PDA

Visualizza Versione Completa :

Buone notizie



leander
27-06-2009, 18:27:05
Una volta esisteva, poi deve essere morto di inedia per mancanza di materia prima. :015:
Provo a riaprire il topic, riportando dal sito (appunto) http://www.buonenotizie.it/

Studio USA: il vento produrrebbe energia per tutta l'umanità
Da uno studio americano l'umanità potrebbe vivere utilizzando solo la forza del vento
24 giugno 2009
Da uno studio pubblicato sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze Pnas (Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America) da Michael McElroy (docente della School of Engineering and Applied Sciences alla Harvard University di Boston), l'umanità potrebbe sopravvivere utilizzando solo l'energia eolica: basterebbe un efficiente sistema di pale sul territorio americano per coprire l'intero fabbisogno mondiale.
Secondo il calcolo eseguito dagli esperti basterebbe una rete di turbine da 2,5 megawatt di potenza (posizionate in modo da non danneggiare l'ambiente, ovvero nei territori non forestali, dove non ci sono ghiacciai e in aree non urbane), che operino ad appena il 20% della loro capacità, per produrre un quantitativo di energia pari a oltre 40 volte il consumo globale corrente di elettricità, oltre cinque volte il consumo globale di energia in tutte le sue forme. L'energia in eccesso potrebbe anche farne scendere il prezzo, aprendo nuove prospettive ad altre tecnologie ecologiche, come le auto elettriche. Oggi l'eolico è pari al 42% di tutta la nuova capacità elettrica installata in Usa nel 2008 ma continua a costituire una frazione minoritaria della produzione complessiva di energia.
Lo studio è stato fatto sulla base di simulazioni dei campi di vento utilizzando dati forniti dal sistema Goddard Earth Observing System Data Assimilation System (GEOS-5 DAS). Sezionando il globo in aree di approssimativamente 3.300 chilometri quadri ciascuna, i ricercatori hanno calcolato la velocità dei venti in aree non urbane, non forestali e senza ghiacci. E così hanno individuato la quantità di elettricità potenzialmente prodotta dalle turbine, sulla base della velocità dei venti, della densità dell'aria, della distanza tra le turbine e della dimensione delle eliche. Dunque, conclude l'indagine, una rete di turbine da 2,5 megawatt di potenza che operino ad appena il 20% della loro capacità sarebbe sufficiente per produrre un quantitativo di energia sufficiente a coprire il fabbisogno globale.
In Italia l'eolico, principale fonte rinnovabile, può dare un contributo alla diminuzione della dipendenza energetica dall'estero e all'aumento della sicurezza dell'approvvigionamento energetico, soprattutto per quanto riguarda il settore elettronico. Uno scenario alternativo deve puntare a rispettare gli impegni di Kyoto e ridurre la dipendenza energetica, promuovendo le misure di efficienza energetica, sfruttando l'elevato potenziale di riduzione dei consumi, puntare allo sviluppo delle fonti rinnovabili, all'uso del metano come combustibile di transizione, sostituendo il petrolio senza aumentare i consumi di carbone.
Questo permetterebbe un aumento dell'occupazione e il riorientamento di parte del sistema produttivo su tecnologie e risorse endogene. In questo senso il ricorso al nucleare, visti i problemi non risolti delle scorie radioattive, gli elevati costi e i lunghi tempi necessari alla realizzazione di un parco di centrali significativo, non è una soluzione praticabile. Occorre, invece, migliorare tutte le rinnovabili, di cui attualmente l'eolico rappresenta oggi l'unica grossa possibilità di aumentare l'energia elettrica prodotta dalle fonti rinnovabili, entro il decennio a venire.
L'unico limite è quello relativo a possibili impatti visivi nel caso di interventi non inseriti nel contesto paesaggistico e realizzati in assenza di linee guida e in aree non adatte. E' necessaria, quindi, una rigorosa selezione dei siti utilizzabili in cui concentrare le pale eoliche. Infatti, il territorio occupato dalle torri è perfettamente utilizzabile ad altri fini (agricoltura, allevamento ecc...), e alla fine del ciclo produttivo dell'iniziativa tutte le strutture e infrastrutture eoliche sono eliminabili e il territorio si può ricondurre alle condizioni iniziali.
Domenico Margiotta

Curioso, vero, che nessun giornale e/o emittente televisiva riporti mai queste informazioni?
Mmmmhhh, mi sa che facevo meglio a metterla in "Siamo messi male: che fare?" :056:

valya
27-06-2009, 22:55:29
sarebbe meraviglioso ... (a genova poi saremmo a posto con la tramontana che c'è ;-) )

reietto
28-06-2009, 07:07:46
Sarebbe bello visto il vento che batte la Sardegna in ogni stagione dell'anno.

leander
28-06-2009, 09:39:54
Appunto, andiamo a raccontarlo alle multinazionali del petrolio, che sono uno dei veri poteri dominanti del pianeta... :056:

Myria
28-06-2009, 10:31:36
Questa mi sembra un'OTTIMA NOTIZIA!!! :002: :077:

OBAMA, AVANTI SUL CLIMA
Sì della Camera alla legge
Approvata con 219 sì e 212 no la "Climate change bill" che impone all'industria importanti tagli alle emissioni di gas inquinanti. Il presidente: "Provvedimento coraggioso e necessario"


Obama si congratula con la Camera per l'approvazione della legge sul clima
WASHINGTON - Obama va avanti sulla sua politica "verde". La Camera dei Rappresentanti Usa ha approvato nella notte italiana (219 voti favorevoli e 212 contrari) la nuova legge sul clima ("Climate change bill") che pone severi limiti alle emissioni di gas inquinanti. La legge, che deve ancora essere approvata dal Senato, è considerata dalla amministrazione una delle maggiori priorità della agenda del presidente americano. Il presidente ha fatto subito conoscere la sua soddisfazione: "Un passo coraggioso e necessario" ha detto aggiungendo la sua speranza che anche dal Senato arrivi presto un "sì".

La legge impone alle compagnie americane - incluse le raffinerie e le centrali di energia - di ridurre le emissioni di gas inquinanti (associate al mutamento del clima) di una percentuale del 17 per cento entro il 2020 e dell'83 per cento entro il 2050, prendendo come punto di riferimento i livelli del 2005.

La legge mira, oltre a creare una produzione di energia meno inquinante, a ridurre la dipendenza degli Stati Uniti dalle importazioni di petrolio estero con un passaggio graduale alla energia pulita al posto del petrolio e del carbone.

La Repubblica -27 giugno 2009-

leander
28-06-2009, 10:37:04
La legge, che deve ancora essere approvata dal Senato
Speriamo bene...

Myria
28-06-2009, 15:33:11
Dai, dobbiamo essere ottimisti...come ci insegna il nostro amatisssimo! :041: e benemerito presidente del consiglio dei ministri... :029: :-?

Myria
29-06-2009, 16:19:55
MI SEMBRA IL CASO DI RIPORTARLO ANCHE DI QUA PERCHE' E' UNA NOTIZIA CHE MI RIEMPIE DI GIOIA E DI ORGOGLIO:

LE DOLOMITI SONO STATE PROCLAMATE PATRIMONIO DELL'UMANITA'!!! :002: :022: :022:

sangiopanza
29-06-2009, 17:31:01
Già: e le 5 province interessate stanno già litigando su chi dove localizzare gli uffici relativi.

leander
29-06-2009, 17:35:20
Già: e le 5 province interessate stanno già litigando su chi dove localizzare gli uffici relativi.
Potrebbero prendre il buon esempio da Reinhold Messner, che ha allestito il suo MMM "Messner Mountain Museum" in cinque sedi differenti, ciascuna con un percorso espostivo tematico.

sangiopanza
29-06-2009, 17:45:35
Beh: quel "chi dove" mi è uscito davvero bene... :027:

leander
29-06-2009, 21:32:31
Da corriere.it

Madoff condannato a 150 anni
NEW YORK - E' il momento della verità. O meglio, della sentenza: 150 anni di carcere al responsabile della più grande truffa della storia. «Nessun altro caso di frode è comparabile con il caso Madoff», ha detto il giudice Denny Chin, precisando che «il simbolismo della sentenza è importante perché attraverso questa si invierà un messaggio».
L'IMPUTATO: «NON HO SCUSE» - Poco prima di conoscere il suo destino, davanti al giudice, Bernard Madoff, si era girato verso le vittime del crac: «Non ci sono scuse per il mio comportamento, per aver ingannato gli investitori e i dipendenti». «Ho mentito a mio fratello e ai miei due figli. Vivo in un stato di tormento. Ho commesso un errore di giudizio», ha ammesso il finanziarie. Dopo che il giudice Danny Chin ha pronunciato la sentenza in aula sono partiti diversi applausi.
IL GIUDICE: «FRODE STUPEFACENTE» - Il giudice distrettuale Denny Chin ha letto la sentenza e ha definito la frode "stupefacente". Il collegio della difesa aveva chiesto 12 anni, mentre l’accusa ne pretendeva 150, ossia il massimo della pena. Chin ha sottolineato che la truffa ha coperto un periodo superiore ai vent’anni. Ha poi osservato che il "danno alla fiducia (fra i risparmiatori, ndr) è stato massiccio". Madoff, 71 anni, si era riconosciuto colpevole di aver truffato celebrità e piccoli risparmiatori per circa 65 miliardi di dollari. La truffa portata avanti dalla sua Bernard Madoff Investement Securities ha rappresentato uno dei capitoli più drammatici della crisi economica che ha colpito gli Stati Uniti lo scorso inverno, quando l’11 dicembre 2008 gli agenti federali lo arrestarono. Nel corso degli anni, il finanziere aveva ideato una gigantesca catena di Sant’Antonio con la quale truffare gli ignari clienti con il sistema della piramidi finanziarie.
LE VITTIME - «Abbiamo perso la nostra libertà», avevano detto le vittime della maxi-truffa architettata da Bernard Madoff davanti al giudice nel corso dell'udienza alla fine della quale la corte ha pronunciato la sentenza. «Ha commesso un crimine violento e non ha mostrato alcun rimorso», avevano aggiunto, definendo la moglie del finanziere un «mostro». La prima vittima del crack salita sul banco degli imputati ha dichiarato di aver perso la propria casa, mentre la seconda vittima ha biasimato il governo per le perdite: Madoff «ha compiuto un'opera d'arte nel manipolare il governo». «Ha rubato sia ai ricchi che ai poveri», ha affermato un altro degli investitori caduto nel maxi «schema Ponzi» di Madoff, un meccanismo fraudolento a «piramide» con il quale si crea una sorta di catena finanziaria nella quale vengono garantiti ampi ritorni a breve termine solo ai primi investitori, derivanti direttamente dall'ingresso nella truffa di nuove vittime

Beh, degli americani si potrà dire quello che si vuole, ma in fatto di giustizia là si fa sul serio.
Pensavo come sarebbe finita in Italia... e lo esprime bene questo commento di un lettore sul sito del corriere: "...Sicuramente l'avrebbe fatta franca e avrebbe accusato i giudici di ordire complotti e avrebbe giurato sulla testa dei suoi figli che era innocente, inoltre avrebbe potuto aspirare a qualche importante carica politica e addirittura istituzionale"

sangiopanza
30-06-2009, 08:25:53
Proprio come in Italia... :052: :015: :052:

danibi
30-06-2009, 10:16:39
Beh, degli americani si potrà dire quello che si vuole, ma in fatto di giustizia là si fa sul serio.
Pensavo come sarebbe finita in Italia... e lo esprime bene questo commento di un lettore sul sito del corriere: "...Sicuramente l'avrebbe fatta franca e avrebbe accusato i giudici di ordire complotti e avrebbe giurato sulla testa dei suoi figli che era innocente, inoltre avrebbe potuto aspirare a qualche importante carica politica e addirittura istituzionale"

Infatti, è un grande pregio che, al di là dei vari difetti, riconosco agli americani.
Una condanna esemplare!

sangiopanza
30-06-2009, 14:38:58
Buona notizia. Con riserva!
L'inflazione in Italia a giugno è allo 0,5%, la più bassa dal 1968.
http://www.repubblica.it/2008/11/sezion ... inimi.html (http://www.repubblica.it/2008/11/sezioni/economia/inflaistat-6/inflazione-minimi/inflazione-minimi.html)

La riserva è data dal fatto che la media europea è al - (meno) 0,1%. Ossia mentre nel resto d'Europa i prezzi calano, da noi aumentano ancora.

Ricky
02-07-2009, 15:26:37
Bisogna vedere se è una buona notizia... è, ahimè, un finto aspetto positivo dato dalla crisi economica generale

Daiana
02-07-2009, 15:31:35
Sono d'accordo con Ricky,
l'inflazione cala all'aumentare della disoccupazione purtroppo! :021:

sangiopanza
02-07-2009, 16:16:23
Su questo non ho dubbi. Era solo per mettere in evidenza che, sempre e comunque, restiamo dietro all'Europa. E non perchè da noi, in questo caso, le cose vadano meglio...

sangiopanza
03-07-2009, 08:42:48
E' una notizia locale. E' una notizia che riguarda me. E' una notizia per cui bisogna vedere prima l'attuazione ed i risultati.
Ma a me sembra una buona notizia:


" La rivoluzione del secco Un bidone per famiglia
RIFIUTI. Il nuovo sistema contrasterà il conferimento abusivo e incentiverà la differenziata, al via con 1.500 utenti
La raccolta sarà porta-a-porta, si comincia con Ospedaletto e Anconetta Ogni nucleo identificato da microchip, spariscono i cassonetti per strada

Un bidone per famiglia, colore grigio scuro, incastrato sotto il bordo del coperchio un microchip permetterà di identificare il proprietario, come pure di risalire a lui nel caso si dispongano verifiche sul contenuto: due volte la settimana si posizionerà fuori con il rifiuto secco che sarà prelevato dai camion di Aim porta-a-porta.
Spariscono quindi i cassonetti stradali, dove non di rado furbetti di altri paesi lasciano il loro sacchetto e dove, anche di recente, si sono rinvenuti bidoni di vernice e lastre di eternit.
La rivoluzione in grande stile parte da Ospedaletto e Anconetta: a 1500 famiglie è in arrivo una lettera che illustrerà il nuovo sistema, a cui seguirà la visita degli operatori Aim che consegneranno i nuovi bidoni e toglieranno i 39 cassonetti per strada. Entro fine mese si parte con la sperimentazione vera e propria, che ha visto il prologo nella zona del Biron e di Maddalene e in alcuni tratti della zona ovest di Vicenza dove sono già stati tolti 44 cassonetti sostituiti da 700 bidoni unifamiliari, in realtà in zona periferica e con case sparse.
In prospettiva autunnale si chiuderà l'anello con la zona est e le famiglie di Bertesina, Bertesinella alta e Settecà e poi la zona nord con Polegge e Laghetto. Per arrivare «se tutto va bene e nei prossimi anni» a cerchi concentrici verso il centro.
Tutt'altro che un gioco da ragazzi, visto che chiama in causa il cambiamento di atteggiamenti consolidati. Per l'assessore all'Ambiente Antonio Dalla Pozza si tratta di «un cambiamento epocale, fatto con l'obiettivo di migliorare il servizio per i cittadini, che non solo non dovranno più recarsi al cassonetto, ma eviteranno di trovarvi dentro, e di pagarli come propri, i rifiuti prodotti da altri, con il rischio sempre presente di rinvenire rifiuti pericolosi, come testimoniano gli episodi recenti e per i quali stiamo cercando di rintracciare i responsabili».
«Cercheremo - prosegue - di evitare disagi per i cittadini. I loro suggerimenti ci saranno utili per migliorare, strada facendo, questo importante cambiamento delle modalità di raccolta. Per questo il servizio si estenderà un po' alla volta, testando "sul campo" i risultati ottenuti. Se tutto andrà bene, in un futuro speriamo non troppo lontano, i cittadini pagheranno solo la quantità di rifiuti che effettivamente produrranno, dando una mano all'ambiente con la probabile riduzione dei quantitativi prodotti, riducendo i conferimenti in discarica o nei termovalorizzatori, e pagando di conseguenza meno».
Il nuovo sistema permetterà quindi di togliere via via i cassonetti dell'indifferenziata contrastando così il conferimento abusivo di rifiuti, con una diminuzione che potrebbe arrivare fino al 5% dell'intero monte-rifiuti del capoluogo, che oggi è pari al 52%.
Con l'obiettivo di raggiungere il 65% di raccolta differenziata da attuare entro il 31 dicembre 2012 come prescrive la normativa nazionale.
Novità legata anche al microchip, denominato "transponder": si tratta di un dispositivo automatico applicato al bidone che permetterà in questa prima fase di monitorare il servizio oltre che fornire una serie di dati statistici sui numeri di svuotamenti. In prospettiva sarà possibile anche la pesatura. E comunque sempre l'identificazione del proprietario.
Roberta Bassan"

leander
03-07-2009, 10:25:25
L'intento è lodevole, anche se - come dici - bisognerà dare un giudizio dopo un ragionevole periodo di attuazione.
E' anche vero che una cosa sono piccole realtà locali (magari governate virtuosamente come credo sia per la tua città), altra cosa i grossi agglomerati metropolitani con problematiche e interessi di ben altra portata.
Cmq tienici informati, è interessante.

valya
10-08-2009, 10:21:27
Buccaneer, liberati gli italiani (da ilsecoloxix)

Premiata la linea della trattativa. Per Frattini i pirati somali si sono «ritirati».
L’incubo, durato quattro mesi, è finito: i marinai del Buccaneer, tra i quali dieci italiani, sono liberi e stanno bene. E stanno già viaggiando verso Gibuti da dove, tra un paio di giorni, potranno tornare in Italia ed essere a casa già per Ferragosto.

La liberazione, ha annunciato il ministro degli Esteri, Franco Frattini, è avvenuta ieri sera, dopo che «i pirati si sono ritirati». Non ci sarebbe stato quindi nessun blitz o pagamento di riscatto per la liberazione del rimorchiatore italiano, sequestrato dai pirati somali nel golfo di Aden l’11 aprile scorso con 16 persone di equipaggio a bordo (oltre ai dieci italiani anche cinque marinai romeni ed un croato), ma un lungo lavoro di contatti e una collaborazione delle autorità somale e della regione del Puntland, ha spiegato Frattini sottolineando che il governo somalo ha esercitato una «forte pressione» per portare al ritiro i pirati.

I dieci marinai italiani, ormai allo stremo dopo quattro mesi di dura prigionia con casi di dissenteria e altre malattie, pochi e sporadici contatti con i familiari e sempre sotto la minaccia delle armi, stanno comunque «bene», ha assicurato Frattini spiegando che «sono liberi di ripartire verso l’Italia- Le forze speciali della marina militare a bordo della nave San Giorgio ci hanno detto che si sono avvicinate al Buccaneer» e hanno riferito che i marinai «stanno bene», ha aggiunto Frattini auspicando che «per Ferragosto siano tutti con le loro famiglie». Non c’è stato blitz e non è stato pagato alcun riscatto, ha intanto confermato anche Silvio Bartolotti, general manager della Micoperi, l’azienda ravennate proprietaria del rimorchiatore, spiegando che «gli uomini stanno tutti bene e stanno navigando verso Gibuti, scortati da navi militari». Una volta «arrivati lì valuteranno la situazione, secondo l’umore psicologico, se proseguire in nave o se rientrare«in altro modo in Italia».

Nelle città di origine dei marinai, diversi dei quali campani, è esplosa intanto la gioia e mentre si preparano feste per accoglierli al loro rientro ad Ercolano, uno dei centri di provenienza, la notizia della liberazione è stata accolta con fuochi di artificio. Frattini che ha espresso il «più vivo compiacimento» per la soluzione della vicenda ha intanto inviato alle famiglie dei marittimi - si legge in una nota della Farnesina - «la partecipe vicinanza in questo momento di gioia, dopo mesi di comune attesa e preoccupazione».

«Ho avuto comunicazione della liberazione direttamente da una telefonata del primo ministro somalo», ha annunciato Frattini, spiegando che il governo del paese africano ha esercitato una «forte pressione» per portare al ritiro i pirati che tenevano in ostaggio il mercantile. C’è stata «un’intensa azione diplomatica: abbiamo tessuto una rete di contatti con le autorità locali del Puntland, ma anche con il governo somalo». Quella del ritiro dei pirati - ha spiegato ancora Frattini - «era l’unica strada». Da sempre, il governo italiano si era opposto a qualsiasi blitz anche per scongiurare rischi per l’equipaggio. Frattini, ricordando il «lavoro eccellente» dell’intelligence e delle forze speciali coinvolte ha anche espresso un «sentito ringraziamento ai mezzi di informazione italiani per avere rispettato la linea di riserbo richiesta dalla Farnesina che si è ancora una volta rivelata giusta».

Il ministero degli Esteri ha mantenuto infatti in questi quattro mesi la linea del riserbo assoluto sull’andamento della trattativa, in contatto costante con le autorità del governo transitorio somalo e con quelle del Puntland, la regione semiautonoma a nord del Paese, nelle cui acque è stato assaltata la motonave italiana. Nessun blitz e nessun riscatto e priorità assoluta all’incolumità dell’equipaggio è sempre stata la base della trattativa, come ribadito più volte anche da Margherita Boniver, inviata speciale del ministro Frattini per le emergenze umanitarie, che in maggio aveva compiuto una missione in Somalia.

Per il problema della pirateria in Somalia, che dall’inizio dell’anno ha messo sotto scacco una ventina di navi di varie nazionalità di passaggio nel golfo di Aden, sono in campo diverse missioni militari: dalle task force 150 e 151 guidate dagli Usa a quella dell’Unione europea (la missione “Atalante”, cui partecipa la fregata Maestrale della Marina militare italiana), alle unità inviate autonomamente da singoli Paesi a difesa degli interessi nazionali.

reietto
10-08-2009, 16:24:07
Finalmente. :077:

danibi
12-08-2009, 10:16:03
La protesta degli operai della INSE di Milano è terminata con un ottimo accordo e costituisce un precedente ed un esempio per centinaia di altre situazioni simili.
Un applauso alla determinazione del gruppo di operai coinvolti nella vicenda e uniti nella lotta.

INSE passa ai Camozzi (http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=200908120933394246&chkAgenzie=TMFI)

sangiopanza
07-10-2009, 18:59:05
TUTTI I CITTADINI (TUTTI!!!!) SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE.

valya
07-10-2009, 19:38:24
i-n-c-o-s-t-i-t-u-z-i-o-n-a-l-e !

reietto
07-10-2009, 20:31:43
SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII. !!!
Ma lui va avanti. D'atronde la corte costituzionale è di sinistra.
Ora domani dvremmo scendere in piazza per fargli capire che vogliamo sapere la verità. In altri paesi sarebbe già a casa. Basta vedere l'esempio di Briatore con la Renault!!!

Myria
07-10-2009, 20:32:17
TUTTI I CITTADINI (TUTTI!!!!) SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE.

[smilie=695.gif]

giorgia74
07-10-2009, 22:57:18
TUTTI I CITTADINI (TUTTI!!!!) SONO UGUALI DAVANTI ALLA LEGGE.


Speriamo sia veramente così.

Myria
09-10-2009, 13:52:54
PREMIO NOBEL PER LA PACE (non a B.)...A BARACK OBAMA !!!
Il presidente Usa ha commentato: "Sono onorato". La decisione è stata presa all'unanimità.
Penso sia una decisione saggia che condivido. :077:

leander
09-10-2009, 16:07:08
PREMIO NOBEL PER LA PACE (non a B.)...A BARACK OBAMA
Evidentemente il sig. B non si è abbronzato abbastanza.
Che canzoncina faranno adesso i suoi cantori? Io ce l'avrei un titolo, ma non lo scrivo perché rischierei una denuncia penale.
Però se mi promettete di distruggerlo immediatamente e di riformattare l'hardisk, ve lo mando in MP... :047:

sangiopanza
09-10-2009, 17:04:58
Mi spiace, ma non sono per nulla d'accordo per il Nobel per la Pace a Barack Obama.
Troppo prematuro. E' lì solo da gennaio, ed avrà anche fatto molti tentativi, ma senza aver ottenuto alcun risultato, fino ad ora. E le truppe USA sono ancora a fare la guerra in Irak ed in Afghanistan.
Perchè non a Gino Strada ed a Emergency, che davvero si batte da anni intutti i posti dove ci siano i danni di una guerra?

sangiopanza
09-10-2009, 17:06:30
Comunque dicono che quest'anno la scelta è stata davvero difficile: 205 candidati e nessuno che fosse al di sopra degli altri.
Ma uno al di sotto degli altri c'era sicuramente, no? :002:

leander
09-10-2009, 18:03:35
Diciamo che il Nobel a Obama è probabilmente prematuro e assegnato "sulla fiducia", sull'onda emotiva di essere di colore, di essere subentrato a un pessimo predecessore, di impersonare il nuovo che avanza e via dicendo. Auguriamoci - e auguriamo a lui stesso, che è uomo sveglio - che lo prenda come un incentivo a fare bene.
Sarebbe interessante sapere (ammesso che venga stilata una graduatoria) chi si è classificato ultimo... http://www.cisonostato.com/forum_viaggi/images/smilies/188.gif

sangiopanza
09-10-2009, 18:12:47
E già, dimenticavo: nessun passo indietro sulla nuova base di guerra americana che si sta costruendo a Vicenza.
Ma che Nobel per la Pace è?

reietto
09-10-2009, 19:33:00
Mi spiace, ma non sono per nulla d'accordo per il Nobel per la Pace a Barack Obama.
Troppo prematuro. E' lì solo da gennaio, ed avrà anche fatto molti tentativi, ma senza aver ottenuto alcun risultato, fino ad ora. E le truppe USA sono ancora a fare la guerra in Irak ed in Afghanistan.
Perchè non a Gino Strada ed a Emergency, che davvero si batte da anni intutti i posti dove ci siano i danni di una guerra?

Il Nobel per la pace ha perso ogni significato quando l'ha vinto Arafat!!!
In ogni caso è prematuro anche perchè finora ha solo parlato, ma di fatti pochi. Credo come ha scritto Leandro che gli possa essere di stimolo a fare meglio.

Rosamb
10-10-2009, 15:40:31
Finalmente dopo i professori , via anche i giudici meridionali!
"Ci sembra alquanto strano che ben 9 dei 15 giudici della Consulta siano campani» hanno infatti osservato due consiglieri regionali veneti della Lega Nord, Emilio Zamboni e Luca Baggio, all’indomani della sentenza della Consulta che ha dichiarato l’illegittimità del Lodo Alfano.
«È quasi incredibile - affermano Zamboni e Baggio - che un numero così elevato di giudici provenga da una sola regione, guarda caso la Campania. Siamo convinti che questo dato numerico debba far riflettere non solo l’opinione pubblica ma anche i rappresentanti delle istituzioni». «Il Lodo Alfano è stato bocciato perchè ritenuto incostituzionale. Ma cosa c’è di costituzionale - si chiedono i consiglieri - nel fatto che la maggior parte dei giudici della Consulta che ha bocciato la contestata legge provenga da Napoli? Come mai c’è un solo rappresentante del Nord?».

leander
10-10-2009, 18:49:03
Si attaccano proprio a tutto.
Come dicono a Roma: "e nun ce vonno sta, e nun ce vonno sta...
Sono come il ragazzino permaloso che quando la partita si mette male, se ne va portandosi via il pallone. :056:

reietto
11-10-2009, 06:33:42
Amici finalmente Berlusconi ha confessato. :?D?:
http://www.youtube.com/watch?v=EPBNoaWP ... re=popular (http://www.youtube.com/watch?v=EPBNoaWPIjc&feature=popular)

giorgia74
11-10-2009, 09:44:50
Amici finalmente Berlusconi ha confessato. :?D?:
http://www.youtube.com/watch?v=EPBNoaWP ... re=popular (http://www.youtube.com/watch?v=EPBNoaWPIjc&feature=popular)

:?D?: :?D?: :?D?:

Daiana
18-10-2009, 10:24:08
Eh, se era ancora in vita Freud!!!
Quanto gli rode che non riesce a comprarsi la corte costituzionale!

Myria
08-11-2009, 15:46:55
Da "La Repubblica"
Sanità Usa, primo sì alla riforma
Obama: "Un risultato storico"

La Camera ha approvato il testo con 220 sì e 215 no. Il presidente fiducioso sul voto al Senato: entro fine anno la legge che garantirà "cure mediche a tutti gli americani".

Era ora! Un meritato successo per Obama. :077:

valya
08-11-2009, 15:54:41
speriamo non facciano cavolate al senato...

reietto
08-11-2009, 17:11:12
Se dovesse passare anche al senato sarà un fatto storico ed anche un esempio per i governanti di quei paesi che tengono ad esportare alcune schifezze Usa.

leander
08-11-2009, 18:15:07
Sarebbe effettivamente una svolta epocale. Ma vi rendete conto, in un Paese che si vanta di esportare la democrazia in tutto il mondo, essere arrivati al 2009 e il cittadino medio non potere accedere alle terapie solo perché non è in condizione di pagare (profumatamente)? E poi ci fanno vedere i vari E.R. & C. dove tutto è un modello di efficienza. Ma dde che?
Se passasse la riforma, sapete che rivolta, le lobby delle assicurazioni sanitarie private? Speriamo solo che non abbiano troppa influenza sui senatori, già il 220-215 alla Camera è una maggioranza estremamente risicata.

Sotto questo aspetto, teniamoci caro - con tutte le sue magagne - il servizio sanitario italiano!

sangiopanza
08-11-2009, 19:38:40
Infatti, mi pare di aver capito che neanche Obama ha il coraggio di sfidare la lobby delle assicurazioni. Da quanto ho sentito la copertura sanitaria gratuita riguarderebbe i 50 milioni (50 MILIONI!!!) di americani che non possono permettersi l'assicurazione.

Rosamb
26-11-2009, 13:12:35
Veronica Lario ha fatto la sua richiesta a Silvio per il mantenimento : 3 milioni e mezzo ( non di lire ) al mese.
http://www.corriere.it/cronache/09_nove ... aabc.shtml (http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_26/veronica-divorzio-tre-milioni_3e72201c-da76-11de-a7cd-00144f02aabc.shtml)
Ma se Leandro si separasse da Ricky , fondatore e padrone di un impero mediatico mica da ridere , quanto chiederebbe al mese di mantenimento???

Myria
26-11-2009, 13:35:21
Veronica Lario ha fatto la sua richiesta a Silvio per il mantenimento : 3 milioni e mezzo ( non di lire ) al mese.
http://www.corriere.it/cronache/09_nove ... aabc.shtml (http://www.corriere.it/cronache/09_novembre_26/veronica-divorzio-tre-milioni_3e72201c-da76-11de-a7cd-00144f02aabc.shtml)
Ma se Leandro si separasse da Ricky , fondatore e padrone di un impero mediatico mica da ridere , quanto chiederebbe al mese di mantenimento???


:?D?: :?D?: :?D?: Ottimo, Rosamb! :077:

leander
26-11-2009, 14:15:35
fondatore e padrone di un impero mediatico mica da ridere
http://www.cosgan.de/images/midi/muede/b010.gif

Myria
24-12-2009, 23:32:04
Da repubblica.it
Sì del Senato alla riforma sanitaria
Obama: "E' un voto storico"

Il testo, approvato con 60 voti contro 39, è diverso da quello varato dalla Camera
Inizia ora il lavoro di armonizzazione, il via libera definitivo a fine gennaio o a febbraio


NEW YORK - La riforma sanitaria di Barack Obama ha tagliato il traguardo storico che non era riuscito a nessun presidente - neppure a Bill Clinton. "Una conquista storica" ha detto Obama apparendo di fronte alle tv prima delle nove del mattino americane, accompagnato da Joe Biden, il vicepresidente che aveva eccezionalmente presieduto la seduta del Senato. "Un voto che ci permetterà di far passare finalmente una vera, signficativa riforma sanitaria: siamo incredibilmente vicini a farlo".


E sarebbe ora, no? Forza Obama, facciamo il tifo per te! :077:

valya
25-12-2009, 00:53:37
evvai!

Daiana
02-01-2010, 01:09:58
Guardate che meraviglia!


http://www.repubblica.it/2006/12/galler ... mal/1.html (http://www.repubblica.it/2006/12/gallerie/ambiente/best-animal/1.html)

Xela
04-01-2010, 22:41:32
Obama non ha mai preso una posizione forte riguardo la pena di morte.
Speriamo che le dichiarazioni dell' American Law Institute faccia imboccare agli USA la strada affinchè questa condanna venga abolita.

"La pena di morte è un fallimento"
Storica frenata dei giuristi Usa

http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/esteri/usa-pena-morte/penadimorte-ali/este_79055_11480.jpg

NEW YORK - In autunno l'American Law Institute, un istituto giuridico molto influente composto da oltre quattromila membri tra giudici, avvocati e professori universitari, e che oltre 50 anni fa aveva creato la struttura di base del moderno sistema che regola l'applicazione della pena capitale, ha definito ufficialmente lo stesso sistema "un fallimento" e ne ha preso le distanze. Per gli abolizionisti è un passo decisivo verso la fine delle esecuzioni capitali negli Stati Uniti.

Il 23 ottobre 2009, l'American Law Institute (ALI) aveva infatti votato a grande maggioranza una sostanziale marcia indietro: con solo poche astensioni, infatti, il consiglio dell'Istituto ha ritirato una sezione del suo modello sulla pena di morte (la sezione 210.6) alla luce "degli attuali insolubili ostacoli istituzionali e strutturali, e nel tentativo di garantire un sistema più adeguato alla gestione della pena di morte". Un compromesso, e alcuni membri avrebbero voluto che il consiglio si pronunciasse contro la pena di morte completamente. Ma un importante segnale.

Secondo quanto scrive il New York Times, il passo è "epico". Ci sono stati infatti importanti sviluppi sulla pena capitale durante l'anno. Il numero delle sentenze è diminuito, l'Ohio ha cambiato la composizione chimica dell'iniezione letale e il Nuovo Messico l'ha definitivamente abrogata. Ma il primo segnale veramente importante verso l'abolizione è quello arrivato dall'Ali.

"L'istituto è fondamentale e molto influente" ha spiegato Franklin E. Zimring, professore di legge all'università californiana di Berkeley. "I giuristi che lo compongono sono stati fino ad oggi la sola voce intelletualmente rispettabile a supporto della pena capitale". La retromarcia è dunque significativa. L'Ali disegnò la moderna struttura del sistema capitale nel 1962 e la Corte suprema americana ne adottò il modello quando reinstituì la pena di morte nel 1976 nel caso Gregg contro Georgia. Il modello dell'Insituto fu poi adottato da molti stati federali, compreso il Tennessee. Il tentativo dell'istituto era stato quello di gestire l'arbitrarietà delle decisione in base a una serie di attenuanti e aggravanti.

L'Ali ha fatto quindi una dichiarazione storica definendo il sistema giuridico capitale 'fallato'. Uno studio commissionato dallo stesso istituto su decenni di sentenze ha dimostrato l'inconciliabilità tra le decisioni individuali su chi debba essere punito con la pena di morte e la giustizia alla base del sistema. L'arbitrarietà diventa così una falla impossibile da istituire a legge. Troppi elementi concorrono a rendere dispari le condizioni necessarie perché la pena capitale sia effettuata. La razza, la mediocrità di avvocati poco pagati, e il rischio di condannare persone innocenti resta ancora troppo alto.

"Gli studenti di legge dal 2010 in poi - ha detto Samuel Gross, professore di legge all'Università del Michigan - impareranno che gli stessi giudici e illustri avvocati, gli stessi che dovranno studiare e leggere ogni giorno, hanno definito il sistema di pena di morte statunitense che hanno contribuito a creare, un fallimento. Reale e morale".

Fonte: repubblica.it (http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/esteri/usa-pena-morte/penadimorte-ali/penadimorte-ali.html)

leander
04-01-2010, 23:49:39
l'Ohio ha cambiato la composizione chimica dell'iniezione letale
Ah, beh, allora stiamo a posto!
Ma che significa? Se è letale... è letale, no? Oppure il condannato muore un po' meno? O forse hanno aromatizzato il liquido con "Acqua di Giò" e il condannato, perlomeno, muore respirando un buon profumo? O il liquido è più diluito e ogni tanto un condannato sopravvive, magari perché è di costituzione forte?
Cose da americani...

Rosamb
11-03-2010, 14:05:54
Per la gioia di Leandro è uscita la classifica forbes 2010 sugli uomini più ricchi del mondo:
http://www.tgcom.mediaset.it/economia/a ... 6185.shtml (http://www.tgcom.mediaset.it/economia/articoli/articolo476185.shtml)
Tra gli italiani è Ferrero il primo : ma quanta Nutella vi mangiate?
E chissà dove saranno le tigri della new economy...

valya
11-03-2010, 14:19:12
Tra gli italiani è Ferrero il primo : ma quanta Nutella vi mangiate?


ok,lo ammetto..è colpa mia se è primo! :055:

chiara292
11-03-2010, 18:20:17
Anche mia.. :055:

leander
11-03-2010, 19:07:04
Per la gioia di Leandro è uscita la classifica forbes 2010 sugli uomini più ricchi del mondo
Perché per la mia gioia? :-? E perché nelle buone notizie? :-?
Non può fregarmene di meno.

Myria
22-03-2010, 13:59:25
Sanità, sì alla riforma di Obama

Storico successo per il presidente e il partito democratico Usa: 219 favorevoli e 212 contrari sul provvedimento che fa entrare 32 milioni di americani nel sistema sanitario. (Da Repubblica.it)


Era ora!!!!! :077: Sudatissimo e meritato successo per Obama. [smilie=666.gif]

leander
22-05-2010, 23:30:13
Sul topic del calcio non scrivo più.
Ma qui posso, vero? :036:

http://images2.gazzettaobjects.it/Hermes%20Foto/2010/05/22/0L2U96PA--610x460.jpg?v=201005222304
http://images2.gazzettaobjects.it/Hermes%20Foto/2010/05/22/0L2U96PA--610x460.jpg?v=201005222304

sangiopanza
23-05-2010, 07:37:28
Perchè tra le buone notizie? Perchè ha vinto una squadra italiana? ITALIANA???????????????

leander
23-05-2010, 09:53:44
Sangio, non dimentichiamo che Moratti si orientò sul mercato straniero perché quello italiano era governato da un certo "cartello" che imponeva prezzi esorbitanti per giocatori mediocri. Del resto, la sentenza Bosman ha liberalizzato le frontiere e finchè sono in vigore le conseguenti normative, la politica dell'Inter è conforme ad esse. Critichiamo quella sentenza, eventualmente, che è in effetti discutibile.
E poi, vedere certi rosicamenti (non mi riferisco a te, che sei persona calcisticamente moderata) non ha prezzo!
E qui chiudo, perché non voglio fare un doppione di "quel" topic e non vorrei autoesiliarmi anche da questo... :051:

sangiopanza
24-08-2010, 14:25:29
Che tristezza vedere questo topic così povero, forzatamente, di interventi.
Ma oggi ne ho una io.
"Bambino afghano ritrova il padre grazie al corto di Wenders. Riace commossa".
Ecco la notizia:

"Reggio Calabria - (Adnkronos/Ign) - Lo vede nel documentario girato dal regista tedesco nel comune calabro che ospita gli immigrati e rintraccia il figlio perduto in una notte di bombardamenti, le stesse scene riprodotte ne 'Il Volo'. Ora vivono insieme in Norvegia. Il racconto del sindaco Lucano. Il produttore esecutivo del corto all'Adnkronos: "Wenders felice. Abbiamo già vinto il nostro Oscar"
Reggio Calabria, 23 ago. - (Adnkronos/Ign) - Un bambino afgano ha ritrovato il padre grazie al film ''Il Volo'' girato da Wim Wenders a Riace, in Calabria. Il ragazzino, 11 anni, aveva perso il padre durante una notte di bombardamenti in cui è scappato insieme allo zio e ai cugini. ''Vi portiamo un piccolo grande uomo''. Così un funzionario della polizia annunciò al sindaco di Riace, Domenico Lucano, l'arrivo del piccolo Ramadullah che oggi racconta la sua storia. ''Mi chiedevo cosa significassero quelle parole -dice Lucano all'ADNKRONOS- ma poi ho capito. Ne sono passati molti di rifugiati da Riace, eppure di lui avro' sempre un ricordo speciale''.
Ramadullah è arrivato a Riace il 3 settembre 2008, al tempo dell'emergenza dei centri di Lampedusa. Il sindaco di Riace rispose al ministero dell'Interno con l'apertura delle strutture per l'accoglienza dei rifugiati e così Ramadullah arrivò insieme agli zii e ai cugini nel piccolo paese calabrese. ''Si era molto legato a me -racconta ancora Lucano, che chiamano 'Mimmo il curdo'- lo portai in un liceo a Catanzaro, dove mi avevano invitato per parlare dell'esperienza di accoglienza che facevamo e lui prese la parola con sicurezza. Raccontò la sua storia fatta di bombe, di fuoco, di fiamme, i talebani che li inseguivano e poi l'arrivo rocambolesco in Italia, dopo aver vagato per otto mesi''.

Ramadullah dava del tu a tutti, aveva un rapporto diretto con chiunque incontrasse. Persino con Wim Wenders, maestro del cinema di fama mondiale. Lo aveva incontrato a Scilla, dove stava facendo le riprese del cortometraggio ''Il Volo'', e gli aveva detto chiaramente ''devi venire a Riace, lì c'è quello che cerchi''. E' stato grazie a questo ''piccolo grane uomo'' che Wenders ha conosciuto la realtà del paese che accoglie e integra gli immigrati. ''Ramadullah in quella notte di bombardamenti è diventato un uomo. Mi viene da pensare -aggiunge il sindaco Domenico Lucano- a quanti in un'intera esistenza non lo diventeranno mai''.

Ad avvisare il regista tedesco di quanto accaduto ci ha pensato Claudio Gabriele, il produttore esecutivo del cortometraggio. ''Ho subito informato Wim Wenders della storia del piccolo Ramadullah - dice Gabriele all'ADNKRONOS- ed era molto contento, emozionato e felice''. Il genitore ha visto il film in Norvegia, dove si è trasferito per lavoro, e da lì ha contattato l'ambasciata per il ricongiungimento. ''Ho detto a Wenders che il nostro piccolo Oscar l'abbiamo già vinto'', continua Gabriele, che dopodomani sarà a Venezia con il regista tedesco.

L'associazione Città Futura che accoglie gli immigrati a Riace ricorda Ramadullah come un bambino simpatico e sveglio, spigliato. ''Aveva imparato l'italiano e anche qualche espressione del nostro dialetto'', sottolinea il presidente Cosimo Curiale. Colpito dalla sua storia, Wenders ha inserito le scene in cui il piccolo afgano racconta il suo dramma e quindi si è concretizzato il miracolo: il padre lo ha riconosciuto guardando il film e si è messo in contatto con lui portandolo in Norvegia, dove era emigrato. ''Allo zio -racconta Curiale all'ADNKRONOS- l'associazione pagava il fitto di un negozietto che aveva aperto, con i prodotti tipici arabi. C'erano collanine, vestiti. Era molto carino''. Da qualche tempo però, anche lo zio di Ramadullah è partito. Si è trasferito ad Ancona, dove adesso lavora. "

La storia l'avevo conosciuta dalla viva voce del bambino e dello zio l'estate dell'amnno scorso, quando mi sono fermato pr due notti a Riace.
Qui ci sono le foto delò ragazzo e del negozietto dello zio:

http://www.flickr.com/photos/sangiopanza/3873086469/

http://www.flickr.com/photos/sangiopanza/3933950853/

manumanu
07-11-2012, 08:55:16
riesumo questo vecchio topic per brindare alla rielezione di Obama!
:067: :077:

Sailing
07-11-2012, 10:37:39
I mormoni dovranno aspettare almeno altri 4 anni... :070:

zuppalatte
07-11-2012, 15:26:00
riesumo questo vecchio topic per brindare alla rielezione di Obama!
:067: :077:

Un presidente, capace ancora di emozionarsi ed emozionare!!
http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcR8t3cwz0-gbwUNdKYkoxvhQZwZz24V-fmcU8tEc4OxyvKLwoYH

Mononeurone
07-11-2012, 17:47:12
Mah, mi pare solo che sia il "meno male".
O impazzisce in questi 4 anni e stupisce tutti, altrimenti continuerà ad essere piuttosto insignificante come è stato in questi 4 passati.

:067:

manumanu
07-11-2012, 18:36:08
Per certi cambiamenti, anche di mentalità, ci vuole tempo, per vincere tutte le resistenze che in US, come altrove, sono enormi.
Forse possiamo dire che Obama è il meno peggio ma io sono contenta che gli americani gli abbiano dato altri 4 anni, spero che li usi al meglio :077:

sangiopanza
08-11-2012, 08:07:06
Beh, almeno possiamo constatare che il "meno peggio" è una scelta non esclusiva di noi italiani.
Battute a parte, due considerazioni. La prima è che basterebbe la riforma sanitaria per giudicare positivamente il suo primo mandato.
La seconda è che, essendo gli ultimi 4 anni, sarà sicuramente (un po'...) più libero nelle sue scelte dai condizionamenti dovuti alla necessità di accontentare certe lobbies per assicurari la rielezione.

leander
08-11-2012, 08:46:54
Basta pensare a chi era l'alternativa ad Obama per fare salti di gioia alti un metro!

sangiopanza
08-11-2012, 09:11:58
L'elezione di Romney avrebbe portato nel giro di un anno ad una nuova guerra. Dove? Non importa: un posto a caso purché fosse guerra.

manumanu
08-11-2012, 09:18:47
Per non dire che Romney è un valido esponente di quella finanza cannibale che ha contribuito al disastro economico degli US e anche qui da noi. Tremavo all'idea che fosse eletto. :050:

sangiopanza
08-11-2012, 09:35:30
Appunto: la finanza è l'unica che riesce a guadagnarci da una guerra.

spiritoliberosempre
20-11-2012, 10:52:10
certo è che Barack ha un bel lavoro da fare, anche perché da un premio nobel ci aspettiamo tutti grandi cose. Egoisticamente spero che il feeling con Marchionne risollevi le sorti della Fiat: il settore automobilistico del resto ha rivestito un ruolo di primo piano nella sua rielezione. Mi aspetto ora impegni concreti alla lotta per la riduzione delle emissioni (http://cerca.automobile.it/auto/fiat-bravo-gpl.html) che gia la fiat ha intrapreso con la bravo gpl. Intanto ha gia promesso 85 miliardi per risanare la GM e la Chrysler, staremo a vedere. E comunque...forza Barack!!!

manumanu
14-12-2012, 11:31:42
Finalmente!
Riporto da Repubblica:

Animali investiti, ora è obbligatorio il soccorso. Entra in vigore la riforma del codice della strada
Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto attuativo del ministero che equipara gli animali feriti alle persone, consentendone il trasporto dal veterinario ignorando il rosso ai semafori

Prima era solo una questione di coscienza, ora è anche di legge. Chi investe un cane o un gatto in strada non può più fare finta di niente e tirare diritto, ma è obbligato a fermarsi per prestargli soccorso. Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale di ieri del decreto attuativo del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, entra in vigore a partire dal 27 dicembre la modifica del Codice della Strada che equipara lo stato di necessità di trasporto di un animale ferito a quello delle persona, prevedendo tra l'altro l'utilizzo di sirena e lampeggiante per ambulanze veterinarie e mezzi di vigilanza zoofila.

"La norma ha preso atto del cambiamento del sentire comune sul dovere di prestare soccorso anche agli animali - commentano Gianluca Felicetti, presidente Lav, e Carla Rocchi, presidente nazionale dell'Enpa - Nel decreto siamo riusciti a far inserire il pieno riconoscimento del privato cittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio veterinario, la necessità di intervento anche ai fini della tutela dell'incolumità pubblica e il pieno riconoscimento dell'attività delle Guardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di intervento già previsti da altre normative".

Il decreto ministeriale fissa, fra l'altro, le caratteristiche delle autoambulanze veterinarie, le cui attrezzature specifiche saranno individuate dal ministero della Salute, la certificazione anche successiva dello stato
di necessità di intervento sull'animale da parte di un veterinario e gli stati patologici che fanno scattare questo riconoscimento, ossia trauma grave, ferite aperte, emorragie, alterazioni e convulsioni.

Felicetti sottolinea che "fino al 12 agosto 2010 in caso di incidente stradale ci si doveva fermare in caso di danno a persone o anche a un lampione. Non agli animali. Ora, invece, è diventato un obbligo anche se si è investito un cane o un capriolo, un cavallo o un gabbiano. Fino al 12 agosto 2010 si poteva essere sanzionati se per portare con documentata urgenza un animale qualsiasi ferito da un veterinario si passava un incrocio con il semaforo rosso. Ora si può, come per salvare una vita umana. Fino al 12 agosto 2010 l'ambulanza veterinaria che utilizzava la sirena lo faceva contravvenendo alla normativa. Non ne aveva diritto. Ora è stata equiparata, nella necessità di avere la strada libera da parte di auto e vigili urbani, alle ambulanze umane. Così come all'intervento delle Guardie zoofile è stato riconosciuto lo stesso carattere d'urgenza di quello di carabinieri e polizie".

(14 dicembre 2012)

leander
14-12-2012, 11:52:53
Finalmente!
Riporto da Repubblica:
[i]Animali investiti, ora è obbligatorio il soccorso. Entra in vigore la riforma del codice della strada
Mi è consentito esprimere fieri dubbi sull'applicazione di questa legge e, soprattutto, delle relative pene per i contravventori?
Ovviamente spero di sbagliarmi e, tutto sommato, anche se ciò avvenisse in pochi casi, sarebbe comunque meglio che niente.

manumanu
14-12-2012, 12:01:04
Certo, hai ragione ad avere dei dubbi sull'applicabilità di questa legge in Italia, però è necessario che leggi del genere esistano e, auspicabilmente, col tempo serviranno a cambiare la mentalità di tanta gente (che considera ancora gli animali come cose).

Daiana
14-12-2012, 12:17:24
A proposito di teatro:

- a Roma ho visto i Momix, sempre bravissimi
- Frankestein Junior, divertente e ben fatto
- a Londra ho visto The Body Guard sul film di Whitney Houston, indimenticabile!

Tutti spettacoli consigliatissimi! ;)

leander
14-12-2012, 13:30:36
Daiana, non è che, anziché in "Buone notizie", tu volessi postare su "Si apra il sipario"?
Visto che parli di spettacoli teatrali... :026:

Daiana
14-12-2012, 15:55:59
:021: Sono leggermente rincoglionita, pardon!

sangiopanza
15-12-2012, 08:25:17
A proposito della legge sul soccorso agli animali, premesso che sono in linea di principio d'accordo, ritengo difficile l'applicabiltà. Per primo perchè un animale colpito da un auto e ferito in maniera non grave, tende a scappare. E poi: ve la sentireste di fermarvi e soccorrere un cinghialetto ferito mentre stava attraversando la strada insieme ai fratelli ed alla sua mamma? Io, onestamente, con la madre nei paraggi, no!