Pagina 19 di 37 PrimaPrima ... 9171819202129 ... UltimaUltima
Risultati da 181 a 190 di 364

Discussione: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

  1. #181
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Più tardi con l’auto raggiungiamo la località balneare di Kandouni, lungo la costa a sud di Myrties, da cui dista circa 5 chilometri. Una bella spiaggia sabbiosa, ampia, ombreggiata da tamerici. Uno sperone roccioso la separa dalla vicina Linaria. Dopo aver visto il paradiso, però, il confronto è impietoso.




  2. #182
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?



    Saliamo alla chiesa di Agios Athanasios ed iniziamo a percorrere il sentiero molto panoramico ma anche stretto ed un po’ esposto che conduce alla cappella di Agios Fotis.


    In alto il monastero di Monì Stavroù che ci accontentiamo di ammirare da lontano.


  3. #183
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Siamo provati dal sole del mattino, leggermente stanchi, perciò rinunciamo presto e ci limitiamo a scattare foto al mare, particolarmente attraente perchè increspato.




  4. #184
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Nel tragitto di ritorno sento il richiamo irrinunciabile della cultura…
    Giunti alla strada principale, giriamo a destra e dopo poche centinaia di metri ci siamo: il sito archeologico di Cristo di Gerusalemme, il più importante di Kalymnos, che ho già adocchiato nei giorni scorsi perché è ben visibile anche dalla carreggiata.
    Da non credersi, evento raro, addirittura c’è un pieghevole esplicativo!
    Qui sorgevano due basiliche cristiane, Cristo di Gerusalemme e Santa Sofia, costruite nel VI secolo sulle rovine del preesistente Tempio di Apollo. Le due chiese furono poi abbandonate, a seguito delle incursioni arabe e la pietra venne utilizzata per la costruzione delle cappelle del castello della Chora.
    Rimangono suggestive rovine e resti di pavimenti in mosaico, molto belli.





  5. #185
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?




  6. #186
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Esausti, si torna alla base.





    Cena a Masouri, da Panos O Mitilinos. Pesce fresco: stasera orate accompagnate da vino bianco locale. Ottime!



    Quasi alla fine del pasto, la cameriera ci porta in omaggio una seconda caraffa di vino e una fetta di deliziosa torta al cioccolato.
    Il tutto per una spesa di 20 euro! Incredibile.
    L’andatura è leggermente zigzagante all’uscita, per fortuna si tratta solo di quattro passi...
    Buonanotte!


  7. #187
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Sono arrivata anche io!
    Che belle anche ste due isole. Le avevo gia' viste con Leandro, ma non me le ricordavo piu'.
    Brava Myria!

  8. #188
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Grazie, Antonella!

    Domenica 2 settembre
    Destinazione della mattinata è la baia di Palionisos, ubicata a nord-est.
    Si parte seguendo la carrozzabile costiera: massima attenzione nella guida perché, superata Arginontas, ci capita più di una volta di dover frenare all’improvviso per non investire capre che incautamente attraversano dopo la curva.
    Ma state attente, diamine, altrimenti va a finire a…goat on the oven!
    Circa un chilometro oltre il villaggio di Skalia c’è sulla sinistra una chiesetta e dal lato opposto si stacca una strada di recentissima asfaltatura. Non è indicata la spiaggia di Palionisos, ma quella è la strada, non ve ne sono altre che valicano l’interno montuoso in questa zona e la mappa non sbaglia. Ci si innalza rapidamente fino a circa 200 mt di altezza: il fondo stradale è ottimo, occorre solo un po’ di attenzione per evitare le pietre staccatesi dalle pareti rocciose e rotolate in mezzo alla carreggiata; nessuno pensa a toglierle.
    Dopo alcuni tornanti si scorge la grande chiesa di Stavros. Chiusa.
    Vedute aeree su Tèlendos, sull'isolotto di Kalavros e il promontorio di Kephala,


    sulla costa ondulata chiusa dal promontorio,


    sullo sperone roccioso di Kastelli e le località balneari lungo la costa a sud, dirimpetto a Tèlendos.


    Uno spettacolo grandioso.

  9. #189
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Di ritorno dalla settimana siciliana, eccomi aggiornato.
    Che scarica di colpi bassi!

  10. #190
    Senior Member L'avatar di Myria
    Data Registrazione
    07-03-2008
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,373

    Re: Ma di Kàlymnos (e anche Tèlendos) non vogliamo parlarne?

    Si prosegue tra monti desolati e brulli in un falsopiano poi la strada scende a zigzag ed infine termina nei pressi della baia, vicino alla taverna di Nicolas. Dal bivio iniziale sono cinque chilometri.
    Una riflessione nasce spontanea: a Kalymnos tutte le strade ( o quasi) sono asfaltate mentre ad Astypalea per lo più si transita obbligatoriamente su sterrati spesso in cattive condizioni. Un’esagerazione in entrambi i casi.
    A mio avviso questi cinque chilometri sarebbero maggiormente in sintonia con l’ambiente arido, l’affascinante deserto di roccia che ci circonda, se fossero percorribili su uno sterrato decente.


    Caprecaprecaprecapre, dappertutto!


Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato