Pagina 1 di 58 1231151 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 660

Discussione: Gavdos

Visualizzazione Ibrida

  1. #1
    Member
    Data Registrazione
    22-03-2009
    Località
    Rimini
    Messaggi
    35

    Gavdos

    Cerco informazioni di qualsiasi tipo da parte di persone che siano state a Gavdos.
    Ho letto in giro che l'isola è semidisabitata e si animerebbe nei mesi di luglio e agosto soprattutto di persone che fanno campeggio libero.
    Qualcuno c'è stato?
    Sapete se è possibile e/o comunque utile traghettarci una macchina?
    Sapete se esiste un paesino abitato dove trovare magari un piccolo negozio di generi alimentari?
    Sapete se affittano camere solo le poche taverne sulle spiagge o se c'è qualche possibilità in più di pernottare e magari prenotare?
    Avrei mille domande, ma penso che se qualcuno c'è stato potrebbe raccontarci le proprie impressioni e tutto ciò che ritenga utile dire a chi vorrebbe andarci.

  2. #2
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    Eccoci qua. Chiedo scusa a tutti, ma le cose vanno a rilento perché ho dei seri problemi di instabilità sulla linea ADSL. Telecom mi assicura che entro lunedì saranno risolti, ma intanto mi ci vuole il doppio del tempo e spesso non riesco ad editare i miei stessi messaggi. Facciamo quel che si può...
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  3. #3
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    4 luglio - terzo giorno

    Ci svegliamo con comodo e ci rendiamo conto che la struttura - che la notte precedente ci era parsa un po' tanto lontana dal mare - è in realtà all'estremità superiore della duna sabbiosa che circonda la baia di Sarakiniko, è rivota verso il sorgere del sole, e con un sentierino apposito nella sabbia ( sarebbe anche dotato di luci che però non funzionano: utile la mia pila!...) si scende in "four minutes to the sea" come ci disse la notte precedente colui che ci accolse.

    I Gavdostudios di Consolas sono di due tipi, i nostri sono posizionati nel livello superiore (i meno costosi) e sembrano essere delle strutture preesistenti - alcuni dicono fossero le ex casette della colonia penale che Metaxas fece costruire per i confinati negli anni '30 - un po' riattate per le esigenze turistiche.

    Muri in cemento armato trattato a calce, ma dotate di impianto elettrico sotto traccia, bagnetto (niente box doccia né tenda...) con piccolo dislivello fra i pavimenti di piastrelle moderne, in modo che l'acqua non coli nella camera. C'è l'acqua calda e la ... tiepida. E' inutile ed antiecologico sprecarla facendola scorrere per averla fresca, tanto è sempre tiepida. Piuttosto mettetene una brocca in frigo.

    Dotazione di parete attrezzata con fornello, frigo con celletta (non chiude bene e sta quasi sempre acceso con conseguente crostone di ghiaccio). Dotazione minimale di bicchieri posate e pentole (che non useremo mai). Fornelletto a gas aggiuntivo per la moka (mia moglie quest'anno ci ha rinunciato). Non useremo mai nemmeno quello perché nel prezzo è compresa la prima colazione da consumarsi nell'adiacente taverna. Zanzariere alle finestre. Fa caldo, ed in assenza di condizionatore si deve dormire con le finestre aperte. Si dorme ottimamente, senonchè verrò svegliato nei giorni seguenti verso l'alba da... un somaro
    Ultima modifica di Franz2; 20-07-2013 alle 22:17:04
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  4. #4
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    Colazione in terrazza.
    La gestrice si offre di farci due panini imbottiti e darci 3 litri di minerale bella fresca da portare in spiaggia al prezzo di 4 euro. Questi per 6 giorni saranno i nostri pranzi.
    E siamo pronti per partire alla scoperta.
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  5. #5
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    In realtà siamo ancora stanchi per le peripezie del viaggio e decidiamo di passare tutta la giornata nella spiaggia più ovvia, quella di sarakiniko, che è sotto casa, semivuota, enorme, con qualche taverna affacciata sulla sabbia


    La rivedremo anche in altre condizioni di luce ed è in effetti molto bella anche se è la più a portata di mano dei turisti.

    Sottoi ginepri cominciamo a capire che ci sono le tendine dei campeggiatori liberi, comunque riusciamo a ricavarci un nostro spazio.
    Il fondale della baia è sabbioso; si tocca anche a grande distanza dalla riva. Nuoto alla mattina ed al pomeriggio intorno ed al di là dei promontori a destra ed a sinistra. A destra sono piuttosto belli.
    Passimo una giornata di assoluto relax.
    Alla sera facciamo una puntata a ved re il tramonto al faro.


    Arriviamo appena in tempo per vedere l’heliovasilema laggiù verso ponente.


    L’aria è tersa per il maestrale. Tutto lo skyline di creta da Elafonissi verso est finchè l’ombra della sera che avanza cancella dall’orizzonte la terra di Minosse…
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  6. #6
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    che accoglie con sonori ragli chi gli porta il mangime del mattino. Ma mi riaddormento senza problemi. Nel corso della notte è mancata la luce e nonè ancora tornata, il che succederà anche qualche giorno dopo, ma ci dicono che l'erogazione è piuttosto irregolare: tanto non importa, che sarà mai non farsi la barba per un giorno!
    Davanti agli studio è stato costruito un pergolato sotto cui passeremo l'ora postbalneare pre-cena visitati fra l'altro da una cicala

    che abbandona momentaneamente i circostanti ginepri e da vari gattini.

    Nei livelli inferiori ed all' ingresso ci sono delle strutture più moderne (ho visto delle date 2002 e 2005 siglate nel cemento).
    Il giardino, ancora in corso di sistemazione ha comunque bei fiori ad ameni vialetti. Al livello più basso della struttura dove nella cinta di immancabile rete elettrosaldata si apre in cancelletto che porta in spiaggia, c'è ancora la sabbia vergine.
    Come da istruzioni ricevute usciamo, attraversiamo la strada e troviamo la taverna annessa


    dove c'è un servizio a buffet con un po' di tutto (pane, bifette, brioches, miele sfuso, marmellate confezionate, uova sode, frutta, spremuta, the, latte, ecc.).


    La struttura è gestita da due signore greche, un aiutante anche greco, un ragazzo filippino, a nome Carlos, ed un ragazzo - credo bulgaro, a nome Vassili - (che ha settato il computer a disposizione degli ospiti con tastiera in cirillico... voglio vedervi a digitare www.libero.it!).
    Osservazione malignetta: ma sarà vero che in Grecia c'è tutta questa disoccupazione?
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  7. #7
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    Piccola spesa al minimarket annesso d una taverna di Sarakiniko e poi cena da Manolis, psarotaverna citata e consigliata in un forum della “concorrenza”…
    In effetti il baffuto proprietario – che ha fatto una teatrale comparsa da nume tutelare dopo le 22:00, così per farsi vedere – è uno dei pochi residenti stabili di Gavdos, ed uno dei due dotati di peschereccio. La moglie, che di solito sta a Creta, lo raggiunge quando la taverna è aperta.
    Il pesce è in effetti fresco, ci sono degli scorfani enormi che sembrano dipinti tanto sono rossi, ma i prezzi non sono più quelli del tipo “…un’aragosta a 15 euro”.
    Si sceglie il pesce nella teca refrigerata. Noi prendiamo (oltre a due antipasti- vouriki e fava - e 1 litro di retsina) due grosse triglie e due pesci “tipici cretesi” di cui mi sfugge il nome, cucinati peraltro magistralmente alla brace e paghiamo 44 Euro. E’ la prima sera e vogliamo festeggiare…
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  8. #8
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    Verso le 18:00 ce ne veniamo via.
    Stassera andiamo a mangiare nel “capoluogo”… si fa per dire.
    INerpicndoci per le dolci pendici dell’isola, su una strada costeggiata da pini e ginepri, saliamo a Kastri, che sorge sui 300 metri s.l.m. in mezzo a pascoli e campi.
    E questa è una caratteristica dell’isola: le capre non la fanno da padrone. Ce ne sono naturalmente, e anche pecore, ma, mentre nelle Cicladi le capre sono libere ed i coltivi sono recintati, qui le pecore e le capre sono al chiuso

    e si notano campi coltivati, (grano e altri cereali), orti, qualche pianta da frutta, rari oliveti e vigne, e tante, tante conifere.
    Ci sono pochi oleandri, che nelle Cicladi ed anche a Creta sono le uniche cose che le capre non mangiano e perciò alla fine prevalgono.

    Kastri è un piccolo grumo di case

    dove sorge la chiesa,

    la scuola elementare,

    una caserma dei vigili del fuoco (molto presenti sull’isola, fanno la ronda anche di notte giustamente), il monumento ai caduti

    (incredibile il numero di caduti nelle due guerre mondiali) e la taverna Steki Gogo’s.

    Vuol dire “Il posto di Giorgia”. E in effetti Giorgia, il marito e la figlia ci accolgono con semplicità e amicizia.

    E’ proprio la tipica taverna grecadi una volta, il luogo di ritrovo di giovani e vecchi, con qualche tavolo occupato anche da turisti. Una cucina semplice e familiare. Un cliente ha chiesto un’insalata verde, lei ha passato una piccola recinzione che separa i tavolini dal’orto ed è tornata con un bel cespo di lattuga.
    Gattini varii movimentano l’ambiente.


    Prezzi bassi: una cena da togliersi la fame in due

    con abbondanti mithos per reidratarsi dopo 8 ore in spiaggia a 23 euro.
    Nel buio della notte torniamo al nostro lettuccio
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  9. #9
    Senior Member
    Data Registrazione
    08-03-2010
    Località
    Provincia di Cuneo
    Messaggi
    805
    5 luglio – quarto giorno

    Ci svegliamo di buon’ora e – dopo la solita colazione- decidiamo di andare ad Aghios Yoannis, la spiaggia più nota.
    La strada finisce vicino a due taverne, una delle quali –“Sofia”- ha anche studio e stanze.
    L’altra – Theofilos Libikon – la proveremo giorni dopo. L’ultimo è un Kafenio che mete anche a disposizione dei saccopelisti una rudimentale doccia.
    Essendo le 8:45 notiamo con una certa sorpresa una diecina di macchine nel posteggio. Scopriremo poi che sono le macchine di alcuni che si sonon stanziati in tenda sulle spiagge successive.
    Si scende un viottolo, si oltrepassa il letto secco di un torrente e si risaledala parte opposta. Ci si trova quasi subito sulla sabbia dell’enorme duna di Sghio Yoannis. Il sentiero è ottimamente segnalato con paline, segnavia, cartelli esplicativi della riserva naturale, delle specificità e dei risschi che corre. Seguono raccomandazioni varie per preservarel’ambiente.
    Due su tutte: i ginepri – alcuni dei quali hanno anche 150 anni – sono ovviamente un’attrattiva per l’ombra. Bisognerebbe mettersi solamente sotto quelli in piano (cosa che non succede), perché se la sabbia è in pendio, a causa del calpestio viene smossa, frana a valle e le radici restano scoperte. E la pianta dopo un po’ muore. L’unica alternativa sarebbe recintare tutto e riempire di divieti come hanno fatto ad Elafonissi, ma non sarebbe più il posto lontano dalla civiltà che è adesso.
    Altro rischio: il rinnovamento naturale è buono, la disseminazione anche, però i virgulti di ginepro appena nati rischiano di venire calpestati,

    bisogna quindi muoversi sugli itinerari segnati. E attenzione: in certi punti più esposti qualcuno ha segnalato le piantine con dei cerchi di pietre.

    Cerchiamo di fare in modo che anche i nostri figli e nipoti possano godersi quest’isola come noi la vediamo adesso.
    La spiaggia è molto bella.

    A quest’ora sembra che ci sia poca gente. Ci divertiamo anche noi…


    Poi man mano che la giornata avanza tanti escono dalle tendine nascoste nella vegetazione, per lo più in costume adamitica
    Dopo un po’ c’è un bel movimento di “aiuole” e “ciondoli”…
    Noteremo poi che – essendo questa la più facilmente raggiungibile (20 minuti di sentiero)

    è quella preferita da persone anche di una certa età o da famiglie con bambini. Inoltre se non si ha voglia di farsi da mangiare si va alle taverne e poi si torna alla tenda con la pila o alla luce della luna. Sotto i cedri o nel mare ci si puòanche scambiare delle affettività…
    Alla spiaggia successiva (Lavrakas, ne parleremo) l’età media è molto più bassa.
    Nelle mie due nuotate esploro i fondali, ma qui non mi sembrano eccezionali
    Eubea, Corfù, Paxos, Karpathos, Creta (X 4), Gavdos, Rodi, Citera, Anticitera, Stampalia, Milo, Santorini, Andros, Lemno, Chio, Skiathos

  10. #10
    Senior Member
    Data Registrazione
    27-09-2010
    Messaggi
    213
    Non so se gavdos possa fare per me, ma seguo i tuoi racconti con curiosità: belle foto!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato