Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: Trentino Sud Tirol Zona Bolzano Provincia e dintorni 08/2011

  1. #1

    Trentino Sud Tirol Zona Bolzano Provincia e dintorni 08/2011

    Richiesta informazione al forum di qui Dall'aeroporto di Verona e poi in auto. Cosa fareste voi ?

    Trentino Alto Adige - Sud Tirol - Zona Bolzano Provincia e dintorni - Agosto 2011
    - Periodo: dal 5 al 10 Agosto 2011
    - Partenza: Aeroporto di Verona
    - Destinazione: Gargazzone (Bz) dove abbiamo alloggiato - Pension Sonnheim (Vedi recensione Tripod)
    - Zona visitata: Trentino Alto Adige (oltre a Verona e Venezia)
    - Mezzi di trasporto: Aereo - Auto a Noleggio
    - Famiglia di 2 persone più 1 bambina di 7 anni
    - Costo al giorno per persona: EUR 104,75
    [compreso tutto, ossia
    -- Volo Ryanair a tariffa metà rispetto ad Alitalia prenotato 2 mesi prima - 160 euro in meno rispetto a Trenitalia,
    -- Noleggio auto scontato del 40% con Opel Astra Berlina 1.7 TDI,
    -- Soggiorno B&B con offerta promozionale
    (dai 6 anni in su, la bambina inizia a pagare una tariffa ridotta che in generale è il 20% in meno),
    -- vitto, snack, gelati, con spesa giornaliera in media di 60 euro per 3p, 1 solo pranzo o cena a giorno,
    -- parcheggi,
    -- escursioni/musei,
    -- autostrada, carburante, trasporti/treno/funivia,
    -- souvenir, ecc.]

    - Località visitate su Google Maps (tra cui quelle che non mi sono state proposte dai forum) in rosso
    (quelle non vistate non ma consigliate sono in blu)



    - Premessa: Una terra che offre tantissimo e non solo per gli splendidi panorami, i giardini e per l'efficientissima organizzazione dei servizi ma anche per le escursioni che è possibile praticare, gli itinerari, gli eventi organizzati, i musei, i castelli e le attrazioni, i centri benessere. Quindi montagna e natura ma anche tanta cultura e intrattenimento.
    - Parcheggi: organizzati perchè ogni agglomerato urbano dispone al proprio ingresso di parcheggi sotterranei oltre che su quota. Persino un luogo sperduto in montagna come il Lago di Carezza ne ha uno (al costo di 1 euro all'ora). Ma anche per questo considerando dei costi variabili da 1,20 ad 1,90/ 2,00 all'ora per tutto il giorno, il parcheggio ha avuto una sua rilevanza economica nel budget finanziario del viaggio (per non parlare poi di Venezia). In alcune città abbiamo usufruito di un'ora (la prima a Castelrotto) gratis, altre volte è stato possibile utilizzare alcune zone un pò periferiche ad un costo di 1 euro tutta la giornata. Alcuni dei parcheggi gratuiti hanno durata limitata massimo ad 1 - 1,30 ora. Dalla pensione dove abbiamo alloggiato era possibile fruire di un mezzo di trasporto pubblico che parte ogni ora (al 37° minuto) e che consente di raggiungere le principali città vicine ad un costo conveniente. Si acquista un pacchetto di trasporto che poi viene scalato in base a quanto effettivamente consumato. Ma in questo modo non avremmo avuto libertà di movimento.
    - Grandi spazi verdi in piena città e tutti attrezzati gratuitamente con giochi all'aperto per bambini di ogni genere mai visti prima. Avendo al seguito una bambina di 7 anni, molto tempo della vacanza è stata dedicata al suo svago.
    - Condizioni Metereologiche: abbiamo avuto bel tempo il primo e gli ultimi 2 giorni. Quando non è stato possibile partecipare a delle escursioni in alta quota per bassa visibilità dovuta alle presenza di nuvole, abbiamo visitato i centri storici delle cittadine o visitato i musei. Ovviamente facevano lo stesso tutti gli altri turisti, quindi a seconda delle condizioni meteo, c'erano grandi assemblamenti e molto traffico per strada in un posto o nell'altro. In questi casi è sempre consigliabile raggiungere i punti di interesse prima degli altri (per chi in vacanza riesce ad alzarsi prima delle 9.00)
    - Orari: i punti di interesse, funivie, attrazioni, castelli e musei generalmente aprono alle ore 9.00 e chiudono alle 18.00 (in alcuni casi limite alle 19.00) - Attrazioni e Musei generalmente sono chiusi la domenica (ma con qualche eccezione in Agosto). I negozi possono aprire anche alle ore 7.30 (i locali alle 9.30) e chiudono alle 18.00 /19.00 (ma ultimamente stanno liberalizzando le regole e alcuni sono autonomi) anche di Domenica se non fosse per alcuni eventi organizzati. Alle 21.00 chiudono i ristoranti (dalle 19). Dalle 15.00 sono aperti generalmente solo come Bar.
    - Gente: cordiali, gentili, rispettosi, molto civili, disponibili, quasi premurosi (si assicuravano sempre che fosse stata realmente compresa l'informazione fornita con il massimo impegno). Gli abitanti di questa provincia prediligono l'uso della lingua tedesca a quella italiana. Molte delle scuole (ce ne sono tantissime) sono solo in questa lingua. Se non fosse per i segnali stradali e le indicazioni commerciali in doppia lingua ma non sempre (quindi anche quella italiana) non si capirebbe di trovarsi ancora in Italia. Alcuni ragazzi italiani a cui ho chiesto delle informazioni, pur capendo la nostra lingua non riuscivano a comunicare con evidenti e vistose difficoltà di linguaggio. Tuttavia mi è sembrato che tale impedimento non gli importasse nulla.
    - Cibo: carne buonissima anche se molto speziata (come abitudine di molti Paesi del Nord Europa) con contorni di verdura e salsine, sotto polenta, wurstel, gulasch e le carni affumicate, ovviamente lo speck tirolese. E' molto diffusa la cotoletta alla milanese anche se qualcuno lo spaccia per quella viennese. Pasta al ragù, tagliatelle, lasagne sono le pietanze comuni italiane ma il piatto tipico della zona sono i Canederli, palline di pane farcite con speck o formaggio cotte nel brodo di carne. Dolci vistosi e in grandi quantità, molto buoni (anche per gli intolleranti al lattosio) sono i Sacher Torte. Ottimi per chi può mangiarli sono gli Strudel in pasta frolla o pasta sfoglia con i pezzi interi di mela o pera.

    Ecco quello che abbiamo fatto giorno per giorno:

    -------- 05/08/2011 -----------
    Partenza alle 6.30, siamo arrivati con Ryanair a Verona con venti minuti di anticipo. Ma la Hertz apriva solo alle 08.10. Disbrigo pratiche amministrative per conferma della prenotazione e finalmente entriamo in possesso dell'auto alle ore 8.45.
    Decidiamo di andare a Venezia. Ci sono 2 parcheggi all'ingresso della città. Quello di Piazzale Roma e di via Tronchetto. Sono sconsigliabili dato che costano 25 euro al giorno (non è possibile la tariffa giornaliera). Le Tariffe autopark sono di minimo 5 euro all'ora. E' invece suggeribile parcheggiare nella vicina Mestre, in una traversa di Via Torino - il parcheggio gratuito è localizzato nella zona Fin Cantieri. I mezzi pubblici ACTV linea n° 4L che costano 1.20 A/R per persona da qui portano direttamente a P.le Roma. Se avete invece e comunque intenzione di ritornare a parcheggiare direttamente a P.le Roma, attenzione nel fare retromarcia, perchè se si supera il punto di non ritorno, il ponte Libertà (di recente costruzione) non perdona.
    Da Piazzale Roma, per visitare Venezia è necessario prendere un vaporetto pubblico. Chi non vuole pagare parcheggi, prende il treno che lo porta direttamente al moletto corrispondente all'interno della città galleggiante. Per la linea urbana A/R abbiamo pagato 39 euro in 3 (con 9 euro in più a persona è possibile acquistare uno giornaliero. Sembra esserci anche una sorta di Veneto Card per usufruire di sconti e promozioni). Da qui siamo arrivati a Piazza San Marco seguendo la serpentina interna ammirando le costruzioni sull'acqua. Sono previste una decina di fermate con mezzi che passano ogni mezz'ora. Da non perdere il ponte dei Sospiri (anche se in questo momento è attorniato e deturpato da un intero cartello pubblicitario molto scenografico che comunque paga come sponsor parte del suo recupero) e il ponte Rialto. Se volete visitare i maggiori punti di interesse navigando tra i canali con la tradizionale gondola il costo è di 80 Euro. A quanto pare (a dire di un gondoliero interpellato) sembra essere stabilita quale tariffa fissa comunale e minima inderogabile.



    -------- 06/08/2011 ----------
    Se è vostra intenzione visitare di Merano subito i giardini di Castel Trauttmansdorff e l'Orto Botanico è fortemente consigliabile parcheggiare direttamente nelle zone di sosta adibite in prossimità della stessa attrazione. Costano solo 2,5 euro al giorno contro 1,90 all'ora in uno dei parcheggi del centro città. Anche perchè non è molto vicino raggiungerlo a piedi (se vi dicono e in più di uno che sono solo 20 minuti non credetegli.. si tratta di un'ora di cammino). Se proprio volete parcheggiare in città, l'orto botanico è raggiungibile anche con la linea 4 dei mezzi di trasporto locali SASA Ne passa uno ogni circa 20 minuti al costo di 1 euro. L'attraversamento a piedi della città ci ha comunque consentito di percorrere un sentiero dedicato a "Sissi" e permesso di partecipare, anche se per brevissimo tempo, ad una divertente piccola sagra tutta in lingua tedesca in cui servivano carne, wustel, vino, formaggio, alla presenza di un gruppo musicale folcloristico di giovani che con tromboni e trombette si cimentava in musica tipica tirolese.
    E' bella visitare Merano per i suoi giardini e i sentieri tematici anche fioriti. Attravesata la via di negozi si arriva ad una sorta di benvenuto a ferro di cavallo realizzato tutto con cespugli verdi. Difronte si trovano le famose e accoglienti terme. Lungo uno dei sentieri e passeggiate per cui sono sempre presenti le relative indicazioni, si può attraversare il fresco e sempre attivo torrente Passirio.



    Il Touriseum Museo provinciale del Turismo con i "Giardini di Castel Trauttmansdorff", luogo di soggiorno della Principessa Sissi, costituisce con l'Orto Botanico un'unica attrazione che nel 2011 ha compiuto 10 anni. Il costo (oltre il parcheggio) è di euro 11 a persona. E' possibile non far pagare il minore di 7 anni con un biglietto famiglia. In uno spazio di 12 ettari suddivisi per diversi livelli sono oltre 80 gli ambienti botanici con piante da tutto il mondo. Le quattro aree tematiche sono i Boschi e paesaggi naturali di America e Asia, i Paesaggi mediterranei, gli Scorci paesaggistici originari dell'Alto Adige e i diversi esempi di architettura di giardini europea tra rivoli d'acqua e scalinate.
    Quello che ci ha colpito sono state le decine di varietà di Cactus (soprendenti quelli lanati), i giochi d'acqua, il labirinto realizzato da cespugli verdi. Peccato che non funzionava (perchè colpito da un fulmine e ancora in fase di riparazione) la grotta con show multimediale per scoprire le origini della Storia: dalla nascita della terra allo sviluppo delle prime forme di vita con la ricostruzione della nascita delle piante guardandole dal di sotto alle radici.
    Nelle stanze storiche del Castello Trauttmansdorff è possibile assistere ad una una nuova esposizione permanente sul soggiorno meranese di Sissi.

    L'esposizione permanente è invece un viaggio attraverso due secoli di storia e sviluppo del turismo alpino molto interessante e curioso per gli effetti e i particolari con un percorso espositivo museale dal 1750 al 2003 allestito in 20 sale.

    Sempre il Museo provinciale del turismo Touriseum ha organizzato nel periodo in cui siamo stati ospiti un'altra mostra temporanea dal titolo “Sie wünschen? Desidera?”, dedicata allo sviluppo storico della figura del cameriere, delle sue mansioni e delle sue condizioni di vita.



    Abbiamo completato la giornata con un giro a piedi nella cittadina di Lana, uno degli agglomerati urbani più grandi nelle vicinanze, ma di domenica e già alle ore 19.00 anche le gelaterie erano chiuse. Era aperto solo un numero ristrettissimo di locali.

    -------- 07/08/2011 -----------
    Giornata dedicata per lo più alla città di Bolzano. Arrivati all'ingresso della città, abbiamo parcheggiato al P2 (costo 1,90/h) non molto lontano da Piazza Walter. Visita al centro storico (il mercato di domenica non svolge alcuna attività). alle piazze, chiese, viuzze commerciali, per poi rimanere fino al pomeriggio al parco nei pressi del Ponte Talvera. Una zona estesa, forse un tempo, il letto di un fiume, in cui sono state sistemate delle divertenti giostre all'aperto per i più piccini (alcune rappresentano degl animali), ci sono persino dei tavoli da ping pong e un appenditi con lancio su fune sospesa tipo tarzan della foresta.
    Dopo un'estenuante fila all'aperto (è preferibile prenotare in anticipo sul web per risparmiare tempo e pazienza) nel primo pomeriggio siamo riusciti ad entrare nel Museo Archeologico dell'Alto Adige (Bolzano) dove è esposto Oetzi (il nome prende origine da parte del luogo in cui è stato individuato e parte da quello che lo identifica come uomo delle nevi), l'Uomo venuto dal ghiaccio, una delle mummie più famose al mondo, trovato nel 1991 su un ghiacciaio e vissuto 5.300 anni fa. Una struttura di 4 piani per documentare tutta la storia che gravita attorno a questo personaggio, dal suo ritrovamento, alla vecchia coppia di escursionisti che lo scoprirono per caso e che furono ricompensati solo 12 anni dopo, alle operazioni di recupero e trasporto (qui si racconta del fatto che nell'attraversare le varie città per km furono bloccati sul rosso fisso tutti i semafori per consentire al convoglio in modo segreto di condurlo a destinazione entrando da un ingresso riservato del museo evitando cosi' l'accadere di eventuali iniziative del tutto fuori luogo), al filmato che riproduce quello che probabilmente accadde prima di essere colpito da una freccia alla spalla, alla bella ricostruzione in plastica e ossa ad opera di una coppia di olandesi, alle curiosità che nacquero da tutto il mondo, nel periodo immediatamente successivo alla sua scoperta. Fila all'esterno e fila di nuovo all'interno per poterlo riuscire a vedere in tutte le sua ossa e pelle liofilizzata da un oblò grande meno di un metro per un metro. Oetzi si trova dall'altra parte in una camera blindata. Il luccichio che si scorge da alcune sue parti del corpo potrebbe far pensare ad un falso, in realtà si tratta di acqua che brilla e che consente di conservarlo alle condizioni originarie e mantenerlo così intatto nel futuro, un'operazione che costa ben 200.000 euro l'anno. E pensare che si è mantenuto per migliaia di anni nel suo cubetto di ghiaccio grazie alla fortunata combinazione di una serie di elementi puramente casuali.
    Il suo ritrovamento a meno di 100 mt dal confine austriaco, quest'ultimo storicamente fu definito dopo il 2° conflitto mondiale (fu condotta una seconda indagine esplorativa visto anche la difficoltà di individuazione per lo strato di gelo che ricopriva la linea geografica) ha portato alla totale revisione dell'età del ferro.



    Dopo il museo raggiungiamo velocemente il Castel Roncolo dopo la periferia di Bolzano ma che purtroppo per qualche minuto abbiamo trovato chiuso dopo le ore 18.00. E'interessante leggere la storia della famiglia proprietaria e di quale autorevolezza gli venne affidata dal governatore territoriale dell'epoca nel ricevere il dazio di ogni cosa che veniva prodotta dal popolo.



    Visto che il giorno volge al termine solo dopo le ore 20.30, approfittiamo della bella luce per raggiungere la cittadina di Ties dove chiediamo informazioni per un tour che avremmo voluto fare sulle dolomiti nei giorni successivi, allo sciarire del tempo. Purtroppo da qui, è necessario seguire prima un percorso a piedi, quindi opteremo per una scalata su un monte più vicino al nostro hotel.



    -------- 08/08/2011 -----------
    Il tempo ancora incerto (ha piovuto per un breve periodo e solo 2 volte di sera ma ancora con poca visibilità in alta quota) ci fa prediligere per il proseguimento vacanziero la scoperta dei centri storici. Quindi allontanandoci velocemente da Bolzano dove abbiamo corso il rischio di rimanere imbottigliati nel traffico di un gran numero di turisti che si riversavano in grande quantità nelle città, abbiamo visitato il Centro Storico di Bressanone (famoso assieme a qualche altra località vicina per i mercatini di natale) con le sue vie commerciali, la sua particolare Chiesa il tipico Chiosco interno.



    Ortisei, un luogo turistico della Val Gardena dove abbiamo mangiato dei Dolci Sachè Tort e Strudel (a mio parere assomiglia molto a Cortina d'ampezzo).



    Castelrotto dove nella piazzetta aveva avuto luogo il mercatino dell'Artigianato.




    Raggiungiamo successivamente tra tornanti e diversi percorsi a gomito sulla strada, il Lago Carezza. Riflessi delle vicine dolomiti su uno sfondo blu coloratissimo. Al centro una targa descrive le origini e la storia leggendaria. Il lago raggiunge una profondità minima di 5 mt e massimo 15 mt. a Giugno.



    -------- 09/08/2011 -----------
    Finalmente la bella schiarita del cielo (da qui si possono vedere le Dolomiti in tutta la loro bellezza) ci porta alla Funivia di Vall'ultimo immediatamente alla perferia di Lana. Se fossimo arrivati prima delle ore 10.00 di mattina avremmo potuto usufruire dei parcheggi gratuiti disposti sotto la funivia, ma purtroppo ho dovuto cercarli nelle vicinanze. Ritornando verso Lana, prima del ponte sono disponibili solo quelli per una sosta gratuita massimo di 1 ora e mezzo. Dopo il ponte per fortuna è disponibile un parcheggio ad 1 ora per tutta la giornata. Inoltre, allo stesso orario di punta abbiamo dovuto aspettare una bella fila di gente.
    Tra Funivia e Seggiovia prima (è possibile acquistare A/R già un biglietto combinato per entrambi i mezzi con una riduzione per i minori) e un sentiero tracciato di mezz'ora, dopo, raggiungiamo il Monte Vigilio dove troviamo una chiesetta molto bella e caratteristica (le messe si celebrano ogni 7 o 14 giorni). Un altro sentiero ci porta al laghetto dove possiamo vedere delle papere che si divertono a mettere il becco sotto l'acqua. Qui approfittiamo della presenza del rifugio per poter mangiare. La giornata passa velocemente e arrivano subito le ore 16.00



    Un veloce giro in macchina nella vicina Tirolo, la giornata si conclude in uno dei 2 parchi giochi all'aperto per i bambini di Gargazzone dove è localizzata la pensione dove abbiamo alloggiato.

    -------- 10/08/2011 -----------
    La bella giornata ci consente di proseguire con un altro giro panoramico in montagna. Questa volta tocca all’altipiano del Renon (guarda nel link l'img della mappa) situato al di sopra del capoluogo Bolzano. Da quest'ultimo una serie di tornanti per una mezz'ora in macchina di percorso lo dividono dall'altipiano. In alternativa è possibile prendere la funivia da Bolzano (a Soprabolzano), ma questo comporta il pagamento di un parcheggio ad ora che a fine giornata diviene poi spropositato. Meglio, allora sopportare qualche curva in più e parcheggiare in uno delle soste gratuite delle fermate del famoso treno storico. Ne ho trovato uno a Collalbo dove siamo partiti, un altro gratuito si trova immediatamente sotto la funivia a Soprabolzano.



    Un trenino storico (Said Trasporto Locale) inaugurato nel 1907 che un tempo portava in appena 90 minuti a Bolzano, oggi collega ancora alcune cittadine della zona del Renon: Soprabolzano, Costalovara, Stella e Collalbo. Il costo è di 3,5 euro A/R con le fermate vicine.



    A Soprabolzano, Collalbo, nelle località di Monte di Mezzo ed Auna di Sotto è possibile ammirare le Piramidi di terra. Delle formazioni calcare incise in materiale morenico che vengono create dall’erosione dovuta alla pioggia e alla sciolta della neve. I grandi massi proteggono la porzione di terreno immediatamente sottostante e così l’erosione viene rallentata, per cui si forma la colonna che sorregge il masso.



    Quelle che abbiamo visto noi sono quelle di Soprabolzano. Da qui un sentiero tematico di 30 minuti (sempre segnalato) ci ha portato a vedere questa attrazione naturale. Bello il sentiero immerso nel verde del bosco. Sono disponibili diversi altri sentieri che per mancanza di tempo e di energie non siamo riusciti ad intraprendere.

    La bella vacanza si è conclusa con una passeggiata a Verona (anche qui un bel parcheggio di 2 euro l'ora, per un minuto ho pagato la frazione di ora successiva) dove partendo da piazza Cittadella e puntando sempre diritto abbiamo visto l'Arena, le viuzze commerciali per arrivare alla casa di Giulietta. Bello il balconcino da dove gli innamorati amano immortalarsi mentre si baciano pronunciando delle promesse d'amore eterno. Le mura che portano all'interno sono completamente avvolte di scritte di innamorati che oggi hanno deturpato tutto. Non siamo entranti all'interno della casa, ma da quello che ci hanno riferito, non abbiamo perso molto.



    L'areo partiva alle 22.35 (poi è partito alle 23.00 ma in volo ha recuperato alla grande, anche se poi il ritardo è stato di un quarto d'ora), quindi ci siamo mossi alle 20.00 dal parcheggio, peccato che una stazione di servizio mi ha rubato 25 euro senza erogare carburante. Il fedele navigatore ci ha fornito segnalazione di un altra stazione di servizio Q8 proprio nelle vicinanze dell'aeroporto che questa volta fortunatamente si è rivelata funzionante e finalmente siamo riusciti ad arrivare alle 20.50 all'Hertz per consegnare con il pieno l'autovettura.

    Controlli intensi di sicurezza (stranamente è riservato ad alcuni voli la zona degli arrivi), ricontrolli da Ryanair sul peso e dimensioni della valigia.. un attesa estenuante in piedi di 2 ore di fronte al Gate.. ma felici e soddisfatti di aver fatto una bella vacanza..

    LINK

    * Dove Dormire
    - http://www.sonnheim.com/ Pension Sonnheim - Gargazzone (BZ)
    - http://www.trenkwalder.info/ Merano (BZ) B&B Haus Trenkwalder ubicato ad 1 Km dal Giardino Botanico e a 2 Km dalle Terme
    - http://www.familyhotels-ritten.com/ le Strutture ricettive della zona di Renon

    * Turismo ed Escursioni
    - http://www.aeroportoverona.it/ Aeroporto di Verona
    - http://www.verona.net/ Curato dalla Proloco offre informazioni su hotel ristoranti, locali, concerti, eventi, itinerari, monumenti e musei di Verona

    - http://www.turismovenezia.it/ Azienda di Promozione Turistica di Venezia. Calendario eventi, strutture ricettive e notizie utili per chi visita la città

    - http://www.bolzano-bozen.it/ Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Bolzano
    - http://www.suedtirols-sueden.info/ Area Turistica Bolzano Vigneti e Dolomiti
    - http://www.brixen.it/ Comune di Bressanone
    - http://www.provincia.bz.it/agenzia-ambi ... arezza.asp Lago di Carezza
    - http://www.meraninfo.it/ Informazioni turistiche su Merano (BZ)
    - http://www.lana.info/it/ Informazioni turistiche su Lana (BZ)
    - http://www.vigilio.com/it/Index.html Monte San Vigilio e Funivia - Lana (BZ)
    - http://www.hafling.com Associazione Turistica Avelengo Verano Merano 2000
    - http://www.meranerland.com/it/informazi ... tcard.html
    I Vantaggi della Guestcard per le attrazioni di Merano e dintorni
    - http://www.renon.com L’altipiano del Renon situato al di sopra del capoluogo Bolzano - le Piramidi di terra - Funivie - il Trenino Storico
    - http://www.wanderwirte-ritten.com/ I Wanderwirte Ritten (osti dei viandanti del Renon), gli specialisti dell'escursionismo
    - http://www.villandro.info Villandro - alloggi e hotel - Valle Isarco - Alto Adige
    - http://www.barbiano.org/ Barbiano, Valle Isarco - Vacanze, hotel, appartamenti in Alto Adige
    - http://www.terento.com/ Terento sulla Strada del Sole della Val Pusteria - Hotel, rifugi ed eventi
    - http://www.brunico.it/ Info su Brunico, eventi, storia, come arrivare, escursioni
    - http://www.vipiteno.com Vipiteno, hotel, alloggi, cultura e storia
    - http://www.terlan.info info su Terlano, alloggi, gastronomia, eventi, cultura, come arrivare
    - http://www.naturns.it/ Naturno, Merano e dintorni, Alto Adige, vacanza, alloggi, hotel, escursioni, cultura

    - http://www.dmoz.org/World/Italiano/Regi ... i_Bolzano/
    - http://www.weinstrasse.com Bolzano - alberghi, agriturismi, eventi - la strada del Vino in Alto Adige
    - http://www.valgardena.it Val Gardena (Ortisei)
    - http://www.valgardena-groeden.com Val Gardena (Alto Adige, Dolomiti), con informazioni e storia dei luoghi,eventi, immagini panoramiche e webcam.
    - http://www.val-pusteria.net/ Val Pusteria (Alto Adige e Tirolo orientale) Strutture ricettive, info e storia delle località, eventi
    - http://www.hochpustertal.info Alta Pusteria, Alto Adige, Dolomiti, Val Pusteria
    - http://www.valsugana.info/ Valsugana, dove dormire, terme, laghi
    - http://www.suedtirolerland.it/ Portale turistico del' Alto Adige. Strutture ricettive, immagini panoramiche, meteo e webcam
    - http://www.alpedisiusi.info Consorzio Turistico Alpe di Siusi - Castelrotto - Sciliar
    - http://www.altoadige-suedtirol.it/ Hotel, escursioni, itinerari culturali, arte e manifestazioni in Alto Adige, Trentino e Dolomiti
    - http://www.visittrentino.it/ Portale Ufficiale del Trentino
    - http://www.dolomiti.it/ Hotel e offerte in Trentino Alto Adige, Bellunese e Friuli
    - http://www.dolomitisuperski.com/ Dolomiti vacanza sulla neve e Marmolada
    - http://www.dolomititour.com/ Dolimiti, Strutture ricettive, zone ed eventi
    - http://www.wanderndolomiten.ch/ Wandern Dolomiten e Südtirol
    - http://www.gossensass.org/ Colle Isarco Eventi, Dove Dormire Cultura
    - http://www.valridanna.eu/ Vacanze estive e invernali in Val Ridanna - Alto Adige
    - http://www.sarntal.com Associazione turistica Val Sarentino - Guidaviaggi, ospitalità - tematiche
    - http://www.naturns.it Escursioni e Cultura in Alto Adige: Val Senales
    - http://www.valvenosta.it/ Valvenosta - Località - Rifugi - Prodotti tipici
    - http://www.tirol.gv.at/it/turismo/ Regione Tirolo

    * Musei
    - http://www.touriseum.it/ Touriseum Museo provinciale del Turismo (Orto Botanico) - attrazione dei "Giardini di Castel Trauttmansdorff" e luogo di soggiorno della Principessa Sissi - Merano (BZ) [http://www.schlossgarten.it/ Caffé – Restaurant Schlossgarten nel cuore del Giardino Botanico]
    - http://www.musei-altoadige.it/ Guida ai Musei in Alto Adige - Provincia Autonoma di Bolzano
    - http://oetzi20.it - http://www.iceman.it
    Museo Archeologico dell'Alto Adige (Bolzano) dove è esposto oetzi, l'Uomo venuto dal ghiaccio, una delle mummie più famose al mondo, trovato nel 1991 su un ghiacciaio e vissuto 5.300 anni fa

    * Benessere
    - http://www.naturbad-gargazon.it La Piscina pubblica naturale - Gargazzone (BZ)
    - http://www.termemerano.it/ Terme di Merano (BZ)

    * Attrazioni
    - http://www.trauttmansdorff.it/ I Giardini di Castel Trauttmansdorff - Merano (BZ)
    - http://www.eisenbahnwelt.eu/ Eisenbahnwelt- Mondo Treno - Train World
    - http://www.gufyland.com/ Centro di recupero avifauna Castel Tirolo - Rapaci e gufi dal vivo
    - http://www.dolfi.com Sculture in Legno - Val Gardena/Alto Adige
    - http://www.roncolo.info/ Castello Roncolo di Bolzano
    - http://www.messner-mountain-museum.it Messner Mountain Museum - Musei: MMM Firmian/Juval/Ortles/Dolomites/Ripa
    - http://www.wehrburg.com Pensione Castello Wehrburg - Prissiano Tesimo Alto Adige
    - http://www.hocheppan.com/ Hocheppan, grazie alla sua splendida posizione sopra il comune di Appiano, è tra i più importanti castelli per il suo passato storico e per i contenuti artistici
    - http://www.castelcoira.com/ Castel Coira - i Contatti e gli orari per le visite

    * Parchi Divertimenti/Adventure/Abilità
    - http://portal.enido.de/ Xsund di Hagen Tschörner - Terlano (BZ)
    - http://www.sorespark.it/ Sores Park - Loc. Predaia 38010 TRES (TN)
    - http://www.predaia.org/ Altipiano della Predaia - Valle di Non (TN)

    * Artigianato
    - Hanika Snc di Kostner Frank & Co a Bressanone in via Duomo 4 - esposizione di orologi a cuckoo (http://www.cuckoo-palace.com)

    * Eventi
    - http://www.inside.bz.it/ Eventi a Bolzano e dintorni
    - http://www.kastelruther-weihnacht.com/ Natale a Castelrotto - Mercatino di Natale
    - http://www.isuonidelledolomiti.it In cammino verso la musica sulle montagne del Trentino

    * Trasporti
    - http://www.actv.it/
    - http://www.sasabz.it
    - http://www.sad.it/ Trasporto Locale

    * Funivie
    - http://www.silbernagl.it Silbernagl Travel a Castelrotto (BZ)
    - http://www.cabinoviasiusi.it Cabinovia Siusu - Alpe di Siusi SpA
    - http://www.seiseralmbahn.it/ Alpe di Siusi - Altipiano dello Sciliar
    - http://www.alpedisiusi.info/ Consorzio Turistico Alpe di Siusi
    - http://www.hirzer.info/ Funivia Hirzer Seilbahn Centro Escursioni - Alto Adige (Mappa Interattiva)
    - http://www.meran2000.com Merano 2000

  2. #2

    Re: Trentino Sud Tirol Zona Bolzano Provincia e dintorni 08/


  3. #3
    Administrator L'avatar di Ricky
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Brescia
    Messaggi
    11,670

    Re: Trentino Sud Tirol Zona Bolzano Provincia e dintorni 08/

    Non avevo visto il tuo dettagliatissimo diario, complimenti1

  4. #4
    Senior Member
    Data Registrazione
    30-03-2010
    Messaggi
    553

    Re: Trentino Sud Tirol Zona Bolzano Provincia e dintorni 08/

    Grazie per le utilissime informazioni!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato