PDA

Visualizza Versione Completa :

Siamo i ragazzi di oggi.....



Kamar
16-05-2008, 09:36:52
Sembra il titolo della vecchia canzone di Ramazzoti ma.......siamo i ragazzi di oggi....ma come sono i ragazzi di oggi ???

Sono sconvolta dai fatti che stanno accadendo ripetutamente, tipo il ragazzo ammazzato di botte, la ragazzina uccisa da 14enni.......

Cosa pensate di tutto questo ? colpa della societa' ? dei genitori ? colpa del progresso che ha fatto perdere i valori della vita ?

Ricky
16-05-2008, 10:53:41
Perdita dei valori, senza dubbio.
Mi spingo oltre: non c'è più alcun valore se non il denaro.
La voglia di fare, di impegnarsi e di metterci del proprio è scomparsa.l

kamala
16-05-2008, 12:11:39
il problema secondo me è che viviamo in una società narcisista in cui conta solo il successo, tra l'altro dato dalla quantità di denaro posseduto, e l'apparenza.....se poi penso che la cultura e la società siamo noi e rivolgo l'indagine alla questione famiglia, allora, di cuore, mi viene da dire che, forse, qualche calcio in più nel c..o questi "giovani d'oggi" se lo meritano...
vedo e sento sempre più genitori inermi di fronte alla maleducazione dei figli, sai quanti mi hanno risposto " e che gli posso fare", "ma tanto se lo vuole fare lo fa lo stesso" ecc...
permessivismo, arrendevolezza e passività, questo è quello che un pò caratterizza anche "i genitori d'oggi"...
io ho detestato mio padre non sai quante volte ma oggi lo ringrazio perchè grazie alla sua fermezza, al suo rigore mi ha aiutato ad essere quella che sono..
ho fatto alcune cose di nascosto perchè è vero se vuoi fare qualcosa la fai, ma non ho mai toccato nemmeno lontanamente la maleducazione e il vandalismo che vedo essere caratteristica della nuova generazione.
quindi la colpa è di un pò tutte le cose che hai citato Kamar...l'analisi sociologica è articolata e complessa.....il mio è stato un "piccolo" sfogo perchè ciò che vedo e sento spesso mi fa venire i brividi....

BIGLEBOWSKY
16-05-2008, 12:55:09
io ho detestato mio padre non sai quante volte ma oggi lo ringrazio perchè grazie alla sua fermezza, al suo rigore mi ha aiutato ad essere quella che sono..

Quanto hai ragione cara Kamala. E comunque le piccole trasgressioni che ci permettavamo (parlo per i 30enni di oggi) erano innocenti e le facevamo consci del fatto che esisteva un limite. Che mai e poi mai avremmo superato non solo perchè non ci era permesso ma sopratutto perchè in cuor nostro sapevamo che era sbagliato.

Lo spingerci un pò più in la dal limite imposto dai miei genitori, era già di per se prendersi quella libertà che non avevo (ma che in cuor mio sapevo che era già prevista dai miei)

Questo gioco del "non si può ma mi fido di te", "non deludermi"
era stimolante, tenero e allo stesso tempo educativo.

Scusate anche me per lo sfogo e per la malinconia del mio scritto :(

silviaf26
16-05-2008, 13:18:49
si stava meglio quando si stava peggio
e guarda come si vestono
e guarda come si truccano
ai miei tempi si usava la cinghia
ai miei tempi non si avevano tanti "grilli" per la testa
eh, non è più come una volta
ai miei tempi non mi sognavo neppure di rispondere così
io già lavoravo e avevo famiglia alla tua età
alla tua età avevo più sale in zucca
non potevo mica andare in giro così
....

le critiche ai giovani di oggi e a quelli di ieri a me sembrano sempre le stesse, e se invece dei valori mancassero i buoni esempi?

chiara292
16-05-2008, 13:23:08
Non so dare una risposta precisa, ma mi guardo intorno e vedo ragazzi di 10 anni meno di me e rimango così :013: :013: :013: :013: :013:
Possono cambiare le cose in così poco tempo? :016:

poochie76
16-05-2008, 13:24:36
Il problema è che i genitori di ieri avevano un modello molto forte da seguire: I GENITORI con la G maiuscola.
Troppo duri, sì, ma efficaci.
Così i figli crescendo si sono ripromessi di non essere come i loro genitori.
Quindi oggi abbiamo la categoria GENITORI AMICI.
Troppo amici e poco genitori.
Da un estremo all'altro, non trovate?

BIGLEBOWSKY
16-05-2008, 13:37:11
Concordo perfettamente!

Ogni generazione ha concesso ai propri figli sempre qualcosa in più di quello che aveva ricevuto o che avrebbe voluto ricevere.

E queste sono le conseguenze. NO MORE LIMITS :015:

ramonvr
16-05-2008, 13:44:44
Sarebbe un discorso lunghissimo :021:

Una volta le cose le meritavi, oggi le vuoi a tutti i costi :015:
C'era piu' rispetto per quelli piu' grandi di te, ma era gia' dall'educazione e dalla societa', oggi esiste una strafottenza incredibile.
Se sbagliavi ti prendevi due sberle, ti chiudevi in camera senza cena e domani un altro giorno, oggi, se lo fai, i figli ti denunciano e perdi pure la causa :015:

E batto sempre li, troppa tecnologia, troppa troppa troppa, troppi cellulari, pc solo per giocare e rincoglionirsi.......etc...etc....

cohibia
16-05-2008, 14:05:58
io credo che sia un insieme di cose che ha citato Kamar..ormai i genitori sono sempre più impegnati e per sentirsi meno in colpa permettono tutto...io sono giovane e fino a pochi anni fa ero anch'io un'adolescente ma non mi sognavo nemmeno lontanamente di (per fare un esempio)mandare a quel paese un professore o a spogliarmi a scuola...e ne ho combinate anch'io ma ero molto più nei limiti....
La cosa che più mi sciocca è:i genitori di questi ragazzi hanno diciamo un'età media di 40 anni(più o meno)che hanno quindi ricevuto un'educazione normale fatta di rispetto per scuola,famiglia,società quindi mi chiedo come cavolo fanno ad avere dei figli così?lo dico perchè ho un fratello di quest'età che viene da una famiglia dove si è sempre insegnato rispetto,dialogo,collaborazione ecc...e facendo due conti la generazione dei genitori d'oggi è questa...
comunque sono d'accorso con ciò che avete scritto in particolare nell'ultimo post di ramon...
per fare un esempio...se volevo i jeans da 300€ mia mamma diceva risparmia la paghetta e te li compri..ora aprono il portafoglio e via...(grazie a dio i jeans da 300€non li ho mai voluti :002: )

barrbara
16-05-2008, 17:17:27
Non so dare una risposta precisa, ma mi guardo intorno e vedo ragazzi di 10 anni meno di me e rimango così :013: :013: :013: :013: :013:
Possono cambiare le cose in così poco tempo? :016:
Succede anche a me. :)

Ho due cugini adolescenti, di dieci anni più giovini di me e il loro problema, ma credo che si possa tranquillamente generalizzare, è che hanno tutto, troppo e subito! :015:

secco
16-05-2008, 17:22:07
Mi spingo oltre: non c'è più alcun valore se non il denaro.




Una volta le cose le meritavi, oggi le vuoi a tutti i costi


approvo in pieno

ginevra
16-05-2008, 19:12:23
vi quoto tutti

a volte guardo con molta tristezza i giovani di oggi, ma per fortuna ancora qualcuno si salva
facendo ripetizioni sono spesso a contatto con gli adolescenti e sorrido di cuore quando ne trovo ancora alcuni che si comportano come "facevamo noi".
Però noto che tanto dipende dai genitori...la società influisce fino ad un certo punto. Certo non esiste il genitore perfetto!
però il troppo permessivismo che dilaga porta tanti giovani, e purtroppo spesso anche tanti bambini, all'arroganza e al pretendere senza "dare nulla in cambio".
Ai miei tempi se venivi bocciato, il motorino te lo potevi dimenticare...ora no. (giusto per fare un esempio).
Ho sentito genitori appellare le maestre in maniera ben poco civile solo perché avevano osato dare una nota al loro bambino...in fondo è solo un bambino vivace!!
Io se prendevo una nota...le conseguenze me le ricordavo molto a lungo!
Il discorso sarebbe lunghissimo...

buzzina75
16-05-2008, 22:05:03
Che i giovanissimi d'oggi siano molto differenti da come ero io alla loro età è un dato di fatto.
Penso che i ragazzini del 2008 siano molto più svegli, sappiano tante più cose grazie anche all'utilizzo di internet di quante ne potevo sapere io.
Io all'età di 14 anni non uscivo mai la sera, solo al pomeriggio (nel vialetto vicino a casa!) ed ero un po' più rimbambitella.
Ma col senno di poi mi rendo conto che tutto ciò non era un male, anzi forse io ero più "genuina".
Spesso vedo in giro ragazzini che sputano per terra (come se fosse una cosa normalissima), si vestono con pantaloni a vita e cavallo bassissimi, dicono serie di parolacce impronunciabili.... allora mi chiedo: sono questi i giovani del futuro? :-?
Non nego che a volte dico "Se avessi un figlio così lo chiuderei in casa!".
Allora penso che le colpe sono delle famiglie: i genitori (e lo noto già alla scuola materna) non hanno più polso coi figli, anzi spesso sono in balia di questi .... sembra che i genitori stessi abbiano perso i valori, purtroppo.
E poi danno sempre e comunque ragione ai propri figli! Questo mi fa arrabbiare più di tutto, perchè non capiscono che in questo modo il ragazzino non cresce, specie se sa di avere le "spalle coperte" da mamma e papà.
Secondo me i ragazzi fanno e ottengono tutto quello che vogliono....
I genitori spesso cercano con beni materiali di colmare il poco tempo che trascorrono coi figli.
Anch'io devo ringraziare mio papà (che adoro :022: ma che anni fa mi sembrava un po' troppo rigido! ) che mi ha insegnato che nella vita bisogna meritare le cose, non per forza ottenerle senza dare nulla in cambio.

valya
18-05-2008, 21:38:06
vi quoto tutti :-)
io mi guardo in giro mi sento lontanissima da loro...
li guardo e mi viene solo da scrollare la testa...
e dico sempre "io non ero come loro a quell'età"

per il discorso genitori...
1) manca il modello di famiglia unita , con genitori felici ... ai nostri tempi era la normallità avere genitori insieme, ora la maggioranza ha famiglie separate
2)i genitori ora difendono sempre i figli, lo vedo anche nel lavoro di mio marito (professore di matematica) ... ai miei tempi il professore parlava e genitori erano dalla parte del docente...ora vanno contro i prof, li denunciano, difendono a spada tratta i figli anche se fanno le peggio cose ...
3) gliele danno vinte senza insegnare che le cose si ottengono (SE si ottengono) solo se si meritano

Daiana
19-05-2008, 01:47:17
Faccio la voce fuori dal coro, ma non me la sento di generalizzare così.
Io di esempi di giovani in gamba ne vedo tantissimi, gente che studia, che fa sport, che fa volontariato, che si diverte senza eccessi, che fa qualche caxxata tipica dell'età ma che poi vi sa porre rimedio.

Tra i trenta/quarentenni di oggi ci sono le maggiori percentuali di eroinomani e cocainomani, ma non è quello a cui penso se devo descrivere quella generazione.

Non voglio negare i problemi dei giovani, che sicuramente ci sono, ma generalizzare è altrettanto sbagliato.

silviaf26
19-05-2008, 08:57:57
:077:

manumanu
19-05-2008, 11:12:37
si stava meglio quando si stava peggio
e guarda come si vestono
e guarda come si truccano
ai miei tempi si usava la cinghia
ai miei tempi non si avevano tanti "grilli" per la testa
eh, non è più come una volta
ai miei tempi non mi sognavo neppure di rispondere così
io già lavoravo e avevo famiglia alla tua età
alla tua età avevo più sale in zucca
non potevo mica andare in giro così
....

le critiche ai giovani di oggi e a quelli di ieri a me sembrano sempre le stesse, e se invece dei valori mancassero i buoni esempi?

quoto al 100%! Cosa sono i valori? Cose astratte, remote, lontane? I valori si ritrovano nei nostri comportamenti, piccoli e grandi, e chi, se non i genitori, in primo luogo, devono trasmetterli con il proprio esempio quotidiano? E' facile dire che è la società che è cambiata, bella forza, la società cambia sempre. Siamo noi, quali genitori, fratelli, cugini, nonni, amici, insegnanti (un pò meno, lo dico a favore degli insegnanti che sono incolpati a volte ingiustamente) a trasmettere con il nostro comportamento quotidiano i valori alle nuove generazioni.

E allora:
basta con le interminabili chiacchiere al telefonino in auto (con il figlio seduto dietro),
basta con il disprezzare il diverso, lo straniero,
basta con la tv accesa a tutte le ore (magari anche durante il pranzo),
basta con gli acquisti compulsivi (quello mi piace e me lo devo comprare, ora e subito)
basta lavorare 12 ore al giorno (e qui dico che gli straordinari non andrebbero detassati ma vietati!) e non avere tempo per una chiacchiera con tuo figlio o per portarlo in piscina (e ce lo porta la babysitter)
... basta così, la lista dei comportamenti sbagliati, per me, sarebbe molto lunga e noiosa. Dico solo che i valori sono cose concrete e se ci crediamo li attuiamo ogni giorno.

danibi
19-05-2008, 12:11:01
Questi si che sono discorsi propositivi.