Pagina 1 di 44 12311 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 505

Discussione: ANDROS

Visualizzazione Ibrida

  1. #1
    Senior Member L'avatar di SILVANA711
    Data Registrazione
    23-05-2007
    Località
    TORINO
    Messaggi
    1,030

    ANDROS

    Apro questo topic dedicato ad una delle isole da me viste quest'estate sperando che possa essere utile a chi deciderà di inserirla tra le mete dei suoi prossimi viaggi.

    L’isola di Andros è la più a nord del gruppo delle Cicladi ed è la seconda per dimensioni dopo Naxos, circa 380 chilometri quadrati di superficie. E’ un’isola montuosa e nel suo punto più alto le cime raggiungono quasi i mille metri di altitudine (il monte Kouvara) e anche per questo è un’isola ricca di corsi d’acqua, motivo per cui nel piccolo paesino di Apikia, a pochi chilometri dal capoluogo Andros, uno stabilimento locale produce la “Sariza”, ovvero l’acqua naturale che copre il fabbisogno della popolazione locale e che viene servita a quasi tutti i tavoli delle taverne. Grazie alla ricchezza di corsi d’acqua ho potuto notare, come a differenza di altre isole da me visitate, che Andros non è soltanto un’isola brulla e arsa dal sole greco ma presenta in diverse zone una vegetazione ricca costituita in prevalenza da oleandri in fiore e da una moltitudine di cipressi.
    Il porto dell’isola è Gavrio, piccolo tipico porto greco con le casette bianche e le finestrine blu, ed è raggiungibile da Rafina con diversi collegamenti effettuati dalle compagnie Agoudimos e Blu Star Ferries (circa 2 ore di traversata) e con i catamarani della Hellenic Seaways. Al porto esiste un servizio di pullman della Ktel che collega il porto con il capoluogo Andros che si trova esattamente dalla parte opposta dell’isola, ovvero sulla costa est, credo inoltre che esistano collegamenti con le spiagge più famose dell’isola, per lo meno questa è l’idea che mi sono fatta vedendo numerosi giovani a bordo strada vicino alla famosa Psili Ammos in attesa.
    Al porto di Gavrio ci sono diversi “rent a car”, io mi sono rivolta ad “Anna Vrettou”, contattata in precedenza via e-mail per l’affitto di un’auto ( circa 40 euro al giorno nel periodo 4-11 luglio per una hunday getz) , tra l’altro è l’unica che abbia risposto alle mie e-mail, ma si può affittare tranquillamente in loco. Non mancano inoltre tavernine, un paio di supermercati, bakery e quant’altro necessiti. Gavrio non mi ha dato l’idea di un posto molto frequentato dai turisti, diciamo che anche in altre località vi era carenza di turismo e grazie a cio’ abbiamo potuto goderci l’isola in assoluta tranquillità . Da Gavrio la strada principale in direzione sud conduce in circa 6-7 chilometri al grazioso paesino di Batsi, nota località turistica con diversa ricettività; il paesino si sviluppa in parte in una zona piana e in parte su di una collinetta sulla quale troneggia la chiesa del paese. Abbiamo alloggiato alla domatia “Villa Joanna” al costo di 45 euro al giorno per un appartamentino per 4 persone con zona cucina, tv, aria condizionata e un grazioso balcone con parziale vista su Batsi e la sua chiesetta; viene effettuato il cambio di biancheria ogni 3 giorni ma non viene effettuata pulizia, questo a dire il vero non l’avevo appurato via e-mail, ma per me non è stato un grande problema anzi è una struttura assolutamente consigliata. A Batsi esiste anche un supermarket già di grosse dimensioni l’ “A&B shop e go” oltre ai negozietti più piccoli che vendono un po’ di tutto. Sul retro della spiaggia sabbiosa e puntellata di tamerici, in parte attrezzata e in parte libera, si trovano alcune taverne e alcuni bar che però non segnalo in quanto abbastanza nella norma come qualità del cibo; avvicinandosi al centro si susseguono numerosi locali, anche un cinese, che mi davano abbastanza l’idea di “acchiappa turisti”, indico quindi solo la taverna “Stamatis” situata nel centro ma in una via interna, aperta sin dal 1965, con un ottimo rapporto qualità- prezzo e con cibo da noi molto apprezzato e la taverna Aerides che vi indico non tanto per il cibo quanto per la meravigliosa vista di cui si può godere dalla sua terrazza con vista sul paese, sulla chiesetta e sul mare. La strada da Gavrio a Batsi corre lungo il mare ma leggermente in alto e da passeggera dell’auto mi sono sempre goduta l’incanto del blu del mare e l’oro della sabbia; si susseguono una serie di spiagge dove c’è maggior affluenza di turisti perché facilmente raggiungibili e con i confort delle spiagge attrezzate quali Agios Petros, in parte attrezzata, con alle spalle domatie e taverne, Kipri con alle spalle un ristorante abbandonato, Agios Kiprianos che prende il nome dall’omonima chiesetta, ma troppo piccola per i miei gusti, e Psili Ammos, spiaggia molto bella, attrezzata, con bar che spara musica a tutto volume, punto d’incontro soprattutto dei giovani, ma davvero molto carina fino ad arrivare alla già indicata spiaggia di Batsi. Superato il paese e dopo aver incontrato ancora la graziosa Agia Marina sulla quale domina un complesso turistico, la strada si spinge verso il sud dell’isola passando per i graziosi paesini di Kato Aprovato , Ano Aprovato e Paleopoli, antica capitale dell’isola, puntellati di numerosi cipressi e oleandri in fiore; dopo di che l’isola cambia conformazione geologica e il verde lascia spazio alla nuda roccia e alla terra brulla, si possono raggiungere ancora alcune graziose spiagge isolate e non frequentate effettuando diversi chilometri di sterrata dalla strada principale : noi abbiamo scelto di scendere a Plaka (circa 3,5 Km di sterrato a strapiombo sul mare tutto curve), piccola spiaggia a sassetti con i sirmata alle spalle. La strada principale, poco dopo Paleopoli si biforca: una strada porta ad Andros città passando per numerosi piccoli paesini verdeggianti in semi montagna, un’altra si spinge più a sud per poi raggiungere Ormos Korthiou ma per mancanza di tempo questa parte dell’isola non l’abbiamo esplorata . Andros città è arroccata su un promontorio e nella parte terminale si può godere della vista di due spiagge, una alla destra e una alla sua sinistra ma direi non molto meritevoli; la “punta terminale” di Andros è costituita da un’ampia terrazza su cui sorge il monumento al marinaio ignoto; una mini-mini isoletta con arco fa da sfondo a diverse cartoline dell’isola così pure come il faro arroccato su una roccia. Per il ritorno, dopo aver fatto un rapido bagno nelle acque calde e turchesi di Gialia, preferiamo scegliere una strada alternativa, ovvero quella che passa attraverso il paesino di Apikia, dove imbottigliano l’acqua naturale Sariza già menzionata, e risale a Vourkoti, Arnas, Katakilos per ridiscendere verso Batsi: la strada sulla carta sembra più breve ma a lato pratico non si risparmia molto tempo, in compenso forse ci sono più curve.
    Per quanto riguarda la zona nord est, ovvero quella più selvaggia dell’isola, ma a mio avviso la più bella, bisogna armarsi di pazienza in quanto occorre percorrere diversi chilometri di strade sterrate e non tutte in buone condizioni, soprattutto quella percorsa per andare a Gides ma ciò che vediamo arrivando ci ripaga di tutta la fatica: spiaggia completamente deserta, sassosa con acqua incredibilmente turchina ma senza alcun tipo di riparo, ovviamente abbiamo fatto un bagno da favola. Dalla spiaggia si intravede la bellissima Vitali con la sua chiesetta e si può raggiungerla a piedi o eventualmente in motorino ma non con l’ auto. Per raggiungere Gides e Vitali occorre passare per Gavrio e prendere la strada che conduce all’interno dell’isola e dall’alto si scorge la torre di Agios Petros risalente al periodo Ellenistico. Un’altra spiaggia della zona est da noi visitata è stata la meravigliosa Ateni, lo scenario è ancora una volta stupefacente: la strada sterrata termina su un promontorio dominato da una chiesetta e la discesa a piedi è a nostra scelta tra la spiaggia di sinistra, piccola, sabbiosa, mare azzurro e calmo e quella di destra, una lunga striscia sabbiosa con gli stessi colori; scegliamo di dividerci la mattinata tra tutte e due le spiagge. Sulla spiaggia più piccola la nostra solitudine viene spezzata da una donna a bordo mulo con cane al seguito che si avvicina sulla spiaggia per fare due chiacchiere (ovviamente a gesti perché parla solo greco) e ci permette di farle alcune foto.
    Per quanto riguarda invece la zona nord di Gavrio siamo stati a Fellos e a Pisso-Limnionas: la prima è una bellissima spiaggia, probabilmente una tra le più belle viste ad Andros, facilmente raggiungibile, orlata di ombrose tamerici, sabbia fine color oro, riparata dai venti, una piscina naturale dai colori incredibili e ovviamente è di rigore un lunghissimo bagno, qui però non si è soli ma la spiaggia è lunga e la gente si disperde ; la seconda, poco più a nord, effettuando un tratto di sterrata, è una spiaggia mista sassi, selvaggia, dai colori notevoli e leggermente meno frequentata.
    Purtroppo una settimana è volata in fretta e dobbiamo lasciare l’isola a malincuore, consapevoli di non averla vista tutta e di aver lasciato alle nostre fantasie la mitica Zorkos, Achlas e Vori che alcune foto viste in rete ci avevano lasciato a bocca asciutta, così pure come tutta la zona di Korthiou e la Grias Pidima (la famosa roccia in mare che la leggenda vuole essere una donna pietrificata) ma il traghetto della Blu Star è in partenza, un’altra isola ci attende…..Tinos: stiamo arrivando.
    ------------------------------------------------
    foto:
    http://picasaweb.google.com/103328723346951597268

  2. #2
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    E uppiamo sto thread va che era precipitato in 5 pagina



    Signore e signori
    Si parte per Andros

  3. #3
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Ops Manu scusa ma non guardavo molto CSS, ma grazie di cuore!!!

    Va bene come antipasto Andros?
    Stasera vado avanti

  4. #4
    Senior Member L'avatar di manumanu
    Data Registrazione
    20-03-2006
    Messaggi
    3,963
    Figurati, il post era finito in fondo alla pagina!
    Andros comincia proprio bene, colori spettacolari!
    KEEP CALM AND VISIT GREECE
    A frequentare un gatto si rischia di diventare migliori (Colette)
    Finirai per trovare la via... se prima hai il coraggio di perderti (T. Terzani)
    I libri che leggo

  5. #5
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Prendiamo possesso del nostro potente mezzo di locomozione, un'occhiata alla preziosa mappa SKAI che si rivelera' non preziosa ma
    INDISPENSABILE nei giorni a venire e siamo gia' sulla strada costiera che da Gavrio porta a Batsi, localita' dove abbiamo scelto di soggiornare.

    Lungo il percorso di pochi KM inizio a vedere una serie di spiagge e dei colori del mare e delle colline circostanti stupefacenti ed e' un continuo dire a mio marito "uh fermati qui... fermati qua, Oddio guarda li' ..." ma lui non si ferma perche' e' quasi ora di pranzo e la creatura vuole arrivare a destinazione piu' in fretta possibile

    Arrivati a Batsi ci impeghiamo un bel po a capire dove e' il nostro studio prenotato su Booking (Villa Alexandros) e nonostante le ripetute telefonate alla proprietaria dobbiamo aspettare che ci vengano a recuperare davanti al supermercato, perche' non lo troviamo.
    Una parentesi sullo studio Villa Alexandros. E' una domatia un po vecchiotta ma tenuta bene gestita da due proprietarie, una signora inglese che si e' ritirata ad Andros da 17 anni trasferendosi da Manchester (come darle torto !!) e una signora francese che sono a naso intorno alla settantina. Molto semplice, con i classici due fuochi elettrici per preparare la colazione, un bagnetto minuscolo in cui entrare rigorosamente uno alla volta, un piccolo armadio, no cassetti, no spazio per riporre oggetti in bagno, ma la nostra camera ha una vista meravigliosa e tanto basta per renderlo molto bello. Alla fine poi abbiamo pagato pochissimo e in camera ci stai giusto le poche ore alla sera e la notte per dormire, per cui va benissimo cosi' no??
    Unica nota non positiva, ma non si puo' dare colpa alla gestione, e' che alcuni vicini fumavano sui balconcini e quindi un po di fastidio lo avevi stando fuori, ma pazienza.
    Ecco cosa vedevamo dalla nostra camera

    La spiaggetta "casalinga" di Kolona



    e Batsi arrampicata ad anfiteatro sul piccolo porticciolo



    Immaginatevi di svegliarvi ogni mattina e avere questa vista aprendo le persiane. Non male vero?

  6. #6
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Sempre la spiaggetta "casalinga"


  7. #7
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Vero che i colori sono piu' brillanti? Io non riesco a spiegarmelo. Magari qualcun altro avra' una spiegazione razionale
    Ultima modifica di ANTONELLA59; 26-06-2014 alle 16:05:41

  8. #8
    Senior Member L'avatar di manumanu
    Data Registrazione
    20-03-2006
    Messaggi
    3,963
    caspita che vista meravigliosa! direi che avete trovato un posticino coi fiocchi!
    KEEP CALM AND VISIT GREECE
    A frequentare un gatto si rischia di diventare migliori (Colette)
    Finirai per trovare la via... se prima hai il coraggio di perderti (T. Terzani)
    I libri che leggo

  9. #9
    Senior Member L'avatar di ANTONELLA59
    Data Registrazione
    07-08-2008
    Località
    rozzano (mi)
    Messaggi
    3,528
    Breve parantesi sull'interno di Andros. E' un'isola molto varia. A Batsi dove soggiornavamo c'era molto verde con arbusti mediterranei, castagni e cipressi. Un po mi ricordava la natura della costa azzurra. Nella parte sud e' molto arida tipica da paesaggio cicladico. Nel centro dove sorge la montagna torna ad essere verde come a Batsi. Poi e' ricca d'acqua tanto che c'e' una fonte da cui producono acqua minerale che servono e vendono in quasi tutta l'isola. Del resto nell'antichita' Andros si chiamava Hidroussa e il prof. Franz sa cosa vuol dire.

    Copiato in rete ma descrive meglio quello che ho scritto io qui sopra
    "... Andros è completamente differente da tutte le altre isole nelle Cicladi. Con le cime alte e frastagliate, le profonde valli, verdi e fertili, l'acqua che scorre abbondante, i prati, le terrazze ed i terreni coltivabili, i litorali ripidi e le grandi e piccole spiagge di sabbia dorata, è una delle isole dagli accesi contrasti e dalle continue sorprese. Il luogo perfetto per brevi passeggiate ed escursioni, in pochi chilometri il paesaggio cambia bruscamente. Un momento siete in una zona asciutta e spazzata dal vento, un momento dopo, invece, in una foresta di pini, di castagni, di querce con intorno il chiacchierio dell'acqua che scorre sul letto pietroso... "

    Chiusa parentesi
    Ultima modifica di ANTONELLA59; 27-06-2014 alle 01:01:13

  10. #10
    Senior Member L'avatar di BubbleBobble
    Data Registrazione
    20-08-2008
    Località
    Dark Side of the Moon
    Messaggi
    1,058
    leggerò con calma... intanto ho adocchiato un'acquetta "niente male"...
    2003 Creta (est) * 2004 Creta (west) * 2005 Rodi * 2006 Creta (sud) * 2007 Minorca * 2008 Creta (back to the west) * 2009 Rodi+Karpathos * 2010 Minorca * 2011 Paros (AntiP.) - Naxos - Santorini * 2012 Mykonos, Naxos, Astypalaia * 2013 Barcelona * 2014 Santorini, Ios, Naxos, Mykonos * 2015 Rodi

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Disattivato
  • Il codice HTML è Disattivato