PDA

Visualizza Versione Completa :

marca da bollo passaporto



giorgia74
01-06-2009, 19:35:19
Come già quasi tutti ormai sapete tra un paio di giorni volerò in Malesia.
Il volo è Milano Malpensa-KL via Amsterdam.Siccome in aeroporto ritireremo i biglietti elettronici secondo voi se non metto la marca da bollo mi lasciano partire lo stesso?

reietto
01-06-2009, 20:23:01
Non lo so ma io la metterei... ;)

sangiopanza
01-06-2009, 20:32:51
Io credo che non serva. Ma per prudenza la metterei lo stesso.

sangiopanza
01-06-2009, 20:33:51
Comunque la soluzione potrebbe essere quella di comprarla, senza attaccarla, e farlo solo in caso di necessità.

giorgia74
02-06-2009, 00:34:33
Comunque la soluzione potrebbe essere quella di comprarla, senza attaccarla, e farlo solo in caso di necessità.

Purtroppo credo che la cosa non sia più fattibile dal momento che quando la compri dal tabaccaio esce già con la data stampata.
Era tanto per chiedere,infatti mi sa che alla fine la metterò.

sangiopanza
02-06-2009, 10:00:41
Eh, già. Ero rimasto alle vecchie marche da "leccare". Non ricordavo che adesso è tutto elettronico.

sangiopanza
02-06-2009, 10:03:33
Un momento: non possono però coincidere la data sulla marca e quella del passaporto. E se io la compro perchè dovrei partire e poi non parto più? La validità è sempre quella del passaporto, e non quella della marca.

londonpaola
02-06-2009, 16:37:47
la validità scritta sopra la marca non è rilevante.. la marca viene annullata quando è apposta sul passaporto..
in teoria potresti partire con la carta d'identità per fare il volo in auropa, e ad amsterdam esibisci il passaporto ( e là nessuno ti controlla perchè la questione marca è interna italiana)... il problema è che tu al check ritiri i biglietti per un volo intercontinentale, quindi in teroai, se vogliono , possono chiederti destinazione finale e controllo del biglietto finale e dei documenti fin dall'italia..
per cui sec me è sempre meglio avere una marca da bollo dietro.. non l'attaccare sul passaporto ma tienila nel borsello, e solo a loro richiesta eventuale la fai vedere e annullare appunto attaccandola e facendoti fare il timbro dall'addetto polizia aeroportuale.
un saluto e buona malaysia

Amsty
04-06-2009, 02:37:21
:250: Buona sera. La marca da bollo è una tassa che si paga e chi fa il check in non guarda se c'è o no: quello spetta eventualmente alla competente autorità di polizia.
L'assistente di banco si limita a verificare che il passeggero sia quello della prenotazione, non se il passaporto ha la marca.
Ho sempre viaggiato senza marca e mai avuto problemi quando il volo fa scalo in una città europea: come ti è stato già suggerito, fai il check in con il passaporto poi al controllo mostra l'imbarco per la città europea con la carta d'identità mentre allo scalo in Europa mostrerai il passaporto.
Alle autorità straniere non interessa se il passaporto ha il bollo o no perché è una tassa italiana.
Ed è inutile avere la marca con sé perché andrebbe vidimata o in Questura o alle Poste con l'apposito timbro.

giorgia74
19-06-2009, 19:47:20
Per dissipare ogni dubbio...
All'aeroporto abbiamo stampato i biglietti elettronici,dal momento che sono uscite due carte d'imbarco (una MPX-Amsterdam e una Amsterdam-KL) la marca non l'abbiamo neppure comperata.Infatti per il volo in Europa abbiamo usato la C.I. e poi il passaporto.Addirittura anche l'operatore del check in ci ha suggerito di non comperarla pur sapendo la nostra destinazione finale.

reietto
19-06-2009, 20:26:26
:077:

paola83
14-09-2009, 18:02:25
la validità scritta sopra la marca non è rilevante.. la marca viene annullata quando è apposta sul passaporto..
in

ciao ragazzi...vorrei cercare di capire questa cosa perchè ho lo stesso dubbio: io ho una marca da bollo di 40,29 euro dell'anno scorso (riporta come data 01/11/2008) e vorrei usarla quest'anno per andare in Jamaica (partenza 29/11/09) però è passato un anno...secondo me vale la "regola" che dura un anno da quando me la timbrano e non da quando la emettono (come dicevate prima, se poi non parto devo buttarla??) però qualcuno sostiene che sia scaduta.
Ufficio anagrafe e questura sostengono che "DOVREBBE essere valida, ma se vuoi essere sicura comprane un'altra!" Bella risposta :-?
sapete qualcosa di certo voi viaggiatori??
grazie mille

alfa7374
14-09-2009, 18:34:26
La data sulla marca da bollo è quella della stampa. In teoria la puoi comprare oggi, e se il valore rimane lo stesso, la puoi usare anche tra 2 (o più) anni.
Secondo me la validità è legata alla data dell'annullo e non a quella riportata sulla marca. In ogni caso difficilmente te la controlleranno (sarebbe assurdo andare a cercare nel passaporto di tutti i passeggeri da controllare dov'è quella di quell'anno, si farebbero file di ore). In più, essendo una tassa italiana, se fai scalo in un paese europeo, di certo non te la controllano lì ;-)

paola83
14-09-2009, 18:38:34
il mio dovrebbe essere un volo diretto malpensa-jamaica .

Quindi anche secondo te non scade dopo un anno di emissione, ma dopo un anno dall'annullamento, giusto?

alfa7374
14-09-2009, 18:39:25
Si, esatto.
Se proprio vuoi essere tranquilla, fatti mettere il timbro con la data da un ufficio postale o in un commissariato o in questura. Oppure direttamente al controllo passaporti in aeroporto. ;)

BEA
15-09-2009, 10:01:07
io ho chiesto in questura: mi hanno assicurato che la data valida è quella dell'annullo, non della stampa

già è una gabella che esiste solo in italia, se oltretutto le marche "scadessero" prima dell'uso, sarebbe da denuncia

paola83
15-09-2009, 10:31:42
Perfetto! grazie mille
Quindi mi sa che la tengo ancora nel portafoglio da usare "in caso di richiesta" :005:

giorgia74
15-09-2009, 22:14:53
io ho chiesto in questura: mi hanno assicurato che la data valida è quella dell'annullo, non della stampa

già è una gabella che esiste solo in italia, se oltretutto le marche "scadessero" prima dell'uso, sarebbe da denuncia

Esattamente così :077: .

CGF
25-10-2009, 11:22:22
Avvertenze valide per il rilascio/rinnovo di tutti i documenti di espatrio


Il contrassegno telematico(Concessioni Governative) vale 365 giorni dalla data del rilascio del passaporto. Per gli anni successivi la scadenza del cotrassegno fa riferimento alla data dell'emissione del passaporto. (esempio: passaporto rilasciato il 10 aprile 2000, scadenza marca 9 aprile 2001).
Il contrassegno sul passaporto deve essere apposto soltanto in caso di partenza. Inoltre, alla luce della nuova disciplina della tassa annuale del passaporto (legge 21 novembre 2000 n. 342), per evitare disagi o controversie al momento dei previsti controlli di polizia ai valichi di frontiera, all'atto della richiesta di rilascio o di rinnovo del passaporto, l'interessato verrà informato, tramite una specifica annotazione sull'apposito modulo, che la tassa annuale non è più prevista per l'espatrio verso i Paesi dell'Unione Europea (Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria).
All'atto della domanda di rilascio del passaporto occorre allegare 2 foto di cui una autenticata. Le fotografie dei richiedenti che si presentano personalmente possono essere legalizzate, con un documento di riconoscimento valido, anche presso gli uffici competenti per il rilascio del passaporto. In caso il richiedente non presenti la documentazione personalmente, ma deleghi altre persone, la fotografia deve essere autenticata dal notaio o dall'ufficiale di anagrafe. Nel caso in cui si richieda il rilascio del passaporto per minori, del certificato di espatrio o l'iscrizione dei minori sul passaporto dei genitori, è necessaria la presenza del minore per la legalizzazione delle fotografie e le fotografie già legalizzate da un P.U.
I modelli vanno compilati in ogni loro parte e sono disponibili presso i seguenti uffici: questura, commissariati di P.S., stazioni carabinieri, comuni.
False dichiarazioni eventualmente rese saranno punite ai sensi di legge.
Il richiedente può delegare un maggiorenne alla consegna della richiesta e/o al ritiro del passaporto purché: a) ne indichi espressamente le generalità nella parte "annotazioni" b) le fotografie, laddove richieste siano già state legalizzate e la firma laddove richiesta, sia apposta davanti ad un P.U. e l'istanza sia accompagnata dalla fotocopia di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.
Per effetto del D.P.R. n.445/2000, Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, le richieste di passaporto, lasciapassare per i minori di 15 anni e fogli notizie per passaporti collettivi contenenti dichiarazioni sostitutive non devono essere autenticate se presentate o inviate unitamente a fotocopia di documento di riconoscimento valido. Si ricorda che nel caso il richiedente non presenti la documentazione personalmente, ma deleghi altre persone, la fotografia deve essere autenticata dal notaio o dall'ufficiale dell'anagrafe.
Si raccomanda di non piegare e non forare in alcun modo l'ultima pagina di copertina del passaporto in quanto si potrebbe danneggiare il microchip in essa contenuto rendendo inservibile il documento.
fonte http://poliziadistato.it/articolo/190-Avvertenze

metterla o non metterla..??!!???
Tre anni fa a linate da Amsterdam, volo precedente Manila->Amstrdam ci ha fermato la guardia di finanza,controllato le valigie, bagaglio a mano e.... passaporti visto che provenivamo da una località extra-CEE. Io ero in regola con le marche, mia moglie no, ne mancavano alcune. Erano pronti a fare un verbale di 7/8cento euri!! si è salvata perché ha anche la cittadinanza argentina e si era presa dietro anche il passaporto argentino (rifatto otto mesi prima) quindi poteva essere verosimile che lei fosse uscita con l'altro (anche le altre volte, considerato che lo ha sempre appresso).
Ho sentito altri casi di chi ha trovato chi gli ha fatto la multa, non al check-in, al controllo passaporti, polizia di frontiera.
Al check-in frega nulla della marca, del passaporto controllano solo se è in corso di validità ed abbia anche i tre/sei mesi di validità prima della scadenza quando questi sono richiesti. In molti paesi le compagnie aeree sono costrette a reimbarcare immediatamente il passeggero e pagare multe salate se i passeggeri non sono in regola.

ma chi penserebbe mai che a Linate ti fermino per controllare il passaporto?

fate vobis

p.s. le marche sono equiparate al denaro contante, non hanno scadenza, al massimo vanno fuori corso come le banconote, ma questo succede dopo lustri.
Fino a 2 anni fa valevano ancora quelle in lire, Visco e l'amico che afferma che è bello pagare le tasse le hanno bandite.