PDA

Visualizza Versione Completa :

come far venire le gocce separate?



valya
03-06-2008, 21:24:57
vorrei riuscire a fare le foto con le gocce separate ... fotografo una fontana, il getto d'aqua mi viene continuo .. invece vorrei si vedessero le gocce ...
sapete aiutarmi?

valya
03-06-2008, 21:30:18
tipo così
http://www.flickr.com/photos/gsperanza_ ... 093968308/ (http://www.flickr.com/photos/gsperanza_photo/2093968308/)

http://www.flickr.com/photos/prof3275/1525825883/

http://www.flickr.com/photos/11253716@N05/1453651995/

alfa7374
03-06-2008, 21:52:04
Immagino che bisogna utilizzare dei tempi di apertura molto molto veloci.
Faccio una ricerchina per vedere se trovo qualcosa di più tecnico. ;)

valya
03-06-2008, 21:54:32
gli ISO c'entrano qlcsa?

alfa7374
03-06-2008, 21:55:12
Leggi un po' qui:
http://fotografia.pastrugni.com/articol ... goccia.php (http://fotografia.pastrugni.com/articoli/kumy/goccia.php)

alfa7374
03-06-2008, 21:59:25
gli ISO c'entrano qlcsa?Gli ISO sono legati alla sensibilità della pellicola o del sensore digitale.
Cioè meno ISO hanno, maggiore tempo di esposizione richiedono.
Quindi bisogna combinare bene tempi di esposizione (cioè l'apertura del diaframma con la sensibilità della pellicola o sensore).
Ma nel caso delle gocce penso sia più importante l'apertura del diaframma.

BIGLEBOWSKY
03-06-2008, 22:13:03
Leggi un po' qui:
http://fotografia.pastrugni.com/articol ... goccia.php (http://fotografia.pastrugni.com/articoli/kumy/goccia.php)


Molto molto interessante. :002:

valya
03-06-2008, 22:16:01
grazie!!!

valya
03-06-2008, 22:48:20
il mio massimo per ora è stato questo
http://farm4.static.flickr.com/3028/2549229294_1fd8103ecc.jpg

ma a c..o !

l'altra sera ho provato ma zero...

http://farm4.static.flickr.com/3170/2543943127_7c4e01fa6d.jpg

BIGLEBOWSKY
03-06-2008, 23:00:43
Vale considera che le tue sono fatte anche ad una certa distanza. Quelle che hai linkate erano tutte da vicino. Comunqua la prima è niente male ;)

valya
03-06-2008, 23:58:20
ho visto foto di fontane col getto diviso in gocce .. è proprio ql che vorrei fare io ... ma com'è difficile!

silviaf26
04-06-2008, 09:32:29
io credo sia questione di tempi otturatore molto brevi (quella in notturna quindi credo sia difficile da ottenere a meno che tu non abbia una pellicola particolarmente sensibile).
Mentre più lasci aperto il diaframma e più hai l'effetto "flusso".
Dovrebbe essere così... penso.

tixcla
04-06-2008, 09:33:07
usa photoshop, fai prima :002: :002: :002:

silviaf26
04-06-2008, 09:39:17
anche qui puoi trovare info interessanti http://www.reflex.it/ (nella sezione "tecnica - teoria consigli veloci)

BIGLEBOWSKY
04-06-2008, 09:41:55
Infatti per fare foto come questa

http://farm2.static.flickr.com/1207/126 ... 57.jpg?v=0 (http://farm2.static.flickr.com/1207/1268588327_dfbdf7f157.jpg?v=0)

Ovvera la scia che lascia la luna mentre sorge, bisogna lasciare aperto il diaframma per parecchie ore, in modo che possa catturare tutto il "flusso"

tixcla
04-06-2008, 10:26:37
Infatti per fare foto come questa

http://farm2.static.flickr.com/1207/126 ... 57.jpg?v=0 (http://farm2.static.flickr.com/1207/1268588327_dfbdf7f157.jpg?v=0)

Ovvera la scia che lascia la luna mentre sorge, bisogna lasciare aperto il diaframma per parecchie ore, in modo che possa catturare tutto il "flusso"

ammazz che respirone :?D?: :?D?: :?D?:

