Tenerife. Ve la racconto anche se off topic, perchè non è vicenda greca.
    Dopo cena io e mia moglie andiamo al bar dell'albergo e ordiniamo due espressi.
    Li stavamo sorseggiando al bancone quando arriva una signora romana che ordina anche un "short coffee" :O
    Il cameriere torna (la macchina era nel retro) con la tazzina dell'espresso, aggiunge il cucchiaino e la bustina di zucchero e gliela porge.
    La signora prende la bustina, la sbatte letteralmente sotto il naso del povero cameriere ed esclama "No, I not want this, I want CANNABIS sugar!" :O

    Da allora tra di noi ridendo chiamiamo così lo zucchero di canna (Brown Sugar, in inglese).
    Le opinioni altrui sono come i pareri sulle mutande.
    Puoi sentirne quanti ne vuoi, ma è quando ci infili dentro le chiappe che scopri se ti vanno bene o no.

  2. #12
    Senior Member L'avatar di ERAORA3
    Data Registrazione
    03-12-2010
    Località
    Bari
    Messaggi
    2,116
    Non vogliamo essere snob ma, come accade a tutti i popoli, immaginiamo con gli aneddoti, di scrivere un piccolo ed insignificante "galateo", contenente azioni, omissioni ed amenità che vorremmo non accadessero mai e soprattutto mai agli italiani.
    Guardiamolo non troppo sul serio come un libro di barzellette, ahimè realmente accadute.
    Vogliamo poi negare che l'inglese prevalentemente parlato da alcuni tipi appunto da barzelletta ricorda tanto il Principe Antonio De Curtis che forse tutti i torti non aveva?
    Dedicato a tutti coloro che sono troppo occupati ad ascoltare sè stessi per poter udire la voce degli altri


    RODI-PATMOS-LIPSI-LEROS-AGATHONISI-ARKI-MARATHI-SAMOS-IKARIA-FOURNI-MIKONOS-FOLEGANDROS-MILOS-NAXOS-AMORGOS-SANTORINI-ALONISSOS-SKOPELOS-SKIATOS-CORFU'-PAXOS-MEGANISI-LEFKAS-OTHONI-WEST CRETE-EAST CRETE-CHRISSI

  3. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    16-06-2006
    Località
    Torino
    Messaggi
    1,023
    Citazione Originariamente Scritto da leander Visualizza Messaggio
    Però c'è un vantaggio: la sciura riferirà che Apella è brutta e sarà tutta gente in meno che ci andrà.
    Ed è esattamente cio' che ho pensato io, mi son ben guardata da ricordar alla gentil Sciura che Apella era stata inserita in una delle 10 spiagge piu' belle d'Europa, meno pubblicità ai posti belli, meglio per tutti
    Posso dire, con tutta la stima che ho per voi, che questo thread mi sembra di uno snobismo sconfinato ?
    Sinceramente, credo che la parola "snob" sia un po' inappropriata, ci stiamo solo facendo quattro risate...non credo che questo thread sia nato con intenzioni denigratorie, girando in rete, prova a guardare quanti ce ne sono in tedesco di forum di questo tipo!

  4. #14
    Senior Member L'avatar di ERAORA3
    Data Registrazione
    03-12-2010
    Località
    Bari
    Messaggi
    2,116
    Ricordo a me stesso che snob è un antico acronimo di "sine nobilitate" ed indicava coloro i quali si atteggiavano a nobili, non essendolo e cercando di imitare e scimmiottare la nobiltà vera nel suo modo di vivere e comportarsi.
    E noi saremmo snob?
    Io sono rustico de rusticis, non ambisco ad essere snob.
    Dedicato a tutti coloro che sono troppo occupati ad ascoltare sè stessi per poter udire la voce degli altri


    RODI-PATMOS-LIPSI-LEROS-AGATHONISI-ARKI-MARATHI-SAMOS-IKARIA-FOURNI-MIKONOS-FOLEGANDROS-MILOS-NAXOS-AMORGOS-SANTORINI-ALONISSOS-SKOPELOS-SKIATOS-CORFU'-PAXOS-MEGANISI-LEFKAS-OTHONI-WEST CRETE-EAST CRETE-CHRISSI

  5. #15
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    Citazione Originariamente Scritto da ERAORA3 Visualizza Messaggio
    Ricordo a me stesso che snob è un antico acronimo di "sine nobilitate" ed indicava coloro i quali si atteggiavano a nobili, non essendolo e cercando di imitare e scimmiottare la nobiltà vera nel suo modo di vivere e comportarsi.
    E noi saremmo snob?
    Io sono rustico de rusticis, non ambisco ad essere snob.
    Poiché, come hai correttamente ricordato tu, il termine snob ha un sgnificato negativo, nessuno ambisce ad esserlo !!. Puo', però, capitare a tutti, qualche volta, involontariamente, di scivolare nello snobismo.

    Tu, a mio parere, stasera ci sei ricascato scrivendo poco sopra: "immaginiamo con gli aneddoti, di scrivere un piccolo ed insignificante "galateo", contenente azioni, omissioni ed amenità che vorremmo non accadessero mai e soprattutto mai agli italiani"
    Se però iniziaste la serie degli aneddoti con tutte le gaffe che avete fatto voi nei vostri viaggi allora sarebbe diverso.

    Vado a fare la valigia per la Grecia, continuate pure la vostra divertente opera di educazione del popolino, non obietterò più alcunché.
    Ultima modifica di Girello; 04-08-2014 alle 00:14:24

  6. #16
    Senior Member L'avatar di Phormula
    Data Registrazione
    24-06-2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    886
    Prendiamo questa cosa per quella che è, una occasione per farci una risata sull'evento ma lasciamo da parte i commenti sulle persone. Un conto è ridere per la battuta e un altro è partire dalla battuta per criticare una persona che non si conosce e che è solo "colpevole" di essere diversa da noi.

    Sicuramente tutti noi abbiamo una collezione di figuracce rimediate qua e la e sicuramente, come per tutte le cose, ci sarà qualcuno che ha da dire del nostro modo di viaggiare come noi abbiamo da dire di quello degli altri.

  7. #17
    Senior Member L'avatar di BubbleBobble
    Data Registrazione
    20-08-2008
    Località
    Dark Side of the Moon
    Messaggi
    1,058
    ei gais, iu ar un pochett acidells dis iveningh...

    vabbè, un inglese alla Rutelli insomma!

    (tanto per dirne uno, gli esempi in TV sono tantissimi!!! le veline a Pechino Express 2 cmq han toccato il fondo )
    2003 Creta (est) * 2004 Creta (west) * 2005 Rodi * 2006 Creta (sud) * 2007 Minorca * 2008 Creta (back to the west) * 2009 Rodi+Karpathos * 2010 Minorca * 2011 Paros (AntiP.) - Naxos - Santorini * 2012 Mykonos, Naxos, Astypalaia * 2013 Barcelona * 2014 Santorini, Ios, Naxos, Mykonos * 2015 Rodi

  8. #18
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078
    In tutta franchezza, mi sembra che questa discussione sia lievitata in misura sproporzionata rispetto alla leggerezza del tema. Ispirandosi a Beppe Severgnini, che ha appunto titolato "Italians" un suo libro e una sua rubrica sul Corriere, questo thread vuole semplicemente essere un divertissement, non certo la dichiarazione di essere i grandi fighi del viaggio né una sorta di insegnamento di cosa sia giusto o sbagliato: al mondo c'è posto per tutti, viaggiatori, turisti, vacanzieri, villeggianti, visitatori o come si voglia chiamarli e ciascuno è libero di collocarsi nella categoria che sente più consona e/o prendere le distanze dalle altre.
    Si può osservare che certi comportamenti sono tipici non solo di italiani ma di rappresentanti di ogni nazionalità. Verissimo. Però, essendo questo un forum italiano frequentato da italiani, è naturale che - anche per un fatto di comprensione della lingua - si riferiscano episodi cui si è assistito con protagonisti italiani e non ad esempio tedeschi, olandesi, portoghesi, sloveni, bielorussi o altro. Nei forum tedeschi, olandesi, portoghesi, sloveni, bielorussi probabilmente esisteranno analoghe discussioni altrettanto ironiche sui rispettivi connazionali.
    Riguardo allo snobismo (sempre che vogliamo utilizzare il termine in questo contesto) direi che l'atteggiamento snobistico è proprio quello della sciura di Apella e dei clienti della psarotaverna e della "aragost", non di chi ha raccontato gli aneddoti.
    Questa è ovviamente la mia opinione di utente, non una linea suggerita da amministratore/moderatore (ruolo che peraltro non rivesto più).
    Buona Grecia a Girello (e un po' di sana invidia)!

  9. #19
    Senior Member L'avatar di ERAORA3
    Data Registrazione
    03-12-2010
    Località
    Bari
    Messaggi
    2,116
    e, a conferma che non si tratta di snobismo, ecco la mia esperienza da Italians. La mia brutta figura.

    Natale 1980 - prima esperienza da solo all'estero dopo la scuola. Inglese scolastico. Primo giorno di vacanza al Metropolitan Museum of Art a NY. Dopo qualche ora di visita (rigorosamente in silenzio), iniziamo a sentire il languorino della fame. ci spostiamo all'interrato dove c'era un fast food. Soldi pochissimi. Prendiamo due cose di quelle che costano meno. Ero al battesimo del primo dialogo in lingua straniera. Parlo io per tutti. Durante la fila continuo a ripetermi a mente "Please, two fried chickens.Please, two fried chickens.Please, two fried chickens". Arriva il mio turno, sento una frase che non capisco (Era "You're welcome") e proferisco con sicurezza "Please, two fried kitchens". Il ragazzo alla cassa mi guarda e con un sorriso sornione mi dice "It would be better if you taste our special fried chicken.........".
    Figura.
    Dedicato a tutti coloro che sono troppo occupati ad ascoltare sè stessi per poter udire la voce degli altri


    RODI-PATMOS-LIPSI-LEROS-AGATHONISI-ARKI-MARATHI-SAMOS-IKARIA-FOURNI-MIKONOS-FOLEGANDROS-MILOS-NAXOS-AMORGOS-SANTORINI-ALONISSOS-SKOPELOS-SKIATOS-CORFU'-PAXOS-MEGANISI-LEFKAS-OTHONI-WEST CRETE-EAST CRETE-CHRISSI

  10. #20
    Senior Member L'avatar di Phormula
    Data Registrazione
    24-06-2010
    Località
    Milano
    Messaggi
    886
    Giappone, trasferta di lavoro, novembre 1997.

    Stavo seguendo l'installazione di un nuovo impianto, per cui tutte le mattine alle 7:30 prendevo il pulmino Toyota gentilmente prestatomi e andavo dall'albergo alla fabbrica, per poi tornare dopo le 8 di sera, cotto come un melone. Tornato in albergo, doccia, breve uscita a cena e biancheria sporca messa nel sacchetto per il bucato. Una sera torno in albergo (in cui ho vissuto tre mesi), e trovo sul letto un biglietto in inglese, i miei calzini e due paia di calzini nuovi. Leggo il biglietto, sono le scuse dell'albergo, mi restituiscono i miei calzini lavati, uno blu e l'altro nero, insieme con due paia di calzini nuovi, uno blu e l'altro nero. Nella lettera, il direttore spiega che si scusano ma non sanno come mai sia potuto succedere. Mi prega di accettare le sue scuse personali e i calzini nuovi come risarcimento. Prendo i calzini, apro il cassetto in cui avevo messo la biancheria pulita e ci trovo due calzini puliti, uno blu e l'altro nero... (ooops)
    Ultima modifica di Phormula; 04-08-2014 alle 11:24:34
    Le opinioni altrui sono come i pareri sulle mutande.
    Puoi sentirne quanti ne vuoi, ma è quando ci infili dentro le chiappe che scopri se ti vanno bene o no.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato