PDA

Visualizza Versione Completa :

Perdonaci



Bill
02-04-2005, 10:45:58
Ricordo Te e Fidel.
L’hai ascoltato, a lungo. Senza affettate etichette diplomatiche l’hai ammonito duramente per quanto non condividevi del suo operato. Ma non hai mancato di ammonire coloro che, da oltre cinquant’anni, deliberatamente e con l’arroganza dei potenti, versano l’Isla nelle condizioni in cui si trova. Non ti hanno ascoltato.
Nessuno ti ha mai ascoltato, mai. Nemmeno quando piangevi per la sorte di centinaia di migliaia di persone minacciate dalle guerre più assurde.
Non ti ho mai ascoltato nemmeno io, nel mio piccolo, e ti chiedo scusa.

Ora tutto il mondo ti piange e ti rimpiange. Poi non farai più notizia, nemmeno tu.
Perdonaci.

matrellone
05-04-2005, 08:54:19
Scusa Bill, ma sinceramente non devo essere perdonato da nessuno nè tantomeno dal Papa, quindi perdonami sarebbe stato più giusto

trottola
05-04-2005, 09:36:32
Ma questo è un topic personale di Bill dove lui esprime il SUO pensiero.
Aprine uno TUO e di' quello che pensi.

matrellone
05-04-2005, 09:52:29
Ha usato il plurale :002:

trottola
05-04-2005, 10:08:17
Non fare lo stupido, che hai capito benissimo cosa ti volevo dire ;)

matrellone
05-04-2005, 10:18:53
:002: io sono stupido, sono in gran forma oggi :002:

trottola
05-04-2005, 10:23:59
:002: io sono stupido, sono in gran forma oggi :002:

Anch'io oggi mi sento molto scema, dai spostiamoci ed andiamo in Off Topic altrimenti Bill chiama Gervasio che ci costringe a fare il COST TO COST con lui :027: :027: :027:

Bill
12-04-2005, 21:58:10
Ciao Carol, non ti chiedo come stai perché se mi rispondessi sarebbe rivelato il Mistero dei Misteri, da che mondo è mondo, da che uomo è uomo.

Non ci crederesti mai!
Sul Tigi4 hanno appena finito di far vedere un servizio sul negozio che da più generazioni confeziona gli abiti da cerimonia del Papa. Questo negozio, lo saprai, secondo gli ordini della Santa Sede tutte le volte che muore un successore di San Pietro, deve confezionare tre parure complete di paramenti papali. Ovviamente, non avendo ancora le misure del futuro eletto, per essere pronti al momento della fumata bianca, hanno confezionato una large, una medium e una small, e a lavoro finito gli abiti, le divise, i costumi… Santo Cielo, non trovo la parola adatta per non ripetere paramenti… insomma la merce, è stata esposta in vetrina. Mi pare di aver capito che per questo negozio, esporre i paramenti del futuro Papa nell’attesa di consegnarli, sia un’usanza che si ripete da tempo immemore, forse retaggio del tetro periodo della Chiesa Romana ottocentesca, che quanto a nefandezze è stato pari a quello dell’era delle Crociate. È successo anche quando sei stato eletto tu, quindi vuol dire che è tutto in perfetta regola. E quindi il punto non è questo.

È che oramai siamo al gossip più sfacciato. È che oramai il gossip si è rivelato nei suoi toni reali, scevro da tutti i pianti e da tutte le litanie che hanno accompagnato i lacrimevoli servizi dei solerti reporters, piazzati sotto le tue finestre prima, durante e dopo la tua agonia. Hanno finalmente gettato la maschera, sempre se ce ne fosse stato bisogno. Gossip allo stato puro.
E il commento del Direttore immediatamente dopo? C’è il Toto-Papa, ha detto, testuali parole, snocciolando le percentuali dei tre più probabili eligendi. Da chi avrà avuto questa dritta poi, lo sa solo lui.
Ecco in che condizioni ci hai lasciato.

Ma devi capire, i giornalisti purtroppo si trovano in un periodo di inattività deprimente, non potendo più puntare quei cazz.i di obbiettivi delle loro telecamere verso le tue finestre, o sul tuo cadavere adagiato, anzi no, esposto sul baldacchino, che sfila tra due ali di folla e uno scintillio di flash che nemmeno al concerto di Vasco…
E, per inciso, non mi dire che hai creduto che all’improvviso fossimo diventati tutti dei cattolici ferventi! Sì? Ma và!

Poveri giornalisti, cosa si devono inventare per continuare a guadagnarsi la pagnotta, ora che anche persino tutti i documentari possibili immaginabili della tua vita sono stati buttati in pasto all’affamata platea! Ne ho persino visto uno in cui intervistavano un tizio che diceva di aver giocato a pallone con te. Come se tu avessi avuto una carriera di calciatore in qualche triste Serie inferiore di calcio polacco. Per me era una comparsa… Ora l’argomento sta nei paramenti del futuro Papa.

Ora c’è da riempire il vuoto deprimente che si colloca tra il tuo funerale e il primo giorno di Conclave. Mica facile, sai? La tomba l’han fatta vedere e rivedere, che hai voluto essere sepolto nella nuda terra oramai lo sanno anche i musulmani… Che triste, e non mi dire che non te l’avevo detto. Rileggi il mio post.

Certo, morto un Papa se ne fa un altro. È morto il Papa, viva il Papa. È giusto. La vita continua. Da qualche parte ho pure letto che perseverare in un cordoglio ostinato, quand’anche fosse genuino, è atteggiarsi a una empia testardaggine, non gradita al Cielo stesso.
Ma un po’ di bon gusto, solo un po’ di buon gusto.
Non è morto da dieci giorni. Non è sepolto da cinque. Non è ancora iniziato il Conclave.
Non fate almeno un po’ finta di essere ancora dispiaciuti della sua morte? O, se non ve ne fregasse niente, non potreste provare a stare solo un po’ zitti?

Basta gossip, Basta per favore.
Sì, ho qui il telecomando sempre pronto.
Ma costringermi a cambiare canale perché sento un senso di nausea, è una violenza. Basta.

leander
12-04-2005, 22:11:50
Niente da aggiungere. Bill ha fatto il quadro completo.
:077:

Ricky
12-04-2005, 22:40:56
Semplice. Perfetto. Acuto, come sempre.
Bravo davvero, Bill.

fuoripista
13-04-2005, 13:26:17
Io invece sono contento che le mie perplessità espresse in"Siamo messi bene..." non fossero effettivamente mie paranoie.
E'di rigore che le Realtà vengano velate da altre cose,ora stiamo andando all'osso,e perfino i Maestri dell'informazione stanno cominciando ad esaminare quello strano fenomeno che ha fatto si che tutti diventassero clericali,cattolici,praticanti....
Si parlerà di un ennesimo miracolo non previsto,si sta aprendo un nuovo fronte nel riempire gli spazi dell'informazione....Non seguiamoli !!!
L'Umiltà di Cristo che Wojtila ha simboleggiato contrasta in modo terribile con la Realtà,e come stridono tutte queste parole inutili....... :015:
Resto sempre più del parere che la Fede è e deve essere interiore,per non diventare la fede che qualcuno vuole formare in noi,in maniera distorta.
L'intimità del nostro Cuore deve distaccarsi dalle brutte influenze date da questo "mondo terreno" se vogliamo vivere serenamente e cristianamente