BIGLEBOWSKY
04-06-2008, 11:55:13
Ammazz che pir..... :?D?: :?D?: :?D?: :?D?:

ramonvr
04-06-2008, 19:17:00
usa photoshop, fai prima :002: :002: :002:

:027:

valya
04-06-2008, 19:34:14
grazie a tutti (sì pure a tixcla ;-) )

Kamar
04-06-2008, 20:24:22
ho visto foto di fontane col getto diviso in gocce .. è proprio ql che vorrei fare io ... ma com'è difficile!
Non e' difficle, serve solo un po' di pazienza.
Che macchia fotografica usi ?

Qualche mia gocciolina

:002:

http://www.pctunerup.com/up/results/_200806/th_20080604203300_DSC_3736copy.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_200806/20080604203300_DSC_3736copy.jpg)

http://www.pctunerup.com/up/results/_200806/th_20080604203339_DSC_3856copy.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_200806/20080604203339_DSC_3856copy.jpg)

http://www.pctunerup.com/up/results/_200806/th_20080604203403_DSC_3825copy.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_200806/20080604203403_DSC_3825copy.jpg)

Kamar
04-06-2008, 20:30:24
Oppure cosi :002:

http://www.pctunerup.com/up/results/_200806/th_20080604203104_DSC_0397copy.jpg (http://www.pctunerup.com/up/image.php?src=_200806/20080604203104_DSC_0397copy.jpg)

valya
04-06-2008, 20:50:34
belle kamar! io con una compatta digitale faccio ql che posso ;-)
ma avendola appena cambiata sono in fase di studio ...

Kamar
04-06-2008, 21:02:33
Beh, con la compatta, piu' di tanto per le goccie, purtroppo non si puo' fare :(

Pero', le foto a fontane, non dovresti avere problemi a farle, usa tempi bassi che congelano il movimento ;)

valya
04-06-2008, 21:11:19
hai visto la mia foto fatta a cordoba all'alcazares? è il risult migliore per ora..

Kamar
05-06-2008, 10:50:00
Guarda che non e' mica male la tua foto e considerando che e' fatta con una compatta, direi che va bene ;)

Non ti scoraggiare, ci vuole tempo e pazienza, sapessi quante volte ho litigato di brutto con il mio obiettivo macro e quante foto buttate ;)

BIGLEBOWSKY
05-06-2008, 12:09:21
Allora metto l'anima in pace anch'io. Se non mi costa un capitale ad Hong Kong vorrei comprarmi una reflex o una bridge per iniziare a fare foto un pò più serie. :002:

tixcla
05-06-2008, 12:42:09
la speranza è l'ultima a morire, eh, Big ? :027: :027: :027:

Daiana
05-06-2008, 16:36:04
Strano che nessuno ha risposto...col contagocce! :027:

valya
05-06-2008, 17:15:54
... inequivocabile sintomo di Ramonite ...
finiremo tutti in quarantena!

Kamar
05-06-2008, 18:07:56
Allora metto l'anima in pace anch'io. Se non mi costa un capitale ad Hong Kong vorrei comprarmi una reflex o una bridge per iniziare a fare foto un pò più serie. :002:
Occhio alle tasse doganali poi :)

Kamar
05-06-2008, 18:08:48
Strano che nessuno ha risposto...col contagocce! :027:
Quarantena prima del nuovo lavoro, we', mica puoi presentarti con la ramonie acuta :002:

ramonvr
05-06-2008, 19:15:51
Strano che nessuno ha risposto...col contagocce! :027:

:027: :027: :027:

secco
23-06-2008, 09:15:34
vale ho letto solo ora... hai risolto?

comunque devi utilizzare dei tempi veloci
1/2000 - 1/5000 sec prova dipende tutto dalla lce
la sera è più difficile perchè per poter utilizzare i tempi così alti occorrerrebbe una sensibilità molto elevata quindi o usi il flash o la sera lascia perdere

se nella tua compatta non puoi impostare in semimanuale con priorità di tempi prova ad utilizzare la funziona preimpostata "SPORT" (dovrebbero averla tutte la macchine", in automatico utilizza tempi molto alti
ciao

valya
23-06-2008, 09:43:12
grazie mille ... farò altri tentativi !

Phormula
24-06-2010, 22:22:17
grazie mille ... farò altri tentativi !

Fammi sapere se ci sei riuscita, altrimenti ti do qualche dritta. :077:

Xela
26-06-2010, 11:27:45
Luca, le dritte sono ben accette...

a me interesserebbero, se hai voglia di dare qualche consiglio :)

Phormula
26-06-2010, 17:24:33
Come non accontentare la mia sorellina... :002:

Premesso che si possono scattare fantastiche foto dell'acqua anche utilizzando la modalità totalmente automatica, per ottenere effetti creativi è necessario intervenire sui settaggi della macchina.

Il primo effetto è quello di voler congelare le gocce d'acqua. La tattica è la stessa che si deve usare quando si deve fotografare un oggetto che si muove senza che venga mosso, bisgona utilizzare un tempo di scatto molto breve. In altre parole l'otturatore della macchina fotografica lascerà entrare la luce sul sensore per un tempo brevissimo, durante il quale il soggetto (le gocce d'acqua) si sarà mosso poco e quindi apparirà nitido. Nel caso delle gocce d'acqua, che si muovono molto velocemente, questo vuol dire 1/250 o ancora meglio 1/500 o 1/1000, cioè un duecentocinquantesimo, un cinquecentesimo e un millesimo. Con un po' di allenamento nel "cogliere l'attimo" si possono scattare (queste due immagini sono di Gran Canaria) foto interessanti.

Onde sugli scogli a Puerto de las Nieves
[attachment=2:k8jc8oyu]ScrSvr1166.JPG[/attachment:k8jc8oyu]

Bagnanti a Playa de los Amadores
[attachment=1:k8jc8oyu]ScrSvr1135.JPG[/attachment:k8jc8oyu]

Ovviamente in una foto come la seconda, oltre al tempo breve per congelare il movimento dell'acqua prima che cadesse sulla schiena della ragazza e ... scusate ma non ho fotografato il resto della scena. Dicevo che oltre al tempo breve, è importante scattare nel momento giusto, perchè basta una frazione di secondo di anticipo o di ritardo e la foto perde il suo significato. Fotografando l'acqua che scende da una fontana invece si è più fortunati, perchè è un getto continuo.

Inoltre, poichè per congelare il movimento il tempo di esposizione è breve, questa tattica funziona solo quando c'è poca luce. Inutile provarci in una foto al crepuscolo, non c'è abbastanza luce per consentire alla macchina di scattare così in fretta. Si può tentare di aumentare la sensibilità ISO, ma è meglio non farlo perchè più si sale con gli ISO e più aumenta il rumore, quindi diminuisce la qualità dell'immagine. Su una macchina fotografica tascabile sconsiglio di salire oltre i 400 ISO se non è assolutamente necessario. Se il soggetto è molto vicino si può tentare di bloccare il movimento usando il flash, perchè il lampo del flash è molto breve, dura un millesimo di secondo o anche meno e quindi illumina il soggetto solo per questo tempo. Ovviamente è inutile pensare di illuminare con il flash una spiaggia di notte, è una tattica che va bene per soggetti piccoli e vicini, come una fontana non tanto grande.

Come si fa in pratica? se la macchina fotografica è di tipo evoluto, consente di impostare tempi brevi utilizzando una funzione chiamata "priorità dei tempi" e contrassegnata con S o Tv. Si sceglie il tempo e la macchina aggiusta il resto. Sulle macchine meno evolute che funzionano solo in automatico si può tentare di aggirare il problema utilizzando la modalità "azione" o "sport", che è appunto pensata per i soggetti che si muovono.

C'è invece l'effetto opposto, quello di esaltare il movimento, utilizzando tempi lunghi, da 1/8 di secondo in su, fino anche a 30 secondi. Più il tempo è lungo e più il movimento dell'acqua si annulla e questa appare come seta. E' un effetto molto suggestivo, soprattutto se applicato ad una cascata, ma anche nei paesaggi ha un suo fascino, ad esempio in questa foto di Zurigo.

[attachment=2:k8jc8oyu]ScrSvr1166.JPG[/attachment:k8jc8oyu]

In questo caso potrebbe non essere possibile scattare la foto se c'è tanta luce, perchè la macchina non riesce ad impostare un tempo sufficientemente lungo da annullare il movimento dell'acqua. Inoltre con questi tempi non si può scattare a mano libera, è molto difficile tenere la macchina perfettamente immobile per tempi più lunghi di 1/30 o 1/60 di secondo. Bisogna usare un cavalletto, anche di quelli piccolini, oppure appoggiare la macchina ad un muretto, alla mensola di un ponte... io uso un piccolo cavalletto tascabile e poi mi appoggio dove trovo una superficie, per questa foto ho usato il parapetto del ponte.

Anche in questo caso la tattica è usare la modalità tempi, e impostare un tempo lungo, esattamente l'opposto del caso precedente. Se la macchina non la prevede, si può utilizzare la modalità "foto notturne", disabilitando però il flash.

Xela
26-06-2010, 17:59:16
Luca, ho stampato i tuoi consigli... le foto con l'acqua che scorre "effetto seta" mi piacciono da sempre, cercherò di provare a farne qualcuna. C'è un ruscello, vicino casa dei miei, che, immagino soggetto ideale! Avevo già tentato di ottenere un effetto del genere, ma non ero riuscita.

mo' ci riprovo! :077:

reietto
27-06-2010, 08:24:12
Complimenti sono molto belle. ;)
Se posso chiedertelo che tipo di macchina hai e se reflex che lente o lenti hai?

Un paio delle mie.

http://farm5.static.flickr.com/4045/4638814008_5402630a98.jpg

http://farm5.static.flickr.com/4006/4638204783_8fe05dbc67.jpg

Phormula
27-06-2010, 11:57:12
Grazie, anche le tue lo sono. :077:

Elencare la mia attrezzatura sarebbe un po' lungo. Ho una serie di macchine fotografiche, da una compatta da 200 Euro che mi segue nei viaggi di lavoro e la settimana prossima sarà a Brussels a una reflex semiprofessionale, passando per un paio di compatte più evolute, una reflex amatoriale e una reflex a pellicola alla quale sono troppo affezionato per disfarmene e nella quale faccio passare ancora qualche rullino di bianco e nero ogni tanto. Anche il mio parco ottiche è frutto di una evoluzione durata venticinque anni, ho qualche zoom e un po' di ottiche fisse, che coprono più o meno tutte le occasioni che mi servono. Alcune cose le ho comprate usate a prezzi ridicoli, ad esempio ho un 400 mm a fuoco manuale Sigma che ho pagato 30 Euro sul banco di un mercatino, ma era tenuto bene e funziona benissimo, ha solo un po' di aberrazione cromatica come tutte le lenti di una volta, ma la si può correggere facilmente in post-produzione.
Poi scelgo cosa prendere in base a dove vado, quali opportunità fotografiche mi aspetto di trovare, quanto tempo avrò per fotografare, quanto leggero voglio viaggiare e via di seguito.

ALE-LEO
27-06-2010, 12:54:49
complimenti ad entrambi per la belle foto.
molto interessante questa discussione :077:

Sailing
02-07-2010, 08:03:43
Ciao, mi sono imbattuto per caso in questa discussione e vorrei aggiungere un paio di cose se qualcuno è interessato ad avvicinarsi a quella cosa meravigliosa che è la fotografia di natura. per creare l'effetto seta dell'acqua esistono anche dei filtri oscuranti: è ovvio che se per fare le gocce separate occorrono tempi velocissimi (direi che il risultato non è soddisfacente se si sta sotto al millesimo di secondo: non sono d'accordo con chi parla di un 1/250 o 1/500, il risultato non è soddisfacente) per l'effetto seta al contrario occorrono tempi bassi. Dunque si pone il problema contrario: se per la separazione a volte la luce non è sufficiente, per l'effetto seta a volte la luce è troppa anche a 100 Asa. Direi che per avere un buon effetto occorrono almeno un paio di secondi di scatto, dunque è indispensabile naturalmente il cavalletto, che la natura circostante non sia in movimento (niente persone, niente animali, niente vento forte che scuote gli alberi, a meno che non si cerchino altri effetti). Applicare un filtro oscurante può anche aiutare: non è un filtro che altera colori o altro, ma semplicemente toglie luce a tutta la scena, in modo da richiedere tempi più alti di scatto. Allego foto fatte recentemente per questo effetto. Nel primo caso la quantità d'acqua è poca e dunque l'effetto è quasi di trasparenza nella cascata. Nel secondo caso, l'effetto seta è stato trasferito anche nell'acqua corrente che si muove molto più lentamente. tempi di scatto 2 secondi nella prima, 2,5 secondi nella seconda, ovviamente con macchina su cavalletto.
L'oca al bagno, invece è stata fatta ad 1/1000: si vedono le goccie, ma secondo me si poteva fare meglio, con tempi più alti. Purtroppo in quella occasione la condizione di luce era pessima, ma serve se non altro come esempio. Buon divertimento!

Xela
02-07-2010, 11:48:41
oh, oh..ora mi vergogno a mostrare la mia prova di una foto di una fontana con le gocce separate

sarebbe questa:

http://i46.tinypic.com/2hft01z.jpg

Phormula
02-07-2010, 12:09:19
La guardo a casa, il server aziendale mi blocca i siti di hosting.

Nel frattempo, per spiegarmi meglio, mentre ero a Brussels ho pensato a voi e ho fatto tre scatti della stessa fontana in condizioni diverse.
lasciando perdere l'inquadratura penosa, volevo mostrare come cambiando il tempo di esposizione, cambia la resa del getto d'acqua.

la prima immagine è stata scattata con un tempo di esposizione brevissimo, un millesimo di secondo.
Questo ha permesso di bloccare il movimento e far venire le gocce separate.
[attachment=2:3jrjgddr]1000.JPG[/attachment:3jrjgddr]

La seconda immagine è stata scattata con un tempo 10 volte più lungo, un centesimo di secondo.
Si riesce ancora a bloccare un pochino di movimento, ma non si vedono più le gocce nitide come nella prima.
In una situazione del genere, con la luce che c'era in quel momento, se avessi lasciato fare alla macchina in automatico, probabilmente avrei ottenuto questo risultato, perchè la macchina avrebbe scelto un tempo di esposizione intorno a questo valore.
[attachment=1:3jrjgddr]100.JPG[/attachment:3jrjgddr]

La terza immagine è stata scattata con un tempo di un trentesimo di secondo. Avrei voluto usare un tempo ancora più lungo ma c'era troppa luce (avrei avuto bisogno di un filtro grigio neutro) e soprattutto non avendo il cavalletto, il rischio era di scattare una foto mossa. Con questo tempo lungo le gocce non sono più visibili ma l'insieme appare come un getto continuo.
[attachment=0:3jrjgddr]30.JPG[/attachment:3jrjgddr]

Vi ricordo che i nostri occhi sono come una macchina fotografica che scatta 18 immagini al secondo, infatti film e televisione creano l'illusione del movimento proiettando davanti ai nostri occhi 25 immagini ogni secondo. Non essendo in grado di riconoscere ciascuna immagine, il nostro cervello interpreta il susseguirsi rapido di immagini come movimento.

Xela
02-07-2010, 13:54:20
..e quindi Luca, se c'è troppa luce diventa difficile scattare rendendo l'idea del getto continuo, giusto?

ho provato infatti ad ottenere quell'effetto con la stessa fontana, ma se... aumentavo il tempo di apertura l'immagine diventava troppo sovraesposta (è giusto questo termine?)...

in serata vado a ripescare anche quella e la pubblico, così mi date una mano a capire meglio.
sono una di quelle che per comprendere bene deve provare e riprovare, ehhmmm

Phormula
02-07-2010, 13:59:12
Esatto, per scattare con l'effetto seta per una cascata o getto continuo per una fontana devi usare un tempo molto lungo. In una giornata molto soleggiata con una macchina fotografica compatta è difficile riuscire ad avere tempi più lunghi di un trentesimo, la foto diventa slavata (sovraesposta). Bisogna ridurre la quantità di luce che entra attraverso l'obiettivo e questo lo si fa anteponendo un filtro grigio neutro, che in pratica ha l'effetto che hanno gli occhiali da sole per i nostri occhi.

reietto
02-07-2010, 14:07:45
Complimenti Sailing. ;)

@Luca: ma con la reflex come faccio senza Filtro? Basta chiudere il diaframma di un paio di stop?

Phormula
02-07-2010, 14:17:37
In una giornata di sole, con un soggetto perfettamente illuminato, anche chiudendo al massimo il diaframma e impostando la sensibilità al valore più basso (80 o 100 ISO) difficilmente riesci a scendere sotto il trentesimo o il quindicesimo di secondo. Per fare le foto della prova ho dovuto cercare un angolo della fontana che fosse in ombra. Fortunatamente un fitro grigio neutro non costa tantissimo e anche il polarizzatore va bene per questo scopo.

Sailing
02-07-2010, 15:42:16
vedo che la discussione è decollata, peccato che manchi Valya, che era quella che si era posta la domanda un paio di anni fa e forse non ha ricevuto risposte esaurienti. Magari adesso fa foto con gocce congelatissime!
Beh, direi che phormula ha spiegato benissimo il problema. E' interessante notare, tanto per spingersi un pò oltre, che l'aspetto si estremizza quando la quantità d'acqua e la sua velocità aumenta. Phormula ha proposto delle foto con un piccolo getto d'acqua. I classici 1/30 di secondo o 1/800 di secondo non sono più sufficienti quando si ha una massa d'acqua enorme che si muove rapidamente, come nelle cascate. Allego delle foto per spiegarmi meglio. Peccato che le inquadrature non siano esattamente le stesse ma ho pescato dall'archivio foto non fatte per questo motivo. Notare come le foto fatte a 1/800 e 1/25 non diano l'effetto voluto.
Per creare l'effetto velo si deve ricorrere a tempi ben più lunghi, nella fattispecie 1 secondo o 2,5 secondi (per i tempi vedi nome foto). Per avere una idea del congelamento del movimento bisognerà ricorrere in questo caso a tempi oltre il 2 millesimo di secondo (purtroppo non ho un esempio)
Domanda per Phormula: a che filtro "grigio" ti riferisci? te lo chiedo perchè io ho 2 filtri oscuranti che mi abbassano fino a 8 stop la luce, ma sono tutt'altro che poco costosi! Un diametro 77 mi costa, se ricordo bene, 80 Euro! Il polarizzatore, per queste estremizzazioni, serve a ben poco. Hai visto mai che c'è in giro uno strumento a buon mercato per togliere la luce e io non lo so!

Phormula
02-07-2010, 15:57:47
Un filtro polarizzatore può essere usato come ND2 perchè si "mangia" circa 2 stop.
Alcune macchine fotografiche compatte hanno un filtro ND incorporato, ad esempio la mia Canon G10.
No, non costano tantissimo, un buon filtro ND8 passo 77mm dal mio fornitore abituale viene circa 40 Euro.

Le cascate sono un soggetto più delicato delle fontane, l'acqua si muove più rapidamente e in modo più irregolare, per avere l'effetto seta conviene puntare su almeno una decina di secondi di esposizione.

Sailing
02-07-2010, 16:04:32
Ah, ok, ho controllato, infatti lo avevo pagato 44 Euro ( ricordavo gli 80 Euro, ma era per due). Mi ha tratto in inganno l'espressione filtro grigio. Ovvio però che due stop contano poco o nulla se vuoi fotografare cascate, quando vuoi fare 3 secondi di scatto, infatti monto spesso 2 ND8 + il polarizzatore! Notte fonda nel mirino! ciao

Phormula
02-07-2010, 22:25:31
Ale, è venuta bene, direi :077: Mi lascia solo un pochino perplesso il campanile tagliato, io lo avrei o inquadrato del tutto o avrei preso la fontana con un taglio ancora più stretto.

Xela
02-07-2010, 22:36:16
hai ragione, Luca! vedi quante cose ci sono da imparare? ero così concentrata sulla fontana da non considerare il resto... :055:

posso solo dire che quella fontana è stata una prova riguardo il discorso gocce o acqua effetto seta

e questo sarebbe il flop dell'effetto seta

http://i45.tinypic.com/2chaj68.jpg

la fontana era in pieno sole, nel mezzo di una piccola piazzetta, ho provato ad usare un tempo più lungo, ma risultava sovaesposta. però ho capito bene come fare, ora si tratta di fare un o' di prove.

e sono contenta perchp almeno ho capito come impostar ei tempi grazie a voi!!

Phormula
02-07-2010, 22:40:05
Ecco, così è inquadrata perfetta. No, non credo che saresti riuscita ad avere l'effetto seta con una fontana così, anche usando un cavalletto ed un filtro neutro per avere un tempo lungo il getto dell'acqua è troppo irregolare. L'effetto seta viene bene con le cascate e i ruscelli o con il mare e i laghi, che diventano lisci come l'olio, ma non sempre viene bene con le fontane.

reietto
03-07-2010, 09:25:57
Prendendo ad esempio la foto di Xela e visto che lo sfondo non ci interessa, non sarebbe stato più opportuno aprire il diaframma per ottenere uno sfocato dietro conferendo più importanza alla fontana?

Phormula
03-07-2010, 09:40:45
Giusto, ma in una situazione del genere serviva un obiettivo con una apertura massima molto ampia, più dello zoom standard che ha usato Xela.

A voler "temperar le supposte", spostandosi leggermente a sinistra, in modo da avere la fontana illuminata sullo sfondo scuro della chiesa e sfocando lo sfondo, si sarebbe avuta la foto perfetta, ma è molto bella anche così. :077:

valya
03-07-2010, 11:40:25
Prendendo ad esempio la foto di Xela e visto che lo sfondo non ci interessa, non sarebbe stato più opportuno aprire il diaframma per ottenere uno sfocato dietro conferendo più importanza alla fontana?

per qs basta photoshop! in 2 secondi! :025:

Xela
03-07-2010, 11:48:05
praticamente, visto che sto imparando ad usare la reflex che obiettivo sarebbe stato indispensabile per sfuocare la parte posteriore?

reietto
03-07-2010, 12:31:35
@Vale: la differenza si vede.

@Ale: credo di aver capito che serva un obiettivo con f/2 o anche meno. In genere questi costano parecchio.

valya
03-07-2010, 13:03:34
@Vale: la differenza si vede.

ovvio, era una battuta ;-)

Phormula
03-07-2010, 13:07:43
praticamente, visto che sto imparando ad usare la reflex che obiettivo sarebbe stato indispensabile per sfuocare la parte posteriore?

Serve un obiettivo molto luminoso, con una apertura massima di 2.8 o ancora meno. Utilizzandolo all'apertura massima, un obiettivo di questo tipo ti permette di mettere a fuoco selettivamente una porzione dell'immagine, lasciando sfocato lo sfondo. Infatti gli obiettivi a grande apertura si usano per le foto di ritratto, facendo risaltare il primo piano del viso sullo sfondo.

Con la tua reflex, sei messa male, perchè gli unici obiettivi a grande apertura che puoi utilizzare sono molto costosi, da 1000 Euro in su. L'unico a prezzo umano è il 35mm 1.8, che ha una apertura massima di 1.8 (numero più basso = apertura più grande). Alla massima apertura, un obiettivo di questo tipo lascia entrare quattro volte più luce di un tipico zoom economico.

Si può sfocare selettivamente una immagine con un programma di fotoritocco, ma per farlo in maniera professionale, che non si capisca subito il tarocco, occorre tanto tempo e tanta pazienza, oltre che la conoscenza del programma.

Xela
03-07-2010, 14:48:41
Grazie Luca! per ora mi accontento di "lavorare" con quello che ho, ma ero curiosa di sapere cosa servisse...

e no, niente fotoritocco per me, non mi piace ritoccare le immagini, anche se meno belle, preferisco le foto naturali come sono e come sono riuscite a me! :055: