PDA

Visualizza Versione Completa :

Poesie da ricordare



Pagine : [1] 2 3 4 5 6

anto19_70
07-11-2007, 12:56:24
Avete una o più poesie che amate in modo speciale?

matrellone
07-11-2007, 13:02:10
Più di una....
La prima che mi viene in mente?????
I ragazzi che si amano di Prevert :022:

mark
07-11-2007, 13:44:23
Ce ne sono parecchie.
Una delle mie preferite è questa:

Valore

Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finche' dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si e' risparmiato, due vecchi che si amano.

Considero valore quello che domani non varra' piu' niente e quello che oggi vale ancora poco.

Considero valore tutte le ferite.

Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi,
provare gratitudine senza ricordare di che .

Considero valore sapere in una stanza dov'e' il nord, qual'e' il nome del vento che sta asciugando il bucato.

Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca,
la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.

Considero valore l'uso del verbo amare e l'ipotesi che esista un creatore.

Molti di questi valori non ho conosciuto.
(Erri De Luca)

ginevra
07-11-2007, 13:48:03
troppe!

ma oggi mi sento tanto "monologo" dell'Amleto...

anto19_70
07-11-2007, 14:18:10
io amo molto Pedro Salinas, specie questa poesia

Il modo tuo d'amare
è lasciare che io t'ami.
Il sì con cui ti abbandoni
è il silenzio.
I tuoi baci
sono offrirmi le labbra
perché io le baci.
Mai parole e abbracci
mi diranno che esistevi
e mi hai amato: mai.
Me lo dicono fogli bianchi,
mappe, telefoni, presagi;
tu, no.
E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te
senza guardare e senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con domande, con carezze
quella solitudine immensa
d'amarti solo io.

@matre...ma sei un romaticone!!! :)

silviaf26
07-11-2007, 14:49:37
ce ne sono tante ma se devo dire la prima che mi viene in mente: detesto ammetterlo, perchè l'autore non mi piace come personaggio, ma La pioggia nel pineto per me ha una musicalità unica.

anto19_70
07-11-2007, 14:51:08
silvia, vale anche per me: D'Annunzio in genere proprio non mi è mai piaciuto, ma La pioggia nel pineto -hai ragione- è musicale come poche altre poesie, ed è veramente bellissima

Ninni77
07-11-2007, 15:05:13
Io non ho mai amato le poesie, forse perchè l'obbligo di impararle a memoria mi ha lasciato un ricordo negativo dell'esperienza ;)
Però ricordo con piacere anch'io La pioggia nel pineto, vi ho fatto un tema e presi 8! Il prof ne era orgoglioso, me lo ha fatto leggere ad alta voce ed è scattato anche l'applauso :025:


Poi c'era quella lunghissima, di Carducci, Davanti San Guido! Mamma mia, ricordo che stress impararla tutta! Ci costò la promozione in seconda media, ricordo :002:
Comunque, leggendola ora, mi piace :013: E ricordo anche qualche verso ;)

Davanti a San Guido

I cipressi che a Bólgheri alti e schietti
Van da San Guido in duplice filar,
Quasi in corsa giganti giovinetti
Mi balzarono incontro e mi guardar.
Mi riconobbero, e— Ben torni omai —
Bisbigliaron vèr' me co 'l capo chino —
Perché non scendi ? Perché non ristai ?
Fresca è la sera e a te noto il cammino.
Oh sièditi a le nostre ombre odorate
Ove soffia dal mare il maestrale:
Ira non ti serbiam de le sassate
Tue d'una volta: oh non facean già male!
Nidi portiamo ancor di rusignoli:
Deh perché fuggi rapido cosí ?
Le passere la sera intreccian voli
A noi d'intorno ancora. Oh resta qui! —
— Bei cipressetti, cipressetti miei,
Fedeli amici d'un tempo migliore,
Oh di che cuor con voi mi resterei—
Guardando lor rispondeva — oh di che cuore !
Ma, cipressetti miei, lasciatem'ire:
Or non è piú quel tempo e quell'età.
Se voi sapeste!... via, non fo per dire,
Ma oggi sono una celebrità.
E so legger di greco e di latino,
E scrivo e scrivo, e ho molte altre virtú:
Non son piú, cipressetti, un birichino,
E sassi in specie non ne tiro piú.
E massime a le piante. — Un mormorio
Pe' dubitanti vertici ondeggiò
E il dí cadente con un ghigno pio
Tra i verdi cupi roseo brillò.
Intesi allora che i cipressi e il sole
Una gentil pietade avean di me,
E presto il mormorio si fe' parole:
— Ben lo sappiamo: un pover uom tu se'.
Ben lo sappiamo, e il vento ce lo disse
Che rapisce de gli uomini i sospir,
Come dentro al tuo petto eterne risse
Ardon che tu né sai né puoi lenir.
A le querce ed a noi qui puoi contare
L'umana tua tristezza e il vostro duol.
Vedi come pacato e azzurro è il mare,
Come ridente a lui discende il sol!
E come questo occaso è pien di voli,
Com'è allegro de' passeri il garrire!
A notte canteranno i rusignoli:
Rimanti, e i rei fantasmi oh non seguire;
I rei fantasmi che da' fondi neri
De i cuor vostri battuti dal pensier
Guizzan come da i vostri cimiteri
Putride fiamme innanzi al passegger.
Rimanti; e noi, dimani, a mezzo il giorno,
Che de le grandi querce a l'ombra stan
Ammusando i cavalli e intorno intorno
Tutto è silenzio ne l'ardente pian,
Ti canteremo noi cipressi i cori
Che vanno eterni fra la terra e il cielo:
Da quegli olmi le ninfe usciran fuori
Te ventilando co 'l lor bianco velo;
E Pan l'eterno che su l'erme alture
A quell'ora e ne i pian solingo va
Il dissidio, o mortal, de le tue cure
Ne la diva armonia sommergerà. —
Ed io—Lontano, oltre Apennin, m'aspetta
La Tittí — rispondea; — lasciatem'ire.
È la Tittí come una passeretta,
Ma non ha penne per il suo vestire.
E mangia altro che bacche di cipresso;
Né io sono per anche un manzoniano
Che tiri quattro paghe per il lesso.
Addio, cipressi! addio, dolce mio piano! —
— Che vuoi che diciam dunque al cimitero
Dove la nonna tua sepolta sta? —
E fuggíano, e pareano un corteo nero
Che brontolando in fretta in fretta va.
Di cima al poggio allor, dal cimitero,
Giú de' cipressi per la verde via,
Alta, solenne, vestita di nero
Parvemi riveder nonna Lucia:
La signora Lucia, da la cui bocca,
Tra l'ondeggiar de i candidi capelli,
La favella toscana, ch'è sí sciocca
Nel manzonismo de gli stenterelli,
Canora discendea, co 'l mesto accento
De la Versilia che nel cuor mi sta,
Come da un sirventese del trecento,
Piena di forza e di soavità.
O nonna, o nonna! deh com'era bella
Quand'ero bimbo! ditemela ancor,
Ditela a quest'uom savio la novella
Di lei che cerca il suo perduto amor!
— Sette paia di scarpe ho consumate
Di tutto ferro per te ritrovare:
Sette verghe di ferro ho logorate
Per appoggiarmi nel fatale andare:
Sette fiasche di lacrime ho colmate,
Sette lunghi anni, di lacrime amare:
Tu dormi a le mie grida disperate,
E il gallo canta, e non ti vuoi svegliare.
— Deh come bella, o nonna, e come vera
È la novella ancor! Proprio cosí.
E quello che cercai mattina e sera
Tanti e tanti anni in vano, è forse qui,
Sotto questi cipressi, ove non spero,
Ove non penso di posarmi piú:
Forse, nonna, è nel vostro cimitero
Tra quegli altri cipressi ermo là su.
Ansimando fuggía la vaporiera
Mentr'io cosí piangeva entro il mio cuore;
E di polledri una leggiadra schiera
Annitrendo correa lieta al rumore.
Ma un asin bigio, rosicchiando un cardo
Rosso e turchino, non si scomodò:
Tutto quel chiasso ei non degnò d'un guardo
E a brucar serio e lento seguitò.

Daiana
07-11-2007, 15:14:17
Catullo, perchè le sue poesie hanno una carica sensuale modernissima.
Carme 5

Vivamus mea Lesbia,atque amemus,
Rumoresque senum severiorum
Omnes unius aestimemus assis.
Soles occidere et redire possunt;
Nobis cum semel occidit brevis lux,
Nox est perpetua una dormienda.
Da mi basia mille, deide centum,
Dein mille altera, dein seconda centum,
Deinde usque altera mille, deinde centum.
Dein, cum milia multa fecerimus,
Conturbabimus illa, ne sciamus,
Aut ne quis malus invidere possit,
Cum tantum sciat esse basiorum.

Petrarca, perchè come parla d'amore lui non lo sa fare nessun'altro
Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno

Benedetto sia 'l giorno, e 'l mese, e l'anno,
e la stagione, e 'l tempo, e l'ora, e 'l punto,
e 'l bel paese, e 'l loco ov'io fui giunto
da' duo begli occhi, che legato m'hanno;
e benedetto il primo dolce affanno ch'i' ebbi ad esser con Amor congiunto,
e l'arco, e le saette ond'i' fui punto,
e le piaghe che 'n fin al cor mi vanno.
Benedette le voci tante ch'io
chiamando il nome de mia donna ho sparte,
e i sospiri, e le lagrime, e 'l desio;
e benedette sian tutte le carte
ov'io fama l'acquisto, e 'l pensier mio,
ch'è sol di lei, sì ch'altra non v'ha parte.

Foscolo, il mio preferito in assoluto, perchè crede nella forza della vita.
Alla sera

Forse perché della fatal quïete
tu sei l'immago a me sì cara vieni
o Sera! E quando ti corteggian liete
le nubi estive e i zeffiri sereni,

e quando dal nevoso aere inquïete
tenebre e lunghe all'universo meni
sempre scendi invocata, e le secrete
vie del mio cor soavemente tieni.

Vagar mi fai co' miei pensier su l'orme
che vanno al nulla eterno; e intanto fugge
questo reo tempo, e van con lui le torme

delle cure onde meco egli si strugge;
e mentre io guardo la tua pace, dorme
quello spirto guerrier ch'entro mi rugge.

Vivi
07-11-2007, 15:16:15
odi et amo e i sepolcri del foscolo e anche una poesia del elopardi, mmm nn ricordo il titolo..vabbè

tixcla
07-11-2007, 15:28:01
io mi vergogno un po' perchè passerò per animo cattivo, ma a me manco una di poesia mi è rimasta in mente, anzi sto pezzo :

la donzelletta vien dalla campagna in sul calar del sole
e mira ed è mirata

:( :(

Ninni77
07-11-2007, 15:35:13
Dai... ed eran 300 erano giovani e forti e sono morti non ti dice niente???
Me ne andavo un mattino a spigolare (mi son sempre immaginata una che sbatteva in continuazione agli spigoli dei mobili :027: ) quando vidi una barca in mezzo al mare... era una barca che andava a vapore e alzava una bandiera tricolore...
La spigolatrice di Sapri!

Non te la ricordi? Era lunghissima anche quella :013:

Ma sti poeti più scrivevano e più guadagnavano? :002:

silviaf26
07-11-2007, 15:40:00
se vuoi c'è Ungaretti a bilanciare :027: (che a me piace molto)

Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie

anto19_70
07-11-2007, 15:44:30
E ricordo anche qualche verso ;)

qualche verso??? :027:

anto19_70
07-11-2007, 15:45:59
Catullo, perchè le sue poesie hanno una carica sensuale modernissima.
Carme 5

Vivamus mea Lesbia,atque amemus,
Rumoresque senum severiorum
Omnes unius aestimemus assis.
Soles occidere et redire possunt;
Nobis cum semel occidit brevis lux,
Nox est perpetua una dormienda.
Da mi basia mille, deide centum,
Dein mille altera, dein seconda centum,
Deinde usque altera mille, deinde centum.
Dein, cum milia multa fecerimus,
Conturbabimus illa, ne sciamus,
Aut ne quis malus invidere possit,
Cum tantum sciat esse basiorum.


E' vero, questa è bellissima, anche se mi ricorda l'esame di Latino II!!

Ninni77
07-11-2007, 15:49:49
E ricordo anche qualche verso ;)

qualche verso??? :027:

Il coccodrillo come fa, non c'è nessuno che lo sa!
Questa è famosa :025:

Silvia :002: E' vero!

tixcla
07-11-2007, 16:35:55
E ricordo anche qualche verso ;)

qualche verso??? :027:

Il coccodrillo come fa, non c'è nessuno che lo sa!
Questa è famosa :025:

Silvia :002: E' vero!

si...e pippo pippo non lo sa
che quando passa ride tutta la città... :?D?: :?D?:

Daiana
07-11-2007, 16:51:16
Vivi...I sepolcri! :022: :022:

Secondo me imparare le poesie a memoria è importantissimo!
Non solo serve a sviluppare la memoria, ma è importante per arricchire il linguaggio, per abituarci alle cose belle, per farci affinare l'orecchio alle cose musicali e per "farci compagnia" come disse Calvino. Perchè una poesia come un buon libro puoi evitarci la solitudine, può metterci in comunicazione con il mondo e distrarci da un brutto presente. ;)

Io soffro un po' che i miei studi mi abbiano allontanato così bruscamente dalla letteratura! :(

anto19_70
07-11-2007, 17:01:05
daiana ma tu cosa studi?

Daiana
07-11-2007, 17:04:44
ingegneria gestionale

anto19_70
07-11-2007, 17:05:59
capperi... :) brava!

Ninni77
07-11-2007, 17:10:30
Daiana mia, ma tu pensavi tutte ste belle cose anche a 11, 12 e 13 anni? :013: Io no... anche se adesso sono contenta di ricordarmi qualche poesia che allora studiai per obbligo ;)

Daiana
07-11-2007, 17:13:55
Ah questo sì!
All'epoca le studiavo e basta, oggi ringrazio le prof che me lo facevano fare! ;)
Al liceo imparavamo anche quelle in latino!

Quello che dico è che non immagini quante mamma si sentono che vanno a lamentarsi perchè ai figlioletti è richiesto lo sforzo di imparare qualche verso a memoria...era un discorso più generale!

Ninni77
07-11-2007, 17:21:28
Beh, che le maestre facciano bene a farle imparare a memoria, questo è giustissimo ;)
Però le ricordo come una specie di tortura, più delle tabelline :002: Adesso anch'io apprezzo quegli sforzi, ma allora... :011:

Piccolo OT: stavo di là con mamma, lei sta correggendo i quadernoni degli alunni e ne stavo guardando le copertine... Vi ricordate i vostri quaderni? Io ne avevo tantissimi di Barbie e Poochie :022: Li foderavo, così erano tutti in ordine... Ahhh che bei tempi :012:

anto19_70
07-11-2007, 17:24:44
anche io dovevo imparare le poesie a memoria a scuola, però non era una tortura (anche se non è che mi piacesse in modo particolare..). Ora l'apprezzo di più...
Però è stato Luca, il mio ragazzo, a farmi amare veramente la poesia: mi ha fatto conoscere alcuni poeti (soprattutto contemporanei o cmq moderni) davvero meritevoli...
Però la poesia non è di facile lettura, credo ci voglia anche un pò di "allenamento"...

matrellone
07-11-2007, 17:37:49
Le poesie sono una cosa straordinaria....
Baudelaire, Rimbaud, Verlaine, Prevert, Neruda,Pascoli, Foscolo, Ungaretti, Majakovsky,Pasternak, Blake, Dylan Thomas,Hikmet, Leopardi....... :022: :022: :022:
non saprei chi scegliere... :022:

anto19_70
07-11-2007, 17:41:46
vero matre, hai nominato poeti davvero bravi...specie (per me) Dylan Thomas...ma anche Neruda, ha una sensualità unica

ginevra
07-11-2007, 17:54:08
Le poesie sono una cosa straordinaria....
Baudelaire, Rimbaud, Verlaine, Prevert, Neruda,Pascoli, Foscolo, Ungaretti, Majakovsky,Pasternak, Blake, Dylan Thomas,Hikmet, Leopardi....... :022: :022: :022:
non saprei chi scegliere... :022:

:022: :022: :022:
li adoro anch'io...

però aggiungo Catullo e Saffo..Euripide (se me lo passate...)
e altri...
appena ho tempo li aggiungo...

silviaf26
07-11-2007, 18:15:59
ammetto che ho dovuto recuperare in internet il testo perchè ricordavo solo l'ultimo verso ma anche questa di Umberto Saba per me è molto bella e dolce:

Amai

Amai trite parole che non uno
osava. M'incantò la rima fiore
amore,
la più antica difficile del mondo.

Amai la verità che giace al fondo,
quasi un sogno obliato, che il dolore
riscopre amica. Con paura il cuore
le si accosta, che più non l'abbandona.

Amo te che mi ascolti e la mia buona
carta lasciata al fine del mio gioco.

barrbara
07-11-2007, 18:45:37
Non sono mai stata un'amante delle poesie. Quelle che mi sono rimaste impresse sono Il sabato del villaggio di Leopardi e, più in generale, quelle di Ungaretti, molto toccanti. ;)

ramonvr
07-11-2007, 19:02:06
Anch'io come il pulaster non me le ricordo, a parte quelle di Vasco ;) :002:

leander
07-11-2007, 19:43:21
Una delle mie preferite. E' quasi musicale

PAUL VERLAINE: Chanson d'automne

Les sanglots longs
Des violons
De l'automne
Blessent mon cœur
D'une langueur
Monotone.

Tout suffoquant
Et blême quand
Sonne l'heure,
Je me souviens
Des jours anciens
Et je pleure ;

Et je m'en vais
Au vent mauvais
Qui m'emporte
Deçà, delà
Pareil à la
Feuille morte.

leander
07-11-2007, 19:46:59
Questa invece è una sequenza di parole secche, aspre, dure. Caratterizza a meraviglia il paesaggio ligure.

MERIGGIARE

Meriggiare pallido e assorto
presso un rovente muro d'orto,
ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.
Nelle crepe dei suolo o su la veccia
spiar le file di rosse formiche
ch'ora si rompono ed ora s'intrecciano
a sommo di minuscole biche.

Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.

(EUGENIO MONTALE, DA "Ossi di seppia")

barrbara
07-11-2007, 19:50:21
Una delle mie preferite. E' quasi musicale

PAUL VERLAINE: Chanson d'automne

Les sanglots longs
Des violons
De l'automne
Blessent mon cœur
D'une langueur
Monotone.

Tout suffoquant
Et blême quand
Sonne l'heure,
Je me souviens
Des jours anciens
Et je pleure ;

Et je m'en vais
Au vent mauvais
Qui m'emporte
Deçà, delà
Pareil à la
Feuille morte.
Mi viene in mente la mia prof. di francese, la leggeva proprio bene. :)

leander
07-11-2007, 19:58:13
La ricordo ancora a memoria dalla IV ginnasio. 46 anni fa, sigh... :041:

ginevra
07-11-2007, 21:26:45
:022: ..mentre pensavo a una poesia da inserire (ma oggi sono troppo shakespeariana...ho L'Amleto davvero in testa!!!)...ho preso in mano un libro di poesie di Blake...
ne ho così rilette alcune...che meraviglia! :022: :022:

è tanto che non mi gusto più le poesie...devo porvi rimedio!!

Daiana
07-11-2007, 21:29:11
Oltre quelle che amo, so a memoria un bel pezzo de Il 5 maggio di Manzoni, poesia storica! ;)

Anche io ho preso il testo delle poesie da internet, non ricordavo perfettamente tutti i testi e soprattutto non avrei rispettato metrica e punteggiatura.

ginevra
07-11-2007, 21:33:23
il 5 maggio..quale?

quello scritto da Manzoni o quello scritto dalla Giuventus????

(daiana ..perdonami!!! :002: :?D?: :002:..non ho saputo resistere )

ramonvr
07-11-2007, 21:34:21
il 5 maggio..quale?

quello scritto da Manzoni o quello scritto dalla Giuventus????

(daiana ..perdonami!!! :002: :?D?: :002:..non ho saputo resistere )

Speravo che qualcuno evitasse QUEL 5 maggio :070:

Daiana
07-11-2007, 21:35:05
:141:

ginevra
07-11-2007, 21:36:27
io quando PER CASO bevo un pochino, inizio a citare a memoria le poesie!!

il 5 maggio si contende la palma della più nominata insieme al canto V dell'inferno, ai Sepolcri, al pastore errante su e giù per l'Asia, all'ermo colle e alla cavallina storna...

versi che credevo dimenticati quando ho varcato per l'ultima volta la soglia del liceo, riappaiono chiari nella mia mente!
poi dicono che l'alcool fa male!! :?D?: :?D?:

ginevra
07-11-2007, 21:38:17
il 5 maggio..quale?

quello scritto da Manzoni o quello scritto dalla Giuventus????

(daiana ..perdonami!!! :002: :?D?: :002:..non ho saputo resistere )

Speravo che qualcuno evitasse QUEL 5 maggio :070:

lì lo scudetto vostro fu proprio un bei :

EI NON FU :?D?: :002: :?D?:
e IMMOBILE DATO IL MORTAL SOSPIRO ci rimase Ronaldo!!

etta
07-11-2007, 22:11:30
La madre
Giuseppe Ungaretti (1929)

E il cuore quando d'un ultimo battito
avrà fatto cadere il muro d'ombra
per condurmi, Madre, sino al Signore,
come una volta mi darai la mano.

In ginocchio, decisa,
Sarai una statua davanti all'eterno,
come già ti vedeva
quando eri ancora in vita.

Alzerai tremante le vecchie braccia,
come quando spirasti
dicendo: Mio Dio, eccomi.

E solo quando m'avrà perdonato,
ti verrà desiderio di guardarmi.

Ricorderai d'avermi atteso tanto,
e avrai negli occhi un rapido sospiro.

Sarà perchè invecchio ma questa poesia mi commuove


Etta
:107:

ramonvr
08-11-2007, 19:31:32
lì lo scudetto vostro fu proprio un bei :

EI NON FU :?D?: :002: :?D?:
e IMMOBILE DATO IL MORTAL SOSPIRO ci rimase Ronaldo!!

Per fortuna che ora ve lo siete presi voi, complimenti :027:

Vabbe', torniamo alle poesie :002:

anto19_70
09-11-2007, 08:26:25
POESIA DEL GIORNO

Fuga

ad A.M.C.

Anima, andiamo. Non ti sgomentare
di tanto freddo, e non guardare il lago,
s’esso ti fa pensare ad una piaga
livida e brulicante. Sì, le nubi
gravano sopra i pini ad incupirli.
Ma noi ci porteremo ove l’intrico
dei rami è tanto folto, che la pioggia
non giunge a inumidire il suolo: lieve,
tamburellando sulla volta scura,
essa accompagnerà il nostro cammino.
E noi calpesteremo il molle strato
d’aghi caduti e le ricciute macchie
di licheni e mirtilli; inciamperemo
nelle radici, disperate membra
brancicanti la terra; strettamente
ci addosseremo ai tronchi, per sostegno;
e fuggiremo. Con la piena forza
della carne e del cuore, fuggiremo:
lungi da questo velenoso mondo
che mi attira e mi respinge. E tu sarai,
nella pineta, a sera, l’ombra china
che custodisce: ed io per te soltanto,
sopra la dolce strada senza meta,
un’anima aggrappata al proprio amore.

Madonna di Campiglio, 11 agosto 1929


Antonia Pozzi
Parole
Garzanti Editore 1989

tixcla
09-11-2007, 09:20:21
POESIA DEL GIORNO

Fuga

ad A.M.C.


le pentole ? :-?

anto19_70
09-11-2007, 09:39:28
ma perchè??? :-? ;) :002: :027: ehehehe!

tixcla
09-11-2007, 09:45:07
ma perchè??? :-? ;) :002: :027: ehehehe!

BLAVISSIMAAA

"ma perchè
eheheheh"



queste mi piacciono, senza lungaggini....

anto19_70
10-11-2007, 21:07:04
POESIA DEL GIORNO

Bel sole invernale

Il bel sole d’ottobre ha ubriacato le farfalle –
migliaia di farfalle bianche corrono sui cardi,
sul granturco giallo, sui bassi fondali della spiaggia,
a caccia delle loro ombre azzurre. Devi cedere – disse;
di nuovo cedere. Un’infima nobiltà. Tutti invecchieranno.
Si ammollirà anche il sasso nell’acqua. La farfalla più bianca
si posò sul berretto nero del cielo. Quello la prende,
la spinge con due dita tra le corde
nella rosa della chitarra; – è quella che passeggia ogni sera
fuori dai ristoranti popolari delle vie Chateaubriand e Doros.

Kàlamos, 29.X.72

Traduzione di Nicola Crocetti

Ghiannis Ritsos
Il funambolo e la luna
introduzione di Ezio Savino
traduzione di Nicola Crocetti
Crocetti Editore 1984, 2005

anto19_70
11-11-2007, 14:54:30
POESIA DEL GIORNO

Yehuda Amichai


Mi ha assalito un’acre nostalgia,
come la gente d’una vecchia foto che vorrebbe
tornare con chi la guarda, nella buona luce
della lampada.

In questa casa, penso a come l’amore
in amicizia muta nella chimica
della nostra vita, e all’amicizia che ci rasserena
vicini alla morte.
E quanto è simile ai fili sparsi la nostra vita
che piú non sperano di tessersi in altro ordito.

Giungono dal deserto voci impenetrabili.
Polvere che profetizza polvere. Passa un aereo
e ci chiude
sotto la lampo di un grosso sacco di destino.

E il ricordo di un viso amato di ragazza
trascorre per la valle, come quest’autobus
notturno: molti
finestrini illuminati, molto viso di lei.

Traduzione di Ariel Rathaus


Yehuda Amichai
Poesie
introduzione di Ted Hughes
traduzione di Ariel Rathaus
Crocetti Editore 1993, 2001

tiare
11-11-2007, 23:20:22
Questa invece è una sequenza di parole secche, aspre, dure. Caratterizza a meraviglia il paesaggio ligure.

MERIGGIARE

Meriggiare pallido e assorto
presso un rovente muro d'orto,
ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.
Nelle crepe dei suolo o su la veccia
spiar le file di rosse formiche
ch'ora si rompono ed ora s'intrecciano
a sommo di minuscole biche.


Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare
mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.

E andando nel sole che abbaglia
sentire con triste meraviglia
com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.
(EUGENIO MONTALE, DA "Ossi di seppia")

... bellissima... pensa ma nn sto scherzando che alcune volte quando c è un caldo da morire che ti manca il fiato io penso sempre a quest immagine mi viene spesso in mente questo verso di poesia...
... si questa piace tanto anche a me...
ora io a memoria nn mi ricordo tante poesie xchè è veramene passato tanto tempo...

tutte quelle che avete scritto sono bellissime spero di poter dare anch io il mio contributo... grazie a chi ha aperto questo topic :022:

anto19_70
12-11-2007, 10:37:53
prego tiare, sono contenta che ti faccia piacere un topi culla poesia! io l'ho aperto perchè mi ci sto avvicinando da poco e piano piano, e avevo piacere di sapere le vostre opinioni e magarti conoscere i versi che amate di più.. ;)

anto19_70
12-11-2007, 11:23:55
POESIA DEL GIORNO

Pablo Neruda

Nuda sei semplice come una tua mano,
liscia, terrestre, piccola, rotonda,
trasparente,
riservi linee di luna, sentieri di mela,
nuda sei sottile come il grano nudo.

Nuda sei azzurra come la notte cubana,
riservi rampicanti e stelle nei capelli,
nuda sei vasta e gialla
come l’estate in una chiesa d’oro.

Nuda sei piccola come una tua unghia,
curva, sottile, rosata se nasce il giorno
quando raggiungi il mondo sotterraneo

nella lunga galleria di vestiti e lavori:
la tua luce si spegne, si veste, si sfoglia
torna ancora ad essere una mano nuda.


Poesia d’amore del Novecento
a cura di Angela Urbano
Kylix 6
Crocetti Editore 1996

tixcla
12-11-2007, 11:28:33
vi giuro che vedendo con quanto entusiasmo le scrivete mi dispiace proprio che a me le poesie non dicano praticamente niente :( :(

anto19_70
12-11-2007, 11:46:05
tixcla, urge un pò di romanticismo in quelle vene di informatico!!!! :002:

tiare
12-11-2007, 12:27:26
prego tiare, sono contenta che ti faccia piacere un topi culla poesia! io l'ho aperto perchè mi ci sto avvicinando da poco e piano piano, e avevo piacere di sapere le vostre opinioni e magarti conoscere i versi che amate di più.. ;)

... fai benissimo anzi cosi' con una poesia al giorno mi rispolvero e mi faccio prendere la vena poetica... continua continua.... grazie :022:

bellissima quella di oggi

tiare
12-11-2007, 12:43:13
la mia poesia del giorno:

“Ed è subito sera”

Ognuno sta solo sul cuor della terra

trafitto da un raggio di sole:

ed è subito sera.

(salvatore quasimodo)

ginevra
12-11-2007, 13:39:13
io oggi sono in fase:

SI STA COME D'AUTUNNO
SUGLI ALBERI LE FOGLIE...(Ungaretti - Soldati)

..e pensare che se non erro nell'iliade c'è un verso simile...
devo ritrovare il punto!

Monella
12-11-2007, 14:52:55
io oggi sono in fase:

SI STA COME D'AUTUNNO
SUGLI ALBERI LE FOGLIE...(Ungaretti - Soldati)



...Si, ma oggi con questo vento!!! :021: :027:

barrbara
12-11-2007, 19:31:42
:?D?: :?D?:

anto19_70
13-11-2007, 09:33:44
POESIA DEL GIORNO

Francisco Véjar

Nulla di ciò che t’offro
è irraggiungibile:
cieli e solchi d’uccelli, carezze come nubi
– il tuo cuore che batte inimitabile –
Tutto questo è possibile
senza bisogno di fantasticare.

Altro non siamo che argentate tracce
lasciate dalle chiocciole nei luoghi
visitati nei sogni.
E mai nessuno chiederà in che giorno
o in che mese viviamo.

Un lampo che s’incunea dentro il tempo
è quanto ci rimane da salvare.
L’illusione di stare l’un con l’altro.

Nulla di ciò che t’offro
può sembrare impossibile:
pensieri in volo simili ad uccelli,
un ponte teso fra i nostri due mondi.

Traduzione di Cristina Sparagana
Poesia n. 202 Febbraio 2006
Francisco Vejar
Il viaggio e la poesia
a cura di Cristina Sparagana
Crocetti Editore 2006

manumanu
13-11-2007, 10:34:41
tra tante poesie, molto belle, lunghe lunghe che avete scritto ne voglio inserire alcune brevissime, sono degli haiku.

L'haiku è un attimo di vita che diventa verso

L'HAIKU si diffuse in Giappone dal XVI secolo in poi. É una forma poetica che ha una struttura molto semplice: è formato da diciassette sillabe, suddivise nella catena 5-7-5; il suo significato è profondo e richiede una lettura attenta per scoprirne la "profondità misteriosa".

Eccone alcuni:

Luna di bambù,
mentre carezza il suolo
della prima neve.
---------------------------------------

Su un ramo secco,
si posa un corvo,
crepuscolo autunnale.
----------------------------------------

Il mio paese:
benché sia piccolo,
i boschi sono miei.
----------------------------------------

Stupore:
una margherita si frange,
suono di mezzanotte.
----------------------------------------

Sotto i miei passi
Solo il fruscio si sente
Di foglie secche.
----------------------------------------

Nel vecchio stagno
una rana si tuffa.
Il rumore dell'acqua.
-----------------------------------------

mi fermo qui, se ne volete leggere altri leggete qui: http://it.wikipedia.org/wiki/Haiku

anto19_70
13-11-2007, 10:42:52
Belle manu, veramente belle! io poi che sono una "prolissa" ammiro e apprezzo tanto chi è capace di racchiudere in poche frasi delle immagini, degli odori, delle atmosfere.

manumanu
13-11-2007, 11:00:44
io amo la sintesi!

poesie tipo "m'illumino d'immenso" o

"Si sta come
d'autunno
sugli alberi
le foglie" mi piacciono da morire!

tiare
13-11-2007, 11:12:48
grazie per le belle poesie i oggi vi regalo questo sonetto dal mitico
Shakespeare:

Sonetto 49

Against that time, if ever that time come,
When I shall see thee frown on my defects,
When as thy love hath cast his utmost sum,
Called to that audit by advised rspects:
Against that time when thou shalt strangely pass,
And scarcely greet me with that sun, thine eye,
When love, converted from the thing it was,
Shall reasonsfind of settled gravity:
Against that time o I ensconce me here
Within the knowledge of mine own desert,
And this my hand against myse lf uprear,
To guard the lawful reasons on thy part
To leave poor me thou hast the strength of laws,
Since why to love I can allege no cause


Traduzione sonetto 49

Per quel giorno, se mai verrà quel giorno,
in cui ti vedrò accigliare ad ogni mio difetto,
e chiuderà il tuo amore il suo conto estremo
spinto a tal giudizio da sagge riflessioni:
per quel giorno in cui m'incontrerai da estraneo
senza volgere al mio viso il sole dei tuoi occhi,
e l'amor, mutato da quel era un tempo,
troverà ragioni di una certa gravità:
per quel giorno, dovrò cercare asilo
dentro la coscienza dei miei soli meriti,
e alzerò davanti a me questa mia mano
per parare quanto addurrai a tua ragione.
Per lasciar me miserabile tu hai la forza delle leggi
mentre io d'esser amato non posso vantar diritti

anto19_70
13-11-2007, 11:25:09
che bello tiare, questo sonetto mi ha fatto ricordare un altro sonetto (sempre del mitico shakespeare) che lessi al matrimonio di mia cugina 2 anni fa (che vergogna!! ma il soentto lo sclese lei, molto azzeccato). Ora lo cerco e domani se riesco lo posto qui! ;)

anto19_70
14-11-2007, 16:02:49
POESIA DEL GIORNO

HERMANN HESSE

Io ti chiesi perché i tuoi occhi
si soffermano nei miei
come una casta stella del cielo
in un oscuro flutto.

Mi hai guardato a lungo
come si saggia un bimbo con lo sguardo,
mi hai detto poi, con gentilezza:
ti voglio bene, perché sei tanto triste

tiare
14-11-2007, 17:10:32
grazie ;)

Nuda sei semplice (Cento sonetti d'amore, XXVII)

Nuda sei semplice come una delle tue mani,
liscia, terrestre, minima, rotonda, trasparente,
hai linee di luna, strade di mela,
nuda sei sottile come il grano nudo.
Nuda sei azzurra come la notte a Cuba,
hai rampicanti e stelle nei tuoi capelli,
nuda sei enorme e gialla
come l'estate in una chiesa d'oro.
Nuda sei piccola come una delle tue unghie,
curva, sottile, rosea finché nasce il giorno
e t'addentri nel sotterraneo del mondo.
come in una lunga galleria di vestiti e di lavori:
la tua chiarezza si spegne, si veste, si sfoglia
e di nuovo torna a essere una mano nuda.

- Pablo Neruda

anto19_70
14-11-2007, 17:24:29
Bella tiare, questa è la traduzione che più mi piace ma non ero riuscita a trovarla! ;)

silviaf26
14-11-2007, 17:45:57
tra tante poesie, molto belle, lunghe lunghe che avete scritto ne voglio inserire alcune brevissime, sono degli haiku.

L'haiku è un attimo di vita che diventa verso



ho sempre pensato che, a meno di non conoscere bene il giapponese, sia difficile apprezzare l'haiku: ogni singolo carattere ha un significato in sè che unito ad altri formano la poesia... come si può tradurre questa forma in parole occidentali? è vero che il discorso vale anche per le poesie nelle lingue straniere europee (la poesia è nella lingua prima ancora che nel concetto espresso... credo) ma il discorso per le lingue orientali si fa ancora più complesso: che ne pensate?

Daiana
14-11-2007, 18:30:58
Sono d'accordo, infatti mi piacciono solo le poesie in italiano o al massimo in latino... ;)

manumanu
15-11-2007, 09:32:38
ho sempre pensato che, a meno di non conoscere bene il giapponese, sia difficile apprezzare l'haiku: ogni singolo carattere ha un significato in sè che unito ad altri formano la poesia... come si può tradurre questa forma in parole occidentali? è vero che il discorso vale anche per le poesie nelle lingue straniere europee (la poesia è nella lingua prima ancora che nel concetto espresso... credo) ma il discorso per le lingue orientali si fa ancora più complesso: che ne pensate?

è senz'altro vero e il discorso si applica non solo alla poesia ma anche alla letteratura. I traduttori sono spesso ignorati e bistrattati, nessuno conosce i loro nomi e invece ci permettono di leggere e apprezzare cose, poesie, romanzi, testi, che altrimenti ci sarebbero preclusi. Fanno un lavoro importantissimo! Non è sempre facile capire se un teso sia tradotto bene o no, soprattutto in letteratura o poesia, a volte mi domando se davvero l'autore voleva scrivere così, se il ritmo della frase è rispettato, le sfumature.
Se un traduttore è bravo ce la fa ma deve essere proprio bravo, uno scrittore anche lui.
Per la poesia il discorso è accentuato e per la poesia orientale, come gli haiku, ancora di più. Non saprò mai come suona in realtà un haikù, troppe componenti mancano, non ultima la scrittura. Però accetto il compromesso e quello che riesco a cogliere mi piace molto, e forse un pò si avvicina all'originale.

silviaf26
15-11-2007, 09:38:46
esatto Manu, ed hai ragione: "traduttore" è un termine che sminuisce in questi casi.

manumanu
15-11-2007, 09:47:09
infatti, non a caso spesso le migliori traduzioni sono fatte da poeti e scrittori.

Ci vuole una grande passione e dedizione da parte del traduttore verso "il tradotto", credo che si debba entrare in una specie di simbiosi con l'autore, è un lavoro affascinante ma senza dubbio molto difficile.

anto19_70
15-11-2007, 10:21:43
concordo, il traduttore è una figura importantissima, io ad esempio da quando ho studiato lettere ed ho avuto un docente di Italiano tra i più rinomati, ho iniziato a capire l'importanza ed ora nei libri guardo sempre chi si è occupato della traduzione. Poi, due mie cugine hanno fatto la facoltà di Interprete e Traduttori e ho visto proprio con i miei occhi quanto difficile sia riportare in un'altra lingua le atmosfere di un romanzo straniero, per non parlare della poesia...

manumanu
15-11-2007, 10:27:56
due mie cugine hanno fatto la facoltà di Interprete e Traduttori e ho visto proprio con i miei occhi quanto difficile sia riportare in un'altra lingua le atmosfere di un romanzo straniero, per non parlare della poesia...

è quello che avrei voluto fare io ma poi la vita mi ha portato da un'altra parte!

ginevra
15-11-2007, 11:07:12
io, nel mio piccolo, a volte ho apprezzato un'opera - libro o poesia - grazie al traduttore!
alcune poesie, soprattutto inglesi, diventano meravigliose grazie alla bravura del traduttore...
in italiano le parole e lo stile sono cose importanti, mentre altre lingue preferiscono privilegiare solo in concetto o come l'inglese non hanno tutte le mille sfumature che caratterizzano il nostro idioma (va come parlo fine! :002: ).

una volta leggevo libri in lingua originale, inglese, ora non lo faccio più da anni..a parte il fatto che ho perso la mano, ma preferisco gustarmeli in italiano...

francese e spagnolo..bèh, alla fine sono lingue strutturate come la nostra e il discorso cambia...

le lingue orientali sono un mistero!!

latino e greco...greco :022: (ma ormai rimane quasi un mistero!!) :002:

anto19_70
15-11-2007, 11:26:44
due mie cugine hanno fatto la facoltà di Interprete e Traduttori e ho visto proprio con i miei occhi quanto difficile sia riportare in un'altra lingua le atmosfere di un romanzo straniero, per non parlare della poesia...

è quello che avrei voluto fare io ma poi la vita mi ha portato da un'altra parte!
in che direzione manu?

anto19_70
15-11-2007, 11:31:10
POESIA DEL GIORNO

Antonia Pozzi

Prati

Forse non è nemmeno vero
quel che a volte ti senti urlare in cuore:
che questa vita è,
dentro il tuo essere,
un nulla
e che ciò che chiamavi la luce
è un abbaglio,
l’abbaglio supremo
dei tuoi occhi malati –
e che ciò che fingevi la meta
è un sogno,
il sogno infame
della tua debolezza.

Forse la vita è davvero
quale la scopri nei giorni giovani:
un soffio eterno che cerca
di cielo in cielo
chissà che altezza.

Ma noi siamo come l’erba dei prati
che sente sopra sé passare il vento
e tutto canta nel vento
e sempre vive nel vento,
eppure non sa così crescere
da fermare quel volo supremo
né balzare su dalla terra
per annegarsi in lui.

Milano, 31 dicembre 1931
Antonia Pozzi
Parole
Garzanti Editore 1989

manumanu
15-11-2007, 11:34:17
informatica, ahimè. Avevo bisogno di lavorare, ho cominciato con le traduzioni tecniche d'informatica e poi ho lasciato le traduzioni ed è rimasta solo l'informatica.

tiare
15-11-2007, 17:56:19
GRAZIE ;)

Il tuo sorriso

Toglimi il pane, se vuoi,
toglimi l'aria, ma
non togliermi il tuo sorriso.
Non togliermi la rosa,
la lancia che sgrani,
l'acqua che d'improvviso
scoppia nella tua gioia,
la repentina onda
d'argento che ti nasce.

Dura è la mia lotta e torno
con gli occhi stanchi,
a volte, d'aver visto
la terra che non cambia,
ma entrando il tuo sorriso
sale al cielo cercandomi
ed apre per me tutte
le porte della vita.

Amor mio, nell'ora
più oscura sgrana
il tuo sorriso, e se d'improvviso
vedi che il mio sangue macchia
le pietre della strada,
ridi, perché il tuo riso
sarà per le mie mani
come una spada fresca.

Vicino al mare, d'autunno,
il tuo riso deve innalzare
la sua cascata di spuma,
e in primavera, amore,
voglio il tuo riso come
il fiore che attendevo,
il fiore azzurro, la rosa
della mia patria sonora.

Riditela della notte,
del giorno, della luna,
riditela delle strade
contorte dell'isola,
riditela di questo rozzo
ragazzo che ti ama,
ma quando apro gli occhi
e quando li richiudo,
quando i miei passi vanno,
quando tornano i miei passi,
negami il pane, l'aria,
la luce, la primavera,
ma il tuo sorriso mai,
perché io ne morrei.

- Pablo Neruda

anto19_70
16-11-2007, 10:00:03
POESIA DEL GIORNO

Leonard Cohen

Ho intuito il profilo dei tuoi seni
da sotto il tuo costume di Halloween
sapevo che ti stavi innamorando di me
poiché nessun uomo avrebbe potuto
notare
il movimento del tuo petto nella sua
immaginazione
È stata una rottura con la tua inusitata
modestia
per me e me solo
attraverso la quale hai impresso sul mio
desiderio
senza forma
l’incomparabile e decisivo profilo
dei tuoi seni
come due profonde conchiglie fossili
che sono rimaste tutta la notte e
probabilmente per sempre

Traduzione di Alfonso Maria Pluchinotta
Il seno in-cantato
Antologia di poesie sul seno
a cura di Alfonso Maria Pluchinotta

tiare
16-11-2007, 10:46:27
;) grazie

oggi propongo un classicone... ma secondo voi il leo era cosi' sfigato??? come almeno a me hanno trasmesso.. secondo me aveva una vena positiva boh... ;)

L'Infinito

Sempre caro mi fu quest'ermo colle,
e questa siepe, che da tanta parte
dell'ultimo orizzonte il guardo esclude.
Ma sedendo e mirando, interminati
spazi di là da quella, e sovrumani
silenzi, e profondissima quiete
io nel pensier mi fingo; ove per poco
il cor non si spaura. E come il vento
odo stormir tra queste piante, io quello
infinito silenzio a questa voce
vo comparando: e mi sovvien l'eterno,
e le morte stagioni, e la presente
e viva, e il suon di lei. Così tra questa
immensità s'annega il pensier mio:
e il naufragar m'è dolce in questo mare.

- Giacomo Leopardi

Daiana
16-11-2007, 10:57:50
Meravigliosa! :022:

anto19_70
16-11-2007, 20:58:16
tiare non so... ma leopardi è davvero meravigliso, non può non piacere... almeno secondo me!

ginevra
16-11-2007, 21:00:33
leopardi :022: :022:

mi piace talmente tanto che all'università ho fatto ben 2 esami con lui come monografico: letteratura italiana e filosofia morale!

ramonvr
16-11-2007, 21:42:46
ho fatto ben 2 esami con lui come monografico: letteratura italiana e filosofia morale!

Morale?! Come e' andata? :027: :027: :027:

icesweet
16-11-2007, 22:26:29
Adoravo e adoro Leopardi :022:

anto19_70
17-11-2007, 14:32:43
POESIA DEL GIORNO

FUNERAL BLUES - W. H. Auden

BLUES IN MEMORIA

Fermate tutti gli orologi, isolate il telefono,
fate tacere il cane con un osso succulento,
chiudete i pianoforte, e tra un rullio smorzato
portate fuori il feretro, si accostino i dolenti.

Incrocino aeroplani lamentosi lassù
e scrivano sul cielo il messaggio Lui È Morto,
allacciate nastri di crespo al collo bianco dei piccioni,
i vigili si mettano guanti di tela nera.

Lui era il mio Nord, il mio Sud, il mio Est ed Ovest,
la mia settimana di lavoro e il mio riposo la domenica,
il mio mezzodì, la mezzanotte, la mia lingua, il mio canto;
pensavo che l'amore fosse eterno: e avevo torto.

Non servon più le stelle: spegnetele anche tutte;
imballate la luna, smontate pure il sole;
svuotatemi l'oceano e sradicate il bosco;
perché ormai più nulla può giovare.


(La verità vi prego sull'amore - Traduzione di Gilberto Forti, Ed. Adelphi)

tiare
17-11-2007, 14:47:41
@anto ho letto la tua poesia aiutami ti prego xchè l'autore nn lo conosco ma mi sembra di averla sentita forse in un film o un testo di una canzone...??? aiutami ti prego xchè leggendola mi sembrava di averla già sentita ma nn so dove aiutino... :( ;)

ora ti mando la mia di oggi

Due amanti felici

Due amanti felici fanno un solo pane,
una sola goccia di luna nell'erba,
lascian camminando due ombre che s'unisco,
lasciano un solo sole vuoto in un letto.

Di tutte le verità scelsero il giorno:
non s'uccisero con fili, ma con un aroma
e non spezzarono la pace né le parole.
E' la felicità una torre trasparente.

L'aria, il vino vanno coi due amanti,
gli regala la notte i suoi petali felici,
hanno diritto a tutti i garofani.

Due amanti felici non hanno fine né morte,
nascono e muoiono più volte vivendo,
hanno l'eternità della natura.

di Pablo Neruda

anto19_70
17-11-2007, 14:56:56
tiare, l'hai sentita in Quattro matrimoni e un funerale! ;)

anto19_70
17-11-2007, 15:01:01
che bella tiare la tua poesia, Neruda è speciale, mi da continuamente delle emozioni, riesce ad esprimere l'affetto e la sensualità con una lievità tutta sua. E mi piace la prima immagine "Due amanti felici fanno un solo pane...", bellissima!

tiare
17-11-2007, 15:07:52
che bella tiare la tua poesia, Neruda è speciale, mi da continuamente delle emozioni, riesce ad esprimere l'affetto e la sensualità con una lievità tutta sua. E mi piace la prima immagine "Due amanti felici fanno un solo pane...", bellissima!

... graaaaaaaziiiiiiiiieeeeeee :022: mi hai salvato da una giornata in cui sai quando nn ti viene in mente una cosa e continui a rimuginare??? salvata grazie!!!! :022: :021: :021:
... tua hai visto il postino??? il film :002: :002: :002: secondo me stupendo!!!!

anto19_70
17-11-2007, 15:17:34
prego tiare! ;)
sì che l'ho visto Il Postino! a parte che adoro Troisi :)
L'anno scorso poi sono stata sia a Procida che a Salina e ho visto i luoghi in cui lo hanno girato!!

tiare
18-11-2007, 00:02:15
prego tiare! ;)
sì che l'ho visto Il Postino! a parte che adoro Troisi :)
L'anno scorso poi sono stata sia a Procida che a Salina e ho visto i luoghi in cui lo hanno girato!!

... mamma mia che meraviglia la spiaggia di pollara anch io ci sono stata ed è stato bellissimo...

... per rimanere in tema poetico ti lascio ... queste perle...

http://www.youtube.com/watch?v=ET7csv3p7Og

http://www.youtube.com/watch?v=_jCSiCL85R0

anto19_70
18-11-2007, 14:25:16
grazie tiare!
allora ti consiglio anche Marina di Corricella a Procida...è bellissima!!

anto19_70
18-11-2007, 14:38:29
POESIA DEL GIORNO

Quando l’uomo entra nella donna - Anne Sexton.

Quando l’uomo
entra nella donna
come l’onda scava la riva,
ripetutamente,
e la donna, godendo, apre la bocca
e i denti le luccicano
come un alfabeto,
il Logos appare mungendo una stella,
e l’uomo
dentro la donna
stringe un nodo
perché mai più loro due
si separino
e la donna si fa fiore
che inghiotte il suo gambo
e il Logos appare
e sguinzaglia i loro fiumi.

Quest’uomo e questa donna
con la loro duplice fame
hanno cercato di spingersi oltre
la cortina di Dio, e ci sono
riusciti per un momento,
anche se poi Dio
nella sua perversione
scioglie il nodo.

tiare
18-11-2007, 20:39:13
... questo credo sia un bellissimo regalo... per voi ;)

http://it.youtube.com/watch?v=OKwTTZxO8x8

Non chiederci la parola...
di
Eugenio Montale

Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l'animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
perduto in mezzo a un polveroso prato.

5 Ah l'uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico,
e l'ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
10 sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti:
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.

anto19_70
19-11-2007, 12:25:59
POESIA DEL GIORNO


stantino Kavafis

Torna

Torna sovente e prendimi,
torna e prendimi amata sensazione –
quando il ricordo del corpo si ridesta
e trascorre nel sangue il desiderio antico;
quando labbra e pelle rammentano,
e alle mani pare di nuovo di toccare.

Torna sovente e prendimi, la notte,
quando labbra e pelle rammentano...

Traduzione di Nicola Crocetti

Costantino Kavafis
Poesie erotiche
con 15 disegni di Ghiannis Tsaruchis
e una nota di Vittorio Sereni
traduzione di Nicola Crocetti
Crocetti Editore 1983, 2006

anto19_70
19-11-2007, 12:26:33
L'autore è Costantino Kavafis...naturalmente!

tiare
19-11-2007, 12:47:10
grazie 1000 ;) ... ma nn hai visto quello che ho mandato ieri... mi sono impegnata tanto e mi hai snobbato ;) :uhee:

Romeo e Giulietta

Silenzio! Quale luce irrompe da quella finestra lassù?
È l'oriente, e Giulietta è il sole.
Sorgi, vivido sole, e uccidi l'invidiosa luna,
malata già e pallida di pena
perché tu, sua ancella, di tanto la superi in bellezza.
Non essere la sua ancella, poiché la luna è invidiosa.
Il suo manto di vestale è già di un verde smorto,
e soltanto i pazzi lo indosano. Gettalo via.
È la mia donna; oh, è il mio amore!
se soltanto sapesse di esserlo.
Parla, pure non dice nulla. Come accade?
Parlano i suoi occhi; le risponderò.
No, sono troppo audace; non parla a me;
ma due stelle tra le più lucenti del cielo,
dovendo assentarsi, implorano i suoi occhi
di scintillare nelle loro sfere fino a che non ritornino.
E se davvero i suoi occhi fossero in cielo, e le stelle nel suo viso?
Lo splendore del suo volto svilirebbe allora le stelle
come fa di una torcia la luce del giorno; i suoi occhi in cielo
fluirebbero per l'aereo spazio così luminosi
che gli uccelli canterebbero, credendo finita la notte.
Guarda come posa la guancia sulla mano!
Oh, fossi un guanto su quella mano
e potessi sfiorarle la guancia!

- William Shakespeare

anto19_70
19-11-2007, 12:50:09
no tiare, è che avevo inserito la poesia e poi mi hanno chiamato qua in ufficio e me ne sono dimenticata... scusami! ;)
La poesia che hai messo è bellissima, io poi montale è un autore che amo, hai presente Ho sceso un milione di scale? (non so il titolo)... anche quella è bellisisma!!

tiare
19-11-2007, 13:07:06
no tiare, è che avevo inserito la poesia e poi mi hanno chiamato qua in ufficio e me ne sono dimenticata... scusami! ;)
La poesia che hai messo è bellissima, io poi montale è un autore che amo, hai presente Ho sceso un milione di scale? (non so il titolo)... anche quella è bellisisma!!


.... si' ma hai visto che ti ho messo il collegamento su youtube... ti/vi avevo preparato una cosa carina... ci tenevo xche' secondo me e' carina... sono una ropiscatole vero???


da Satura (eugenio montale)...

I nomi delle sezioni sono indicativi dei temi e degli argomenti trattati nelle poesie.

“Xenia” è termine latino che Montale riprende dal poeta latino Marziale e significa “doni votivi inviati a qualcuno che si era avuto ospite”, e qui le poesie sono doni mandati dal poeta alla donna che era stata ospite della sua vita.

... questa e' contenuta in Xenia II n. 5 ..


Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale
E ora che non ci sei più è il vuoto ad ogni gradino.
Anche così è stato breve il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora, né più mi occorrono
Le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.

Ho sceso milioni di scale dandoti il braccio
Non già perché con quattr’occhi forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo che di noi due
Le sole vere pupille, sebbene tanto offuscate,
erano le tue.


....

tixcla
19-11-2007, 14:18:46
... sono una ropiscatole vero???


altrochè

:028:

tiare
19-11-2007, 14:34:01
... sono una ropiscatole vero???


altrochè

:028:

... nn inzozzare di cattiverie questo luogo poetico... :002: :002: :002: :002: cattivo!!!

tixcla
19-11-2007, 15:02:54
più poetico di un faccione che dà un bacino.... :022:

anto19_70
19-11-2007, 15:14:37
carissima tiare non è che non mi sono accorta del collegamento, è che qua al lavoro sì, ho l'adsl e le pagine si aprono veloci però:

1) non si aprono i collegamenti con youtube
2) le faccine non si muovono, perciò inizialmente usavo sempre :026: come smile, poi da casa mi sono accorta che non rimane fissa sul sorriso ( :027: )
3) non si muovono nemmeno le gif che ognuno di noi ha sotto il nome come avatar o come firma (infatti alcune mi chiedevo sempre: ma che cavoli hanno messo sotto la firma???) e poi invece da casa ho vbisto che il tutto ha un senso, muovendosi!!
4) a casa tutto si muove ma...ho il mitico 56k...

Il tutto per dirti che aprezzo sempre tutto quello che inserisci su qeusto topic!!! :) :) :) Compresa l'ultima di Montale, a me fa venire i brividi da quanto è bella!

tixcla
19-11-2007, 15:44:14
4) a casa tutto si muove ma...

TERREMOTOOOOOOOOOOOOOOO

tiare
19-11-2007, 16:07:38
@ ANTO ok ti perdono :021: ciao ciao cioa

@ tixcla che poeta che sei :022:

anto19_70
20-11-2007, 14:06:57
POESIA DEL GIORNO

Arthur Rimbaud

Sensazione

Nelle sere d’estate andrò per i sentieri,
pizzicato dal grano, pestando i fili d’erba;
ne sentirò, sognante, il fresco sotto
i piedi.
E al vento lascerò bagnare la mia testa.

Non dirò più parole, non farò più pensieri:
ma un amore infinito mi salirà nel petto,
e andrò molto lontano, sarò come
uno zingaro,
come una donna per i campi contento.

(trad. di Nicola Gardini)
Poesia 192 Marzo 2005
Niente di nuovo / I 150 anni di Arthur Rimbaud
a cura di Nicola Gardini
Crocetti Editore 2005

manumanu
20-11-2007, 14:45:18
anto, che bella poesia ci regali oggi!

Rimbaud è uno dei poeti che preferisco, da ragazzina mi ero innamorata di lui, ho letto e riletto tutto quello che ha scritto, i saggi, ho scovato libri strani, fotografie, visto film, ascoltato canzoni su di lui, insomma, un vero e proprio innamoramento.

Ma com'è bello questo verso!
e andrò molto lontano, sarò come
uno zingaro,
come una donna per i campi contento

:022: :022: :022: :022: :022: :022: :022:

anto19_70
20-11-2007, 15:30:03
manu mi fa tanto piacere che ti piaccia!! Anche secondo me quei versi sono meravigliosi, però non consoco l'autore così bene... Voglio approfondire anche io la sua poetica, mi piace tanto :)

manumanu
20-11-2007, 15:39:10
L'éternité, Arthur Rimbaud

Elle est retrouvée
Quoi ? - L'Éternité.
C'est la mer allée
Avec le soleil.

E' ritrovata. Che cosa? L'Eternità. E' il mare andato col sole.

tiare
20-11-2007, 16:10:48
;) grazie anto

oggi invece io vi dedico questa:

Nell'aria della sera

Nell'aria della sera umida e molle
Era l'acuto odor de' campi arati
E noi salimmo insieme su questo colle
Mentre il grillo stridea laggiu' nei prati.

L'occhio tuo di colomba era levato.
Quasi muta preghiera al ciel stellato;

Ed io che intesi quel che non dicevi
M'innamorai di te perche' tacevi.


Olindo Guerrini

anto19_70
20-11-2007, 16:20:00
Bella tiare! Sai che di olindo Guerrini ne ho lette anche io di molto belle, ogni tanto quando trovo qualche poesia in giro la salvo su un unico file dove ho incoltato testi di canzoni, pensieri e poesie appunto, e dev'essercene una anche sua... provo a cercarla!

anto19_70
21-11-2007, 10:54:17
POESIA DEL GIORNO

Rainer Maria Rilke

Oscurità nella stanza in cima alla torre.
Ma si balenano in volto, a vicenda, coi loro sorrisi.
Brancolano ciechi, le mani protese.
E si ritrovan, l'un l'altra, come si trova nel buio una porta.
Al pari di bimbi, cui spaurisca la notte, s'avvinghiano stretti.
Ma paura non hanno.
Nulla, è contro di loro.
Non un ieri. E nemmeno un domani.
Che il Tempo è crollato; e dalle sue macerie, fioriscono entrambi.
Egli non chiede: «E il tuo sposo?»...
Non chiede ella: «.... Il tuo nome ?»
Trovati si sono, avvinghiati.
Per esser - confusi - una nuova creatura.
E cento nomi si daranno a vicenda: per riprenderseli, piano, l'un l'altro, a vicenda.
Così come si sfila dall'orecchio una perla.

tiare
21-11-2007, 18:41:40
@anto molto bella la tua poesia metto la mia di oggi anche se nn sono particolarmente ispirata... ;)


Il Passato

E' una curiosa creatura il passato
Ed a guardarlo in viso
Si può approdare all'estasi
O alla disperazione.

Se qualcuno l'incontra disarmato,
Presto, gli grido, fuggi!
Quelle sue munizioni arrugginite
Possono ancora uccidere!

- Emily Dickinson

anto19_70
22-11-2007, 09:12:57
grazie a te tiare, la Dickinson mi piace molto, il mio prof di italiano mi regalò un suo libro che me la fece conoscere e da allora ho imparato ad apprezzarla tanto!

tiare
22-11-2007, 17:01:59
@anto ora sto meglio allora mi scateno visto che ti piacciono le poesie dickinson cosa ne pensi di quelle sugl angeli... a me piaciono tanto tanto argomenti su angeli...


Io so bene che dentro la mia stanza
c'è un amico invisibile,
non si rivela con qualche movimento
né parla per darmi una conferma.

Non c'è bisogno che io gli trovi posto:
è una cortesia più conveniente
l'ospitale intuizione
della sua compagnia.

La sola libertà che si concede
è di essere presente.
Né io né lui violiamo con un suono
l'integrità di questa muta intesa.

Non non potrei mai stancarmi di lui:
sarebbe come se un atomo ad un tratto
si annoiasse di stare sempre insieme
agli innumerevoli elementi dello spazio.

Ignoro se visti anche altri,
se rimanga con loro oppure no.
Ma il mio istinto lo sa riconoscere:
il suo nome è Immortalità.
Emily Dickinson



... ti lascio un sito che potrebbe interessarti

http://www.emilydickinson.it/

anto19_70
22-11-2007, 17:09:33
bellissima tiare, è molto tenera!
questa è la mia per oggi:

POESIA DEL GIORNO

Erika Burkart

Senza respiro

Solo per un attimo
bussando
al tuo cuore
chiamo a raccolta
tutte le parole
che riesco a trovare
sul ciglio della strada.
Tutte le parole
ciottoli levigati
sotto le nostre lingue.
Li lascio cadere
lungo il cammino
per ritrovare la strada
che mi riporta a casa.

Traduzione di Annarosa Azzone Zweifel

Poesia n. 129 Giugno 1999
Sei poetesse svizzere del Novecento
a cura di Annarosa Azzone Zweifel
Crocetti Editore 1999

anto19_70
23-11-2007, 09:35:55
POESIA DEL GIORNO

Ko Un

Notte fonda

In una notte mille, diecimila volte buia,
sboccia un fiore
dopo aver urlato, solo.
Accanto a lui
un altro fiore rosso sboccia
in un silenzio di ferro.

Traduzione di Vincenza D’Urso

Poesia n. 209 Ottobre 2006
Ko Un
Poeta per destino
a cura di Vincenza D’Urso
Crocetti Editore 2006

tiare
23-11-2007, 11:53:47
... oggi vado di Palazzeschi... ciao ciao

La fontana malata


Clof, clop, cloch,
cloffete, cloppete,
clocchette,
chchch......
E' giu',
nel cortile,
la povera
fontana
malata;
che spasimo!
sentirla
tossire.
Tossisce,
tossisce,
un poco
si tace....
di nuovo. tossisce.
Mia povera
fontana,
il male
che hai
il cuore
mi preme.
Si tace,
non getta
piu' nulla.
Si tace,
non s'ode rumore
di sorta
che forse...
che forse sia morta?
Orrore
Ah! no.
Rieccola,
ancora
tossisce,
Clof, clop, cloch,
cloffete, cloppete,
chchch....
La tisi
l'uccide.
Dio santo,
quel suo
eterno
tossire
mi fa
morire,
un poco
va bene,
ma tanto....
Che lagno!
Ma Habel! Vittoria!
Andate,
correte,
chiudete
la fonte,
mi uccide
quel suo
eterno
tossire!
Andate,
mettete qualcosa
per farla
finire,
magari...
magari
morire. Madonna!
Gesù!
Non più!
Non più.
Mia povera
fontana,
col male
che hai,
finisci
vedrai,
che uccidi
me pure.
Clof, clop, cloch,
cloffete,
cloppete,
clocchete,
chchch...

Chi sono?

Chi sono?
Son forse un poeta?
No, certo.
Non scrive che una parola, ben strana,
la penna dell'anima mia:
"follìa".
Son dunque un pittore?
Neanche.
Non ha che un colore
la tavolozza dell'anima mia:
"malinconìa".
Un musico, allora?
Nemmeno.
Non c'è che una nota
nella tastiera dell'anima mia:
"nostalgìa".
Son dunque... che cosa?
Io metto una lente
davanti al mio cuore
per farlo vedere alla gente.
Chi sono?
Il saltimbanco dell'anima mia.



Aldo Palazzeschi

anto19_70
23-11-2007, 12:13:26
oggi vai sul letterario vero e proprio cara tiare! io palazzeschi lo conosco poco, mi fa piacere leggerlo qui

tiare
23-11-2007, 12:38:10
oggi vai sul letterario vero e proprio cara tiare! io palazzeschi lo conosco poco, mi fa piacere leggerlo qui

... ma per l'amor del cielo carissima nn ti credere e' solo grazie a te che sto andando a riesumare cose che nn guardo e nn leggo da ormai anni... ti avevo detto che mi hai spronato tu con questo topic... solitamente nn leggo poesie ma mi fa piacere avere questo scambio con chi magari se ne intende veramente di poesia... ;) quindi se scrivo e metto delle stupidate dimmi pure... ;)

anto19_70
23-11-2007, 12:41:06
tiare... secondo me io ne so meno di te ;)
che dici, in due ne facciamo una?? :002:
di poesia mi intendo pochissimo, la sto iniziando ad apprezzare da poco...
OT di dove 6 tiare?

tiare
23-11-2007, 17:01:42
tiare... secondo me io ne so meno di te ;)
che dici, in due ne facciamo una?? :002:
di poesia mi intendo pochissimo, la sto iniziando ad apprezzare da poco...
OT di dove 6 tiare?

...va beh dai diciamo che insieme riusciamo a combinare qualcosa anche se secondo me tu ne sai e fai la gnorri ;) ;)

silviaf26
23-11-2007, 17:51:34
Avevo una scatola di colori
brillanti, decisi, vivi.
Avevo una scatola di colori,
alcuni caldi, altri molto freddi.

Non avevo il rosso
per il sangue dei feriti.
Non avevo il nero
per il pianto degli orfani.
Non avevo il bianco
Per le mani e il volto dei morti.
Non avevo il giallo
Per la sabbia ardente.

Ma avevo l’arancio per la gioia della vita
e il verde per i germogli e i nidi,
e il celeste dei chiari cieli splendenti,
e il rosa per i sogni e il riposo.

Mi sono seduta e ho dipinto la pace.


Tali Sorek (12 anni)
(la poesia è stata trovata nello zaino di questa ragazzina, morta durante la guerra del Kippur)

ramonvr
23-11-2007, 18:30:14
Ma si, una la scrivo anch'io ;)

E' nell'aria
ancora il tuo profumo
dolce caldo morbido
come questa sera
mentre tu
mentre tu
non ci sei più
E questa sera nel letto metterò
qualche coperta in più
perché se no avrò freddo
senza averti sempre
senza averti sempre addosso
e sarà triste lo so
ma la tristezza però
si può racchiudere
dentro una canzone
che canterò....
Ogni volta che avrò voglia
di parlarti
di tenerti
di toccarti
di sentirti ancora mia
...è stato splendido
...amarti
...senza averti sempre addosso
...dentro una canzone...

E quando un giorno t'incontrerò
magari per la strada
magari proprio sotto casa tua ehh!!!
ma guarda il caso però
guarda il destino splendido!!
crudele e splendido!!!!

E intanto i giorni passano
e i ricordi sbiadiscono
e le abitudini cambiano eh eh eh!!
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....
E' stato splendido.....

(V. Rossi) :002:

tiare
24-11-2007, 10:10:32
@ramon e silviaf bellissime.... dolcissima quella della bimba... beh i testi di vasco si sa sono belle poesie...
allora per ricompensarti ti metto questa che e' una delle mie preferite del grande mito vasco :025:


La Noia

La noia la noia la noia la noia la noia
io non ci vivo più
restaci tu qui
soffrirò di nostalgia
ma devo uscire fuori da qui
Io devo io devo io devo io devo
e come dicevi tu
tornerai qui
solo quando avrai bruciato tutto
solo allora sì
E la noia la noia la noia
che hai lasciato qui
quella noia che c'era nell'aria
che c'era nell'aria allora
è ancora qui
è qui che ti aspetta sai
e tu ora
non puoi certo più scappare
come hai fatto allora
ora sai che vivere
non è vero che c'è sempre
da scoprire
e che l'infinito
è strano ma per noi sai
tutto l'infinito
finisce qui

ramonvr
24-11-2007, 14:49:49
Sai cosa Tiare, parlo per Vasco che conosco meglio, con queste canzoni "a poesia", ti accorgi come e' diverso ascoltarle e leggerle, leggerle ha tutto un altro effetto che in pochi sanno fare ;) sono vere poesie, senza bisogno di scomodare sempre i grandi della storia e della letteratura ;)

anto19_70
26-11-2007, 09:29:36
condivido, alcune canzoni sono vera e propria poesia!

anto19_70
26-11-2007, 09:35:09
POESIA DEL GIORNO

Titos Patrikios

Gli amici

Non è il ricordo degli amici uccisi
che mi strazia le viscere.
È il pianto per le migliaia di sconosciuti
che lasciarono gli occhi spenti
nei becchi degli uccelli,
che stringono nelle mani gelate
una manciata di bossoli e di spini.
I passanti sconosciuti
che non ci parlarono mai
con cui solo per poco ci guardammo
quando ci fecero accendere la sigaretta
nella strada serale.
Le migliaia di amici sconosciuti
che diedero la vita
per me.

Traduzione di Nicola Crocetti
Titos Patrikios
La resistenza dei fatti
introduzione di Filippomaria Pontani
traduzione di Nicola Crocetti
Crocetti Editore 2007

tiare
26-11-2007, 18:59:39
... eccola appena sfornata direi che sarebbe bellissimo non pensare a niente :016: :016: :016: ... grazie anto per la poesia di oggi... e anche a ramonvr che ha inserito nella poesia i testi di una canzone di vasco... le canzoni sono poesie ed e' verissimo lette con + attenzione senza la musica sono ancora piu profonde ;) ;)

Non sto pensando a niente

Non sto pensando a niente,
e questa cosa centrale, che a sua volta non è niente,
mi è gradita come l'aria notturna,
fresca in confronto all'estate calda del giorno.
Che bello, non sto pensando a niente!

Non pensare a niente
è avere l'anima propria e intera.
Non pensare a niente
è vivere intimamente
il flusso e riflusso della vita...
Non sto pensando a niente.
E' come se mi fossi appoggiato male.
Un dolore nella schiena o sul fianco,
un sapore amaro nella bocca della mia anima:
perché, in fin dei conti,
non sto pensando a niente,
ma proprio a niente,
a niente...

- Fernando Pessoa

ramonvr
26-11-2007, 20:00:18
le canzoni sono poesie ed e' verissimo lette con + attenzione senza la musica sono ancora piu profonde ;) ;)



Una volta esistevano i cantautori, oggi non ne trovi uno (dei nuovi) :021:
E te ne accorgi quando i "vecchi" sfornano l'ultimo disco :021:

anto19_70
27-11-2007, 11:09:48
POESIA DEL GIORNO

- Garcia Lorca-
Agosto

Controluce a un tramonto
di pesca e zucchero.
E il sole all'interno del vespro,
come il nocciolo in un frutto.
La pannocchia serba intatto
il suo riso giallo e duro.
Agosto.
I bambini mangiano
pane scuro e saporita luna.


@tiare, molto molto bella la poesia di Pessoa! Spero che questa ti piaccia altrettanto.. :)

[/b]

tiare
27-11-2007, 12:09:53
@oh oh, la mia poetessa... che bella vai anto sei la mia ispiratrice poetica ora vediamo cosa scelgo per questa giornata un po' "maffa"...
... lui che mi ha sempre fatto tanta tenerezza con il suo fanciullino e il mito del nido... il gio'...


Novembre

Gèmmea l'aria, il sole così chiaro
che tu ricerchi gli albicocchi in fiore,
e del prunalbo l'odorino amaro
senti nel cuore...

Ma secco è il pruno, e le stecchite piante
di nere trame segnano il sereno,
e vuoto il cielo, e cavo al piè sonante
sembra il terreno.

Silenzio, intorno: solo, alle ventate,
odi lontano, da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile. E' l'estate,
fredda, dei morti.
(Giovanni Pascoli)

anto19_70
27-11-2007, 12:18:09
bello tiare, molto commovente... e poi Pascoli è delle mie parti, qui da noi fin da piccoli te lo fanno studiare bene!!

ps. cos'è una giornata "maffa"? :-? :002:

tiare
27-11-2007, 12:26:12
bello tiare, molto commovente... e poi Pascoli è delle mie parti, qui da noi fin da piccoli te lo fanno studiare bene!!

ps. cos'è una giornata "maffa"? :-? :002:

.... maffa io la intendo x una giornata un po' passa... ma lo uso anche per dire che una cosa e' maffa (quando e' un pataccone o e' una taroccata o nn vale a niente) o lo uso anche per dire a una persona in senso (scherzoso) che e' maffa... che nn vale niente in senso scherzoso chiaro... tipo che ne so'... ormai sei maffa (nn servi + a niente sempre in tono scherzoso...)...
es. Dai anto smettila di tirartela tanto.. ormai sei maffa... (in tono scherzoso) trad. smettila di darti delle arie xche' tanto nn vali piu' niente ormai sei vecchia... il senso e' quello....

:027: :027: ciao maffona

anto19_70
27-11-2007, 12:34:49
che bello!!! :027: mi sento tanto "maffa" anche io oggi... ;)

anto19_70
28-11-2007, 11:21:48
POESIA DEL GIORNO

Pentti Saarikoski

Io amo te
come terra straniera
un ponte e la scogliera
come romita sera che sa di libri
cammino verso di te nel mondo
sotto le atmosfere
tra due luci
il mio pensiero scolpito e te

Poesia 195 Giugno 2005
Pentti Saarikoski / Ad alta voce
a cura di Viola Parente Capkova e Antonio Parente
Crocetti Editore 2005

tiare
28-11-2007, 21:44:13
grazie per la tua poesia oggi nn ho avuto tanto tempo x cui rimando a domani la mia poesia...

anto19_70
29-11-2007, 09:19:14
POESIA DEL GIORNO

Nazim Hikmet

Rubai

E' l'alba. S'illumina il mondo
come l'acqua che lascia cadere sul fondo
le sue impurità. E sei tu, all'improvviso
tu, mio amore, nel chiarore infinito
di fronte a me.

Giorno d'inverno, senza macchia, trasparente
come vetro. Addentare la polpa candida e sana
d'un frutto. Amarti, mia rosa, somiglia
all'aspirare l'aria in un bosco di pini.

Chi sa, forse non ci ameremmo tanto
se le nostre anime non si vedessero da lontano
non saremmo così vicini, chi sa,
se la sorte non ci avesse divisi.

E' così, mio usignolo, tra te e me
c'è solo una differenza di grado:
tu hai le ali e non puoi volare
io ho le mani e non posso pensare.

Finito, dirà un giorno madre Natura
finito di ridere e di piangere
e sarà ancora la vita immensa
che non vede non parla non pensa.

@tiare, non sempre si è in tema di poesia, anche io in realtà ho giorni in cui non ci sono in questo senso....tipo ieri! ieri ero maffissima!! :027:

tiare
29-11-2007, 13:53:06
@anto ciao bella la tua poesia oggi mando questa...
mi sento un po' gattona oggi... ma vorrei essere altrove a fare le fusa...

Il gatto

Vieni sul mio cuore innamorato, mio bel gatto:
trattieni gli artigli della zampa,
e lasciami sprofondare nei tuoi occhi belli
misti d’agata e metallo.

Come s’inebria di piacere la mia mano
palpando il tuo elettrico corpo
con le dita che tranquille ti accarezzano
la testa e il dorso elastico!

E penso alla mia donna, a quel suo sguardo
come il tuo, amabile bestia,
freddo e profondo che taglia e fende come freccia,

e a quell’aria, a quel profumo
che pericoloso fluttua sul suo corpo
dai piedi su fino alla testa!

(Charles Baudelaire, trad. Claudio Rendina)

anto19_70
29-11-2007, 14:42:10
bella, bella, bella tanto! rende proprio l'idea, complimenti tiare, hai fatto una gran bella scelta oggi!!
anche a me spessissimo piacerebbe essere un gatto, di loro -tra le altre cose!- invidio quella capacità di godersi il sonno che io non ho...

anto19_70
29-11-2007, 17:44:19
POESIA DELLA SERA

ciao compagni di sventura di una vita difficile e dura

Tixcla

quando si dice l'arte.... :002:

tiare
29-11-2007, 19:18:53
bella, bella, bella tanto! rende proprio l'idea, complimenti tiare, hai fatto una gran bella scelta oggi!!
anche a me spessissimo piacerebbe essere un gatto, di loro -tra le altre cose!- invidio quella capacità di godersi il sonno che io non ho...

... si questa e' stata una delle mie preferite di quando andavo a scuola alle superiori... adesso che ho due gatti la prima parte della poesia x me e' verissima... mamma mia io me li metto alla sera sulla pancia e con le loro fusa mi fanno anche un bel massaggio xche' senti il corpo che vibra... li uso come "tesmed" :002: :?D?: poi veramente sono di un dolce questi due mici me li mangerei... :016: :016:

ramonvr
29-11-2007, 19:35:31
Il gatto

Vieni sul mio cuore innamorato, mio bel gatto:
trattieni gli artigli della zampa,
e lasciami sprofondare nei tuoi occhi belli
misti d’agata e metallo.

Come s’inebria di piacere la mia mano
palpando il tuo elettrico corpo
con le dita che tranquille ti accarezzano
la testa e il dorso elastico!

E penso alla mia donna, a quel suo sguardo
come il tuo, amabile bestia,
freddo e profondo che taglia e fende come freccia,

e a quell’aria, a quel profumo
che pericoloso fluttua sul suo corpo
dai piedi su fino alla testa!

(Charles Baudelaire, trad. Claudio Rendina)

Certo che se non fosse stata scritta da Baudelaire...non la consideravano manco i gatti :027:
Perdonatemi, ma le poesie non mi hanno mai detto un granche', salvo alcune, ma non ho mai visto grandi genialita' per poter diventare famose ;) , secondo me eh? :002:

anto19_70
30-11-2007, 09:16:53
vabbè ramon, vorrà dire che noi continuiamo a postarle, chissà che non cambi idea!! ;)

POESIA DEL GIORNO

Ferdinando Pessoa

Furtiva mano di un fantasma occulto

Furtiva mano di un fantasma occulto
fra le pieghe del buio e del torpore
mi scuote, e io mi sveglio, ma nel cuore
notturno non trovo gesto o volto.

Un antico terrore che insepolto
porto nel petto, come da un trono
scende sopra di me senza perdono,
mi fa suo servo senza cenno o insulto.

E sento la mia vita di repente
legata con un filo di Incosciente
a ignota mano diretta nell’ignoto.

Sento che niente sono se non l’ombra
di un volto imperscrutabile nell’ombra:
e per assenza esisto, come il vuoto.

tiare
30-11-2007, 11:22:29
Il gatto

Vieni sul mio cuore innamorato, mio bel gatto:
trattieni gli artigli della zampa,
e lasciami sprofondare nei tuoi occhi belli
misti d’agata e metallo.

Come s’inebria di piacere la mia mano
palpando il tuo elettrico corpo
con le dita che tranquille ti accarezzano
la testa e il dorso elastico!

E penso alla mia donna, a quel suo sguardo
come il tuo, amabile bestia,
freddo e profondo che taglia e fende come freccia,

e a quell’aria, a quel profumo
che pericoloso fluttua sul suo corpo
dai piedi su fino alla testa!

(Charles Baudelaire, trad. Claudio Rendina)

Certo che se non fosse stata scritta da Baudelaire...non la consideravano manco i gatti :027:
Perdonatemi, ma le poesie non mi hanno mai detto un granche', salvo alcune, ma non ho mai visto grandi genialita' per poter diventare famose ;) , secondo me eh? :002:


.... uffi... ma certo che nemmeno io sono cresciuta mangiando poesie. appunto dicevo ad anto che questo gioco di scambio di poesie e' comunque piacevole... e poi dai ramonvr nn e' vero che questa poesia nn si puo' sentire e leggere... secondo me e' molto bella come immagine...
;)

tiare
30-11-2007, 11:43:03
@anto bella la tua... io oggi vado con un testo di una canzone di qualche anno fa'... anche lui con i testi nn scherzava... a me e' venuta in mente questa... ma ce ne sono tantissime... magari anche un po' forti ma comunque sempre testi molto belli...

Riders on the storm

Riders on the storm
Riders on the storm
Into this house we're born
Into this world we're thrown
Like a dog without a bone
An actor out alone
Riders on the storm

There's a killer on the road
His brain is squirmin' like a toad
Take a long holiday
Let your children play
If ya give this man a ride
Sweet memory will die
Killer on the road, yeah

Girl ya gotta love your man
Girl ya gotta love your man
Take him by the hand
Make him understand
The world on you depends
Our life will never end
Gotta love your man, yeah

Wow!

Riders on the storm
Riders on the storm
Into this house we're born
Into this world we're thrown
Like a dog without a bone
An actor out alone
Riders on the storm

Riders on the storm
Riders on the storm
Riders on the storm
Riders on the storm
Riders on the storm

- The Doors -

anto19_70
30-11-2007, 12:34:30
ammazzate, scomodiamo i mitici Doors! :002:
sto scherzando, cara mia, hai fatto bene anche se lo ammetto che il mio inglese lascia un pò a desiderare e quindi forse non capirò del tutto il testo.. ma ci provo e me lo leggo subito!

ramonvr
30-11-2007, 18:56:33
vabbè ramon, vorrà dire che noi continuiamo a postarle, chissà che non cambi idea!! ;)


Ma non ho detto che non mi piacciono per niente, ho detto che quelle che ritengo "poesie" non sono tantissime, molte sembra che debbano essere belle per forza perche' sono state scritte da Tizio e Caio ;)

anto19_70
03-12-2007, 10:34:05
POESIA DEL GIORNO

Pejo Javorov

Vieni!

I tuoi occhi sono cieli stellati.
I capelli il velo crepuscolare
della tarda sera, i tuoi capelli!
Il tuo respiro – fresco, di fanciulla,
è il fresco alito del sud che dà vita,
uno zefiro addormentato in mezzo ai fiori.

Vieni, morta e fredda è la giornata.
In questa notte di luna, coi capelli sciolti,
china su di me,
vieni e respira sul mio volto,
vieni e riscalda il freddo cuore,
in questa notte di luna, sotto i cieli stellati.

Traduzione di Valeria Salvini

ramonvr
03-12-2007, 19:33:30
POESIA DEL GIORNO

Pejo Javorov

Vieni!

I tuoi occhi sono cieli stellati.
I capelli il velo crepuscolare
della tarda sera, i tuoi capelli!
Il tuo respiro – fresco, di fanciulla,
è il fresco alito del sud che dà vita,
uno zefiro addormentato in mezzo ai fiori.

Vieni, morta e fredda è la giornata.
In questa notte di luna, coi capelli sciolti,
china su di me,
vieni e respira sul mio volto,
vieni e riscalda il freddo cuore,
in questa notte di luna, sotto i cieli stellati.

Traduzione di Valeria Salvini

Che nostalgia i capelli :027:

anto19_70
04-12-2007, 09:20:49
:?D?: :?D?: :?D?:

ramon, sei incorreggibile!!!!

anto19_70
04-12-2007, 09:22:43
POESIA DEL GIORNO

Edith Södergran

Primavera nordica

Tutti i miei castelli d’aria si sono sciolti come neve,
tutti i miei sogni defluiti come acqua,
di tutto ciò che ho amato mi rimane
un cielo azzurro e qualche pallida stella.
Il vento si muove piano tra gli alberi.
Il vuoto riposa. L’acqua è silenziosa.
Il vecchio abete sta sveglio e pensa
alla nuvola bianca baciata in sogno.

Traduzione di Piero Pollesello

tixcla
04-12-2007, 10:08:06
ohi, questa quasi quasi mi piace pure ! :)

anto19_70
04-12-2007, 10:11:14
il criceto poeta che è in te sta uscendo.... è un pò de coccio, ma c'è!!! :002:

ramonvr
04-12-2007, 19:20:21
POESIA DEL GIORNO

Edith Södergran

Primavera nordica

Tutti i miei castelli d’aria si sono sciolti come neve,
tutti i miei sogni defluiti come acqua,
di tutto ciò che ho amato mi rimane
un cielo azzurro e qualche pallida stella.
Il vento si muove piano tra gli alberi.
Il vuoto riposa. L’acqua è silenziosa.
Il vecchio abete sta sveglio e pensa
alla nuvola bianca baciata in sogno.

Traduzione di Piero Pollesello

Certo che sto tipo fumava roba buona eh? :027:
Ma una volta non c'erano tutti questi controlli e questi divieti :?D?: :?D?:

anto19_70
05-12-2007, 08:33:22
robba buonissssima!!!! :027: :027:

anto19_70
05-12-2007, 10:31:06
POESIA DEL GIORNO

Nazim Hikmet

Il più bello dei mari

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.

Traduzione di Joyce Lussu

ramonvr
05-12-2007, 19:38:46
POESIA DEL GIORNO

Nazim Hikmet


E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.


E che aspetta, che passi prima qualcun'altro? :?D?: :?D?:

icesweet
05-12-2007, 20:13:21
POESIA DEL GIORNO

Nazim Hikmet


E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto.


E che aspetta, che passi prima qualcun'altro? :?D?: :?D?:






:070: :070: :070:

ramonvr
05-12-2007, 20:15:35
Mi diverto troppo a dare un senso diverso alle poesie :027:

anto19_70
06-12-2007, 09:45:47
POESIA DEL GIORNO

Sentirsi sul mio cuore

Avere un pensiero unico, assiduo, di tutte le ore, di tutti gli attimi, non concepire altra felicità che quella, sovrumana, irraggiante della sola tua presenza sull’essere mio;
vivere tutto il giorno nell’aspettativa inquieta, furiosa, terribile, del momento in cui ti rivedrò; nutrire l’ immagine delle tue carezze, quando sei partita, e di nuovo possederti in un’ ombra quasi creata; sentirti, quando io dormo, sentirti sul mio cuore, viva, reale, palpabile, mescolata al mio sangue, mescolata alla mia vita;
e credere in te soltanto, riporre in te soltanto la mia fede,
la mia forza, il mio orgoglio, in tutto il mio mondo, tutto quel che sogno, e tutto quel che spero …

(Gabriele D’ Annunzio)

ps. Ramon, mi stai dando delle soddisfazioni!!! :002:

tixcla
06-12-2007, 10:23:26
Mi diverto troppo a dare un senso diverso alle poesie :027:

al Vasco che c'è in me verrebbe da dire... "anche se un senso non ce l'han" .... ma non lo dico :027: :027:

ramonvr
06-12-2007, 18:36:07
POESIA DEL GIORNO

Sentirsi sul mio cuore

Avere un pensiero unico, assiduo, di tutte le ore, di tutti gli attimi, non concepire altra felicità che quella, sovrumana, irraggiante della sola tua presenza sull’essere mio;
vivere tutto il giorno nell’aspettativa inquieta, furiosa, terribile, del momento in cui ti rivedrò; nutrire l’ immagine delle tue carezze, quando sei partita, e di nuovo possederti in un’ ombra quasi creata; sentirti, quando io dormo, sentirti sul mio cuore, viva, reale, palpabile, mescolata al mio sangue, mescolata alla mia vita;
e credere in te soltanto, riporre in te soltanto la mia fede,
la mia forza, il mio orgoglio, in tutto il mio mondo, tutto quel che sogno, e tutto quel che spero …

(Gabriele D’ Annunzio)



Bastava dire che aveva voglia di ri-vedere la patatina di una donna e magari andarci a letto, non faceva prima? :027: :027: :027:

anto19_70
07-12-2007, 09:46:21
in effetti...più o meno... ma ramonnnnnnnnnnnnnnn!! questa è pura poesia!!! :022: :002: :?D?:

anto19_70
07-12-2007, 09:48:27
POESIA DEL GIORNO

Titos Patrikios

Sillabe

Del tuo passaggio quello ch’è rimasto
poco alla volta lo livella il tempo
come un ciottolo il fiume.
Soltanto del tuo nome sono ormai sicuro.
Lo dico sempre al mare e lo ripeto
e chissà mai che una notte,
quando ci soffocano il reticolato e la pietra,
mi serva da parola di salvezza
e scopra all’improvviso ch’è svanito anch’esso.

Traduzione di Nicola Crocetti

tixcla
07-12-2007, 09:54:03
POESIA DEL GIORNO

Titos Patrikios

Sillabe

Del tuo passaggio quello ch’è rimasto
poco alla volta lo livella il tempo
come un ciottolo il fiume.
Soltanto del tuo nome sono ormai sicuro.
Lo dico sempre al mare e lo ripeto
e chissà mai che una notte,
quando ci soffocano il reticolato e la pietra,
mi serva da parola di salvezza
e scopra all’improvviso ch’è svanito anch’esso.

Traduzione di Nicola Crocetti

inizio a preoccuparmi, m'è piaciuta pure questa.... :-?

anto19_70
07-12-2007, 09:56:30
no problem tixcla, basta guardare qualche puntata del Bagaglino e tutto torna come prima..ihihihih!!! :002:

dai che scherzo, anche a me questa è piaciuta quando l'ho letta!

tixcla
07-12-2007, 10:01:30
no problem tixcla, basta guardare qualche puntata del Bagaglino e tutto torna come prima..ihihihih!!! :002:

dai che scherzo, anche a me questa è piaciuta quando l'ho letta!
siiiiiii, poi per fortuna si dimenticano....ohi, ma gli autori son tutti amici tuoi vero, perchè di Mestre non son di certo, forse quel d'annunizo na volta dev'essere passato di qua ! :002: :002:

anto19_70
07-12-2007, 10:19:14
certo, gli autori sono amici miei, è per quello che li posto qui!! :027:

ramonvr
07-12-2007, 12:16:03
POESIA DEL GIORNO

Titos Patrikios

Sillabe

Del tuo passaggio quello ch’è rimasto
poco alla volta lo livella il tempo
come un ciottolo il fiume.
Soltanto del tuo nome sono ormai sicuro.
Lo dico sempre al mare e lo ripeto
e chissà mai che una notte,
quando ci soffocano il reticolato e la pietra,
mi serva da parola di salvezza
e scopra all’improvviso ch’è svanito anch’esso.

Traduzione di Nicola Crocetti

Praticamente scritta dopo una notte con una prostituta :027: :027: :027:

tixcla
07-12-2007, 12:24:36
che momenti catartici col Ramon... :002: :002:

anto19_70
07-12-2007, 12:33:27
ma che ho fatto di male io per dover ascoltare 'sti due.... :027:

anto19_70
08-12-2007, 15:26:54
POESIA DEL GIORNO

Rainer Maria Rilke

A Lou Andreas-Salomé

Non posso ricordare. Ma quei momenti
puri dureranno in me come
in fondo a un vaso troppo pieno.
Non penso a te, ma sono per amore tuo
e questo mi dà forza.
Non ti invento nei luoghi
che adesso senza te non hanno senso.
Il tuo non esserci
è già caldo di te, ed è più vero,
più del tuo mancarmi. La nostalgia
spesso non distingue. Perché
cercare allora se il tuo influsso
già sento su di me lieve
come un raggio di luna alla finestra.

anto19_70
10-12-2007, 10:04:06
POESIA DEL GIORNO

Federico Garcia Lorca

Gazzella del ricordo d’amore

Non portarti via il ricordo,
lasciamelo solo in petto,

bianco ciliegio che trema
nel martirio di gennaio.

Muro di sogni maligni
per proteggere un abbraccio.

La mia pena è un iris fresco
offerto a un cuore di gesso.

Tutta la notte nell’orto
i due cani dei miei occhi,

tutta notte assaporando
avvelenate cotogne.

A volte giunge nel vento
fin qui l’ombra del tuo corpo.

È un tulipano ammalato
l’albeggiare dell’inverno.

Muro di sogni maligni
mi divide da chi è morto.

L’erba muta copre la
valle grigia del tuo corpo.

Sull’arco dell’incontrarsi
sta crescendo la cicuta.

Lascia almeno il tuo ricordo,
lasciamelo solo in petto.

(Traduzione di Francesco Tentori Montalto)

anto19_70
11-12-2007, 12:33:13
Poesia del giorno

Roberto Carifi

Sarò una stella come le altre
perché non c’è stella che s’inabissi
ognuno rimane lungo il cielo
lungo il lago ghiacciato
ed io sono quel punto che rimane là,
tra il cielo e la terra,
sono il tu dove passa la mia anima
perché tutto è fermo,
i paesi che sfociano in vallate
e non c’è morte, una soltanto,
che si distingua dalla vita.

Poesia n. 199 Novembre 2005
Roberto Carifi
“Dal lontano passato”

tiare
11-12-2007, 18:47:14
beh che miti che siete.... ho letto le poesie che hai inserito sempre molto carine... grande ramon :027: :027:

allora dopo qualche giorno di silenzio a cui forse saro' mancata alla mia amichetta "antonia" questa sera metto questa poesia

L'emisfero dei tuoi capelli

Lasciami respirare a lungo, ancora e ancora, l'odore dei tuoi capelli, lascia che io vi immerga il viso
come fa l'assetato nell'acqua della sorgente, e che li scuota con la mia mano come un fazzoletto odoroso
per farne uscire i ricordi nell'aria.
Se tu potessi sapere tutto quello che vedo, tutto quello che sento, tutto quello che scopro nei tuoi capelli!
La mia anima viaggia seguendo un profumo, come l'anima di altri viaggia seguendo una musica.
Nei tuoi capelli c'è un intero sogno, pieno di vele e alberature; mari aperti i cui monsoni mi portano
verso climi incantati, dove lo spazio è più azzurro e profondo, dove l'aria ha il profumo dei frutti,
delle foglie e della pelle umana.
Nell'oceano dei tuoi capelli vedo un porto brulicante di canzoni tristi, di uomini vigorosi dei più diversi paesi,
e navi d'ogni forma, le cui intricate, delicate architetture si stagliano nel cielo immenso, invaso da un'immobile calura.
Se carezzo i tuoi capelli, ritrovo il languore delle ore passate su un divano, nella cabina di una bella nave,
cullato dal dolce rollio del porto, tra vasi di fiori e terrine rinfrescanti.
Nella brace dei tuoi capelli, respiro l'odore di tabacco mescolato all'oppio e allo zucchero;
nel buio dei tuoi capelli vedo splendere l'infinito dell'azzurro tropicale; sulle rive muscose dei tuoi capelli
mi inebrio degli odori mescolati del catrame, del muschio e dell'olio di cocco.
Lasciami mordere ancora le tue trecce pesanti e nere.
Quando prendo a piccoli morsi i tuoi capelli elastici e ribelli, mi sembra di mangiare ricordi.


[Charles Baudelaire]

Daiana
11-12-2007, 19:05:52
Brava tiare, giriamo il coltello nella piaga di Ramon e vediamo come fa lo spiritoso adesso! :027:

ramonvr
11-12-2007, 19:48:16
Brava tiare, giriamo il coltello nella piaga di Ramon e vediamo come fa lo spiritoso adesso! :027:

:070: :027:

Mi astengo dal commentare la poesiola :002:

tiare
11-12-2007, 22:10:35
Brava tiare, giriamo il coltello nella piaga di Ramon e vediamo come fa lo spiritoso adesso! :027:

:070: :027:

Mi astengo dal commentare la poesiola :002:

... :027: ciao ramon ma nn ti piace nemmeno un pò visto che manco la commenti...

ramonvr
11-12-2007, 22:11:39
:027:

anto19_70
12-12-2007, 08:38:05
Ciao tiare! certo che sei mancata alla tua amica antonia, questo topic senza di te va solo al 50% :002: !!
Bellissima la poesia di Baudelaire (vero ramon? :027: ), non la conoscevo....
Oggi ho trovato Pasolini, è la mia scelta giornaliera.

POESIA DEL GIORNO

Pier Paolo Pasolini

Ho la calma di un morto:
guardo il letto che attende
le mie membra e lo specchio
che mi riflette assorto.

Non so vincere il gelo
dell’angoscia, piangendo,
come un tempo, nel cuore
della terra e del cielo.

Non so fingermi calme
o indifferenze o altre
giovanili prodezze,
serti di mirto o palme.

O immoto Dio che odio
fa che emani ancora
vita dalla mia vita
non m’importa più il modo.

tixcla
12-12-2007, 09:28:55
ma parlare come mangia no eh ? :-?

tixcla
12-12-2007, 09:30:50
@Tiare, ma sto tipo lavarsi i capelli mai eh ??? :027: :027: :027:

ramonvr
12-12-2007, 18:26:59
POESIA DEL GIORNO

Pier Paolo Pasolini

Ho la calma di un morto:
guardo il letto che attende
le mie membra e lo specchio
che mi riflette assorto.



Praticamente e' la stessa cosa che succede a tutti coloro che tornano a casa ubriachi :027:
Ma lui si chiama Pier Paolo Pasolini, se l'avesse raccontata un ragazzo comune era da ricovero :015: :027:

tiare
12-12-2007, 18:49:51
;) ecco la poesia della serata...
grazie anto

Afferro le sue mani...

Afferro le sue mani
e la stringo al mio petto.
Tento di riempire le mie braccia
della sua bellezza,
di depredare con i baci
il suo dolce sorriso,
di bere i suoi bruni sguardi
con i miei occhi.
Ma dov'è?
Chi può spremere l'azzurro dal cielo?

Cerco di afferrare la bellezza;
essa mi elude
lasciando soltanto il corpo
nelle mie mani.
Stanco e frustrato mi ritraggo.
Come può il corpo toccare
il fiore che soltanto
lo spirito riesce a sfiorare?

Tagore

ramonvr
12-12-2007, 18:54:01
Certo che per lui era facile trovare roba buona eh'? :?D?: :?D?:

Se oggi legalizzassero la maria sai quanti nuovi poeti verrebbero alla luce? :?D?:

anto19_70
13-12-2007, 10:36:55
bella tiare, molto bella! :022:

ramon, i tuoi commenti sono azzeccatisismi, diciamo che stai dando vita ad una nuova forma di cirtica poetica :002:

anto19_70
13-12-2007, 10:45:38
POESIA DEL GIORNO

Torquato Tasso

Un’ape esser vorrei,
donna bella e crudele,
che sussurrando in voi suggesse il mèle;
e, non potendo il cor, potesse almeno
pungervi il bianco seno,
e ’n sì dolce ferita
vendicata lasciar la propria vita.

Monella
13-12-2007, 11:03:11
BELLA INIZIATIVA! :022:

Poesie sui muri di Milano

E questa volta le poesie di cui parliamo non sono di qualche artista di strada, del Luther Blisset del momento o di un situazionista che ama riempire i muri con versi autoprodotti.

Le poesie per strada le ha messe il comune, o meglio Vittorio Sgarbi. L’assessore che più volte si è dichiarato vicino all’arte di strada ha voluto mettere in piedi dell’arte di strada autorizzata che segue i binari della legalità.

Quello che mi sono chiesto è se qualcuno se ne è accorto, se qualcuno si è fermato a leggere questa o altre poesie. Voi lo avete fatto? Le avevate notate? Se si, vi siete fermati a leggere o siete passati oltre?

http://static.blogo.it/02blog/foto020.jpg

anto19_70
13-12-2007, 11:43:11
carino! ma che poesie sono state scelte, si possono riportare qua?

tixcla
13-12-2007, 11:54:38
ciò, è brutto dirlo, ma dalla foto sembra un annuncio funebre !! :(

Monella
13-12-2007, 12:57:28
Non hai tutti i torti Tixcla...La foto è venuta male, ma anche la grafica lascia molto a desiderare (potevano fare cartelli un pò più allegri!!!).
Però l'idea mi piace. Per una persona che non si intende molto di di poesie, come me, lo trovo un modo originale per poterle conoscere. E poi finalmente un pò di cultura appesa al muro , alle fermate dell'autobus e delle metro oltre alle solite pubblicità :021: .

@Anto: purtroppo se ne vedono pochine in giro. Se riesco a riportarne alcune lo faccio con piacere!! ;)
So che c'è una di Garcia Lorca.... :)

BIGLEBOWSKY
13-12-2007, 12:57:58
Magari è una poesia triste! :?D?:

tixcla
13-12-2007, 13:10:07
Non hai tutti i torti Tixcla...La foto è venuta male, ma anche la grafica lascia molto a desiderare (potevano fare cartelli un pò più allegri!!!).
Però l'idea mi piace. Per una persona che non si intende molto di di poesie, come me, lo trovo un modo originale per poterle conoscere. E poi finalmente un pò di cultura appesa al muro , alle fermate dell'autobus e delle metro oltre alle solite pubblicità :021: .

@Anto: purtroppo se ne vedono pochine in giro. Se riesco a riportarne alcune lo faccio con piacere!! ;)
So che c'è una di Garcia Lorca.... :)
l'ho sempre detto che è un animale intelligente !
http://www.montereybay.com/creagrus/Orca-mty-leap-leohallford.jpg
cmq c'hai ragiùn stitch, se mai non si leggono, mai si apprezzano, già un paio postate mi piacevano pure....

anto19_70
13-12-2007, 13:11:24
ed è un evento, vero tixcla caro??? :002:

tixcla
13-12-2007, 13:14:01
ed è un evento, vero tixcla caro??? :002:

e ridacceeee....

evento, efreddo, epioggia ...... :?D?: :?D?:

anto19_70
13-12-2007, 14:54:05
eneve no?? :-? :002:

Monella
13-12-2007, 15:16:32
Ragazzi, mi fate morire!!! :?D?: :?D?: :?D?:




cmq c'hai ragiùn stitch, se mai non si leggono, mai si apprezzano, già un paio postate mi piacevano pure....


Ma Tixcla non è che Stitch è un altro dei tuoi gemellini segreti (oltre a quelli già ufficiali sul forum), separato da voi altri alla nascita perchè vittima dell'esperimento 626?? :027: :027:
Guardate che tenero, come si fa a lasciarlo solo, senza dei fratellini...
http://userpages.umbc.edu/~mm1/xanga/Aww_Stitch.jpg

anto19_70
13-12-2007, 15:22:39
mo bellino!!!! sembra il mio Darwin!!! :022:

Monella
13-12-2007, 15:32:50
:022: :022:
Sono sempre più curiosa di conoscerlo!!! :)

tixcla
13-12-2007, 15:35:08
soppa, ...tipo ...conigliata insomma.... :?D?: :?D?: :?D?:
faremo la prova dna :027: :027:

Stitch Darwin , non sembra un nome di un cowboy ??? figo !

anto19_70
13-12-2007, 15:41:44
un tipo tosto insomma! :002:

Monella
13-12-2007, 15:41:45
[quote="tixcla"]soppa, ...tipo ...conigliata insomma.... :?D?: :?D?: :?D?:
faremo la prova dna :027: :027:

quote]

Guardate, è anche amico dei pulaster...non può non essere dei vostri :027: :027: :027:

http://kocchan.altervista.org/StitchLettura.jpg

tixcla
13-12-2007, 15:46:57
:?D?: :?D?: va beh, se non ha pretese di eredità è ben accetto :?D?: :?D?:

Monella
13-12-2007, 15:58:03
Ma chi? LUIIII?

http://thecia.com.au/reviews/l/images/lilo-and-stitch-poster-0.jpg

NOOOOOO!!!!Al limite fa fuori un pò di cartacce inutili :?D?: :?D?:

tixcla
13-12-2007, 16:04:41
stitch, sono le foto della tua infanzia che le posti una a una ? :?D?: :?D?:

Monella
13-12-2007, 16:10:35
Mi hai scoperto! :013: :006: :?D?:

tiare
13-12-2007, 17:55:38
@monella e' carina come cosa...

la mia poesia del tardo pomeriggio:

William Shakespeare

Se proprio devi odiarmi
fallo ora,
ora che il mondo è intento
a contrastare ciò che faccio,
unisciti all'ostilità della fortuna,
piegami
non essere l'ultimo colpo
che arriva all'improvviso
Ah quando il mio cuore
avrà superato questa tristezza.
Non essere la retroguardia di un dolore ormai vinto
non far seguire ad una notte ventosa
un piovoso mattino
non far indugiare un rigetto già deciso.
Se vuoi lasciarmi
non lasciarmi per ultimo
quando altri dolori meschini
avran fatto il loro danno
ma vieni per primo
così che io assaggi fin dall'inizio
il peggio della forza del destino
e le altri dolenti note
che ora sembrano dolenti
smetteranno di esserlo
di fronte la tua perdita

ramonvr
13-12-2007, 18:57:12
ramon, i tuoi commenti sono azzeccatisismi, diciamo che stai dando vita ad una nuova forma di cirtica poetica :002:

Si, quella vista da una persona "normale" :?D?:
E poi c'e' gia', facciamo come se fosse una sorta di Prosa la mia ;)

tixcla
13-12-2007, 21:48:57
il nuovo Sgarbi :027: :027:

anto19_70
14-12-2007, 08:20:57
@tiare, che bella!!! questa me la stampo, davvero, mi piace tantissimo! :022:

io ancora non so cosa sceglierò per oggi, appena trovo posto! ;)

tixcla
14-12-2007, 09:09:46
@tiare, che bella!!! questa me la stampo, davvero, mi piace tantissimo! :022:

io ancora non so cosa sceglierò per oggi, appena trovo posto! ;)

sei ancora in macchina ? :027: :027: :027:

anto19_70
14-12-2007, 09:11:32
sciucchessa!!! :002:

tiare
14-12-2007, 10:39:18
@tiare, che bella!!! questa me la stampo, davvero, mi piace tantissimo! :022:

io ancora non so cosa sceglierò per oggi, appena trovo posto! ;)

si' davvero... anche a me piace... ma questo signore a me fa impazzire...dai allora visto che ti e' piaciuta e a me fa piacere oggi lo ripropongo.... un sonetto:


Sonetto 121

È meglio esser colpevole che tale esser stimato
quando non essendolo si è accusati d'esserlo;
e perso è ogni valor sincero perché creduto colpa
non dal nostro sentire, ma dal giudizio d'altri.

Perché mai dovrebbero gli occhi altrui adulteri
considerar vizioso il mio amoroso sangue?
Perché nelle mie voglie s'insinuan lascive spie
che a parer lor condannano quel ch'io ritengo giusto?

No, io sono quel che sono e chi mira
ai miei errori, colpisce solo i propri;
potrei esser io sincero e loro non dire il vero,

non venga il mio agir pesato dal loro pensar corrotto;
a men che non sostengano questo mal comune -
l'umanità é malvagia e nel suo mal trionfa

William Shakespeare

anto19_70
14-12-2007, 10:50:16
POESIA DEL GIORNO

Else Lasker-Schüler

Ascolta

Io mi prendo nelle notti
Le rose della tua bocca
Che nessun’altra ci beva.

Quella che ti abbraccia
Mi deruba dei miei brividi
Che intorno al tuo corpo io dipinsi.

Io sono il tuo ciglio di strada.
Quella che ti sfiora
Precipita.

Senti il mio vivere
Dovunque
come orlo lontano?

anto19_70
14-12-2007, 10:52:13
Bella tiare! allora ti metto anche il sonetto che mia cugina scelse per il giorno del suo matromonio e che mi fece leggere a me!

Non che all’unione di animi costanti
ponga io impedimenti: non è amor vero
quel che ai mutamenti muta i manti
o s’immiserisce se l’altro è misero.
Oh no, no esso è un faro per sempre fisso
sulle tempeste, ma mai ne è turbato;
stella polare è per chi è nell’abisso,
e il suo valore è ignoto anche se stimato.
L’Amore non è del Tempo il buffone,
a dispetto della sua letale falce;
l’amore ai suoi brevi momenti s’oppone
resistendo fin al Giudizio iscritto in calce.
Se questo fosse errore e sia provato,
non ho io mai scritto e nessuno ha mai amato.

tiare
14-12-2007, 10:55:08
Bella tiare! allora ti metto anche il sonetto che mia cugina scelse per il giorno del suo matromonio e che mi fece leggere a me!

Non che all’unione di animi costanti
ponga io impedimenti: non è amor vero
quel che ai mutamenti muta i manti
o s’immiserisce se l’altro è misero.
Oh no, no esso è un faro per sempre fisso
sulle tempeste, ma mai ne è turbato;
stella polare è per chi è nell’abisso,
e il suo valore è ignoto anche se stimato.
L’Amore non è del Tempo il buffone,
a dispetto della sua letale falce;
l’amore ai suoi brevi momenti s’oppone
resistendo fin al Giudizio iscritto in calce.
Se questo fosse errore e sia provato,
non ho io mai scritto e nessuno ha mai amato.


;) ;) :002: grande la mia sarcedotessa

anto19_70
14-12-2007, 11:10:55
la sacerdotessa antonia!!! ;)

tixcla
14-12-2007, 12:24:37
io vi offro questa che m'è piaciuta soprattutto per il suo contenuto :

La pizza :

ho voglia di pizza
calda e fumante
con la mozzarella filante
e bella piccante!

by Vivi

tiare
14-12-2007, 12:27:52
io vi offro questa che m'è piaciuta soprattutto per il suo contenuto :

La pizza :

ho voglia di pizza
calda e fumante
con la mozzarella filante
e bella piccante!

by Vivi


lode alla pizza che profumo... e la vorrei anche croccante cosi' la mordo in un sol istante....

tixcla
14-12-2007, 12:32:53
sto giro devo inchinarmi di fronte alla socia Tiare :lode: :lode:

tiare
14-12-2007, 15:33:43
sto giro devo inchinarmi di fronte alla socia Tiare :lode: :lode:

;)

anto19_70
14-12-2007, 16:28:20
urca, qua siete in piena arte poetica!!! :)

ramonvr
14-12-2007, 19:33:06
sto giro devo inchinarmi di fronte alla socia Tiare :lode: :lode:

Che appena l'ho letta mi e' venuta voglia di una fetta...
Tiare, corro da mia madre a farmela fare...
E con davanti un bel Decanter...
La faro' assaggiare anche al bel Pulaster...

:?D?: :?D?: :?D?: :?D?:

tiare
14-12-2007, 21:21:34
sto giro devo inchinarmi di fronte alla socia Tiare :lode: :lode:

Che appena l'ho letta mi e' venuta voglia di una fetta...
Tiare, corro da mia madre a farmela fare...
E con davanti un bel Decanter...
La faro' assaggiare anche al bel Pulaster...

:?D?: :?D?: :?D?: :?D?:

... beh hai visto che la mia poesia ti prende alla gola e allo stomaco questa si è poesia :002: :002: :002:

Kamar
14-12-2007, 22:01:08
Confesso :

non ho mai sopportato le poesie. Le ho sempre odiate quando dovevo impararle a memoria.

tixcla
14-12-2007, 22:07:07
sto giro devo inchinarmi di fronte alla socia Tiare :lode: :lode:

Che appena l'ho letta mi e' venuta voglia di una fetta...
Tiare, corro da mia madre a farmela fare...
E con davanti un bel Decanter...
La faro' assaggiare anche al bel Pulaster...

:?D?: :?D?: :?D?: :?D?:
mi sento un muso ispiratore :027: :027: :027:

ramonvr
14-12-2007, 22:15:57
Confesso :

non ho mai sopportato le poesie. Le ho sempre odiate quando dovevo impararle a memoria.

Allora ti consiglio di frequentare spesso questo topic :027:

Kamar
14-12-2007, 22:17:03
Infatti lo salto ma ho voluto confessarmi, visto che siamo a Natale :002:

anto19_70
15-12-2007, 15:45:46
kamar unisciti a noi! qua c'è poesia per tutti i gusti!!! :005: :002:

Kamar
15-12-2007, 15:53:23
Nope. Non mi piacciono le poesie :027:

ramonvr
15-12-2007, 16:17:45
Nope. Non mi piacciono le poesie :027:

Neanche a me, infatti mi diverto a leggerle e vederle sotto altri punti di vista :027:

tixcla
15-12-2007, 16:49:02
ogni topic ha la sua poesia :)

anto19_70
15-12-2007, 22:49:54
POESIA DEL GIORNO

Leonard Cohen

Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi
Sul verde cupo della collina
Così il mio corpo non lascia sfregi
Su di te e non lo farà mai

Oltre le finestre nel buio
I bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio
Come manette fatte di neve

Il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola
Si perde nei nostri abbracci
Come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare
Un momento nell'aria
Così come la tua testa sul mio petto
Così la mia mano sui tuoi capelli

E molte notti resistono
Senza una luna, senza una stella
Così resisteremo noi
Quando uno dei due sarà via, lontano.

icesweet
16-12-2007, 12:30:35
Anto che romanticismo :013: :022:

tixcla
16-12-2007, 21:31:14
cioè io dico, è mai possibile che debba leggere una cosa 20 volte prima di capire solo di cosa parla ????

che confusion mentale han sti poeti !!!! mah!!! :(

icesweet
16-12-2007, 21:33:36
:?D?: :?D?: :?D?:

ramonvr
16-12-2007, 21:37:01
che confusion mentale han sti poeti !!!! mah!!! :(

Infatti, molte volte per scrivere certe cose ti accorgi che i problemi li hanno loro per cosa e come dicono le cose, non per come le interpreti tu :027:
L'unica differenza e' che loro parlano spesso di trasgressione in modo tenue e senza andare sul volgare, per questo si buttano sulla poesia, in modo che alcuni possano non capire :027:
Ma se leggi tra le righe ti accorgi quante cazz dicono :?D?: :?D?: :?D?:

tixcla
16-12-2007, 21:39:10
Ramon, t'ho letto 20 volte pure te...

sarai mica poeta ???? :?D?: :?D?: :?D?:

ramonvr
16-12-2007, 21:41:48
Ramon, t'ho letto 20 volte pure te...

sarai mica poeta ???? :?D?: :?D?: :?D?:

Ma va, tra il mio post e il tuo sono passati 2 minuti, se consideri il tempo che hai letto, e il tempo che hai risposto vuol dire che hai capito subito no? :006: :027:
E poi non potrei mai essere poeta, sarei subito sgamato :002:

Kamar
16-12-2007, 23:18:58
O cavallina
cavallina storna

:011:

anto19_70
17-12-2007, 08:21:03
Anto che romanticismo :013: :022:

:002: :022:

anto19_70
17-12-2007, 08:22:13
cioè io dico, è mai possibile che debba leggere una cosa 20 volte prima di capire solo di cosa parla ????


beh, hai fatto dei miglioramenti da quando dovevi leggerla 50 volte!!! :002: :002: :002:

anto19_70
17-12-2007, 08:25:18
POESIA DEL GIORNO

Paris at night
Tre fiammiferi accesi uno per uno nella notte
Il primo per vederti tutto il viso
Il secondo per vederti gli occhi
L'ultimo per vedere la tua bocca
E tutto il buio per ricordarmi queste cose
Mentre ti stringo fra le braccia

Jacques Prevert (Parole, 1945)

@Ramon, tixcla, questa la capite??? :025:

tixcla
17-12-2007, 09:31:40
a noi maschietti servono altri fiammiferi per vedere...
qualcos'altro :002: :002: :002:
anzi, facciam na torcia !!!!! :027: :027:

però questa, dai, la sufficienza.... ;)

anto19_70
17-12-2007, 09:42:07
la sufficienza??? :-? ma è poesia pura!!! a me se uno mi dedica una cosa del genere...beh...è fatta!! :002: