Pagina 7 di 14 PrimaPrima ... 56789 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 70 di 136

Discussione: Un mese in Australia!

  1. #61
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078
    Citazione Originariamente Scritto da Girello Visualizza Messaggio
    Prima di partire ho sentito più di una persona dire che Uluru si può anche tralasciare: in fin dei conti e' una grande roccia e, per giunta, c'è il fastidio dei nugoli di mosche.
    Rispetto il parere di tutti ma, personalmente, dopo esserci stato, ritengo Uluru IMPERDIBILE: e' un posto magico, che ti affascina con la sua presenza e con le leggende che gli aborigeni vi hanno costruito sopra. Ogni macchia, ogni crepa della roccia assume un significato e trova posto nelle loro storie popolate dalla donna pitone (Kuniya), dal serpente velenoso (Liru), dalla lucertola dalla lingua blu (Lungkata) e altre creature fantastiche.
    Insomma che gli aborigeni considerino Uluru sacra e' facilmente comprensibile: direi che per chi crede nel soprannaturale e' inevitabile vederci la sua mano; ma anche per chi non ci crede è un posto fantastico e affascinante.
    Non posso che sottoscrivere in toto. Uluru E' l'Australia e uno può averla anche girata tutta (e non è poca cosa) ma, rinunciando al monolito, avrà rinunciato alla sua vera essenza. E' un luogo che trasmette davvero vibrazioni indescrivibili. Dal mio viaggio del 1998 l'ho predicato fino alla nausea, non solo su CSS ma in mille occasioni. Così come, per comprendere la cosmogonia aborigena, raccomando la lettura di "Le vie dei canti" di Bruce Chatwin.

    La salita sulla sommità del monolito è attraente ma vi abbiamo rinunciato e, dopo 2 mesi, non ho ancora realizzato se l'abbiamo fatto per rispettare la volontà degli aborigeni (che chiedono di rispettare la montagna, per loro sacra, evitando di scalarla) oppure perché la mia anca e il ginocchio di L. chiedevano pietà ! Dal 2019 il dubbio amletico "salgo o non salgo" non sussisterà più perché gli aborigeni hanno ottenuto che la scalata non sia più possibile.
    Quest'ultima notizia taglia la testa al topo e probabilmente è giusto così. Del resto la questione è stata sempre controversa fra fautori del "salire sì" e del "salire no", entrambi rispettabili. Quello che respingo è l'integralismo, che oggi imperversa sui social riguardo tante tematiche (un esempio per tutti carnivori vs vegani). Quando ci andammo noi (eravamo in tre), ci documentammo in anticipo, anche se le fonti erano più limitate di oggi. Fra queste, apprendemmo che esiste il trattato (non ricordo di quale anno) fra governo australiano e aborigeni con il quale si concesse a questi ultimi (sono l'etnia Anangu) la gestione di tutta l'area di Yulara. In cambio gli aborigeni permisero la salita a Uluru esclusivamente lungo un unico itinerario (contrassegnato da tacche bianche sul terreno lungo il versante meno ripido), fatti salvi gli altri versanti e alcune zone lungo il perimetro ritenute di particolare sacralità.
    In conformità a tale trattato, noi scegliemmo di salire. Quando fu pubblicato il resoconto su CSS (era febbraio 2001, gli albori del sito essendo nato nell'ottobre 2000), ottenni parecchi apprezzamenti ma anche qualche critica: ne ricordo una particolarmente feroce che suonava più o meno "dovreste vergognarvi, sarebbe come entrare in una chiesa e salire in piedi sull'altare". Gli risposi, con forzata cortesia, che non avevamo commesso alcuno sgarro essendoci attenuti ai citati accordi fra aborigeni e governo: pur essendone ignaro, il tipo rincarò la dose e passò ad insulti pesanti, al che lo mandai bellamente a quel paese. Già 16 anni fa i leoni da tastiera impazzavano...

  2. #62
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078
    Citazione Originariamente Scritto da Girello Visualizza Messaggio
    Infine, per quanto riguarda le mosche, credo che iniziassero ad arrivare: ce n'erano, sia qui che nel Kakadu, ma non tantissime; noi avevamo portato le retine e le mettevamo nei momenti in cui erano più fastidiose ma se ne poteva anche fare a meno (la larga maggioranza delle persone non le aveva).
    A meno che non sia cambiata la stagionalità (visti i mutamenti climatici), potrebbero anche essere state le ultime. Noi a ottobre ne trovammo una quantità difficilmente immaginabile e ci confermarono che era proprio il mese di maggior diffusione.
    Per darne un'idea, questa è la schiena di uno degli amici...

    Allegato 29134

  3. #63
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    Citazione Originariamente Scritto da leander Visualizza Messaggio
    A meno che non sia cambiata la stagionalità (visti i mutamenti climatici), potrebbero anche essere state le ultime. Noi a ottobre ne trovammo una quantità difficilmente immaginabile e ci confermarono che era proprio il mese di maggior diffusione.
    Ora che vedo la tua foto posso dire che quelle trovate da noi a metà settembre erano veramente poche.

  4. #64
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    My two cents sulla questione.
    Il trattato e' del 1976: tutte le terre delle riserve in cui erano stati confinati e le terre delle missioni del Northern Territory furono dichiarate di proprietà delle popolazioni aborigene con una postilla per cui i Parchi Nazionali venivano dati in concessione per 99 anni allo Stato che avrebbe assicurato alla popolazione aborigena: posti nei consigli di amministrazione dei parchi, consulenza ai rangers nella gestione degli stessi e, ovviamente, soldi !
    Dopodiché tra gli aborigeni che lo considerano sacro e gli australiani che lo considerano business e' stata tutta una ricerca di compromessi: un significativo esempio sono i cartelli oggi presenti alla base della salita in cui si dice che è vietato salire perché luogo sacro e subito sotto si avverte chi sale di portarsi dietro una scorta d'acqua e di evitare la salita quando la roccia e' bagnata.
    In sintesi: gli aborigeni non hanno mai voluto che si salisse, addirittura vorrebbero che per gran parte del giro nemmeno si fotografasse (ci sono molti cartelli di divieto ma nessuno che controlla), lo Stato australiano finora ha permesso sia di salire che di fotografare.
    Non sono indovino ma scommetto che quando scadranno i 99 anni la concessione verrà rinnovata per altri 99 anni rivedendo limitazioni e compensi.

  5. #65
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078
    Sintesi perfetta di una situazione mai definita!

  6. #66
    Senior Member L'avatar di leander
    Data Registrazione
    19-07-2004
    Località
    Belinshire, l'Impero del Basilico
    Messaggi
    28,078
    Aggiungo che noi alle Olgas (Kata Tjuta) facemmo una quantità di foto (limitatamente alle risorse del 1998 che consistevano circa in un rullino di diapo) e solo dopo qualche giorno parlando con altri italiani in una Roadhouse venimmo a sapere che a rigore anche là "sarebbe" vietato fotografare. Sta di fatto però che né noi né loro avevamo visto traccia di cartelli di divieto né tanto meno sorveglianza in quel senso.

  7. #67
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    19-9 Yulara - Alice Springs
    Sveglia alle 5:15 per andare a vedere l'alba ad Uluru; sta albeggiando quando si arriva al lookout e si passa quasi un'ora a fare foto a intervalli regolari per registrare i cambiamenti dei colori della roccia. Finito lo spettacolo si ritorna a Yulara per fare colazione, un po' di shopping e il check-out in hotel, poi partenza per il ritorno ad Alice Springs. Abbiamo vissuto 2 giorni molto belli; peccato che i nostri acciacchi ci abbiano consigliato di evitare la salita sul rim del King's Canyon perché una terza giornata in questo mondo non ci sarebbe stata male.
    Dopo una sosta a Erldunda, una homestead che, come molte farm di questa zona, organizza gite a dorso di cammello,

    Allegato 29135

    Allegato 29136

    arriviamo ad Alice verso le 13:30 e, come a Darwin, troviamo aborigeni vocianti che bighellonano per le strade.
    Nel 1967 hanno ottenuto il diritto di voto, nel 1976 fu loro riconosciuta la proprietà dei territori come detto in un precedente post ma, specialmente nelle città, e' evidente che il problema dell'integrazione e' ben lungi dall'essere risolto.
    La mia impressione (per quello che ho percepito nel mio viaggio) e' che nessuna delle due parti la voglia veramente.
    Poiché l'Australia e' una nazione civile e, forse, poiché sente ancora un senso di colpa per il trattamento riservato agli aborigeni in passato, e' molto attenta al rispetto dei diritti umani, lancia iniziative per promuovere l'integrazione ed eroga, sotto varie forme, denaro alle comunità aborigene ma mi sembra che, in fondo in fondo, degli aborigeni ne farebbero volentieri a meno.
    D'altra parte gli aborigeni mal si adattano a cambiare stile di vita e sembrano accontentarsi di vivere, senza far niente, con i sussidi dello Stato.
    Nelle loro terre (Kakadu, Uluru e i territori del North) la situazione è migliore perché possono vivere nel loro ambiente naturale e nei loro villaggi e, inoltre, trovano occupazioni varie: gestori dei Visitor Center dei Parchi, guide turistiche, supporto ai rangers, infine molti dipingono e poi vendono i loro manufatti negli Art Center.
    Nelle città e' un disastro: seduti sui marciapiedi a mendicare, in giro in gruppetti litigando tra loro o schiamazzando probabilmente ubriachi o sotto gli effetti del fumo, spesso maleoodoranti. Mi sono sembrati essere completamente avulsi dal tessuto sociale cittadino.
    Tornando al racconto, dopo pranzo ci concediamo una passeggiata nel Mall e una puntata al Simpsons Gap all'inizio dei West MacDonnells: il posto è suggestivo, nel canyon è rimasta ancora un po' d'acqua che forma un laghetto incastrato fra le rocce; un cartello indica la presenza di wallabies, ma non se ne vedono.

    Allegato 29137

    Il programma, per quanto riguarda la visita ai MacDonnells, era più ambizioso ma la svegliataccia fatta per vedere l'alba ci ha tarpato le ali..
    Lasciamo l'auto nel parcheggio del Car Rental (4 gg., 1200 km) e per la cena torniamo all'Overlanders Steakhouse, dove eravamo stati 3 giorni prima, che si conferma molto buono.

  8. #68
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    20-9 Alice Springs - Coober Pedy
    Avevamo deciso di provare l'esperienza del bus, per curiosità ed anche per non star sempre a saltare da un aereo ad un altro (4 voli interni possono bastare), ed è arrivato il momento.
    Alle 10:30 partiamo con il rosso bus della Greyhound che, percorrendo 700 km sulla Stuart Highway, in 9 ore ci porterà a Coober Pedy

    Allegato 29138

    Siamo in pochi e quindi stiamo comodi; noi ci mettiamo ai primi posti, poi 4 giovani backpackers e 5 o 6 aborigeni che vanno dritti a mettersi in fondo al bus (l'auto isolamento si vede anche dalle piccole cose).
    Nelle prime 2 ore ripercorriamo la strada già fatta per andare a Uluru con soste a Stuart Wells e Erdlunda. Da qui continuiamo sulla Stuart Hwy e verso le 13:30 arriviamo a Kulgera, una Roadhouse fuori dal mondo dove abbiamo mezz'ora a disposizione per andare in bagno e mangiare qualcosa.

    Allegato 29139

    Già all'esterno si nota che i propietari hanno il collezionismo nel sangue

    Allegato 29141

    All'interno, attaccato al soffitto del bar, c'è di tutto: dai cappellini ai reggiseni; siamo nel profondo e decisamente pittoresco Outback.

    Allegato 29140

  9. #69
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    Oltre alle fermate previste a programma (5 in 680 km) fa anche un servizio di consegna posta; le fattorie hanno una sorta di bidoncino che fa da cassetta per la posta sulla Stuart Hwy e l'autista scende a fare le consegne.

    Allegato 29142

    Il paesaggio non ha molti sussulti, cielo azzurro senza una nuvola sopra e terra rossa sotto

    Allegato 29143

    Una trentina di chilometri da Coober Pedy si cominciano a vedere tanti piccoli coni dal bianco al grigio: e' il risultato degli innumerevoli scavi alla ricerca di opali per l'estrazione dei quali Coober Pedy e' famoso.

    Allegato 29144

    Si arriva a destinazione alle 19 con c. 20 minuti di ritardo sull'orario. Scendiamo su uno spiazzo sterrato, al buio, con un gruppetto di aborigeni che vaga senza meta e nient'altro se non le luci di un distributore e alle sue spalle quelle del Outback Bar & Grill (dove ceneremo). Per fortuna si vede anche l'insegna del nostro albergo a non più di 50 metri di distanza.
    Il Mud Hut Motel sembra uscito da un film americano e la manager, efficientissima, ci aiuta a prenotare il tour turistico per il pomeriggio di domani.

  10. #70
    Senior Member L'avatar di Girello
    Data Registrazione
    30-01-2012
    Messaggi
    1,551
    21-9 Coober Pedy - in bus verso sud
    La Lonely Planet così definisce Coober Pedy: "Coober Pedy e' più unica che rara: un'aberrazione umana sperduta in mezzo a pianure aride e soffocanti".
    Si trova in pieno outback a c. 700 km da Alice Springs e 850 km da Adelaide ed è famosa per le sue miniere di opale scoperte intorno al 1915, tanto da essere stata definita "capitale mondiale dell’opale". Il terreno tutto intorno per svariati chilometri appare costellato di cumuli di terra e buche creando un paesaggio irreale.
    Al mattino iniziamo la nostra passeggiata per Coober Pedy dirigendoci al Big Winch (verricello) Lookout, una terrazza su una collinetta proprio sopra la strada principale da cui si domina l'intero abitato

    Allegato 29145

    Allegato 29148

    e sulla quale troneggiano due tributi all’attività di scavo.

    Allegato 29146

    Allegato 29147

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato